La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BIOTERRORISMO: MICRORGANISMI PATOGENI COME ARMI BIOLOGICHE Specializzando Dott. Augusto LIVERANI UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI-PESCARA SCUOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BIOTERRORISMO: MICRORGANISMI PATOGENI COME ARMI BIOLOGICHE Specializzando Dott. Augusto LIVERANI UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI-PESCARA SCUOLA."— Transcript della presentazione:

1 BIOTERRORISMO: MICRORGANISMI PATOGENI COME ARMI BIOLOGICHE Specializzando Dott. Augusto LIVERANI UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI-PESCARA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA Direttore: Prof. Ferdinando Romano Relatore Prof. Francesco SCHIOPPA Anno Accademico

2 INTRODUZIONE La disseminazione deliberata di agenti biologici contro la popolazione civile è stata da lungo tempo considerata una potenziale minaccia. Nell'autunno del 2001, questa minaccia è diventata una realtà: lettere contenenti spore di antrace sono state inviate ad alcuni politici e ad uffici di mass media statunitensi La disseminazione deliberata di agenti biologici contro la popolazione civile è stata da lungo tempo considerata una potenziale minaccia. Nell'autunno del 2001, questa minaccia è diventata una realtà: lettere contenenti spore di antrace sono state inviate ad alcuni politici e ad uffici di mass media statunitensi I casi di infezione e morte da carbonchio in cittadini americani in Florida, New York, Washington e New Jersey hanno provocato il panico e riacceso le preoccupazioni e i timori riguardo al terrorismo biologico I casi di infezione e morte da carbonchio in cittadini americani in Florida, New York, Washington e New Jersey hanno provocato il panico e riacceso le preoccupazioni e i timori riguardo al terrorismo biologico Bacillus anthracis è solo uno dei diversi agenti biologici che, nelle mani sbagliate, potrebbero essere in grado di provocare malattie e morte su larga scala Bacillus anthracis è solo uno dei diversi agenti biologici che, nelle mani sbagliate, potrebbero essere in grado di provocare malattie e morte su larga scala Gli agenti infettivi la cui disseminazione a scopo bellico o terroristico appare più probabile includonoVariola major, tossina botulinica, Yersinia pestis e Francisella tularensis Gli agenti infettivi la cui disseminazione a scopo bellico o terroristico appare più probabile includonoVariola major, tossina botulinica, Yersinia pestis e Francisella tularensis

3 GUERRA BIOLOGICA: EXCURSUS STORICO (1) GUERRA BIOLOGICA: EXCURSUS STORICO (1) Kaffa : i tartari indeboliscono le difese della città scagliando allinterno della fortezza corpi di commilitoni morti di peste Kaffa : i tartari indeboliscono le difese della città scagliando allinterno della fortezza corpi di commilitoni morti di peste Nord America 1767 (Guerra dei Sette Anni): le truppe britanniche donano ai pellerossa pro-francesi coperte provenienti da ospedali dove si curavano malati di vaiolo Nord America 1767 (Guerra dei Sette Anni): le truppe britanniche donano ai pellerossa pro-francesi coperte provenienti da ospedali dove si curavano malati di vaiolo Ginevra 17 Giugno 1925: Protocol for the Prohibition of the Use in War of Asphyxiating Poisonus or Other Gases and of Bacteriological Methods of Warfare Ginevra 17 Giugno 1925: Protocol for the Prohibition of the Use in War of Asphyxiating Poisonus or Other Gases and of Bacteriological Methods of Warfare 1930: il Giappone intraprende un programma offensivo di guerra biologica e istituisce una speciale sezione dellesercito, Unità 731, destinata a sperimentare le potenzialità delluso bellico di agenti biologici 1930: il Giappone intraprende un programma offensivo di guerra biologica e istituisce una speciale sezione dellesercito, Unità 731, destinata a sperimentare le potenzialità delluso bellico di agenti biologici Isola di Gruinard : il governo inglese fa esplodere bombe caricate con spore di B. anthracis con lintento di esaminarne il raggio di diffusione nonché la resistenza allesplosione e agli agenti atmosferici Isola di Gruinard : il governo inglese fa esplodere bombe caricate con spore di B. anthracis con lintento di esaminarne il raggio di diffusione nonché la resistenza allesplosione e agli agenti atmosferici

