La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SALVEZZA "Chiunque avrà invocato il nome del Signore, sarà salvato" Rom.10:13.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SALVEZZA "Chiunque avrà invocato il nome del Signore, sarà salvato" Rom.10:13."— Transcript della presentazione:

1 LA SALVEZZA "Chiunque avrà invocato il nome del Signore, sarà salvato" Rom.10:13

2 Il peccato=hamartia Giudici 20:16

3 L'uomo non ha raggiunto l'obbiettivo per il quale era stato creato. Esso era stato creato per onorare Dio, per avere comunione con Lui, era la figura centrale della creazione, la perfezione, il capolavoro della creazione, ma trasgredendo l'ordine dato a Adamo nell'Eden, ha fallito creando una separazione da Dio, che è tre volte Santo.( Gen.2:15- 17)

4 Cos'è la salvezza? La salvezza è la liberazione dal peccato e dalle sue conseguenze che l'uomo realizza quando accetta Gesù come personale salvatore.

5 La necessità della salvezza Rom.3:23; Salmo 51:5 Nato nella corruzione del male e con la tendenza a peccare, ogni singolo individuo si trova nella necessità di essere salvato

6 Per l'uomo peccatore c'è un solo e non gradito futuro: la morte. Rom.6:23

7 Ogni sofferenza, dolore, malattia e morte sono i risultati del peccato

8 La Salvezza si fonda sulla grazia di Dio Dio odia il peccato, ma ama il peccatore, questo amore ha spinto Dio a mandare il Suo Figliolo nel mondo perché subisse la punizione che spettava ai perduti. Gesù ha pagato per una pena non sua ed è stato punito al posto nostro.

9 Noi non meritavamo il perdono di Dio a motivo della nostra disubbidienza, ma Dio ha mostrato il Suo amore per noi mandando Gesù Cristo a morire al nostro posto.

10 Il sacrificio di Cristo sul Calvario ha soddisfatto pienamente la giustizia di Dio, la pena per aver "Trasgredito" la Sua Legge è stata pagata. La grazia non passa sopra il peccato ma lo toglie

11 Esistono due tipi di grazia nel rapporto tra Dio e l'uomo

12 La grazia " Comune" è la bontà che Dio mostra nei confronti di tutti gli uomini anche se peccatori malvagi e incalliti. (Matt. 5:45)

13 Naturalmente la grazia comune di se, non è sufficiente per la salvezza, tuttavia rivela la benignità di Dio verso gli uomini. Essa vuole rendere gli uomini coscienti della grande attenzione, cura e provvidenza di Dio nella loro vita, affinché possono gridare a Dio per essere salvati. ( Rom.2:4)

14 La grazia "Salvifica" ci viene da Dio e conduce gli uomini a Cristo per essere salvati. Cristo è la piena rivelazione della grazia salvifica e che Egli è la sola Persona attraverso la quale si può ricevere la grazia. (Giov.1:16-17).

15 La Salvezza è possibile per l'opera espiatrice di Cristo Essa è collegata alla riconciliazione ossia al passaggio da uno stato di inimicizia ad uno stato di amicizia. Espiare vuol dire "cancellare" o " coprire" II Corinzi 5:18

16 La morte di Gesù sulla croce è stato il mezzo per riconciliare l'Iddio Santo e l'uomo peccatore. ( Ebr. 10:4; 1 Giov.3:5; Ebr.2:17;9:22)

17 La necessità dell'espiazione 1°-La Bibbia rivela tre qualità morali di Dio: la Santità, l'Amore e la Giustizia. Nel Suo amore Dio non vuole che nessuno si perda, ma la sua santità e giustizia gli impediscono di essere indulgente con il peccato e tenere il colpevole per innocente. (Rom.3:25-26) 2°-L'Espiazione è resa necessaria dal fatto che Dio non mente (Num.23:19; Rom.3:4). Dio aveva avvertito Adamo ed Eva che sarebbero morti se non avessero ubbidito ai suoi comandamenti. ( Gen.2:17; Ezech.18:4; Rom.6:23) La veracità di Dio, esigeva l'adempimento della Sua Parola e la conseguente applicazione della pena sui colpevoli o su un sostituto in caso di trasgressione. 3°- L'immenso valore del Sacrificio, ci parla della necessità dell'espiazione. Dio non avrebbe richiesto la morte del Suo Unigenito Figliolo se questa non fosse stata assolutamente necessaria. (Luca 24:26; Ebr.2:10; 9:22-23)

