La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Elisabetta Muccioli METABOLISMO CALCIO-FOSFORO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Elisabetta Muccioli METABOLISMO CALCIO-FOSFORO."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Elisabetta Muccioli METABOLISMO CALCIO-FOSFORO

2 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CALCIO E presente nel siero in tre forme distinte: 30-50% legato a proteine 5-15% in complessi con citrato, bicarbonato, fosfato e lattato 50% è calcio ionizzato Ca ++ è la sola forma biologicamente attiva e pertanto clinicamente importante Il metabolismo del calio è strettamente correlato a quello del fosforo (P) e del megnesio (Mg): queste sostanze influiscono modulando la secrezione degli ormoni implicati nel metabolismo fosfo-calcico Calcio ionizzato è importante per normali livelli ematici di calcio ionizzato sono essenziali per il processo della coagulazione, eccitabilità neuro-muscolare, integrità e funzionalità delle membrane cellulari, attività enziamtica e secretoria cellulare, osteogenesi e mantenimento dellintegrità ossea

3 Dott.ssa Elisabetta Muccioli PTH: rilasciato in circolo in seguito a ipocalcemia, stimola il riassorbimento osseo, promuove lescrezione urinaria dei fosfati, facilita il riassorbimento tubulare di calcio, induce a livello renale la 1alfaidrossilazione della 25OHD effetto principale è aumentare la calcemia Vitamina D: la forma attiva è 1,25(OH)2D3, aumenta lassorbimento intestinale di Ca e P, mobilizza Ca e P dallosso, incrementa il riassorbimento di Ca a livello renale effetti strettamente correlati al PTH Calcitonina: rilasciata in circolo in seguito a ipercalcemia, aumenta escrezione urinaria di Ca, P e Mg, può inibire lassorbimento di Ca e P a livello intestinale inibisce il riassorbimento osseo e diminuisce le concentrazioni sieriche di Ca e P CALCIO REGOLAZIONE ORMONALE

4 Dott.ssa Elisabetta Muccioli PTH: esalta lattività osteolitica degli osteoclasti e inibisce lattività osteosintetica degli osteoblasti favorisce il riassorbimento di minerale osseo e matrice organica Calcitonina: inibisce la proliferazione degli osteoclasti, stimola la proliferazione degli osteoblasti e dei condrociti aumento della sintesi di collagene Vitamina D in presenza di un adeguato apporto di Ca alimentare : stimola lassorbimento intestinale di Ca e P e favorisce losteogenesi Se apporto Ca alimentare insufficiente : mobilizza il calcio dal tessuto osseo al fine di garantire adeguati livelli calcemici Osteonectina: stabilizza i legami tra collagene e Ca, limita unindiscriminata precipitazione di Ca sul collagene Osteocalcina: facilita deposizione di Ca e previene eccessiva mineralizzazione ossea OSSIFICAZIONE

5 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Il neonato sano a termine alla nascita presenta elevate concentrazioni di Ca sierico [10-11 mg/dl] e P [5-6 mg/dl, mentre i tassi di Mg sono strettamente correlati a quello materno Entro le prime ore di vita la calcemia diminuisce di circa 2 mg/dl, mentre aumentano fosforemia e magnesemia Il neonato produce PTH in seguito alla diminuzione dei tassi calcemici, ma non sufficiente a compensare lipercalcitonemia tipica delle prime ore di vita extrauterina e mancato afflusso funicolare di Ca IMP patologie materne, farmaci assunti in gravidanza, secrezion ormonali materne o neonatali Ipocalcemia neonatale NEONATO E OMEOSTASI CALCICA

6 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Calcemia < 8 mg/dl ; Calcio ionizzato < 4 mg/dl Cause : PREMATURITA DIABETE MATERNO: ipomagnesemia materna per le perdite urinarie, cusa ipomagnesemia fetale con conseguente ipoparatiroidismo ASFISSIA FETALE O NEONATALE: ipocalcemia associata a iperfosfatemia dovuta a insufficienza renale, acidosi, ipoparatiroidismo transitorio e ipercalcitonemia FARMACI ALLA MADRE IN GRAVIDANZA: betasimpaticomimetici, anticonvulsivanti (aumento del catabolismo epatico della VitD), solfato di magnesio (diminuisce calcemia materna ed aumenta calcitonina), eparina (in uso cronico materno causa osteopenia materna da inibizione dellidrossilazione della vitamina D) SOMMINISTRAZIONE DI BICARBONATO ALLA NASCITA EXSANGUINOTRSFUSIONE: il citrato contenuto nel sangue chela il calcio determinando ipocalcemia TAGLIO CESAREO IN ASSENZA DI TRAVAGLIO E FRATTURA DELLA CLAVICOLA: ipersecrezione di calcitonina IPOCALCEMIA NEONATALE