4 1943: Gli USA iniziano un programma offensivo di guerra biologica 1943: Gli USA iniziano un programma offensivo di guerra biologica 1969: Nixon interrompe il programma offensivo USA di guerra biologica limitando la ricerca a scopi puramente difensivi 1969: Nixon interrompe il programma offensivo USA di guerra biologica limitando la ricerca a scopi puramente difensivi 10 Aprile 1972: Convention on the Prohibition of the Development, Production and Stockpiling of Bacteriological and Toxin Weapons and on their Destruction 10 Aprile 1972: Convention on the Prohibition of the Development, Production and Stockpiling of Bacteriological and Toxin Weapons and on their Destruction 1973: l'URSS istituisce Biopreparat, un programma segreto di guerra biologica che ufficialmente si occupa di ricerche biotecnologiche per scopi pacifici 1973: l'URSS istituisce Biopreparat, un programma segreto di guerra biologica che ufficialmente si occupa di ricerche biotecnologiche per scopi pacifici yellow rain: durante gli attacchi a Laos e Kampuchea, aerei ed elicotteri sovietici spargono sulla popolazione aerosol colorati; si ritiene che in alcune circostanze sia stata impiegata la micotossina T-2 del fungo Fusarium yellow rain: durante gli attacchi a Laos e Kampuchea, aerei ed elicotteri sovietici spargono sulla popolazione aerosol colorati; si ritiene che in alcune circostanze sia stata impiegata la micotossina T-2 del fungo Fusarium GUERRA BIOLOGICA: EXCURSUS STORICO (2) GUERRA BIOLOGICA: EXCURSUS STORICO (2)

5 3 Aprile lincidente di Sverdlovsk: spore di Bacillus anthracis si liberano accidentalmente da un impianto microbiologico militare sovietico. Vengono accertati 79 casi clinici di infezione, con 68 decessi, tutti a seguito di inalazione delle spore 3 Aprile lincidente di Sverdlovsk: spore di Bacillus anthracis si liberano accidentalmente da un impianto microbiologico militare sovietico. Vengono accertati 79 casi clinici di infezione, con 68 decessi, tutti a seguito di inalazione delle spore Aprile 1991: dopo il cessate il fuoco della guerra del Golfo l'ONU, costituisce una Commissione ribattezzata UNSCOM (United Nation Special Commission) il cui scopo è di supervisionare la distruzione del programma di armi strategiche irachene Aprile 1991: dopo il cessate il fuoco della guerra del Golfo l'ONU, costituisce una Commissione ribattezzata UNSCOM (United Nation Special Commission) il cui scopo è di supervisionare la distruzione del programma di armi strategiche irachene Novembre 1995 – la confessione irachena: il governo iracheno dichiara di aver condotto un programma di armamento e dispersione di agenti biologici. Durante la Guerra del Golfo l'Iraq disponeva di 166 bombe R400 e 25 missili Al Hussein (SCUD) armati con tossina botulinica, spore di antrace e aflatossine Novembre 1995 – la confessione irachena: il governo iracheno dichiara di aver condotto un programma di armamento e dispersione di agenti biologici. Durante la Guerra del Golfo l'Iraq disponeva di 166 bombe R400 e 25 missili Al Hussein (SCUD) armati con tossina botulinica, spore di antrace e aflatossine GUERRA BIOLOGICA: EXCURSUS STORICO (3) GUERRA BIOLOGICA: EXCURSUS STORICO (3)

6 7 Settembre 1978: nella metropolitana di Londra il rifugiato bulgaro Georgi Markov, scrittore e giornalista della BBC, viene ferito con una punta di ombrello modificata per iniettargli nel sottocutaneo una sferetta metallica contaminata con ricino-tossina. Muore dopo alcuni giorni 7 Settembre 1978: nella metropolitana di Londra il rifugiato bulgaro Georgi Markov, scrittore e giornalista della BBC, viene ferito con una punta di ombrello modificata per iniettargli nel sottocutaneo una sferetta metallica contaminata con ricino-tossina. Muore dopo alcuni giorni Settembre 1984: membri della setta religiosa Bhagwan Shree Rajneesh contaminano con Salmonella typhimurium i cibi di diversi ristoranti dell'Oregon. Ne scaturisce un epidemia con 751 casi di tossinfezione di cui 40 ospedalizzati Settembre 1984: membri della setta religiosa Bhagwan Shree Rajneesh contaminano con Salmonella typhimurium i cibi di diversi ristoranti dell'Oregon. Ne scaturisce un epidemia con 751 casi di tossinfezione di cui 40 ospedalizzati : la setta religiosa Aum Shinrikyo o della Verità Suprema, in almeno 10 occasioni, disperde senza successo aerosol di antrace e tossina botulinica su Tokyo : la setta religiosa Aum Shinrikyo o della Verità Suprema, in almeno 10 occasioni, disperde senza successo aerosol di antrace e tossina botulinica su Tokyo 21 marzo 1995: Aum Shinrikyo libera Sarin in una stazione della metropolitana di Tokyo causando la morte di 12 persone e lintossicazione di altre marzo 1995: Aum Shinrikyo libera Sarin in una stazione della metropolitana di Tokyo causando la morte di 12 persone e lintossicazione di altre 5000 STORIA CRONOLOGICA DEL BIOTERRORISMO (1) STORIA CRONOLOGICA DEL BIOTERRORISMO (1)

