La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LESPERIENZA DEL PROGETTO ECALP CARTA ECOPEDOLOGICA DELLE ALPI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LESPERIENZA DEL PROGETTO ECALP CARTA ECOPEDOLOGICA DELLE ALPI."— Transcript della presentazione:

1 LESPERIENZA DEL PROGETTO ECALP CARTA ECOPEDOLOGICA DELLE ALPI

2

3 OBIETTIVI DEL PROGETTO Creare una rete di istituzioni ed enti regionali che gestiscono i dati sul suolo Sviluppare procedure comuni che permettano lo scambio e laggiornamento dei dati e valutazioni a scopi pratici

4 Direttiva INSPIRE (INfrastructure for SPatial Information in Europe) I parametri del sistema di riferimento della griglia si riallacciano alliniziativa INSPIRE che ha lobiettivo di armonizzare a livello europeo linformazione geografica, al fine di utilizzare una griglia univoca e comune.

5 VANTAGGI/SVANTAGGI DELLAPPROCCIO A PIXEL APPROCCIO MOLTO SEMPLIFICATO NON ADATTO A RAPPRESENTARE LA COMPLESSITA DELLA COPERTURA DI SUOLO FACILE DA COMPILARE FACILE DA AGGIORNARE ADATTO A RAPPRESENTARE DATI DI OUTPUT (informazioni politicamente rilevanti) ADATTO AD ESSERE USATO PER RAPPRESENTARE INDICATORI AMBIENTALI FACILE DA INTEGRARE CON ALTRI INDICATORI AMBIENTALI, SU DIVERSI STRATI (ES. FRANCESE INDIQUASOLS) NB: la dimensione del pixel di 1 km è un compromesso tra partner con disponibilità di dati molto diversa. Lo scopo del progetto non era il dettaglio delloutput ma una condivisione metodologica

6 ATTIVITA DEL PROGETTO: Una prima approssimazione di una carta ecopedologica dellintero arco alpino (pixel di 10 km) Sviluppare un formato di scambio da testare in aree pilota (pixel di 1 km)

7 LE AREE PILOTA devono: Essere rappresentative dellambiente alpino Essere localizzate al confine per permettere confronti con ambienti e suoli simili Avere unestensione di circa 200 Km 2 Avere dati sul suolo disponibili

8 AREE PILOTA del progetto: Slovenia – Friuli-Venezia Giulia Austria - Veneto Switzerland - Lombardia France - Piemonte

9 Area: 207 km 2 Area pilota del Veneto

10 Carta dei suoli del Veneto in scala 1: La principale fonte di dati per la compilazione del formato di scambio

11 CARTA DEI SUOLI in scala 1: (GRIGLIA 1 km) Pixel di 10 m pixel per ottenere una sola Unità cartografica per pixel

12 Il formato di scambio: una banca dati compilata in modo semiautomatico con sistemi di query sulla banca dati regionale

13 Il formato di scambio: tre sezioni distinte Prima tabella: Unità Tipologica di Suolo dominante Seconda tabella: indicatori descritti per lintero pixel Terza tabella: metadati

14 UC 2 UC 1 Prima tabella: individuazione dellUTS dominante UTS1ZMB1 40% UTS2 SDP1 25% UTS3ORN1 20% Non suolo15% UTS1CIA1 30% UTS2 ZMB1 25% UTS3CTA1 20% Non suolo10% UTS dominante: ZMB1 UTS dominante: ZMB1 PIXEL_id (INSPIRE)

15 Esempio: parametro WRB-FULL (classificazione WRB) LVct LVctsk LPrzhu PZsk LPca CMskdyGLeu

16 Contenuto di C.O. nel pixel (t/ha), 0-30 cm (dalla superficie del suolo minerale) Contenuto di C.O. nel pixel (t/ha), degli orizzonti olorganici (humus) Contenuto di C.O. nel pixel (t/ha), cm (dalla superficie del suolo) Erosione Attuale nel pixel (t/ha/year) stimata con il modello parametrico CORINE Erosion (EEA, 1995) Seconda tabella: indicatori del suolo I parametri sono stati calcolati per lintero pixel, come media ponderata di tutte le UTS, compreso il non suolo (urbano, roccia, depositi), non solo per lUTS dominante.

17 Carbonio organico (0-30 cm), t/ha

18 Erosione attuale (classi CORINE erosion) Assente Bassa Moderata Alta


Scaricare ppt "LESPERIENZA DEL PROGETTO ECALP CARTA ECOPEDOLOGICA DELLE ALPI."

Presentazioni simili


Annunci Google