La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Napoli, 11 gennaio 2006 E(uro)-Government f Regione Campania Comunità Europea Confcooperative Napoli & confcooperative Caserta PROGETTO- MISSIONE Ente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Napoli, 11 gennaio 2006 E(uro)-Government f Regione Campania Comunità Europea Confcooperative Napoli & confcooperative Caserta PROGETTO- MISSIONE Ente."— Transcript della presentazione:

1 Napoli, 11 gennaio 2006 E(uro)-Government f Regione Campania Comunità Europea Confcooperative Napoli & confcooperative Caserta PROGETTO- MISSIONE Ente proponente: Ente proponente: Confcooperative Napoli (capofila) in aggregazione con in aggregazione con Confcooperative Caserta A valere su Fondi: A valere su Fondi: Por Campania ASSE 6 - RETI E NODI DI SERVIZIO - Misura 6.5 Azione A Destinatari: Destinatari: 15 PMI Campane appartenenti al settore dellI&CT Penetrazione del mercato E-government della Repubblica Ceca e dellUngheria per lo sviluppo della Società dellInformazione in Campania

2 2 E(uro)-Government 11/01/2006 Indice dei contenuti PREMESSA 3 OBIETTIVO GENERALE DEL PROGETTO 5 IL PROGETTO-MISSIONE PRESENTATO 9 IL PIANO OPERATIVO12 LE PRINCIPALI AZIONI REALIZZATIVE 15 IL MONITORAGGIO E LA VALUTAZIONE 21

3 3 E(uro)-Government 11/01/2006 Premessa 1/2 LINTERVENTO PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2000/2006 ASSE 6 - RETI E NODI DI SERVIZIO – MISURA 6.5 Sviluppo dellinternazionalizzazione e della cooperazione internazionale PROGETTI- MISSIONE DI PENETRAZIONE /CONSOLIDAMENTO in regioni-obiettivo del mercato internazionale favorire linternazionalizzazione del sistema economico regionale e promuoverne la conoscenza ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALI OBIETTIVO SOGGETTI PROPONENTI PMI CAMPANE DESTINATARI

4 4 E(uro)-Government 11/01/2006 LIDEA PROGETTUALE E(uro)-Government è un progetto per linternazionalizzazione del sistema delle PMI campane operanti nel settore ITC e produttrici di applicazioni tecnologiche e di servizi per le-government. Il progetto, presentato da Confcooperative Napoli (soggetto capofila) in aggregazione con Confcooperative Caserta, è stato ammesso a finanziamento con decreto dirigenziale dellArea Generale di Coordinamento Settore Terziario Settore Sviluppo e Promozione delle Attività Commerciali n.72 del 1 aprile 2005 pubblicato sul BURC n. 20 del 11 aprile 2005 Lidea progettuale mira a favorire lespansione in Europa Orientale di un gruppo di PMI Campane produttrici di applicazioni tecnologiche volte ad ottimizzare l'erogazione dei servizi della PA e ad incrementare la partecipazione di cittadini e imprese. La scelta di legare il progetto allerogazione di servizi ad alto tasso di innovazione tecnologica quanto quella di selezionare alcuni Paesi dellEuropa allargata come mercato di riferimento, assicurano unelevata coerenza al progetto in vista del raggiungimento dellobiettivo generale. Premessa 2/2

5 5 E(uro)-Government 11/01/2006 Obiettivo Generale del Progetto 1/4 GLI OBIETTIVI PROGETTUALI Il progetto-missione si pone quale obiettivo principale quello di puntare allaffermazione di PMI campane produttrici di soluzioni di prodotto, applicazioni tecnologiche e servizi per le- governmet, già largamente sperimentate e diffuse in altri contesti ma da introdurre e sviluppare nei mercati-obiettivo. Introdurre la presenza e la conoscenza delle imprese ITC Campane su un nuovi mercati che offrono elevati tassi di sviluppo e presentano una ridotta concorrenza; Affermare, attraverso iniziative mirate, le professionalità maturate dalle imprese campane nella produzione di applicazioni tecnologiche e servizi per le-governmet, quale produzione di qualità allinterno di contesti specialistici; Promuovere, attraverso il prodotto applicazioni tecnologiche e servizi per le-governmet, il sistema economico regionale coinvolto dalla filiera produttiva, con un ritorno in termini di crescita delleconomia locale.