7 La setta Aum Shinrikyo libera Sarin nella metropolitana di Tokyo (1995) Center for Disease Control and Prevention (CDC)

8 18 Febbraio 1998: Larry Wayne Harris, microbiologo dell'Ohio collegato all'organizzazione estremistica Arian Nation, viene arrestato dalla polizia statunitense per aver minacciato di diffondere il bacillo del carbonchio nella città di Las Vegas 18 Febbraio 1998: Larry Wayne Harris, microbiologo dell'Ohio collegato all'organizzazione estremistica Arian Nation, viene arrestato dalla polizia statunitense per aver minacciato di diffondere il bacillo del carbonchio nella città di Las Vegas Autunno 2001: deliberata disseminazione di spore di antrace nel circuito postale degli Stati Uniti Autunno 2001: deliberata disseminazione di spore di antrace nel circuito postale degli Stati Uniti Al 31 dicembre 2001 sono stati registrati 22 casi di antrace Al 31 dicembre 2001 sono stati registrati 22 casi di antrace 11 casi da inalazione (5 deceduti) 11 casi da inalazione (5 deceduti) 11 casi cutanei (7 confermati e 4 sospetti ) 11 casi cutanei (7 confermati e 4 sospetti ) Le indagini hanno suggerito ununica fonte per queste disseminazioni intenzionali che sarebbero frutto del terrorismo interno e non di quello internazionale Le indagini hanno suggerito ununica fonte per queste disseminazioni intenzionali che sarebbero frutto del terrorismo interno e non di quello internazionale STORIA CRONOLOGICA DEL BIOTERRORISMO (2) STORIA CRONOLOGICA DEL BIOTERRORISMO (2)

9 Lettera contaminata da spore di antrace inviata a Tom Brokaw della NBC Federal Bureau of Investigation (FBI)

10 APPROCCIO EPIDEMIOLOGICO AD UN ATTACCO BIOTERRORISTICO APPROCCIO EPIDEMIOLOGICO AD UN ATTACCO BIOTERRORISTICO Confermare la presenza di un epidemia in corso mediante limpiego dei dati clinici e delle indagini laboratoristiche Confermare la presenza di un epidemia in corso mediante limpiego dei dati clinici e delle indagini laboratoristiche Definizione di caso di malattia per determinare con accuratezza il numero dei soggetti colpiti e il tasso dattacco Definizione di caso di malattia per determinare con accuratezza il numero dei soggetti colpiti e il tasso dattacco Confrontare il tasso riscontrato con quello verificatosi negli anni precedenti Confrontare il tasso riscontrato con quello verificatosi negli anni precedenti Valutazione dei contesti relativi a spazio, tempo e persone Valutazione dei contesti relativi a spazio, tempo e persone Elaborazione di una curva epidemica Elaborazione di una curva epidemica Curva epidemica dei casi fatali di antrace nellincidente di Sverdlosvk (1979) Science, 266: , 1994

11 POTENZIALI MEZZI DI DISPERSIONE Aerosolizzazione Aerosolizzazione Esplosivi Esplosivi Contaminazione delle Contaminazione delle riserve idriche (poco probabile) riserve idriche (poco probabile) Contaminazione delle Contaminazione delle derrate alimentari derrate alimentari Attacco chimico simulato in Korea del Nord; Attacco chimico simulato in Korea del Nord; metodi simili potrebbero essere utilizzati per rilasciare agenti biologici BMJ 2002; 324: 336-9

12 LIMITI DELLA MINACCIA BIOLOGICA Necessità di differenziare trapossibilità teorica di sferrare un attacco con armi di distruzione di massa e realtà operativa delle organizzazioni terroristiche Necessità di differenziare trapossibilità teorica di sferrare un attacco con armi di distruzione di massa e realtà operativa delle organizzazioni terroristiche Numerosi ostacoli operativi si frappongono alla effettiva creazione di quantitativi di armi in grado di provocare migliaia di vittime Numerosi ostacoli operativi si frappongono alla effettiva creazione di quantitativi di armi in grado di provocare migliaia di vittime åPericolosità insita nei processi di produzione åDifficoltà di reperire efficaci mezzi di dispersione degli agenti

