La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

proposta bilancio di previsione 2012 pag.2 Elementi di fondo: _ incertezza normativa; _ IMU e Fondo Sperimentale di Riequilibrio; _ diminuzione dei trasferimenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "proposta bilancio di previsione 2012 pag.2 Elementi di fondo: _ incertezza normativa; _ IMU e Fondo Sperimentale di Riequilibrio; _ diminuzione dei trasferimenti."— Transcript della presentazione:

1

2 proposta bilancio di previsione 2012 pag.2 Elementi di fondo: _ incertezza normativa; _ IMU e Fondo Sperimentale di Riequilibrio; _ diminuzione dei trasferimenti.

3 proposta bilancio di previsione 2012 pag.3 SPESA CORRENTE

4 proposta bilancio di previsione 2012 pag.4 SPESA CORRENTE

5 proposta bilancio di previsione 2012 pag.5 SPESA PER FUNZIONI (dati in milioni di euro) 2008 > 2012 In senso orario:

6 proposta bilancio di previsione 2012 pag.6 SPESA PER SETTORI In senso orario: Preventivo 2012 Consuntivo 2011 Preventivo 2011 Consuntivo 2010 (dati in milioni di euro, escluse spese di personale e oneri finanziari )

7 proposta bilancio di previsione 2012 pag.7 SPESA PER INTERVENTI (dati in milioni di euro) 2008 > 2012 In senso orario:

8 proposta bilancio di previsione 2012 pag.8 SPESA PERSONALE

9 proposta bilancio di previsione 2012 pag.9 SERVIZI SOCIALI ANNO ENTRATA SOCIALE SPESA SOCIALE TOTALE RISORSE COMUNALI % COPERTURA COMUNALE , , ,1429,09% , , ,5428,51% , , ,4529,16% , , ,0042,57% , , ,13 comprese spese di personale, esclusi asili nido

10 proposta bilancio di previsione 2012 pag.10 ANDAMENTO DEL DEBITO

11 proposta bilancio di previsione 2012 pag.11 ANDAMENTO DEBITO RESIDUO

12 proposta bilancio di previsione 2012 pag.12 ANDAMENTO DEBITO PRO CAPITE (euro pro capite)

13 proposta bilancio di previsione 2012 pag.13 CONFRONTO DEBITO ENTI AREA CESFEL (anni )

14 proposta bilancio di previsione 2012 pag Rapporto quote interessi previsione su entrate correnti consuntivo penultimo anno7,82%6,56%3,78%4,02%3,75% ONERI FINANZIARI SU ENTRATE CORRENTI Le percentuali nei vari anni si mantengono conformi ai limiti di legge

15 proposta bilancio di previsione 2012 pag ,62%123,78%108,87% DEBITO SU ENTRATE CORRENTI

16 proposta bilancio di previsione 2012 pag.16 PIANO INVESTIMENTI

17 proposta bilancio di previsione 2012 pag.17 SPESA INVESTIMENTI - CONSUNTIVO

18 proposta bilancio di previsione 2012 pag.18 SPESA INVESTIMENTI 2012/2014 PER FUNZIONE FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO , , ,00 FUNZIONI DI POLIZIA LOCALE , ,00 - FUNZIONI DI ISTRUZIONE PUBBLICA , , ,00 FUNZIONI RELATIVE ALLA CULTURA ED AI BENI CULTURALI , FUNZIONI NEL SETTORE SPORTIVO E RICREATIVO , , ,00 FUNZIONI NEL CAMPO DELLA VIABILITA' E DEI TRASPORTI , , ,00 FUNZIONI RIGUARDANTI LA GESTIONE DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE , , ,00 FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE ASSISTENZA, BENEFICENZA PUBBLICA E SERVIZI DIVERSI ALLA PERSONA , , ,00 FUNZIONI NEL CAMPO DELLO SVILUPPO ECONOMICO , ,00 - TOTALE , , ,00

19 proposta bilancio di previsione 2012 pag.19 PERCORSO PARTECIPATIVO Incontri presso i quartieri in cui si chiede di segnalare entro il 6 aprile opere prioritarie

20 proposta bilancio di previsione 2012 pag.20 2 fasce: _ interventi piccoli (segnalare 5 interventi, del valore complessivo massimo di 50 mila euro) _ interventi grandi (segnalare 1 intervento, del valore complessivo compreso tra 50 e 700 mila euro)