6 6 E(uro)-Government 11/01/2006 Obiettivo Generale del Progetto 2/4 GLI ATTORI DEL PROGETTO Confcooperative Napoli Confcooperative Caserta PMI CAMPANE Indirizzo strategico progettuale Attuazione, gestione operativa, controllo e monitoraggio Attività di animazione sul territorio campano Partecipazione ad eventi e manifestazioni in Campania ed allestero

7 7 E(uro)-Government 11/01/2006 I SOGGETTI PROPONENTI CONFCOOPERATIVE NAPOLI CONFCOOPERATIVE CASERTA Soggetto Capofila poteri di iniziativa e coordinamento, con la responsabilità delle funzioni di pianificazione, attuazione, monitoraggio, controllo, amministrazione e rendicontazione alla Regione delle attività previste dal progetto Soggetto Associato ruolo di concorso allattuazione in maniera coordinata delle attività progettuali Obiettivo Generale del Progetto 3/4

8 8 E(uro)-Government 11/01/2006 LE IMPRESE DESTINATARIE Le aziende coinvolte nel progetto sono Piccole e Medie Imprese Campane attive nel settore dellI&CT, rivolte prevalentemente alla PA Obiettivo Generale del Progetto 4/4 promuovere la conoscenza allestero delle imprese ITC Campane e favorire lespansione del sistema economico regionale coinvolto dalla filiera produttiva Sistema di aziende per lE(uro)-government PROGETTO- MISSIONE Sviluppo sistemi e soluzioni informatiche; Supporto allo sviluppo, gestione, manutenzione e assistenza di programmi informatici; Realizzazione e gestione di siti e portali internet, multimediali, statici e dinamici; Servizi di assistenza Hardware e Software; Formazione, addestramento e perfezionamento di personale addetto allutilizzo di sistemi informatici

9 9 E(uro)-Government 11/01/2006 Il Progetto-Missione presentato 1/3 IL CONTESTO COMPETITIVO

10 10 E(uro)-Government 11/01/2006 LAREA STRATEGICA DI AFFARI PRESCELTA Il Progetto-Missione presentato 2/3 E-GOVERNMENT Funzioni svolte Gruppi di clienti Tecnologie alternative Strumenti per ottimizzare l'erogazione dei servizi, incrementare la partecipazione di cittadini e imprese e l'operatività interna della Pubblica amministrazione P.A. centrale o locale Aziende private Cittadini Dipendenti Pubblici Modalità tecniche attraverso cui è realizzata la regolazione, la guida e la mediazione dei rapporti con diversi stakeholders Efficacia ed Efficienza Riduzione dei costi operativi Riduzione della Burocrazia/incremento Trasparenza Maggiore Accountability

11 11 E(uro)-Government 11/01/2006 LA STRATEGIA PERSEGUITA Il Progetto-Missione presentato 3/3 La focalizzazione su specifiche aree delle-government Soggetto che reagisce P.A. centrale o locale Government Aziende private Business Cittadini Citizen Dipendenti Pubblici Employees P.A. centrale o locale Government G2G, Rete unitaria, sistemi informativi geografici, intermodalità, Automazione degli uffici, , Internet access G2B, licenze, concessioni, autorizzazioni (sportello unico attività produttive), e- Laws, e-Procurement, e- Registration G2C, servizi di informazione ai cittadini; servizi reali ai cittadini, incentivi alla partecipazione democratica G2E, telelavoro, gestione risorse umane Aziende private Business B2G, forniture di beni e servizi (e-Procurement) Cittadini Citizen C2G, citizen relationship management C2C community Attore

12 12 E(uro)-Government 11/01/2006 Il Piano Operativo (1/3) Nella fase di avvio del progetto si è provveduto alla selezione delle imprese destinatarie delle attività attraverso la pubblicazione di un avviso pubblico La procedura di selezione ha portato alla individuazione di 15 PMI del settore Contemporaneamente si è costituto il gruppo di lavoro incaricato di fornire assistenza e supporto nella gestione delle varie fasi progettuali.

