La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piazze Divertimento arte storia Cinema sport. Divertimento A Reggio Emilia, nei pressi dellautostrada del sole, Aquatico vi offre tutti i giorni i suoi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piazze Divertimento arte storia Cinema sport. Divertimento A Reggio Emilia, nei pressi dellautostrada del sole, Aquatico vi offre tutti i giorni i suoi."— Transcript della presentazione:

1 Piazze Divertimento arte storia Cinema sport

2 Divertimento A Reggio Emilia, nei pressi dellautostrada del sole, Aquatico vi offre tutti i giorni i suoi 3500 mq di acqua e mq di verde dove potrete rilassarvi e dimenticare le tensioni della vita cittadina… Sei piscine, il fiume lento da discendere su gommoni, le fontane geyser o idromassaggio: tutto sembra invitarvi al riposo e alla tranquillità! I bambini più piccoli si divertiranno nella vasca luna a loro dedicata e i più grandi, ma anche più coraggiosi, si lasceranno scivolare sui toboga: discese da unaltezza di undici metri su circa 90 m di lunghezza! Lacqua, sì! Ma non solo… Il complesso presenta numerose strutture dedicate allo sport e allo relax : un campo di calcetto, campi di beach volley e basket, corsi di nuoto e acquagym. E per chi lo sport non ama più di tanto cè il grande solarium con 1000 letti circa e 300 ombrelloni, dove poter rimanere in completa beatitudine. Il Parco offre inoltre mq di spazio con numerosi punti di ristorazione e negozi. La sera il Parco risplenderà con numerose animazioni e spettacoli.

3 Cinema Il cinema è una forma d'arte moderna nata alla fine del XIX secolo, nota anche come la settima arte.arteXIX secolosettima arte La rapida successione di immagini che contengono una ripresa frazionata della medesima azione è alla base di quella illusione ottica che noi conosciamo con il nome di cinema. Il cinema delle origini inizia nel Non si poteva ancora parlare di cinema inteso come arte ma piuttosto di Modo di rappresentazione primitivo, in quanto ai tempi non erano stati stabiliti dei canoni precisi. Innanzitutto, il Modo di rappresentazione primitivo era uno spettacolo per il popolo che si rifaceva agli spettacoli popolari come il teatro. Esistevano delle piccole sale di proiezione.In questi luoghi si assistiva a delle brevi proiezioni di qualche minuto Quando venivano proiettati i film, in quanto muti, dietro lo schermo stava un imbonitore che spiegava il film o che si inventava i dialoghi. Le caratteristiche principali del cinema delle origini erano 3: non omogeneità, non chiusura e non linearità. Questo significava che non c'era un senso logico della storia che non seguiva un ordine temporale corretto, inoltre non c'era il copyright e chiunque poteva modificare il film a suo piacere; inoltre non si parlava ancora di inquadrature ma piuttosto di vedute, dei blocchi autonomi non raccordati tra loro. SI inizia a parlare di inquadratura solo con la nascita del montaggio. Un primo sforzo di montaggio cinematografico narrativo lo possiamo ritrovare nel film "La grande rapina al Treno", realizzata nel 1903, un film che in sole 11 inquadrature, riesce a illustrare da più punti di vista il racconto narrativo.