21 proposta bilancio di previsione 2012 pag.21

22 proposta bilancio di previsione 2012 pag.22 Criteri di scelta: _ fattibilità tecnica; _ contribuzione nell’anno precedente; _ interventi necessari per la salvaguardia dell’incolumità e della sicurezza pubblica; _ interventi necessari per l’edilizia scolastica (manutenzioni straordinarie, adeguamenti, etc.) _ interventi ritenuti prioritari nella programmazione dei lavori pubblici degli enti sovraordinati e, come tali, oggetto di contribuzione pubblica; _ interventi obbligatori per legge.

23 proposta bilancio di previsione 2012 pag.23 PATTO DI STABILITA’

24 proposta bilancio di previsione 2012 pag.24 Anche per il 2012 il Patto di Stabilità Interno (PSI) si misura su un saldo tra entrate e spese secondo il principio della cosiddetta competenza mista: esso è dato dalla somma algebrica degli importi risultanti dalla differenza tra accertamenti e impegni, per la parte corrente, e dalla differenza tra incassi e pagamenti, per la parte in conto capitale, al netto delle riscossione e concessione di crediti.

25 proposta bilancio di previsione 2012 pag.25 Il saldo misto, come sopra definito, che il Comune di Faenza dovrà raggiungere al , dovrà essere pari o superiore all’obiettivo di € ,00. Analogamente, al dovrà raggiungere un saldo pari o superiore all’obiettivo di € ,00. L’obiettivo dovrà infine essere mantenuto nel 2014.

26 proposta bilancio di previsione 2012 pag *2012*2013*2014* Obiettivo annuale in euro , , , , ,14 Miglioramento annuale richiesto in euro , , , ,23 - Miglioramento richiesto su base 2009 in euro , , , ,14 Miglioramento richiesto su base 2009 in percentuale 94%204%250%247% * esclusi effetti da patto regionale

27 proposta bilancio di previsione 2012 pag.27 Le sanzioni per il mancato rispetto del PSI: _ riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio; _ limitazione agli impegni per spese correnti; _ divieto di ricorrere all’indebitamento per gli investimenti; _ divieto di procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo; _ riduzione del 30% delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza.

28 proposta bilancio di previsione 2012 pag.28 Comportamenti elusivi: I contratti di servizio e gli altri atti posti in essere dalle regioni e dagli enti locali che si configurano elusivi delle regole del patto di stabilità interno sono nulli. Qualora le Sezioni giurisdizionali regionali della Corte dei conti accertino che il rispetto del patto di stabilità interno è stato artificiosamente conseguito mediante una non corretta imputazione delle entrate o delle uscite ai pertinenti capitoli di bilancio o altre forme elusive, le stesse irrogano, agli amministratori che hanno posto in essere atti elusivi delle regole del patto di stabilità interno, la condanna ad una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di dieci volte l'indennità di carica percepita al momento di commissione dell'elusione e, al responsabile del servizio economico-finanziario, una sanzione pecuniaria fino a 3 mensilità del trattamento retributivo, al netto degli oneri fiscali e previdenziali.

29 proposta bilancio di previsione 2012 pag.29 ENTRATE

30 proposta bilancio di previsione 2012 pag.30 L’insieme delle entrate comunali del 2012 è determinato sulla base di elementi storici e di novità normative: 1.il D.L. 78/2010 convertito, con modifiche, nella L. 122/ il D.Lgs. 23/ il D.L. 201/2011 convertito, con modifiche, nella L. 214/2011, articoli 13 e 28.

31 proposta bilancio di previsione 2012 pag.31 Queste norme, sinteticamente, dispongono: _ la ridefinizione delle entrate locali connessa all’attuazione del federalismo fiscale municipale; _ l’introduzione sperimentale, dal 2012, dell’Imposta Municipale propria (IMU) e la creazione, dal 2013, della Tariffa rifiuti e servizi (TARES); _ la riduzione dei trasferimenti, o meglio, del Fondo Sperimentale di Riequilibrio, fondo perequativo istituito nella fase transitoria di attuazione del federalismo fiscale.

