La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 La costruzione degli alberi: problemi e obiettivi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 La costruzione degli alberi: problemi e obiettivi."— Transcript della presentazione:

1 Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 La costruzione degli alberi: problemi e obiettivi

2 ideazione Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana Identificare i gruppi di interesse e la comunità Effettuare lanalisi di contesto Costruire lalbero dei problemi dei problemi Costruire lalbero degli obiettivi degli obiettivi programmazione Effettuare lanalisi delle alternative Cercare le prove di efficacia Costruire il quadro logico e verificare la fattibilità Costruire il modello logico Identificare i pacchetti di attività e le risorse Comporre il cronogramma Elaborare il piano di valutazione Redigere il testo del progetto e effettuare la valutazione ex-ante Centrare i beneficiari

3 1. Saper leggere, analizzare, descrivere i problemi 1.In generale 2.Di contesto 3.Di progetto 2. Identificarli bene in numero e dettaglio e con le persone giuste 3. Ritagliare bene gli obiettivi sui problemi Qualità del progetto

4 1. Saper leggere, analizzare, descrivere i problemi 1.In generale 2.Di contesto 3.Di progetto 2. Identificarli bene in numero e dettaglio e con le persone giuste 3. Ritagliare bene gli obiettivi sui problemi Qualità del progetto

5 - Una volta raccolta linformazione sufficiente e portata avanti lanalisi di contesto, può essere realizzato il Laboratorio di Programmazione Partecipativa. - In base alle informazioni disponibili e grazie alluso di tecniche partecipatorie quali il brainstorming, nel corso del laboratorio gli attori coinvolti identificheranno i problemi chiave da affrontare. - La principale tecnica usata in questa fase è lelaborazione di un Albero dei Problemi.

6 Un Albero dei Problemi è una semplice rappresentazione grafica dei problemi in un ordine gerarchico. Elaborazione del diagramma: - prima cosa: identificare il problema da cui partire. - successivamente: si individua poi un secondo problema in relazione al primo e si definisce se esso sia: causa del primo: nel qual caso è posto graficamente ad un livello inferiore effetto del primo: nel qual caso è posto graficamente ad un livello superiore né causa né effetto: nel qual caso si pone sullo stesso piano.

7 Costruzione albero problemi: regole Partire dal problema principale che si vuole affrontare Lista dei problemi Causa Effetto Né causa né effetto Identificazione problemi con successiva associazione e gerarchizzazione Condiviso, definito e affisso sul muro Potatura dellalbero I pericoli per lalbero: assenza di e non Cattiva definizione problemi

8 Lalbero dei problemi Personale non fa bene la comunicazione Mancanza di competenze in comunicazione Scarsa copertura vaccinale dei bambini a causa della disinformazione delle mamme Quale intervento, allora?

9 Lalbero dei problemi Personale non fa bene la comunicazione Mancanza di competenze in comunicazione Scarsa copertura vaccinale dei bambini a causa della disinformazione delle mamme Quale intervento, allora?

10 Personale non fa bene la comunicazione Mancanza di competenze in comunicazione Scarsa copertura vaccinale dei bambini a causa della disinformazione delle mamme ….e, di conseguenza, lalbero degli obiettivi Personale fa bene la comunicazione Corso di formazione su comunicazione Aumentare a 90% la copertura vaccinale per morbillo dei bambini di meno di un anno nella regione Lazio entro la fine del 2009

11 Due difficoltà che solitamente emergono durante le fasi di analisi e di identificazione dei problemi: 1) una specificazione inadeguata dei problemi: rende difficile la comunicazione sulla vera natura delle problematiche da affrontare Attenzione alle affermazioni generiche: es scarse capacità di gestione cosa significa? 2) formulazione dei problemi in termini di assenza di : sono falsi problemi e non descrivono tanto le problematiche da risolvere quanto lassenza di una situazione desiderata.

12 E se avessimo definito i veri problemi e non la mancanza di soluzioni ? Applicazione ferrea del regolamento del consultorio per la procedura di vaccinazione (7 minuti/bimbo) Sessioni di vaccinazione molto affollate Scarsa copertura vaccinale dei bambini a causa della disinformazione delle mamme Comunicazione collettiva in sala dattesa Audit regolare delle attività Predilezione per la popolazione italiana residente Strumenti di comunicazione in italiano Stile comunicativo OS orientato al consiglio Cultura medico- universitaria classica Cultura OS basata sul servizio sanitario e non sulla comunità Dispersione degli spazi utili per la comunicazione causa effetto

13 - rappresenta un valido ritratto delle problematiche che condizionano la situazione esistente. - una volta completato lalbero, si seleziona un problema focale da affrontare ( obiettivo specifico del nostro progetto) - il problema focale deve essere scelto in accordo tra i diversi gruppi dinteresse e stabilito come principale problema da affrontare nellambito del progetto.