13 PUNTI CHIAVE RELATIVI ALLANTRACE COME ARMA BIOLOGICA (1) Agente: B. anthracis, germe Gram positivo sporigeno. Le spore hanno un diametro di 1-1,5 micron e si prestano molto bene allaerosolizzazione Agente: B. anthracis, germe Gram positivo sporigeno. Le spore hanno un diametro di 1-1,5 micron e si prestano molto bene allaerosolizzazione Dose infettante (via inalatoria): probabilmente compresa tra e spore Dose infettante (via inalatoria): probabilmente compresa tra e spore Possibili mezzi di dispersione: 1) disseminazione ad opera di velivoli di grandi quantità di spore con formazione di aerosol; 2) impregnazione di materiali e oggetti di uso comune in forma di leggera polverina Possibili mezzi di dispersione: 1) disseminazione ad opera di velivoli di grandi quantità di spore con formazione di aerosol; 2) impregnazione di materiali e oggetti di uso comune in forma di leggera polverina Periodo di incubazione: generalmente 1-7 giorni, ma può essere anche di 60 giorni Periodo di incubazione: generalmente 1-7 giorni, ma può essere anche di 60 giorni

14 Contagiosità: il contagio interumano è ritenuto eccezionale Contagiosità: il contagio interumano è ritenuto eccezionale Isolamento: non necessario Isolamento: non necessario Presentazione clinica: Presentazione clinica: åForma cutanea: tipica progressione papula vescicola escara åForma inalatoria: breve periodo prodromico di tipo similinfluenzale seguito, in assenza di trattamento, dai segni di grave insufficienza respiratoria Letalità: <1% nei casi cutanei trattati; 46% nelle forme inalatorie trattate Letalità: <1% nei casi cutanei trattati; 46% nelle forme inalatorie trattate PUNTI CHIAVE RELATIVI ALLANTRACE COME ARMA BIOLOGICA (2)

15 Crescita in colonia di Bacillus anthracis con spore subterminali e centrali CDC: Crescita in colonia di Bacillus anthracis con spore subterminali e centrali CDC: Carbonchio cutaneoCDC: Antrace da inalazione

16 PROFILASSI POST-ESPOSIZIONE DELLANTRACE DA INALAZIONE Sulla base dei dati disponibili l Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) ha concluso che il trattamento antibiotico protratto per 60 giorni associato al vaccino (non disponibile in Italia) - 3 dosi al tempo 0, 3 e 4 settimane - costituiscono i più efficaci mezzi di profilassi post- esposizione Sulla base dei dati disponibili l Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) ha concluso che il trattamento antibiotico protratto per 60 giorni associato al vaccino (non disponibile in Italia) - 3 dosi al tempo 0, 3 e 4 settimane - costituiscono i più efficaci mezzi di profilassi post- esposizione Profilassi antibiotica post-esposizione ADULTI Ciprofloxacina 500 mg x 2 per os Ciprofloxacina 500 mg x 2 per os oppure oppure Doxiciclina 100 mg x 2 per os Doxiciclina 100 mg x 2 per os Durata: 60 giorni Durata: 60 giorni CDC: MMWR october 19, 2001 / 50(41);

17 GESTIONE DI MATERIALI POTENZIALMENTE CONTAMINATI DA SPORE DI ANTRACE Al rinvenimento di materiale sospetto telefonata telefonata a: 112 oppure 113 oppure 115 allerta Vigili del Fuoco Prelievo del materiale sospetto ASL Autoclave di laboratorio informa Trasporto del materiale autoclavato tramite corriere veloce Istituto Zooprofilattico Sperimentale Foggia risultati Ministero della Salute risultati

18 PUNTI CHIAVE RELATIVI A VARIOLA MAJOR COME ARMA BIOLOGICA (1) Agente: virus a DNA, genere Orthopoxvirus, famiglia Poxviridae Agente: virus a DNA, genere Orthopoxvirus, famiglia Poxviridae Dose infettante: virioni Dose infettante: virioni Probabili mezzi di dispersione: aerosolizzazione Probabili mezzi di dispersione: aerosolizzazione Periodo di incubazione: usualmente giorni (range 7-17 giorni) Periodo di incubazione: usualmente giorni (range 7-17 giorni) Contagiosità: dalla comparsa delle prime manifestazioni alla caduta di tutte le croste (massima contagiosità: dalla comparsa del rash per 7-10 giorni) Contagiosità: dalla comparsa delle prime manifestazioni alla caduta di tutte le croste (massima contagiosità: dalla comparsa del rash per 7-10 giorni) CDC: Variola virus