32 proposta bilancio di previsione 2012 pag.32 ENTRATE PROPRIE

33 proposta bilancio di previsione 2012 pag.33 *Anno 2011, relativamente alle entrate tributarie: nell'anno 2011, ai sensi del D.Lgs. 23/2011 “Disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale”, la Compartecipazione iva e il Fondo sperimentale di riequilibrio (questo il nome degli ex trasferimenti erariali) sono stati iscritti al Titolo 1. Per uniformità di confronto fra le entrate tributarie proprie del 2011 e quelle degli anni pregressi, l'importo segnalato non tiene conto dei suddetti fondi, riportati invece nelle tabelle dei trasferimenti dello Stato. *Anno 2012, relativamente alle entrate tributarie: nell'anno 2012, ai sensi del D.Lgs. 23/2011 “Disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale” e del D.L. 201/2011, il Fondo sperimentale di riequilibrio è stato iscritto al titolo 1. Per uniformità di confronto fra le entrate tributarie proprie del 2012 e quelle del 2011 e anni pregressi, l'importo segnalato non tiene conto dei suddetti fondi, riportati invece nelle tabelle dei trasferimenti dello Stato. Si evidenzia inoltre che a decorrere dal 1/1/2012 cessa di essere applicata l’addizionale comunale sull’energia elettrica ( ex art.2 comma 6 D.lgs 23/2011 e art. 18 comma 5 D.lgs 68/2011). Il relativo stanziamento è stato azzerato e ricompreso nel Fondo sperimentale di riequilibrio.

34 proposta bilancio di previsione 2012 pag.34 TRASFERIMENTI

35 proposta bilancio di previsione 2012 pag.35 DETTAGLIO RIDUZIONE ENTRATE (dati in migliaia di euro) CONSUNTIVO 2011 PREVISIONALE 2012DIMINUZIONE ICI Addizionale energia elettrica Trasferimenti fiscalizzati (Compartecipazione IVA e Fondo sperimentale di riequilibrio - dato provvisorio) Trasferimenti dallo Stato non fiscalizzati oltre a: minori oneri di urbanizzazione minori entrate da trasferimenti da altri enti minori entrate proprie extratributarie

36 proposta bilancio di previsione 2012 pag.36 ONERI DI URBANIZZAZIONE

37 proposta bilancio di previsione 2012 pag.37 LEVA FISCALE

38 proposta bilancio di previsione 2012 pag.38 MANOVRE SULLE ENTRATE: LA LEVA FISCALE A DISPOSIZIONE 1.IMU: aliquote massime 0,2 – 0,6 – 1,06 per cento 2.Addizionale comunale all’Irpef: fino ad un massimo dello 0,8 per cento 3.Tassa di soggiorno: da 1€ a 5€ al giorno / persona 4.Altro (imposta pubblicità, tassa occupazione suolo pubblico)

39 proposta bilancio di previsione 2012 pag.39 L’IMU SPERIMENTALE

40 proposta bilancio di previsione 2012 pag.40 Le caratteristiche principali dell’IMU: _ il presupposto è il possesso di immobili (proprietà piena o altro diritto reale, come per l’ICI); _ confermata la nozione di base imponibile ICI, “il valore degli immobili”, determinato a seconda del tipo; _ il calcolo dell’imposta, analogo a quello dell’ICI, si basa su coefficienti moltiplicativi delle rendite catastali, rivalutate del 5%, aumentati del 60% per le abitazioni principali e, in media, del 40% per gli altri immobili; _ è riservata allo Stato la metà del gettito IMU a disciplina di base, (escluso il gettito dell’abitazione principale e dei rurali strumentali); _ il maggior gettito che deriva dall’IMU base (quota Comuni) rispetto all’ICI viene compensato da una pari riduzione del FSR; _ cambia completamente il regime delle agevolazioni e delle riduzioni.

41 proposta bilancio di previsione 2012 pag.41 L’applicazione dell’IMU ad aliquote di base (0,4 – 0,2 – 0,76) non comporta effetti sostanziali sul bilancio dell’ente in termini di maggiori entrate poiché il 50% del gettito viene trattenuto dallo Stato ed il restante maggior gettito è sottratto al FSR. La maggiore criticità è legata alla stima del gettito IMU i cui dati oggi non sono ancora noti e che dovrà essere oggetto di una nuova determinazione a seguito dell’approvazione della delega fiscale. Ci sono ancora incognite in merito alle modalità di pagamento dell’acconto IMU e in merito alla problematica dichiarativa. I Comuni potranno trattenere gli interi importi recuperati attraverso la lotta all’evasione.