14 1. Saper leggere, analizzare, descrivere i problemi 1.In generale 2.Di contesto 3.Di progetto 2. Identificarli bene in numero e dettaglio e con le persone giuste 3. Ritagliare bene gli obiettivi sui problemi Qualità del progetto

15 riformulazione dei problemi in obiettivi raggiungibili Analisi dei ProblemiAnalisi degli Obiettivi Descrizione degli aspetti negativi della situazione esistente Presentazione degli aspetti positivi della situazione futura desiderata

16 Saremmo arrivati a un albero di obiettivi più adeguati e raggiungibili Applicazione ferrea del regolamento del consultorio per la procedura di vaccinazione (7 minuti/bimbo) Sessioni di vaccinazione molto affollate Scarsa copertura vaccinale dei bambini a causa della disinformazione delle mamme Comunicazione collettiva in sala dattesa Audit regolare delle attività Predilezione per la popolazione italiana residente Strumenti di comunicazione in italiano Stile comunicativo OS orientato al consiglio Cultura medico- universitaria classica Cultura OS basata sul servizio sanitario e non sulla comunità Dispersione degli spazi utili per la comunicazione Discussione e condivisione procedure standard Assegnazione di 10 minuti per singolo incontro OS bambino Nuovo orario settimanale con 2 riaperture in più/settimana Identificazione di stanza per counselling/ comunicazione Comunicazione individuale o a piccoli gruppi Formazione alla salute comunitaria Analisi e demografia della popolazione Elaborazione di strumenti di comunicazione multilingue Formazione allascolto attivo Utilizzazione competenze di counselling Aumentare all80% la copertura vaccinale per morbillo dei bambini di meno di un anno nella regione Lazio entro la fine del 2009 benefici mezzi servizi

17 PRP PRP Costruzione dellalbero degli obiettivi Identificare e mettere a disposizione dei servizi sanitari unanagrafe degli individui con MC Elaborare, preparare e mettere a disposizione degli individui con MC il materiale informativo adeguato Identificare il personale sanitario per la responsabilità di MT Costituire una mappa sanitaria della regione Identificare i bisogni e formare il personale necessario per la copertura prevista Identificare i PCA per gli individui target 95% degli individui con MC ha ricevuto adeguate informazioni sui servizi vaccinali Un manager territoriale è attivo per ogni 20 individui con MC Aumentare dal 34 al 60% la copertura vaccinale per influenza degli individui con MC nella regione FVG entro la fine del 2015 Attività Obiettivo specifico Risultati attesi Scegliere strategie e alternative

18 Progetto prevenzione incidenti stradali alcol correlati – Regione Umbria

19

20 Costruzione albero obiettivi: regole (1) Sistemare per importanza e con legame causale i diversi ordini di obiettivi Lazione nelle caselle deve essere indipendente dalle altre Inizialmente non mettere cifre Non essere ansiosi inizialmente, lalbero dovrà essere sistemato come una siepe ornamentale Obiettivi orfani

21 Costruzione albero obiettivi: Regole (2) Verificare la logica verticale: Le azioni previste in un ordine di caselle sono di importanza equivalente fra di loro? La gerarchia degli obiettivi è rispettata? Le azioni previste in un ordine di caselle sono sufficienti per permetterci di raggiungere lobiettivo di ordine superiore?

22 Formulare gli obiettivi Far diminuire 1. Verbo: Far diminuire la proporzione di ragazzi desiderosi di sperimentare il fumo di sigaretta 2. Oggetto dellazione: la proporzione di ragazzi desiderosi di sperimentare il fumo di sigaretta 3. Specifiche: dal 37 al 23% dal 37 al 23% entro il 2011 entro il 2011 in 12 scuole superiori della provincia di Foggia in 12 scuole superiori della provincia di Foggia con la partecipazione attiva ragazzi stessi (peer education) 4. Target e eventuale strategia: con la partecipazione attiva ragazzi stessi (peer education) Da dove piovono o come si calcolano questi parametri?

23 I numeri degli obiettivi 1. I numeri vengono decisi dallalto (i cosiddetti vincoli o parametri del progetto) a. Direzione aziendale/regionale b. Piani o programmi nazionali o internazionali c. Leggi e norme varie d. Necessità dei politici (anche OMS) 2. Si concordano con i gruppi di interesse in base a uno studio del contesto preliminare al progetto (ricerca- azione, pianificazione partecipativa) 3. Si derivano dallo studio della letteratura scientifica sulla base di interventi la cui efficacia sia stata precedentemente studiata 4. Si ipotizzano sulla base di uno studio economico, sullanalisi dei costi e su criteri di costo-efficacia 5. Si mettono a caso incrociando le dita 6. Non si mettono per niente, pensando di rischiare di meno, ma pregiudicandosi la possibilità di fare una valutazione adeguata del proprio progetto

24 Qualche domanda?


Scaricare ppt "Alberto Perra Perugia, gennaio 2012 La costruzione degli alberi: problemi e obiettivi."

Presentazioni simili


Annunci Google