La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sviluppo dellembrione e del feto Periodo pre-embrionale: formazione della morula,della blastocisti e dei tre foglietti ( due settimane dopo la fecondazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sviluppo dellembrione e del feto Periodo pre-embrionale: formazione della morula,della blastocisti e dei tre foglietti ( due settimane dopo la fecondazione."— Transcript della presentazione:

1 Sviluppo dellembrione e del feto Periodo pre-embrionale: formazione della morula,della blastocisti e dei tre foglietti ( due settimane dopo la fecondazione ) Periodo embrionale:avviene lorganogenesi (fino all ottava settimana ) Periodo fetale.si completa la differenziazione degli organi

2 Lannidamento, requisiti: Gli enzimi nellutero devono aver dissolto la membrana pellucida. Lendometrio deve essere in fase secretiva. Dapprima si ha ladesione della blastocisti allendometrio Poi si ha la penetrazione dovuta allazione erosiva del trofoblasto che disgrega la matrice intercellulare

3 La rezione deciduale Le cellule fibroblastiche dellendometrio proliferano, si ingrandiscono e mostrano vacuoli che contengono lipidi e glicogeno. Sembra che tale reazione contrasti linvasività del trofoblasto Essa è stimolata dallembrione (anidride carbonica? ) ed è controllata da estrogeni e progesterone

4 Formazione della cavità amniotica, del disco embrionale e del sacco vitellino

5 Gastrulazione La gastrulazione è il processo con cui il disco embrionale bilaminare, si trasforma in trilaminare Essa inizia con la comparsa della linea primitiva sulla superficie dellepiblasto Ciascuno dei tre foglietti, darà origine a tessuti ed organi specifici.

6 Derivati dei 3 foglietti germinativi

7 Flessione laterale dellembrione

8 La flessione laterale dellembrione

9 Il sistema nervoso Deriva da un inspessimento dellectoderma in regione craniale,la placca neurale. Essa si estende longitudinalmente ed ai lati con le pliche neurali che poi si piegano e si uniscono formando il tubo neurale. Il tubo neurale dà origine al SNC La sua parte craniale cresce notevolmente e si divide in prosencefalo, metencfalo e rombencefalo

10

11 Apparato cardiovascolare Il cuore origina dal mesoderma embrionario La sua formazione è assai complessa ( vedi le numerose malformazioni ) I vasi originano dal mesoderma extraembrionale ove si differenziano cordoni di cellule che poi si vacuolizzano. Il cuore inizia a battere 22 giorni dopo la fecondazione La circolazione dellembrione si mette presto in comunicazione con quella del mesoderma

12 Il mesoderma Il mesoderma para-assiale dà origine ai somiti precursori dello scheletro e dei muscoli del tronco e degli arti Il mesoderma intermedio dà origine all apparato urogenitale pronefro:rene rudimentale mesonefro:rene intermedio che poi diventa epididimo e dotto deferente nel maschio metanefro: rene definitivo

13

14 Lendoderma Da esso deriva lintestino Per una estroflessione in estremità craniale si forma il tubo laringo-tracheale che si divide in due escrescenze i bronchi. Caudalmente da unaltra estroflessione dellintestino si formano il fegato, il pancreas e lo stomaco

15 La placenta Eformata da una porzione fetale : i villi coriali e da una porzione materna :la decidua I villi coriali primari divengono villi secondari quando acquistano un asse mesenchimale e terziari quando nel loro interno si sviluppano i capillari

16

17

18 La placenta

19

20

21 Caratteristiche della placenta

22 Modificazioni dellendotelio materno Il trofoblasto si addentra nei vasi materni e si sostituisce allendotelio ed alla muscolare In tal modo le arteriole diventano anelastiche e dilatatate. Se manca tale processo, la gravidanza potrà evolvere in preeclampsia o difetto di crescita fetale.

23 Il cordone ombelicale Comprende due arterie ed una vena I vasi sanguigni sono circondati dalla gelatina di Wharton che li protegge da compressioni Linserzione normalmente avviene al centro;nel 7% è marginale e nell1% è velamentosa (il cordone è inserito nelle membrane ). E lungo circa 50 cm a termine di gravidanza.

24 Le membrane amniocoriali Decidua basale:nella sede di impianto dove cè il corion frondosum Decidua basale:parte +superficiale con il corion laeve Decidua parietale:tutta la restante parte Alla 18 settimana il feto occupa tutta la cavità;decidua parietale e capsulare si fondonoed il corion copre tutta la superficie deciduale

25 Il liquido amniotico Inizialmente si forma dalle cellule amniotiche e per diffusione dal liquido interstiziale materno( in tale fase ha la stessa osmolarità del sangue materno ) Dall11 settimana esso è formato principalmente dallurina fetale e la sua osmolarità diminuisce perché lurina è ipotonica.Successivamente anche il polmone produce liquido. Il liquido amniotico viene ingerito dal feto e circa 300 ml vengono assorbiti dalle membrane con meccanismo osmotico. Presenta variazioni di volume;dopo la 32 s.g., se supera i 1500 ml viene definito polidramnios, se è inferiore a 500 ml oligoidramnios

26 Alterazioni del volume del L.A. Esso aumenta fino alla 32 S.G.(circa 900 ml), per poi diminuire verso il termine. Polidramnios se supera i 1500 ml Oligoidramnios se è inferiore a 500 ml


Scaricare ppt "Sviluppo dellembrione e del feto Periodo pre-embrionale: formazione della morula,della blastocisti e dei tre foglietti ( due settimane dopo la fecondazione."

Presentazioni simili


Annunci Google