La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 Luso del modello logico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 Luso del modello logico."— Transcript della presentazione:

1 Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 Luso del modello logico

2 ideazione Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana Percorso formativo sulla preparazione dei progetti Identificare i gruppi di interesse e la comunità Effettuare lanalisi di contesto Costruire lalbero dei problemi dei problemi Costruire lalbero degli obiettivi degli obiettivi programmazione Effettuare lanalisi delle alternative Cercare le prove di efficacia Costruire il quadro logico e verificare la fattibilità Costruire il modello logico Identificare i pacchetti di attività e le risorse Comporre il cronogramma Elaborare il piano di valutazione Redigere il testo del progetto e effettuare la valutazione ex-ante Centrare i beneficiari

3 Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana

4 Identificare i gruppi di interesse e la comunità

5 Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana Identificare i gruppi di interesse e la comunità Effettuare lanalisi di contesto

6 Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana Identificare i gruppi di interesse e la comunità Effettuare lanalisi di contesto Cercare le prove di efficacia Costruire il modello logico Centrare i beneficiari

7 Una volta costruito lalbero degli obiettivi ci chiediamo: Quanto ci si può affidare alle attività previste per raggiungerli, cioè saranno veramente efficaci? La popolazione target ne ricaverà un effettivo beneficio? E vero che abbiamo adottato un approccio partecipativo, ma la popolazione target risponderà e parteciperà ai servizi del progetto?

8 Attenzione: nel mondo reale, spesso, non ci viene data la possibilità di costruire un albero, di problemi o obiettivi che sia, ma ci vengono date indicazioni operative (esempio, fate un progetto di promozione della salute nella scuola primaria, promuovete lattività fisica negli anziani): In tal caso il modello logico è lunico approccio prospettico possibile!

9 Obiettivi del modello logico Verifica della logica nel produrre benefici per una certa popolazione target Strumento per la ricerca della evidence a favore degli interventi proposti nel progetto Strumento di comunicazione con i GI Traccia per il piano di valutazione

10 PopolazioneMorbidità e mortalità Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale

11 è rappresentato tipicamente con un immagine (diagramma di flusso, mappa o tabella) sequenza di fasi per arrivare ai risultati del programma: collegamento logico di determinanti, attività, indicatori di processo e di risultato i risultati attesi sono lultimo passaggio del modello Il Modello Logico

12 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Popolazione Utilizzazione servizio Malattie vaccino prevenibili Morbidità e mortalità Aumento domanda comunità Aumento accessibilità Interventi sui servizi Efficacia vaccino Copertura vaccinale Trattamento malattie vaccino- prevenibili Descrizione della popolazione Descrizione delle componenti Descrizione degli outcome a breve termine Descrizione degli outcome a lungo termine

13 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Verificare la logica dellintervento Comunicare con i gruppi di interesse Cercare la evidence Valutare lintervento Popolazione Utilizzazione servizio Malattie vaccino prevenibili Morbidità e mortalità Aumento domanda comunità Aumento accessibilità Interventi sui servizi Efficacia vaccino Copertura vaccinale Trattamento malattie vaccino- prevenibili A che serve?

14 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Popolazione Utilizzazione servizio Malattie vaccino prevenibili Morbidità e mortalità Aumento domanda comunità Aumento accessibilità Interventi sui servizi Efficacia vaccino Copertura vaccinale Trattamento malattie vaccino- prevenibili

15 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Popolazione Utilizzazione servizio Aumento domanda comunità Aumento accessibilità I beneficiari sono al centro dellintervento o del cambiamento? 1. I beneficiari sono al centro dellintervento o del cambiamento? Le componenti dellintervento 2. Le componenti dellintervento necessitano di evidence? sì I contenuti sono comunicativi? 3. I contenuti sono comunicativi? Suggeriscono domande di valutazione? 4. Suggeriscono domande di valutazione? sì

16 Modello logico per la promozione delle scuole con i pari educatori Popolazione scolastica Animazione nelle classi Acquisizione conoscenze e attitudini contrarie al fumo Modifica comportamenti Morbidità Esposizione a fumo passivo Riduzione esposizione Ambiente Accettazione scuole Formazione pari Promozione attività di classe Mortalità

17 idealmente è sintetizzato in una singola pagina e costruito per essere sintetico e chiaro (anche da altri interlocutori) esprime visivamente le convinzioni sul perché il programma avrà successo può essere ricordato facilmente proprio perché visivo per illustrare un programma con vari livelli di specificità o per diversi GI si possono utilizzare famiglie di modelli logici è unarte che richiede pratica! Il Modello Logico: in sintesi, quali caratteristiche?

