La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Roberto Di Lenarda Dott.ssa Michela Faraon OSSO OMOLOGO IN CHIRURGIA ORALE: DALLA RICERCA ALLAPPLICAZIONE CLINICA Corso multidisciplinare di patologia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Roberto Di Lenarda Dott.ssa Michela Faraon OSSO OMOLOGO IN CHIRURGIA ORALE: DALLA RICERCA ALLAPPLICAZIONE CLINICA Corso multidisciplinare di patologia."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Roberto Di Lenarda Dott.ssa Michela Faraon OSSO OMOLOGO IN CHIRURGIA ORALE: DALLA RICERCA ALLAPPLICAZIONE CLINICA Corso multidisciplinare di patologia orale e del massiccio facciale. Le patologie delle ossa mascellari: attualità e prospettive. Roma ottobre 2008

2 IL RIALZO DI SENO MASCELLARE Boyne PJ, James RA. Grafting of the maxillary sinus floor with autogenous marrow and bone. J. Oral Surg. 1980; 38(8): Tatum H. Maxillary and sinus implant reconstruction. Dent. Clin. North Am. 1986; 30:

3 FASI CHIRURGICHE accesso sinusale scollamento ed elevazione membrana protezione membrana (opzionale) innesto biomateriale inserimento impianti (eventuale) chiusura accesso chirurgico

4 CS CLASSIFICAZIONE DEI BIOMATERIALI DA INNESTO Innesti autologhi Innesti omologhi Xenoinnesti Innesti alloplastici Alex Alikuashak Whale Cove (NWT) walrus bone

5 INNESTI AUTOLOGHI I. Intraorali (ramo mandibolare, mento, tuber) II. Extraorali (cresta iliaca, tibia, calvaria) INNESTI OMOLOGHI I. Liofilizzati (MFDB, DFDB) II. Crioconservati (FFB) XENOINNESTI I. Di origine animale (bovino, suino, equino) II. Di origine vegetale (alghe) INNESTI ALLOPLASTICI I. Idrossiapatite II. Fosfato tricalcico III. Biovetri IV. Solfato di calcio V. Copolimero polilattico/poliglicolico

6 OSSO AUTOLOGO Gold standard cellularità fattori crescita e proteine biomorfogenetiche (BMP, TGF, FGF ecc.) scaffold ideale aumento formazione osso diminuzione tempo guarigione sostituzione rapida Jensen OT, Shulman LB et al. Report of the Sinus Consensus Conference of Int J Oral Maxillofac Impl 1998; 13: 11-45

7 OSSO AUTOLOGO Problemi quantità morbidità

8 XENOINNESTI Gold standard osteoconduttivi alti standard sicurezza quantità illimitata aumento formazione osso diminuzione tempo guarigione Del Fabbro M, Testori T, Francetti L, Weinstein R. Systematic review of survival rates for immediately loaded dental implants. Int J Periodontics Restorative Dent 2006;26:

9 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO (Fresh Frozen Bone Allograft)

10 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO CS Osso prelevato da donatore multitessuto, selezionato, processato e crioconservato a -80°C

11 Rochanawutanon S, Suddhasthira T, Pairuchvej V, Vajaradul Y. Long term follow-up of reconstruction with allogeneic mandibular bone crib packed with autogenous particulate cancellous bone marrow. Cell Tissue Bank 2002; 3(3): Perrott DH, Smith RA, Kaban LB. The use of fresh frozen allogeneic bone for maxillary and mandibular reconstruction..Int J Oral Maxillofac Surg 1992; 21(5):

12 In ambito ortopedico losso omologo crioconservato è utilizzato da più di 20 anni Una ricerca su Pubmed con le parole fresh frozen bone restituisce 1397 voci (ottobre 2008)

13 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO REGOLAMENTAZIONE Legge 91/1999: - individua e regolamenta le banche dei tessuti - crea le Linee guida per il prelievo, la conservazione e lutilizzo di tessuto muscolo-scheletrico

14 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO CRITERI DI ESCLUSIONE DEL DONATORE Tutte le evidenze patologiche trasmissibili dimostrate o supposte

15 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO CRITERI DI ESCLUSIONE DEL DONATORE -Cartella clinica -Anamnesi patologica e sociale -Analisi sierologiche

16 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO TEST SIEROLOGICI (al momento del prelievo) -Ac anti HIV I/II -Ac anti HCV -HBsAg -Ac anti HBc -Ac anti HBs -Ac anti HTLV I/II -Ac anti Ag Treponema -Ac anti CMV IgG -Ac anti CMV IgM -Ac anti Ag Toxoplasma IgG -Ac anti Ag Toxoplasma IgM

17 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO CONTROLLO BATTERIOLOGICO (al momento del prelievo ed alla fine della processazione) EMOCULTURA -aerobi -anaerobi -micobatteri -miceti

18 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO FOLLOW UP SIEROLOGICO (a 6 mesi dal prelievo) P.C.R. (Polymerase Chain Reaction) RNA e DNA virale di -HIV -HBV -HCV

19 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO DISINFEZIONE Per almeno 72 ore a 4°C. in soluzione di: vancomicina polimixina lincomicina ceftazidima