7 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Eccessiva somministrazione di fosfati per errori dietetici IpoMg: inibisce la secrezione e lazione periferica si PTH IpoPTH: determina ipocalcemia (NB particolar ipoPTH congenito transitorio/primario o secondario o idiopatico) Deficit di vitamina D Deficit materno di vitamina D Insufficienza renale o epatica Difetto congenito di idrossilazione della vitamina D IPOCALCEMIA DOPO I PRIMI 3 GIORNI DI VITA

8 Dott.ssa Elisabetta Muccioli ANAMNESI Disturbi famigliari del metabolismo calcico Anamnesi ostetrica e neonatale ESAME OBIETTIVO Neonato asintomatico/tremori, ipertonia, clonie, cianosi, vomito, pianto nei neonati a rischio controlla calcemia alla 12° e 48° ora di vita Crisi convulsive raro Segno di Ankellere presente anche nel neonato normale, non significativo Allungamento tratto QT nel ECG, associato a ipotensione, maggiore incidenza di pervietà dotto di Botallo, alterazioni della contrattilità miocardica

9 Dott.ssa Elisabetta Muccioli ESAMI LABORATORIO E STRUMENTALI Es ematici: calcio, calcio ionizzato, P, Mg, glicemia, albumina, funzionalità renale, PTH, metaboliti attivi di vitamina D, calcitonina, osteocalcina, procollagene, fosfatasi alcalina ossea Es urine: calcio, rapproto urinario idrossiprolina/creatinina ECG Rx torace assenza di Timo in caso di sindrome Di George Se persistente, è utile indagine genetica TERAPIA integrare per os Calcio Vitamina D

10 Dott.ssa Elisabetta Muccioli IPERCALCEMIA Neonatale rara [calcemia > 11Mg/dl, calcio ionizzato > 5 mg/dl] asintomatica oppure [calcemia totale >14 mg/dl] sintomatica Cause Aumentato riassorbimento osseo : iperparatiroidismo, ipertiroidismo, ipervitaminosi A, diminuzione di fosfati Aumentato riassorbimento intestinale di Ca : eccessiva somministrazione di vitamina D alla madre o al neonato Diminuita escrezione renale di Ca : ipercalcemia ipocalciurica famigliare Ipercalcemia idiopatica Necrosi del grasso sottocutaneo Insufficienza renale acuta Insufficienza surrenalica acuta

11 Dott.ssa Elisabetta Muccioli IPERCALCEMIA ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO Anamnesi famigliare: morti in epoca neonatale o infantile, patologie cardiache, alterazioni PTH materno Anamnesi ostetrica: farmaci materni, modalità del parto Anamnesi patologica recente: ipotonia, irritabilità, letargia, scarso appetito, dismorfie Convulsione, letargia, ipotensione, irritabilità Scarso appetito, vomito, stipsi, poliuria Epatosplenomegalia, anemia, Nefrocalcinosi, calcificazioni extrascheletriche, demineralizzazione, deformazioni costali, craniotabe, fratture Faccia da elfo e soffi cardiaci (Sd Williams)

12 Dott.ssa Elisabetta Muccioli IPERCALCEMIA ESAMI DI LABORATORIO E STRUMENTALI Es ematici: Ca, P, Mg, PTH, fosfatasi alcalina Es urine: rapporto Ca/creatinina Rx Densitometria ECG + visita cardiologica se soffi cardiaci TERAPIA EMERGENZA - Soluzione fisiologica - Furosemide - Glucocorticoidi - Calcitonina -Fosfati inorganici - Paratiroidectomia

13 Dott.ssa Elisabetta Muccioli SCREENING E FOLLOW-UP NEL METABOLISMO MINERALE Calcio + calcio ionizzato, fosforo, tutti elettroliti sierici PTH, calcitonina, osteocalcina Fosfatasi alcalina e isoenzimi Acido urico, azotemia, creatinina, osmolarità plasmatica Per sicurezza anche : FSH, LH, Estrog, Proget, TSH, FT3, FT4, Tireoglobulina, Anticorpi anti-tiroide, Insulina Esame urine Sulle urine: elettroliti, osmolarità, creatinina, clearance creatinina, citrati, cross-laps Ecografia reni e vie urinarie Densitometria ossea/osteosonografia

14 Dott.ssa Elisabetta Muccioli … IN COSTRUZIONE …


Scaricare ppt "Dott.ssa Elisabetta Muccioli METABOLISMO CALCIO-FOSFORO."

Presentazioni simili


Annunci Google