18 Un Modello Logico rappresenta la realtà, ma non è la realtà è molto focalizzato sui risultati attesi molti fattori possono influenzare i risultati non risponde alla domanda: noi stiamo facendo la cosa giusta? Alcuni limiti…

19 se è troppo dettagliato se è troppo prolisso (non si ricorda) perde parte del suo valore! … ma anche se è troppo generico e stringato Il Modello Logico: attenzione!

20 Qualche esempio pratico

21 Management dolore cronico

22 Screening patologia tiroidea

23 Management obesità bimbi 8 anni

24 24 VACCINAZIONE CONTRO LINFLUENZA PER IL PERSONALE SANITARIO Non influenziamoci a vicenda - Facciamoci il vaccino

25 25 sorveglianza sanitaria delle popolazioni residenti nei territori interessati da attività di estrazione petrolifera e produzioni correlate

26 26 Nelle scuole per la Prevenzione degli Incidenti Domestici nei bambini compresi nella fascia di età 3-5 anni

27 27 Campagna informativa sulla sicurezza stradale e domestica nei consultori familiari

28 28 GRUPPI DI CAMMINO

29 29 Valutazione del Piano di eliminazione della rosolia congenita

30 30 prevenzione di incidenti domestici infantili

31 31 Eliminazione Rosolia Congenita

32 32 Copertura vaccinale anti-rosolia, donne in età fertile

33 Promozione scuole che promuovono salute

34 34 Controllo echinococcosi idatidea Exe_modello logico

35 Nei ML precedenti abbiamo accertato che non si perda il filo logico dei beneficiari? 1

36 Quali sono le tappe per la ricerca dellefficacia a sostegno del nostro progetto? 2

37 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Popolazione Utilizzazione servizio Malattie vaccino prevenibili Morbidità e mortalità Aumento domanda comunità Aumento accessibilità Interventi sui servizi Efficacia vaccino Copertura vaccinale Trattamento malattie vaccino- prevenibili

38 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Popolazione Utilizzazione servizio Malattie vaccino prevenibili Morbidità e mortalità Aumento domanda comunità Aumento accessibilità Interventi sui servizi Efficacia vaccino Copertura vaccinale Trattamento malattie vaccino- prevenibili

39 Costruzione dellalbero degli obiettivi Identificare e mettere a disposizione dei servizi sanitari unanagrafe degli individui con MC Elaborare, preparare e mettere a disposizione degli individui con MC il materiale informativo adeguato 95% degli individui con MC ha ricevuto adeguate informazioni sui servizi vaccinali nella regione FVG entro il 2010 Attività Obiettivo specifico Risultati attesi Mettere in atto un sistema di verifica della ricezione tempestiva della informazione Identificare i criteri clinico-epidemiologici per la definizione degli individui con MC Ottenere il consenso del personale erogatore di cure e delle strutture di sanità pubblica Studio e test del materiale informativo Concordare una modalità di invio tempestivo delle informazioni alla popolazione target Studio e test del sistema informativo Formare il personale interessato alla gestione del sistema informativo Aumento domanda comunità

40 Modello logico per la vaccinazione anti-influenzale Popolazione Utilizzazione servizio Malattie vaccino prevenibili Morbidità e mortalità Aumento domanda comunità Aumento accessibilità Interventi sui servizi Efficacia vaccino Copertura vaccinale Trattamento malattie vaccino- prevenibili

41 Costruzione dellalbero degli obiettivi Identificare e mettere a disposizione dei servizi sanitari unanagrafe degli individui con MC Elaborare, preparare e mettere a disposizione degli individui con MC il materiale informativo adeguato Identificare il personale sanitario per la responsabilità di MT Costituire una mappa sanitaria della regione Identificare i bisogni e formare il personale necessario per la copertura prevista Identificare i PCA per gli individui target 95% degli individui con MC ha ricevuto adeguate informazioni sui servizi vaccinali Un manager territoriale è attivo per ogni 20 individui con MC Aumentare dal 34 al 60% la copertura vaccinale per influenza degli individui con MC nella regione FVG entro la fine del 2010 Attività Obiettivo specifico Risultati attesi Copertura vaccinale

42 Grazie per lascolto!


Scaricare ppt "Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 Luso del modello logico."

Presentazioni simili


Annunci Google