La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 ASINOCHIDOPING Campagna dei giovani per i giovani contro il doping.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 ASINOCHIDOPING Campagna dei giovani per i giovani contro il doping."— Transcript della presentazione:

1 1 ASINOCHIDOPING Campagna dei giovani per i giovani contro il doping

2 2 Contesto Il doping si afferma sempre più come fattore addizionale del binomio giovani e sport (Commissione Europea, 1999). Labuso di integratori e lassunzione di farmaci e sostanze dopanti associati al culto della performance e dellagonismo esasperato e al mito del campione sono in costante crescita anche in ambito amatoriale. Pertanto non è più possibile trattare questo problema come delimitato solo allo sport di alto livello. Sulla base di queste considerazioni e per rafforzare e ribadire il proprio impegno su queste tematiche, lUisp ha proposto e continua a proporre una campagna ampia e capillare destinata ai giovani da realizzarsi nellambito scolastico.

3 3 Obiettivi Lobiettivo principale dellazione proposta è sensibilizzare quanti più giovani possibile sul fenomeno dellinquinamento farmacologico e del doping, coinvolgendoli direttamente nellideazione e nella realizzazione dei codici comunicativi più idonei per i loro coetanei e che nascono da una elaborazione esperienziale, valoriale e di linguaggi. A fronte, infatti, di una riscontrata scarsa efficacia delle campagne tradizionali quando sono rivolte alle fasce giovanili, lazione propone i giovani come protagonisti esperti nellanalisi del fenomeno e dei relativi comportamenti. Inoltre, il progetto mira a influire positivamente sulla concezione dei giovani riguardo il benessere psico-fisico e, di conseguenza, sulle loro scelte di stili di vita anche in altri ambiti.

4 4 Metodologia Sensibilizzare i giovani attraverso un loro attivo coinvolgimento in momenti di riflessione sulle tematiche legate allinquinamento farmacologico e al doping, con lideazione di strumenti di comunicazione che saranno sperimentati nello svolgimento del progetto e utilizzabili anche in successive campagne di informazione e prevenzione. Monitoraggio e valutazione della campagna.

5 5 Fasi di attuazione Il progetto prevede una campagna di informazione e di sensibilizzazione organizzata DAI giovani PER i giovani sulle tematiche dei fenomeni dellinquinamento farmacologico e del doping nello sport. Tale progetto è gia stato realizzato a livello nazionale nellanno scolastico dallEnte di promozione sportiva Uisp, attraverso i suoi comitati territoriali, con il coinvolgimento di 30 scuole. Dato il successo è stato riproposto nellanno scolastico Tale anno ha visto ladesione al progetto anche dellUisp Comitato Provinciale di Varese, che lo ha proposto allIstituto Superiore Einaudi. LIstituto Einaudi ha partecipato con grande interesse al progetto, coinvolgendo 2 classi seconde per un totale di 35 alunni. Visto lentusiasmo dei ragazzi e i notevoli risultati ottenuti, si è riproposto il progetto anche nellattuale anno scolastico , coinvolgendo una classe prima del suddetto Istituto. Inoltre, affinchè il progetto potesse davvero rispondere allobiettivo principale che ci siamo proposti, cioè lessere una campagna DEI giovani PER altri giovani, abbiamo deciso di organizzare due momenti di presentazione di quanto preparato dai ragazzi.

6 6 ASINOCHIDOPING A VARESE I giovani dellIstituto Superiore Einaudi Classi 2°M e 2°N

7 7

8 8 Fasi di attuazione Contatti con la scuola Incontri preliminari con i giovani che hanno partecipato al progetto. In questa fase sono stati coinvolti gli insegnanti e gli operatori Uisp con lobiettivo non solo di presentare il progetto, ma anche e soprattutto di suscitare linteresse attivo e la sensibilizzazione sulla tematica dellinquinamento farmacologico e del doping favorendo, di conseguenza, il coinvolgimento dei ragazzi. Avvio dei laboratori creativi dove i ragazzi sono stati i primi protagonisti, impegnandosi direttamente nella campagna. Produzione dei materiali della campagna: i giovani, supportati nel loro lavoro dagli insegnanti e dagli operatori Uisp, si sono attivati nellideazione e nellelaborazione di materiali di diversa natura con il duplice scopo di produrre sia mezzi attraverso cui incrementare la propria consapevolezza circa il fenomeno dellinquinamento farmacologico e del doping nei suoi diversi aspetti, sia strumenti di diffusione e di sensibilizzazione per la campagna

9 9 Risultati raggiunti Divulgazione di informazioni sulle problematiche e sui pericoli legati allinquinamento farmacologico e al doping di ampie fasce di giovani Influenza positiva sulla concezione dei giovani riguardo al benessere psico-fisico e, di conseguenza, alle loro scelte di vita. Acquisizione di materiali documentati sullinquinamento farmacologico e sul doping di carattere innovativo che possono e potranno avere più impatto tra i giovani, in quanto elaborati secondo i loro modelli comunicativi e di linguaggio Riproducibilità del modello per la diffusione di una cultura delle buone pratiche e la creazione di una rete di prevenzione.