42 proposta bilancio di previsione 2012 pag.42 L’IMU SPERIMENTALE: METODI DI CALCOLO

43 proposta bilancio di previsione 2012 pag.43 ABITAZIONE PRINCIPALE : UNITA’ DI CATEGORIA A TIPOLOGIA ABITATIVO ESCLUSO A/10 PERTINENZE : UNA PER CATEGORIA C/6 (GARAGE ), C/2 (DEPOSITO) E C/7 (TETTOIA ) RENDITA RIVALUTATA =RENDITA CATASTALE + RIVALUTAZIONE DEL 5% IMPONIBILE = RENDITA RIVALUTATA X MOLTIPLICATORE (160) IMPOSTA = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE (0,0058) DETRAZIONE DI EURO 200,00 + EURO 50,00 PER OGNI FIGLIO DI ETA’ INFERIORE A 27 ANNI IMPOSTA SPETTANTE COMPLETAMENTE AL COMUNE

44 proposta bilancio di previsione 2012 pag.44 ALTRO ABITATIVO : UNITA’ DI CATEGORIA A TIPOLOGIA ABITATIVO ESCLUSO A/10 PERTINENZE : CATEGORIE C/6, C/2 E C/7 RENDITA RIVALUTATA =RENDITA CATASTALE + RIVALUTAZIONE DEL 5% IMPONIBILE = RENDITA RIVALUTATA X MOLTIPLICATORE (160) IMPOSTA SPETTANTE AL COMUNE = IMPONIBILE X ALIQUOTA (0,0068) IMPOSTA SPETTANTE ALLO STATO = IMPONIBILE X ALIQUOTA BASE (0,0038) IMPOSTA TOTALE = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE (0,0106)

45 proposta bilancio di previsione 2012 pag.45 TERRENI AGRICOLI REDDITO DOMINICALE RIVALUTATO =REDDITO DOMINICALE + RIVALUTAZIONE DEL 25% IMPONIBILE = REDDITO DOMINICALE X MOLTIPLICATORE (110) PER PROPRIETARI E CONDUTTORI ISCRITTI NELLE APPOSITE LISTE INPS IMPONIBILE = REDDITO DOMINICALE X MOLTIPLICATORE (130) PER ALTRI SOGGETTI PROPRIETARI IMPOSTA SPETTANTE AL COMUNE = IMPONIBILE X ALIQUOTA (0,0045) IMPOSTA SPETTANTE ALLO STATO = IMPONIBILE X ALIQUOTA BASE (0,0038) IMPOSTA TOTALE = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE (0,0083)

46 proposta bilancio di previsione 2012 pag.46 ABITATIVO DI TIPO AGEVOLATO : UNITA’ DI CATEGORIA A TIPOLOGIA ABITATIVO ESCLUSO A/10 PERTINENZE : CATEGORIE C/6, C/2 E C/7 RENDITA RIVALUTATA = RENDITA CATASTALE + RIVALUTAZIONE DEL 5% IMPONIBILE = RENDITA RIVALUTATA X MOLTIPLICATORE (160) IMPOSTA SPETTANTE AL COMUNE = IMPONIBILE X ALIQUOTA (0,0045) IMPOSTA SPETTANTE ALLO STATO = IMPONIBILE X ALIQUOTA BASE (0,0038) IMPOSTA TOTALE = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE (0,0083)

47 proposta bilancio di previsione 2012 pag.47 PROPRIETA’ IMMOBILIARE DI TIPO PRODUTTIVO RENDITA RIVALUTATA = RENDITA CATASTALE + RIVALUTAZIONE DEL 5% IMPONIBILE = RENDITA RIVALUTATA X MOLTIPLICATORE IMPOSTA SPETTANTE AL COMUNE = IMPONIBILE X ALIQUOTA (0,0055) IMPOSTA SPETTANTE ALLO STATO = IMPONIBILE X ALIQUOTA BASE (0,0038) IMPOSTA TOTALE = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE (0,0093)

