La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Pavia Dipartimento di scienze politiche e sociali, giurisprudenza, ingegneria industriale e dell'informazione, studi umanistici,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Pavia Dipartimento di scienze politiche e sociali, giurisprudenza, ingegneria industriale e dell'informazione, studi umanistici,"— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Pavia Dipartimento di scienze politiche e sociali, giurisprudenza, ingegneria industriale e dell'informazione, studi umanistici, scienze economiche e aziendali Corso di laurea interdipartimentale in comunicazione innovazione multimedialità Le elezioni europee del 2014 e il Movimento 5 Stelle Relatore: Guido Legnante Correlatore: Federica Da Milano Nome: Norma Doldi Matricola:

2 Un’Europa unita 1949 Primo embrione di una volontà di integrazione europea. Obiettivi: -Difendere i diritti dell’uomo, la democrazia parlamentare e il principio di legalità Tentativo di creazione di un’unione economica europea con: -Mercato comune -Libera circolazione di beni, servizi, merci e capitali Trattato di Roma Nascita della CEE - Comunità Economica Europea

3 Trattato di Maastricht, 1993 Nasce l’Unione Europea Tre pilastri della nuova UE: -la Comunità Europea -la politica estera e di sicurezza comune (PESC) e la politica estera e di difesa (PESD) -la cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni (CGAI) 1 Gennaio 2002: introduzione della moneta unica nei paesi dell’Euro Zona

4 Il Parlamento Europeo Esercita: ● Il potere di bilancio ● Il potere legislativo ● Il potere di controllo democratico sull'esecutivo In Italia: il 24 Gennaio 1979 con provvedimento numero 18 fu deliberata la legge elettorale per l'elezione dei rappresentanti italiani presso il Parlamento Europeo

5 Beppe Grillo -Nasce a Genova nel Entra nel mondo della televisione nel Dialettica aggressiva e temi via via più politicizzanti

6 Rapporto con Gianroberto Casaleggio -Primo incontro nel Inizio della carriera politica di Grillo -Casaleggio come guru del Movimento 5 Stelle Blog lanciato nel 2005; molto seguito in Italia e all’esterowww.beppegrillo.it

7 Liste civiche a 5 stelle -Considerate come una “non associazione” -Comuni come luoghi dai quali rifondare la politica Energia Connettività Raccolta rifiuti Servizi sociali Acqua Candidatura per le primarie alla segreteria del PD (poi rifiutata) Autunno 2009: fondazione del Movimento 5 Stelle avente lo stesso programma politico

8 Le elezioni politiche del 2013 ● Il 21 Dicembre Monti rassegna le proprie dimissioni da Presidente del Consiglio ● Principali protagonisti della campagna elettorale: Bersani, Berlusconi e Grillo Obiettivi del M5S: -Abolire il finanziamento pubblico dei partiti -Abbattimento delle tasse -Uscita dell’Italia dalla Zona Euro

9 I risultati 24 e 25 Febbraio 2013 Elezioni politiche per il rinnovo dei due rami del Parlamento italiano: -Camera dei Deputati: Coalizione Bersani 29,55 %, Berlusconi 29,18%, M5S 25,56% -Senato: Coalizione Bersani 31,63%, M5S 23,79%, Berlusconi 29,18% Alla Camera la coalizione di centro-sinistra guidata da Bersani ottenne il premio di maggioranza; al Senato invece nessuna coalizione raggiunse la maggioranza assoluta di 158 seggi.

10 Napolitano affida a Enrico Letta, vice segretario del PD, il compito di formare un nuovo governo (primo esecutivo di grande coalizione: comprende esponenti delle principali coalizioni che si contrapponevano prima delle elezioni). Il M5S, con oltre il 25%, risulta essere il 1° partito alla Camera. Tra le loro proposte di legge (nessuna arrivò alla discussione in aula): 1.Immediata abolizione del finanziamento ai partiti 2.Istituzione della distinzione tra banche d’affari a carattere speculativo e banche di risparmio e credito

11 Le elezioni europee del 2014 I punti che il movimento di Grillo propone: → Abolizione del Fiscal Compact → Adozione degli Euro Bond → Abolizione del pareggio di bilancio → Alleanza tra i paesi mediterranei per una politica comune → Investimenti in innovazione e nuove attività produttive esclusi dal limite del 3% annuo → Finanziamento per attività agricole e di allevamento finalizzate ai consumi nazionali interni → Referendum per la permanenza nell'Euro Zona

12 Vinciamo Noi Tour e le Europee del 2014 Campagna del movimento in vista delle elezioni Europee del 25 Maggio 2014 Risultati: → Vittoria netta del PD di Renzi con il 40,81% dei voti → M5S con il 21,16% Molta delusione e varie critiche da parte del movimento.

13 Analisi del risultato Confrontando queste elezioni con quelle del 2013, il partito di Grillo ha perso quasi 3 milioni di voti, cioè il 33,3% dei suoi consensi Le battute di Grillo sui pensionati sembrano avere tenuto a distanza quella fascia: solo il 6,4% degli over 65 ha votato per il M5S (50% per il PD) Solo nella fascia il Movimento 5 Stelle supera il partito di Matteo Renzi

14 -Il M5S non solo non riesce a sfondare, ma sembra addirittura perdere terreno. -Il gruppo, una volta compatto e coeso, sembra aver perso omogeneità e spinta. -Molto dipenderà da come il Movimento riuscirà ad acquisire altri voti e se ci sarà un rinnovamento ai vertici. L’attivista Alessandro Battista agli elettori dopo le Europee: “[...] sono fiero di quello che abbiamo fatto in questi mesi. Credo fermamente che il M5S andrà al governo - le delusioni possono anche darti più forza se credi in quello che fai [...]”.

15 Grazie per l’attenzione


Scaricare ppt "Università degli Studi di Pavia Dipartimento di scienze politiche e sociali, giurisprudenza, ingegneria industriale e dell'informazione, studi umanistici,"

Presentazioni simili


Annunci Google