10 10 Materiali Prodotti Un plastico e un video rappresentanti il confronto tra una sana competizione e luso, invece, del doping con le sue conseguenze.

11 11

12 12 Prospettive Future Visto lenorme entusiasmo dei ragazzi che hanno partecipato al progetto si è deciso insieme agli insegnanti di riproporlo anche questanno alla classe 1° M dellIstituto Einaudi, con un valore aggiunto: la collaborazione con lAssociazione Libera che da anni si batte contro la mafia e nel nostro caso, in particolare, contro i traffici illeciti delle sostanze dopanti e il business che da questi ne deriva. Inoltre per far sì che i materiali prodotti dai ragazzi possano davvero essere una campagna di sensibilizzazione DEI giovani PER altri giovani si è pensato, in collaborazione con lIstituto Superiore Einaudi e con lassociazione Libera di organizzare un convegno su queste tematiche per sensibilizzare la cittadinanza ed esportare il modello in altre scuole e altri contesti.

13 13 Convegno sul Doping 13 e 14 aprile 2007 Varese

14 14 Venerdì 13 aprile 2007 Lincontro si terrà presso la sala polivalente Piramide in P.zza De Salvo–Quartiere Bustecche-Varese alle ore Relatori: Sandro Donati, maestro dello sport, collaboratore di Libera, impegnato nellanalisi del fenomeno del doping in tutto il mondo; Marina Malinverni, nutrizionista; I ragazzi dellEinaudi che hanno partecipato al progetto; Alessandra Pessina, operatrice Uisp e responsabile a Varese del progetto Asinochidoping. Un Giornalista. A tale incontro sarà invitata tutta la cittadinanza, le istituzioni locali, gli insegnanti e i genitori sia dei ragazzi che hanno partecipato al progetto sia delle altre scuole.

15 15 Sabato 14 aprile Lincontro si terrà presso il Cinema Teatro Nuovo, Via Dei Mille- Varese dalle ore 9.00 alle ore Relatori: Sandro Donati, maestro dello sport, collaboratore di Libera, impegnato nellanalisi del fenomeno del doping in tutto il mondo; I ragazzi dellEinaudi che hanno partecipato al progetto; Alessandra Pessina, operatrice Uisp e responsabile a Varese del progetto Asinochidoping. Un Giornalista. A tale incontro saranno invitate oltre alle classi partecipanti al progetto, tutte le seconde dell Einaudi e le seconde degli altri Istituti Scolastici di Varese. Il target sarà quindi incentrato sulle scuole con lo scopo di mettere in pratica la campagna di sensibilizzazione DEI giovani PER i giovani.

16 16 In conclusione…

17 17 Innovatività Riteniamo che le campagne di sensibilizzazione sullinquinamento farmacologico e sul doping, realizzate con i mezzi convenzionali, soffrono spesso di un uso di codici comunicativi inadatti al target di riferimento dellazione. Nel caso specifico, i giovani sopra i 15 anni, nonostante siano di fatto informati riguardo il problema, sembrano recepire il messaggio antidoping in maniera passiva. In questo senso crediamo, quindi, che la partecipazione degli adolescenti come protagonisti nella scelta di temi e linguaggi rappresenta uninversione determinante nel rapporto comunicativo tra chi informa e chi recepisce. Pertanto, il progetto presenta uninnovazione di processo che risiede nella centralità che viene data ai giovani ed al loro ruolo di SOGGETTI ATTIVI nellideazione e realizzazione della campagna. Inoltre, un ulteriore elemento di innovazione risiede nellapplicazione di metodi di monitoraggio e valutazione per lanalisi dellimpatto che la campagna di sensibilizzazione e informazione ha effettivamente sui giovani.

18 18 Comitato Provinciale Varese p.zza De Salvo ang.via Lombardi Varese Tel.+fax Mail:


Scaricare ppt "1 ASINOCHIDOPING Campagna dei giovani per i giovani contro il doping."

Presentazioni simili


Annunci Google