48 proposta bilancio di previsione 2012 pag.48 AREE EDIFICABILI IMPONIBILE = VALORE VENALE DI MERCATO IMPOSTA SPETTANTE AL COMUNE = IMPONIBILE X ALIQUOTA (0,0055) IMPOSTA SPETTANTE ALLO STATO = IMPONIBILE X ALIQUOTA BASE (0,0038) IMPOSTA TOTALE = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE (0,0093)

49 proposta bilancio di previsione 2012 pag.49 FABBRICATI STRUMENTALI ALLA ATTIVITA’ AGRICOLA : UNITA’ DI CATEGORIA D10 RENDITA RIVALUTATA = RENDITA CATASTALE + RIVALUTAZIONE DEL 5% IMPONIBILE = RENDITA RIVALUTATA X MOLTIPLICATORE (60) IMPOSTA INTERAMENTE SPETTANTE AL COMUNE = IMPONIBILE X ALIQUOTA DELIBERATA (0,001)

50 proposta bilancio di previsione 2012 pag.50 COEFFICENTI MOLTIPLICATORI PER I FABBRICATI Per i fabbricati iscritti in catasto, il valore è costituito da quello ottenuto applicando all’ammontare delle rendite risultanti in catasto, vigenti ai 1° gennaio dell’anno d’imposizione, rivalutate del 5 per cento ai sensi dell’articolo 3, comma 48, della Legge 23 dicembre 1996, n° 662, i seguenti moltiplicatori:

51 proposta bilancio di previsione 2012 pag.51 a. 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (abitazioni) e nelle categorie catastali C/2 (magazzini), C/6 (autorimesse) e C/7 (tettoie), con esclusione della categoria catastale A/10; b. 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B (interesse pubblico) e nelle categorie catastali C/3 (laboratori), C/4 (fabbricati per esercizi sportivi) e C/5 (stabilimenti balneari); b-bis. 80 per i fabbricati classificati nella categoria catastale D/5 (istituti di credito);

52 proposta bilancio di previsione 2012 pag.52 c. 80 per i fabbricati classificati nella categoria catastale A/10 (uffici); d. 60 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D (destinazione speciale), ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5; e. 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe).

53 proposta bilancio di previsione 2012 pag.53 COEFFICENTI MOLTIPLICATORI PER I TERRENI AGRICOLI a. 110 Terreni posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola; b. 130 Terreni agricoli.

54 proposta bilancio di previsione 2012 pag.54 TIPOLOGIAALIQUOTA ABITAZIONE PRINCIPALE 0,0058 FABBRICATI RURALI STRUMENTALI 0,0010 UNITA' IMMOBILIARI A DESTINAZIONE PRODUTTIVA 0,0093 AREE FABBRICABILI 0,0093 ABITATIVO AFFITATO A CANONE CONCORDATO 0,0083 TERRENI AGRICOLI 0,0083 UNITA' IMMOBILIARI AD USO ABITATIVO NON COMPRESE NELLE FATTISPECIE PRECEDENTI0,0106

55 proposta bilancio di previsione 2012 pag.55 TIPOLOGIAALIQUOTA ALIQUOTA COMUNE ALIQUOTA STATO ABITAZIONE PRINCIPALE 0,0058 0,0000 FABBRICATI RURALI STRUMENTALI 0,0010 0,0000 UNITA' IMMOBILIARI A DESTINAZIONE PRODUTTIVA0,00930,00550,0038 AREE FABBRICABILI 0,00930,00550,0038 ABITATIVO AFFITATO A CANONE CONCORDATO0,00830,00450,0038 TERRENI AGRICOLI 0,00830,00450,0038 UNITA' IMMOBILIARI AD USO ABITATIVO NON COMPRESE NELLE FATTISPECIE PRECEDENTI0,01060,00680,0038

56 proposta bilancio di previsione 2012 pag.56 Esempi:

57 proposta bilancio di previsione 2012 pag.57 Ipotesi di determinazione aliquote IMU con invarianza di gettito rispetto ad ICI:


Scaricare ppt "proposta bilancio di previsione 2012 pag.2 Elementi di fondo: _ incertezza normativa; _ IMU e Fondo Sperimentale di Riequilibrio; _ diminuzione dei trasferimenti."

Presentazioni simili


Annunci Google