La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMUNICAZIONE A IMPATTO Conosciamo i social, evitiamo sprechi Alessandro Cossu – Workshop per SpreK.O.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMUNICAZIONE A IMPATTO Conosciamo i social, evitiamo sprechi Alessandro Cossu – Workshop per SpreK.O."— Transcript della presentazione:

1 COMUNICAZIONE A IMPATTO Conosciamo i social, evitiamo sprechi Alessandro Cossu – Workshop per SpreK.O.

2

3 I consumatori stanno spendendo più tempo con i media online che con i mezzi di comunicazione tradizionale. L’utilizzo di Internet mobile rappresenta infatti il 57% del tempo giornaliero dedicato ai media. Nel complesso, le persone spendono una media di 10,7 ore al giorno con tutte le forme di media e 5.6 ore di quella in digitale.

4 Il social media più noto è Facebook (65,3%) subito dopo YouTube (53%), poi Messenger (41%), Skype (37,4%) e Twitter (21,3%). I social network più utilizzati sono YouTube (dal 54,5% degli italiani che accedono a internet, l’86,5% dei giovani) e Facebook (dal 49%, l’88,1% dei giovani). In crescita: G+, Pinterest, Tumblr, Twitter

5 Ognuno di noi è un moltiplicatore Reti di prossimità Eventi esterni Reti sociali digitali

6 Cosa è un ….

7

8 Il sito web «Un sito web o sito Internet è un insieme di pagine web correlate, ovvero una struttura ipertestual e di documenti che risiede su un server web».pagine webipertestual eserver web Fonte:Wikipedia

9 Facebook Nasce nel 2004: oltre 1 miliardo di utenti attivi (Italia 11°) Condivisione contenuti da qualsiasi fonte digitale Nuova veste grafica e funzione timeline Fanpage e gruppi Privacy Interazione con fan Digital storytelling

10 Twitter nasce nel milioni utenti attivi - molto diffuso tra aziende per facilitare contatto con clienti tweet 140 caratteri giornalismo partecipativo link e linkshortener #hashtag: etichetta per indicizzazione e micro- meme Following e followers RT, DM, FF

11 I blog Diario in rete dal 1999, diffusione in Italia da 2001 Approccio personale e multimediale Integrazione con social network e spesso suo completamento Molte piattaforme gratuite: Blogger, wordpress.com, blogsome, Il Cannocchiale, Io Bloggo, Libero Oltre 350 milioni attivi In crescita: Tumblr e Posterous

12 I blog 2000/3000 battute esempi pratici: "Per costruire 12 ospedali servono 250 milioni di dollari, quel che ci costano 8 ore di guerra in Iraq. Si prendano una giornata di ferie« link per approfondimenti e verifica fonti Moderare o no i commenti? DisqusDisqus

13 Foto e infografica Maggiore forza alla viralità -Le foto e le infografiche sono gradite il doppio rispetto al solo testo -I video sono graditi 10 volte in più rispetto al solo testo

14 Azione singola e collettiva, ma social Aid your city Change.org Collaboriamo.org Wikipedia

15 Qualche esempio di successo The tutu project No woman no drive Africa for Norway

16 Costruire un piano Fissa un obiettivo: perché vuoi fare una attività social? Ascolta Impara Pianifica – Presentati. E’ il primo passo di una identità digitale. – Individua il posizionamento – Definisci il pubblico con cui vuoi parlare – Stabilisci il social media mix  Sostenibilità! – Pianifica presenza, contenuti e modalità di contatto – Stima i risultati attesi

17 Costruire un piano Ascolta – Informati sulle fonti attendibili: blog, forum, social – Segui gli opinion maker, le nicchie della coda lunga e gli influencer Partecipa – Intervieni nella conversazione – Coinvolgi con azioni di PR on/offline – Genera engagement e offri informazioni – Offri dei buoni motivi per diffondere passaparola positivo su di te Misura – Imposta misurazioni chiare e facilmente rilevabili Reagisci – Gestisci critiche, crisi e commenti negativi – Cerca di essere presente e veloce nelle risposte – Impara dagli errori


Scaricare ppt "COMUNICAZIONE A IMPATTO Conosciamo i social, evitiamo sprechi Alessandro Cossu – Workshop per SpreK.O."

Presentazioni simili


Annunci Google