13 13 E(uro)-Government 11/01/2006 I macro-interventi di cui sono destinatarie le imprese selezionato sono: Il Piano Operativo (2/3) Conoscenza approfondita del settore ICT e dei mercati-obiettivo Partecipazione ad un evento fieristico di settore Partecipazione ad eventi e manifestazioni presso i Paesi-target Partecipazioni ad iniziative di promozione e di comunicazione a mezzo di media nazionali ed esteri LE IMPRESE DESTINATARIE SELEZIONATE

14 14 E(uro)-Government 11/01/2006 Il Piano Operativo (3/3) ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E COORDINAMENTO DELLE ATTIVITÀ Le attività saranno curate da un gruppo di lavoro coordinato dal responsabile del progetto, e suddivise in GESTIONE DELLE ATTIVITA DI PROGETTO Predisposizione programma operativo Predisposizione piano analitico fasi attività programma dettagliato per singola fase Organizzazione e coordinamento delle attività Gestione degli eventi e manifestazioni GESTIONE AMMINISTRATIVA Rapporti con Regione Campania Rendicontazione delle attività progettuali Presentazione dei risultati MONITORAGGIO E VALUTAZIONE Misurazione e valutazione efficacia interventi Verifica stato attuazione finanziaria del progetto

15 15 E(uro)-Government 11/01/2006 Le principali azioni realizzative (1/6) AZIONI DA REALIZZARE & RISULTATI ATTESI AZIONERISULTATI INTERMEDIRISULTATI FINALI Indagini di mercato sui paesi obiettivo Creare un patrimonio di informazioni necessario per lintegrazione e linterazione tra il mercato campano e quello dei paesi target Organizzazione di seminari e focus group per gli operatori del settore che siano orientati verso il mercato dei paesi target. Creazione e distribuzione di un supporto multimediale Promuovere il sistema di impresa campane presso i paesi targetRaggiungimento dei mercati obiettivo con la creazione dei necessari rapporti con operatori economici e rappresentanti della pubblica amministrazione Partecipazione allevento fieristico 2006 Promuovere la tipologia di attività delle aziende campane sul territorio locale Sviluppo di rapporti con operatori economici e rappresentanti della pubblica amministrazione dei paesi target. Iniziative di promozione e comunicazione a mezzo di media nazionali ed esteri Realizzazione di un piano di marketing dimpatto che valorizzi lazione di integrazione dei rapporti oggetto del progetto di internazionalizzazione. Sviluppare rapporti con aziende ed Enti Pubblici di livello internazionale (Centri estero regionali delle CCIA, Associazioni di categoria, Consorzi Export, Uffici ICE, ecc…). Realizzazione di un piano di comunicazione Formalizzazione dellazione di promozione e comunicazione delle aziende campane Valorizzazione dellazione di integrazione dei rapporti oggetto del progetto di internazionalizzazione Partecipazione ad eventi fieristici, workshp e/o seminari allestero Confronto approfondito sulle principali tematiche delle-Government, tra le realtà imprenditoriali campane e quelle dei paesi individuati. Garantire il massimo coinvolgimento ed un forte interscambio di informazioni tra gli operatori campani e quelli dei paesi target

16 16 E(uro)-Government 11/01/2006 La collaborazione con Le principali azioni realizzative (2/6) Ai fini della realizzazione del progetto e del perseguimento degli obiettivi strategici risulta essenziale la collaborazione con lAssociazione Conoscenza del mercato campano dellICT – che è ormai alla 6° edizione – rappresenta la vetrina napoletana dellInformation & Communication Technology, Il principale marketplace tecnologico del Mezzogiorno Esperienza pregressa nel promuovere azioni di interscambio tra le realtà imprenditoriali internazionali Collaborazione con la Regione Campania per lInternazionalizzazione I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO

17 17 E(uro)-Government 11/01/2006 Le principali azioni realizzative (3/6) LE ATTIVITA PREVISTE Approfondimenti sul mercato ITC nei Paesi-target Organizzazione e/o partecipazione ad eventi e manifestazioni Realizzazione analisi di mercato ITC, con particolare riferimento alle soluzioni per lE-government, nei paesi target Partecipazione con un proprio stand durante la manifestazione edizione 2006 Organizzazione di un Convegno e di un Workshop sullinternazionalizzazione allinterno della manifestazione 2006 Partecipazione ad eventi fieristici, Workshop e/o seminario allestero Comunicazione e promozione Realizzazione piano di comunicazione integrata, attraverso media specializzati italiani ed esteri a supporto degli eventi e manifestazioni Realizzazione piano di promozione del progetto E-(uro)-government realizzazione sito internet realizzaizone di un supporto multimediale realizzazione materiale divulgativo multilingue