18 La dottrina biblica dell'espiazione La Bibbia ci insegna che l'uomo disubbidendo a Dio peccò e che Cristo, attraverso l'ubbidienza, prese il posto del peccatore, pagando la pena che egli si era attirato (Rom.5:12-19). Cristo si è offerto come nostro sostituto, morendo al nostro posto. (Isaia 53:5-6; Marco 10:45; Galati 3:13)

19 Aspetti dell'espiazione 1°. L'ubbidienza L'ubbidienza di Cristo è di fondamentale importanza ed è l'aspetto principale, dal quale dipendono tutti gli altri. Gesù ha manifestato la sua ubbidienza durante la sua giovinezza (Luca 2:51), ha ubbidito alla volontà del Padre (Giov.6:38), ha preso forma del servo, benché Dio (Fil.2:7-8). Era dunque necessario che, per un certo tempo, Egli divenisse "nell'esteriore" come noi. ( Ebr.2:14). Giovanni 1:14 descrive il soggiorno terreno del nostro Salvatore:" La Parola è stata fatta carne ed ha abitato per un tempo fra noi".

20 Aspetti dell'espiazione 2°- Sacrificio Nell'A.T. si parla, fin dalle prime pagine della Bibbia, dei sacrifici offerti a Dio da parte dell'uomo. Il sacrificio permetteva all'uomo di accostarsi al Dio Santo per ricevere il perdono dei peccati, per essere accettato alla Sua presenza per ringraziarLo e lodarLo per le benedizioni realizzate.

21 Aspetti dell'espiazione 2°- Sacrificio L'epistola agli Ebrei al cap. 8:4-5, ci parla che i sacrifici mosaici erano "Ombra delle cose celesti", essi rappresentavano il grande, unico ed irripetibile sacrificio della croce; dovevano scolpire nella mente del popolo una grande verità: "Senza spargimento di sangue, non c'è perdono" ( Ebr.7:27-28; 9:7-8; 11-14; 18-28).

22 Aspetti dell'espiazione 2°- Sacrificio Il sacrificio d'espiazione ci mostra Gesù offerto a Dio senza difetto, immolato al posto del peccatore. Gesù pagò il debito che noi non potevamo pagare e cancellò il passato che noi non potevamo annullare. Egli è il nostro sacrificio, la sua morte è descritta come un perfetto dono di Se stesso ( Efes.5:2; Ebr. 9:14). Il sacrificio di Gesù ha tolto da noi l'ira di Dio, e la barriera che non ci faceva realizzare la comunione con Lui.( 1 Pietro 3:18)

23 Aspetti dell'espiazione 3°- Propiziazione In 1 Giovanni cap. 1:2, Cristo è descritto come la " Propiziazione dei nostri peccati" La parola Propiziare significa " Placare" o "Soddisfare" la giustizia di Dio per mezzo di un sacrificio espiatorio. ( Rom.3:25) Rendere Dio propizio, favorevole, grazie all'espiazione del peccato e la cancellazione della colpa. Questo sacrificio placa l'ira di Dio, la giustizia viene soddisfatta in Cristo, e permette a Dio di usare Misericordia e perdono del peccato

24 Aspetti dell'espiazione 4° - Riconciliazione La Riconciliazione è il mutamento di relazione fra due persone, da inimicizia a pace. Essa risolve il problema della condizione di separazione esistente tra Dio e l'uomo peccatore. La Bibbia insegna che i peccatori sono nemici di Dio. ( Rom.5:10-11; Col.1:12; Giac.4:4) I rapporti tra Dio e l'uomo si interruppero a causa del peccato di quest'ultimo. (Is.59:2) Gesù con il suo sacrificio espiatorio ha tolto il muro di separazione, riconciliandoci con Dio. ( Rom.5:8-11; 2Cor.5:18- 20).