20 OSSO OMOLOGO CRIOCONSERVATO STOCCAGGIO - 80°C. conservabile per 5 anni

21 INNESTI OMOLOGHI proprietà osteoconduttive moderate proprietà osteoinduttive (??) completamente riassorbibili facile manipolazione quantità programmata bassa morbidità intervento no anestesia generale VANTAGGI

22 INNESTI OMOLOGHI rischio trasmissione infezioni crociate possibili problemi istocompatibilità (non rilevate) no attività osteogenica costo SVANTAGGI Aho AJ, Eskola J, Ekfors T, Manner I, Kouri T, Hollmen T. Immune responses and clinical outcome of massive human osteoarticular allografts. Clin. Orthop. Relat. Res. 1998; 346: Simpson D, Kakarala G, Hampson K, Steele N, Ashton B. Viable cells survive in fresh frozen human bone allografts. Acta Orthopaedica 2007; 78(1): 26-30

23 INNESTI OMOLOGHI RISULTATI CLINICI

24 Stacchi C, Orsini G, Di Iorio D, Breschi L, Di Lenarda R. Clinical, histologic and histomorphometric analyses of regenerated bone in maxillary sinus augmentation using fresh frozen human bone allografts Journal of Periodontology 2008, Sept; 79 (9):

25 MATERIALI E METODI NO CONTROINDICAZIONI GENERALI ALLA CHIRURGIA IMPLANTARE (infarto miocardio più recente di 6 mesi, angina instabile, gravi emopatie non compensate, pregressa terapia con bifosfonati di 3° generazione, diabete non compensato, gravi problemi psicologici/psichiatrici, abuso tabacco, farmaci o alcool, malattie metaboliche osso, terapia radiante distretto cervico facciale più recente di 24 mesi) SELEZIONE DEI PAZIENTI

26 MATERIALI E METODI NO CONTROINDICAZIONI LOCALI ALLA CHIRURGIA IMPLANTARE E SINUSALE (sinusiti acute o croniche, poliposi sinusale, gravi riniti allergiche, infezioni odontogene, malattia parodontale non controllata ) SELEZIONE DEI PAZIENTI

27 MATERIALI E METODI ALTEZZA CRESTA OSSEA < 6 MM. SELEZIONE DEI PAZIENTI

28 MATERIALI E METODI ANTROSTOMIA VESTIBOLARE CON BISTURI PIEZOELETTRICO (PIEZOSURGERY ® ) TECNICA CHIRURGICA

29 MATERIALI E METODI ELEVAZIONE DELLA MEMBRANA CON PIEZOSURGERY ® ED ELEVATORI MANUALI TECNICA CHIRURGICA

30 MATERIALI E METODI INSERIMENTO DI CHIPS CORTICO-MIDOLLARI DI FFB NEI RECESSI E NEI SOTTOSQUADRI TECNICA CHIRURGICA

31 MATERIALI E METODI MODELLAZIONE ED ADATTAMENTO AL SITO RICEVENTE DI UN BLOCCO DI OSSO OMOLOGO TECNICA CHIRURGICA

32 MATERIALI E METODI A CINQUE MESI DAL RIALZO DI SENO: misurazione rx altezza cresta ossea prelievo biopsie ossee inserimento impianti

33 MATERIALI E METODI ANALISI ISTOLOGICA microscopio ottico a luce trasmessa colorazione fucsina acida e blu di toluidina istomorfometria

34 RISULTATI RISULTATI CLINICI Consistenza del campione 10 pazienti inclusi nello studio età compresa fra 41 e 69 anni (media 60,2 ± 8,8) 12 rialzi di seno effettuati 16 siti di biopsia ossea

35 RISULTATI RISULTATI CLINICI altezza cresta ossea preop. tra 1,8 mm. e 5,9 mm. (media 4,3 ± 1,3 mm.) altezza cresta ossea postop. tra 13,1 mm. e 19,2 mm. (media 16,0 ± 1,8 mm.) guadagno medio di osso disponibile 11,7 ± 1,7 mm.

36 RISULTATI

37

38

39 RISULTATI ISTOLOGICI osso neoformato con caratteristiche di osso maturo, con lamelle ben organizzate a formare delle trabecole ossee

40 RISULTATI RISULTATI ISTOLOGICI materiale da innesto ben integrato, quando ancora visibile

41 RISULTATI RISULTATI ISTOLOGICI spiccata angiogenesi negli spazi midollari, indice di intensa attività osteoblastica

42 RISULTATI ISTOMORFOMETRIA percentuale media di osso presente nelle zone rigenerate 58 ± 7,8 %

43 CONCLUSIONI Dai risultati incoraggianti di questo studio preliminare, e vista la quasi totale assenza di letteratura sullargomento, emerge la necessità di ulteriori indagini sullimpiego in chirurgia orale del FFB, al fine di poterlo utilizzare come alternativa allosso autologo nelle grandi ricostruzioni preprotesiche.


Scaricare ppt "Prof. Roberto Di Lenarda Dott.ssa Michela Faraon OSSO OMOLOGO IN CHIRURGIA ORALE: DALLA RICERCA ALLAPPLICAZIONE CLINICA Corso multidisciplinare di patologia."

Presentazioni simili


Annunci Google