La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

HELICOBACTER PYLORI. Da sempre osservata la presenza, seppur scarsa, di microrganismi a livello gastrico Considerati contaminanti alimentari più che veri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "HELICOBACTER PYLORI. Da sempre osservata la presenza, seppur scarsa, di microrganismi a livello gastrico Considerati contaminanti alimentari più che veri."— Transcript della presentazione:

1 HELICOBACTER PYLORI

2 Da sempre osservata la presenza, seppur scarsa, di microrganismi a livello gastrico Considerati contaminanti alimentari più che veri colonizzanti Lavoro fondamentale allinizio degli anni 80 di Warren e Marshall (Nobel 2005) che coltivarono H. pylori e ne correlarono la presenza a quadri di gastrite e ulcera peptica CENNI STORICI

3 Cromosoma di ca. 1.7 Mbp Presenza di uno o più plasmidi ELEVATA ETEROGENEITÀ GENETICA Helicobacter pylori Caratteristiche genetiche ADATTAMENTO ALLE CARATTERISTICHE DI OGNI SINGOLO OSPITE

4 CARATTERISTICHE MICROBIOLOGICHE DELLH.PYLORI Organismo gram-negativo, spiraliforme, fornito di cinque flagelli Vive in associazione con lepitelio della superficie gastrica, non è intracellulare Si localizza allinterno e al di sotto dello strato di muco superficiale Colonizza selettivamente lepitelio di tipo gastrico (stomaco, epitelio di Barrett, metaplasia gastrica in duodeno

5 CARATTERISTICHE MICROBIOLOGICHE DELLHELICOBACTER PYLORI Colonizzazione gastrica e danno cellulare dipendenti da 5 fattori di virulenza: 1)Mobilità batterica 2)Produzione di molecole di adesione (Bab2) che permettano la fissazione del battere ai recettori delle cellule epiteliali gastriche 3)Produzione di ureasi 4)Produzione di enzimi proteolitici / fosfolipasi 5)Produzione di sostanze citotossiche La mobilità consente allorganismo di sottrarsi allacidità gastrica e alla peristalsi; la proteasi consente la digestione del muco in cui si muove il batterio

6 Bacilli spiraliformi gram- negativi dotati di flagelli Produzione di UREASI Helicobacter pylori Caratteristiche microbiologiche Capacità di ottenere NH3+ dallurea con innalzamento del pH Metabolismo microaerofilo (crescita in presenza di basse concentrazioni di O2) Adattamento estremo al proprio habitat (muco della mucosa gastrica) Motilità fondamentale per penetrare allinterno dello strato di muco della mucosa e abbandonare rapidamente il basso pH del lume gastrico

7 CARATTERISTICHE MICROBIOLOGICHE DELLHELICOBACTER PYLORI Lureasi, attraverso la produzione di ammoniaca, neutralizza lacido gastrico nel microambiente del batterio; lammoniaca è tossica per le cellule epiteliali Lureasi stimola i monociti a rilasciare citochine citotossiche, quali IL-1,IL-6, IL-8 e il fattore di necrosi tumorale (TNF) LH. pylori annulla la risposta immunitaria delle cellule epiteliali e linfezione crea autoanticorpi che interagiscono con le cellule epiteliali dello stomaco provocandone la morte e dando luogo alla gastrite atrofica

8 CARATTERISTICHE MICROBIOLOGICHE DELLHELICOBACTER PYLORI Citotossina associata al gene VacA: - proteina che induce vacuolizzazione delle cellule epiteliali - gene VacA sempre presente - citotossina prodotta solo da ceppi che presentano anche il gene CagA Citotossina associata al gene CagA: - proteina senza azione tossica diretta - elevata attività antigenica che induce risposta infiammatoria nella mucosa

9 Secreta da circa il 50% di isolati Elevata eterogeneità di sequenza e di attività fra i diversi isolati Diverse funzioni: –Formazione di canali sulle membrane delle cellule gastriche –Induzione dellapoptosi di alcune cellule a seguito del suo accumulo nel citoplasma Proteina VacA

10 Pathogenicity island associata al gene cag e caratterizzata da unelevata eterogeneità proteine espresse fra cui la proteina CagA Pazienti infettati con isolati CagA+ (50-70%) sono significativamente più soggetti a sviluppare una sintomatologia clinica Proteina fortemente immunogena cag PAI

11 Funzioni della proteina CagA Sintesi di un sistema di secrezione di tipo IV Diverse proteine batteriche (fra cui CagA) vengono inoculate direttamente allinterno delle cellule della mucosa gastrica La proteina CagA fosforilata da chinasi cellulari interferisce con una serie di proteine cellulari

12 ALTRI FATTORI DI VIRULENZA DI H. pylori

13 Forte risposta immune sia di tipo umorale che cellulare Solo raramente associata alla risoluzione dellinfezione Diversi approcci vaccinali in corso di valutazione Capacità di HP di modulare la risposta immune in senso pro-infiammatorio Meccanismi di difesa dellospite DANNO PARIETALE CON RIDUZIONE DELLACIDITÀ GASTRICA

14

15 OSPITE PARASSITA AMBIENTE

16 MALATTIA PEPTICA Diagnosi di infezione da H. pylori METODI INVASIVI –Test allureasi –Istologia –Coltura METODI NON INVASIVI –Sierologia –Urea breath test –Ricerca antigene fecale

17

18


Scaricare ppt "HELICOBACTER PYLORI. Da sempre osservata la presenza, seppur scarsa, di microrganismi a livello gastrico Considerati contaminanti alimentari più che veri."

Presentazioni simili


Annunci Google