La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bibliografia sulla crisi del 2007 Barucci E., Messori M., Oltre lo shock, Egea 2009, pp. 49-73 Roubini N. Mihm S, La crisi non è finita, Feltrinelli 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bibliografia sulla crisi del 2007 Barucci E., Messori M., Oltre lo shock, Egea 2009, pp. 49-73 Roubini N. Mihm S, La crisi non è finita, Feltrinelli 2010."— Transcript della presentazione:

1 Bibliografia sulla crisi del 2007 Barucci E., Messori M., Oltre lo shock, Egea 2009, pp Roubini N. Mihm S, La crisi non è finita, Feltrinelli 2010 Altre letture Messori, M (2009) The Financial Crisis: understanding it to overcome it df Blanchard O., The Crisis: Basic Mechanisms, and Appropriate Policies Massachusetts Institute of Technology (MIT) - Department of Economics; National Bureau of Economic Research (NBER)December 29, 2008 MIT Department of Economics Working Paper No

2 1. CRISI FISCALE, CONTAGIO E FUTURO DELL'EURO di Marco Pagano Euro appeso ai (lenti) rimedi della Merkel edi_della_co_8_ shtml3. Banca DItalia Rapporto sulla stabilità finanziaria. Novembre 2011 pagine box su Limpatto del rischio sovrano sulla raccolta delle banche stabilita-finanziaria/2011/rsf_2011/stabfin_2_2011/1-rapporto-stabilita- finanziaria.pdfhttp://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/stabilita-finanziaria/rapporto- stabilita-finanziaria/2011/rsf_2011/stabfin_2_2011/1-rapporto-stabilita- finanziaria.pdf

3 Crisi dei mercati subprime Usa Credito facile negli Usa, bassi tassi di interesse, prezzi delle case eccessivi Bolla: quando il prezzo di una particolare attività aumenta oltre il suo valore fondamentale sottostante (per esempio dato dalle condizioni della domanda) Un aumento dei tassi di interesse provoca un aumento dei tassi di default innanzitutto nei mercati subprime Perché la crisi di quel settore si è trasformata in crisi finanziaria

4 Fonte: Blanchard

5 USA Assets were created, sold, and bought, which appeared much less risky than they truly were Securitization led to complex and hard to value assets on the balance sheets of financial institutions. Securitization and globalization led to increasing connectedness between financial institutions, both within and across countries.

6 Cartolarizzazioni: Trasformare alcune attività (tra cui i mutui ipotecari) in titoli finanziari negoziabili sul mercato Condizione indispensabile per poter vendere un titolo che si riferisce ad un gran numero di crediti è incorporarlo in un documento che legittimi la titolarità dei crediti da parte del proprietario del documento In diritto commerciale il rapporto di credito tra debitore e primo creditore prende il nome di credito fondamentale, mentre il rapporto di credito tra debitore e tutti i successivi prenditori del titolo in cui il credito è incorporato prende il nome di credito cartolare, da cui cartolarizzazione

7 Credit Default Swap (CDS) A presta 1mln a C A sottoscrive un CDS con B per ricevere in caso di fallimento di C il rimborso di 1 mln A paga un premio a B. B si assume il rischio senza spendere nulla oggi

8 Asset Backed Securities (es. Mortgage backed Securities (ovvero titolo garantito da mutui) ) Chi acquista si assume una parte delle perdite associate al possibile fallimento dei mutui sottostanti Trance equity: si deve coprire il primo 5% delle perdite sul portafoglio di mutui Trance mezzanine: perdite tra il 5 e il 20% Trance senior: meno rischiose…

9 Innovazioni finanziarie: cartolarizzazioni e CDS hanno (i)ridotto gli incentivi al controllo nellerogazione del credito (*); (ii)aumentato il grado di interconnessione e ridotto il grado di trasparenza del sistema finanziario; (iii) aumentato il grado di leva finanziaria del sistema (cioè il rapporto tra attività, esempio mutui concessi, e capitale proprio – partecipazione iniziale degli azionisti) (Blanchard; Bar&Mess 51-53);

10 (*) Una banca può unire un gran numero di mutui in unico strumento finanziario e venderlo ad altri investitori Quando un investitore, a volte unaltra banca, compra uno di questi titoli, che contiene migliaia di mutui e si chiama mortgage-backed security non può controllare la qualità di ogni singolo mutuo. La qualità del titolo è certificata da unagenzia di rating, ma anche le agenzie di rating non possono controllare ogni singolo mutuo Il risultato è che il controllo della qualità dei crediti si è indebolito

11 Alta leva finanziaria: rendimenti e rischi elevati

12 Aumento della leva finanziaria delle banche assoggettate alla normale regolamentazione bancaria (con la cartolarizzazione la banca mantiene nei suoi bilanci solo la tranche equity, e risponde solo di questo ammontare ai fini del rispetto dei requisiti patrimoniali) indirettamente perché anche intorno a queste innovazioni si è espanso il sistema delle banche ombra (banche di investimento; fondi del mercato monetario; hedge funds…) che funzione come banche i.e. danno e ricevono credito e investono, ma non sono regolamentate come tali. (No vigilanza bancaria e no garanzia di salvataggio da parte del prestatore di ultima istanza, la banca centrale)

13 Leva finanziaria e propagazione: con elevata leva finanziaria se il valore delle attività (es. mutui) scende perché il valore delle case (che li garantiscono) scende è maggiore il rischio di insolvenza per la banca (Blanchard) Con maggior interconnessione e minor trasparenza la crisi si è estesa a tutto il sistema finanziario e

14 Assets were created, sold, and bought, which appeared much less risky than they truly were. Securitization led to complex and hard to value assets on the balance sheets of financial institutions. Securitization and globalization led to increasing connectedness between financial institutions, both within and across countries. Leverage increased The first amplification mechanism is the modern version of bank runs (con deposito assicurativo non cè corsa agli sportelli): difficoltà delle banche a prendere a prestito nel mercato interbancario

15 Crisi finanziaria, recessione, Lower housing prices, lower stock prices, triggered initially by The decreased stock market value of financial institutions, higher risk premia, and credit rationing,

16 E crisi fiscale Crisi finanziaria e crisi fiscale. (i) La recessione determina peggioramento dei conti pubblici (Indicativamente una riduzione dell1% della produzione comporta un aumento del disavanzo pai allo 0,5% del Pil. Questo aumento avviene in quanto gran parte delle imposte è proporzionale alla produzione mentre la spesa pubblica non dipende dal livello di produzione); (ii) Costo dei salvataggi. Vi è un costo fiscale del salvataggi pubblico di banche; e di altre misure, come lassicurazione sui depositi per impedire una corsa agli sportelli

17 2011. Crisi dei debiti sovrani e crisi delle banche

18 Special Purpose Vehicle e Structured Investment Vehicle SPV Buys the loans (with no capital) by issuing bonds of equivalent amount and maturity SIV Buys ABS and derivatives (with no capital) but issues liabilities with shorter maturity than their underlying assets covering potential mismatch through credit lines with banks including the originators

19 La società veicolo guadagna il differenziale tra i tassi di interesse dei mutui originari e quelli dei coupon della tranche


Scaricare ppt "Bibliografia sulla crisi del 2007 Barucci E., Messori M., Oltre lo shock, Egea 2009, pp. 49-73 Roubini N. Mihm S, La crisi non è finita, Feltrinelli 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google