4 Le Piazze dei Teatri a Reggio Emilia sono un complesso di piazze e strade su cui si affacciano i tre teatri principali di Reggio Emilia (Teatro Municipale, Teatro Ariosto e Teatro Cavallerizza ). I nomi ufficiali delle piazze sono Piazza Cavour, Piazza della Vittoria e Piazza della Libertà, con l' isolato San Rocco, via Nobili e Corso Cairoli. Questa area, a partire dal XIX secolo fino al dopoguerra, ha subito numerose trasformazioni ed è tuttora in cantiere la definitiva sistemazione.Reggio EmiliaTeatro MunicipaleTeatro AriostoTeatro Cavallerizza Originariamente su quest'area si affacciava la Cittadella e il più antico Palazzo Ducale, che vennero demoliti intorno al 1850 e nella cui area vennero realizzati i Giardini Pubblici e il Teatro Municipale. La piazza antistante ai Giardini, con il monumento ai caduti della prima guerra mondiale, era la cosiddetta Piazza d'Armi, attualmente chiamata Piazza della Vittoria. Su di un lato si trova anche il Teatro Ariosto, con a fianco il Teatro Cavallerizza e la ex caserma Zucchi, ora sede dell'Università di Modena e Reggio, la Galleria Parmeggiani e l'isolato San Rocco. Quest'ultimo edificio è stato costruito negli anni cinquanta del XX secolo, al posto dei Portici della Trinità demoliti, ed è curiosamente una rielaborazione della facciata del Teatro Municipale.Giardini PubbliciUniversità di Modena e Reggio Galleria Parmeggiani Nel lato orientale abbiamo un'altra serie di edifici monumentali: La chiesa di San Francesco con l'antico convento, ora sede dei Civici Musei, il Monuumento ai Caduti della Resistenza, il Teatro Municipale con la fontana e i parterres, l'edificio classicheggiante della Banca d'Italia, che si affaccia sull'attuale Piazza Cavour.chiesa di San FrancescoCivici Musei

5 In età romana era chiamata Regium Lepidi, derivando il nome da Marco Emilio Lepido, fondatore della città e della via che dà il nome all'attuale regione. Dopo la conquista longobarda (VI sec. d.C.) e poi lungo il corso del Medioevo, la città assunse la denominazione di Reggio di Lombardia. Questo nome rimase quello ufficiale durante tutta l'esistenza del Ducato di Modena e Reggio, fino all'annessione dei Territori Estensi al Regno di Sardegna nel 1859 (anno in cui fu inventato il nome attuale). Reggio è a vlte soprannominata "Città del Tricolore" a seguito della prima apparizione di questa bandiera in città (durante l'occupazione Napoleonica).Marco Emilio Lepidolongobarda Ducato di Modena e ReggioRegno di Sardegna La città fu municipio romano. Con la caduta dell'Impero romano la città venne quasi spopolata. Divenuta sede vescovile, nel medioevo fu libero comune, ma soggetta a feroci lotte intestine, che portarono alla trasformazione in signoria sotto gli Este, e in seguito a Ducato (vedi Ducato di Reggio per l'estensione territoriale e Ducato di Modena e Reggio per la storia); in questo periodo la città prese il nome di Reggio di Lombardia, toponimo che ha le sue origini nell'Alto Medioevo ed è ampiamente documentato fino al momento della sua soppressione a seguito degli eventi bellici del 1859.municipio romanoImpero romanosede vescovilesignoria EsteDucato di ReggioDucato di Modena e Reggio1859

6 Piazza San Prospero di Reggio EmiliaReggio Emilia La piazza prende il nome dall'omonima basilica ed è una delle più importanti della città. È chiamata anche Piazza Piccola ed è collegata da una strada porticata (il Broletto) alla Piazza Grande, cioè Piazza del Duomo. La piazza ha una forma approssimativamente rettangolare con tre lati porticati. Sul lato rimanente sorge la chiesa di San Prospero con il campanile ottagonale. Dal lato opposto alla chiesa sono visibili l'abside e la cupola della cattedrale. La piazza è caratterizzata dalla presenza di 6 statue di leoni in marmo rosso sul sagrato della basilica del 1503 realizzate dallo scultore reggiano Gaspare Bigi. Nella piazza si tiene il mercato bisettimanale della città, il martedì e il venerdì.omonima basilicaPiazza del Duomocattedrale1503Gaspare Bigi

7 La Pallacanestro Reggiana è una squadra italiana di pallacanestro che ha la sua sede a Reggio Emilia. Gioca le partite in casa presso il PalaBigi, il Palazzo dello Sport di Reggio Emilia, in via Guasco.italianapallacanestroReggio EmiliaPalaBigiReggio Emilia L'Associazione Calcio Reggiana 1919 è la principale società calcistica di Reggio Emilia (RE).Reggio EmiliaRE Gli Hogs sono una squadra di football americano nata nel 1984 a Reggio Emilia.football americano1984Reggio Emilia


Scaricare ppt "Piazze Divertimento arte storia Cinema sport. Divertimento A Reggio Emilia, nei pressi dellautostrada del sole, Aquatico vi offre tutti i giorni i suoi."

Presentazioni simili


Annunci Google