La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONSUMI E SQUILIBRI Per molto tempo si è creduto che lo sviluppo potesse crescere per tutti senza tener conto della scarsità delle risorse.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONSUMI E SQUILIBRI Per molto tempo si è creduto che lo sviluppo potesse crescere per tutti senza tener conto della scarsità delle risorse."— Transcript della presentazione:

1

2 CONSUMI E SQUILIBRI

3 Per molto tempo si è creduto che lo sviluppo potesse crescere per tutti senza tener conto della scarsità delle risorse.

4 IL MONDO DIVISO IN DUE Nel Nord del mondo vive il 20% della popolazione mondiale: –Mangia il 60% del cibo raccolto –Consuma più dei 2/3 dei metalli e del legname –Consuma l80% delle risorse idriche –Brucia il 70% di tutta lenergia prodotta Nel Sud del mondo vive l80% con il 20% delle risorse

5 non può essere estesaa tutti La nostra condizione non può essere estesa a tutti gli abitanti del pianeta Non ci sono le risorse disponibili Si esauriscono: –Terre coltivabili –Petrolio –Gas naturali –Carbone –Metalli –Acqua Il mondo diventerebbe una enorme discarica, una fogna incompatibile con ogni forma di vita

6 Ci vorrebbero almeno 6 pianeti

7 IL CONSUMO INSOSTENIBILE IL CONSUMO è diventato INSOSTENIBILE ECCESSIVOE ECCESSIVO rispetto ai bisogni INQUINANTEE INQUINANTE per luso di pesticidi, fertilizzanti, detersivi.. CAUSA DI DANNI IRREPARABILIE CAUSA DI DANNI IRREPARABILI come il buco nellozono, le piogge acide, disboscamento, desertificazione … OPPRIMENTEE OPPRIMENTE per milioni di persone sfruttate per produrre i beni a bassi costi

8

9 IL CONSUMO DEVE DIVENTARE SOSTENIBILE Il consumatore deve cambiare i suoi comportamenti

10 NELLA FASE DELLACQUISTO

11 Cerchiamo di porre attenzione a: I nostri bisogni reali LIMPATTO AMBIENTALE, cioè le risorse sfruttate per produrre quel bene (ad esempio per la carta gli alberi tagliati), i rifiuti di scarto e gli imballaggi utilizzati per confezionarlo, che costituiscono altri rifiuti.

12 IMPATTO SOCIALE, cioè se quel bene è stato prodotto da lavoratori sfruttati, oppure è frutto del lavoro minorile, o ancora se è collegato alla produzione di armi (per esempio le multinazionali COCA- COLA, COLGATE-PALMOLIVE, DEL MONTE, GILLETTE, KELLOGG, MARS, PROCTER & GAMBLE – produttrice di Infasil, Pantene, Wella, Oil of Olaz, AZ, Infasil, Pampers, Intervallo, Lines, Tampax, Ace, Bolt, Dash, Mastro Lindo, Viakal, Swiffer, Pringles, e molti altri – investono nellindustria bellica).

13 SCEGLIAMO Prodotti durevoli Prodotti concentrati Prodotti con pochi imballaggi Materiali riciclabili Prodotti biologici lavatrice e lavastoviglie a basso consumo di energia e dacqua

14 SCEGLIAMO Prodotti locali perché il TRASPORTO è uno spreco energetico e inquina Prodotti di stagione perchè quelli di serra costituiscono un enorme spreco energetico, a causa delle TEMPERATURE e del TRASPORTO, che comporta inoltre un pesante inquinamento.

15 NELLA FASE DELLUSO

16 Evitare i prodotti usa e getta Preferire prodotti ricaricabili/riutilizzabili Cercare di riparare quando è possibile Scambiare beni dove possibile Usare mezzi non inquinanti Evitare gli sprechi, soprattutto di –ENERGIA –ACQUA

17 Spegnere il più possibile le luci, i computer e le fotocopiatrici. Rallenta! Passando da 130 Km/h a 100 Km/h risparmi il 20% di carburante Non sprecare l'acqua, ad esempio chiudendo i rubinetti quando si lavano i denti, i piatti o lautomobile. Preferire mezzi pubblici,biciclette Controllare ingredienti, etichette,data di scadenza

18 NELLA FASE DELLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

19 FAVORIRE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA CARTA VETRO PLASTICA PILE OLI ALIMENTI CONSENTE IL RISPARMIO DI RISORSE LA PRODUZIONE DI NUOVI BENI RICICLATI


Scaricare ppt "CONSUMI E SQUILIBRI Per molto tempo si è creduto che lo sviluppo potesse crescere per tutti senza tener conto della scarsità delle risorse."

Presentazioni simili


Annunci Google