18 18 E(uro)-Government 11/01/2006 LINDAGINE DI MERCATO SUI PAESI OBIETTIVO InizioFine Individuazione target di riferimento ed indirizzo delle attività in maniera specifica e mirata Verifica potenzialità di sviluppo nel mercato di riferimento Tempi Attività progetto lug-06 Analisi di mercato gen-06 InizioFine Definizionepianointegratodicomunicazionea supporto di eventi e manifestazioni Individuazionedei"veicoli"dicomunicazionepiù efficaci feb-06 Piano di Comunicazione gen-06 Attività progetto Tempi LA STRUTTURAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE Azioni Le principali azioni realizzative (4/6)

19 19 E(uro)-Government 11/01/2006 InizioFine DiffonderetrairesponsabilidellaPAdeiPaesitargetla cultura delle applicazioni di e-government Permetterealleaziendediconosceredirettamentei potenzialiclientiegliinterlocutoricriticinelprocessodi internazionalizzazione Fidelizzareglioperatoricechiedungheresiallesoluzionidie- government campane Tempi Attività progetto Partecipazione a 2006 gen-06feb-06 PARTECIPAZIONE A Azioni Le principali azioni realizzative (5/6)

20 20 E(uro)-Government 11/01/2006 InizioFine Individuazione del portafoglio di prodotti/servizi e suddivisione degli stessi in gruppi omogenei (es. GtoC, CtoC, GtoE, …) Promozione e comunicazione del portafoglio prodotti offerto Realizzare una intranet per la gestione delle attività progettuali Progettazione e realizzazione sito Web e di un supporto multimediale giu-06set-06 Attività progettoAzioni Tempi SITO WEB E SUPPORTO MULTIMEDIALE LA PROMOZIONE COMUNICAZIONE NEI PAESI TARGET InizioFine Definizionepianointegratodicomunicazionea supporto di eventi e manifestazioni Individuazionedei"veicoli"dicomunicazionepiù efficaci Promozione e comunicazione presso i principali media dei Paesi-target Attività progetto Tempi lug-06 set-06 Azioni Le principali azioni realizzative (6/6)

21 21 E(uro)-Government 11/01/2006 Il monitoraggio e la valutazione dei risultati (1/3) CRITERI E FINALITÀ Le fasi operative del progetto E(uro)-Government, la cui durata prevista è di 12 mesi, sono monitorate secondo modalità che mirano a dare evidenza dei risultati perseguiti, a misurarne lo scostamento rispetto agli obiettivi (gap analysis) ed eventualmente ad innescare meccanismi di feedback correttivi stabilire lefficacia, nellimmediato, delle previsioni progettuali continua condivisione e circolazione delle informazioni ELABORAZIONE DI PROGRESS REPORT TRIMESTRALI DI MONITORAGGIO

22 22 E(uro)-Government 11/01/2006 Il monitoraggio e la valutazione dei risultati (2/3) INDICATORI Dal punto di vista quantitativo gli indicatori riguarderanno leffettiva realizzazione delle diverse attività progettuali individuate e la rilevazione di alcuni elementi di verifica che fanno riferimento alle stesse

23 23 E(uro)-Government 11/01/2006 Il monitoraggio e la valutazione dei risultati (3/3) STATO DAVANZAMENTO La relazione sullo stato davanzamento, effettuata con cadenza trimestrale, sarà composta di tabelle e di una parte descrittiva con i seguenti elementi: un elenco degli interventi realizzati; le eventuali modifiche introdotte nel corso di realizzazione Lobiettivo della relazione è di mostrare i progressi compiuti e di analizzare i dati relativi allattuazione CONTROLLARE LIMPLEMENTAZIONE DEL PROGETTO e RIDURRE/ELIMINARE IL RISCHIO DI REVOCA DEL FINANZIAMENTO


Scaricare ppt "Napoli, 11 gennaio 2006 E(uro)-Government f Regione Campania Comunità Europea Confcooperative Napoli & confcooperative Caserta PROGETTO- MISSIONE Ente."

Presentazioni simili


Annunci Google