25 Aspetti dell'espiazione 5° - Redenzione Gesù con il Suo sacrificio, ha riscattato l'uomo peccatore pagando un prezzo che nessuno poteva pagare, cioè ricompra l'uomo e diventa il suo Redentore. ( Mar. 10:45; 1Tim.2:6; Eb.9:12-15; 1Piet.1:18-19)

26 L'estensione dell'espiazione Il valore dell'espiazione è illimitato, mentre la sua applicazione non lo è. La morte espiatrice di Cristo è sufficiente per tutti, ma è efficace soltanto per quelli che credono in Gesù. (Giov.3:16; 1 Tim.2:4,6; 4:10; Eb.2:9; 2Piet.3:9; 1Giov.2:2)

27 I vari aspetti della salvezza La salvezza è lo stato in cui si vengono a trovare coloro che per fede hanno accettato e realizzato nella loro vita l'opera espiatrice e redentrice di Cristo. Questo stato di grazia è garanzia:

28 Continua comunione con Dio Gv 8:12, I Gv 1:1-4

29 Vita eterna Gv 10:27,28, 17:3

30 Salvezza vista come: 1. posizione davanti a Dio già realizzata Gv 3:46 Rom 8:30 2. condizione personale progressiva in diverse fasi PERDONO, GIUSTIFICAZIONE, RIGENERAZIONE, SANTIFICAZIONE, GLORIFICAZIONE.

31 Il perdono e la giustificazione ATTO SOVRANO E LIBERO DELLA GRAZIA DI DIO, MEDIANTE IL QUALE EGLI PERDONA TUTTI I NOSTRI PECCATI E CI CONSIDERA GIUSTI DAVANTI ALLA SUA PRESENZA COME SE NON AVESSIMO MAI PECCATO

32 IL PERDONO E LA GIUSTIFICAZIONE Comprende (Rom 8:33-35): Rimozione della colpa mediante la giustizia di Cristo Rimozione della condanna mediante il perdono Rimozione della separazione da Dio Eb 10: Rom 5:10

33 La giustificazione È necessaria a causa del peccato che ha interessato tutti gli uomini Rom 3:23, 11:32 senza alcuna distinzione Rom 3:9-10 È originata dalla grazia di Dio Rom 3:24 È basata sul sacrificio di Cristo che ha acquistato giustizia Isaia 53: 5-11 Si riceve solo con la fede Fil 3:9, Eb.11:7

34 Gli effetti della giustificazione Pace con Dio Rom 5:1 Col 1:20

35 Gli effetti della giustificazione Libero accesso a Dio Eb 10:19-20

36 Gli effetti della giustificazione Allegrezza In Dio Rom 5:11 Nella speranza della gloria Rom 5:2 Nelle prove Rom 5:3

37 Gli effetti della giustificazione Liberazione dalla condanna eterna Rom 8:1,33,34

38 LA RIGENERAZIONE QUELL'ASPETTO DELLA SALVEZZA CHE CI FA DIVENTARE NUOVE CREATURE, INTRODUCENDOCI DI DIRITTO NELLA FAMIGLIA DI DIO GV 1:12,13

39 LA RIGENERAZIONE Necessaria Per la natura peccaminosa dell'uomo Salmo 51:5 e Gv 3:6 Dalla condizione spirituale dell'uomo morto nei peccati Ef 2:1,3-12 Dalla impossibilità dell'uomo di migliorare la propria condizione morale e spirituale Geremia 13:23

40 LA RIGENERAZIONE INCIDE PROFONDAMENTE SULLA NATURA UMANA UNA NUOVA NASCITA O NASCITA DA ALTO 1 GV 5:1 GV 1:12-13E GV 3:7

41 LA RIGENERAZIONE INCIDE PROFONDAMENTE SULLA NATURA UMANA UNA CREAZIONE 2COR 5:17 E GAL 6:15

42 LA RIGENERAZIONE INCIDE PROFONDAMENTE SULLA NATURA UMANA UNA PURIFICAZIONE TITO 3:5

43 LA RIGENERAZIONE INCIDE PROFONDAMENTE SULLA NATURA UMANA U na vivificazione Ef 2:1,5 Col 2:13 e 3:10

44 LA RIGENERAZIONE INCIDE PROFONDAMENTE SULLA NATURA UMANA Una resurrezione Ef 2:5-6

45 LA RIGENERAZIONE INCIDE PROFONDAMENTE SULLA NATURA UMANA Una traslazione Col 1:13


Scaricare ppt "LA SALVEZZA "Chiunque avrà invocato il nome del Signore, sarà salvato" Rom.10:13."

Presentazioni simili


Annunci Google