19 PUNTI CHIAVE RELATIVI A VARIOLA MAJOR COME ARMA BIOLOGICA (2) Presentazione clinica: fase prodromica similinfluenzale seguita dopo 2-3 giorni dal tipico esantema a distribuzione centrifuga Presentazione clinica: fase prodromica similinfluenzale seguita dopo 2-3 giorni dal tipico esantema a distribuzione centrifuga Letalità: 30% nelle popolazioni non vaccinate Letalità: 30% nelle popolazioni non vaccinate Isolamento: in strutture dotate di pressione negativa Isolamento: in strutture dotate di pressione negativa CDC: Variola major

20 VACCINAZIONE ANTIVAIOLOSA Dopo l'11 settembre 2001 il governo statunitense si è allertato contro il rischio di un attacco bioterroristico e ha quindi cominciato a produrre nuove dosi di vaccino per essere in grado di immunizzare la popolazione americana nel caso di una nuova epidemia di vaiolo Dopo l'11 settembre 2001 il governo statunitense si è allertato contro il rischio di un attacco bioterroristico e ha quindi cominciato a produrre nuove dosi di vaccino per essere in grado di immunizzare la popolazione americana nel caso di una nuova epidemia di vaiolo Nel settembre 2000 i CDC di Atlanta hanno siglato un accordo con la Oravax (Cambridge, USA) per la produzione di un nuovo vaccino antivaioloso, sempre costituito da virus vaccino vivo, ma prodotto su colture cellulari con le più moderne tecniche Nel settembre 2000 i CDC di Atlanta hanno siglato un accordo con la Oravax (Cambridge, USA) per la produzione di un nuovo vaccino antivaioloso, sempre costituito da virus vaccino vivo, ma prodotto su colture cellulari con le più moderne tecniche WHO smallpox vaccine vials

21 COMPLICANZE DELLA VACCINAZIONE ANTIVAIOLOSA Eczema vaccinatum (5,2 /milione) Eczema vaccinatum (5,2 /milione) Vaccinosi generalizzata (10,2/milione) Vaccinosi generalizzata (10,2/milione) Vaccinosi progressiva o gangrenosa (0,8/milione) letalità: 36,3% Vaccinosi progressiva o gangrenosa (0,8/milione) letalità: 36,3% Encefalite post-vaccinale (1,1/milione) letalità: 25% Encefalite post-vaccinale (1,1/milione) letalità: 25% WHO Eczema vaccinatum WHO Vaccinia necrosum Vaccinazione primaria 1 decesso/milione Rivaccinazione 1 decesso/4 milioni 1 decesso/4 milioni

22 VARIOLA MAJOR COME ARMA BIOLOGICA: MODELLI MATEMATICI PER UN POLITICA VACCINALE Bozzette S.A. NEJM, 2002

23 VARIOLA MAJOR COME ARMA BIOLOGICA: POLITICHE VACCINALI (1) Bozzette S.A. NEJM, Se i servizi di Intelligence valutano molto probabile un attacco occorrerebbe vaccinare gli operatori di sanità pubblica, i più esposti al contagio nella situazione di emergenza, la maggiore fonte di rischio dopo lemergenza Bozzette S.A. NEJM, Se i servizi di Intelligence valutano molto probabile un attacco occorrerebbe vaccinare gli operatori di sanità pubblica, i più esposti al contagio nella situazione di emergenza, la maggiore fonte di rischio dopo lemergenza Amministrazione Bush. Nel dicembre 2002 dava inizio ad un piano di vaccinazione della popolazione che prevedeva limmunizzazione di militari e di lavoratori nel settore sanitario Amministrazione Bush. Nel dicembre 2002 dava inizio ad un piano di vaccinazione della popolazione che prevedeva limmunizzazione di militari e di lavoratori nel settore sanitario Taskforce della Commissione Europea sul Bioterrorismo: nulla giustifica ladesione alla decisione USA Taskforce della Commissione Europea sul Bioterrorismo: nulla giustifica ladesione alla decisione USA

24 VARIOLA MAJOR COME ARMA BIOLOGICA: POLITICHE VACCINALI (2) Sepkowitz K. NEJM, Sepkowitz K. NEJM, åDescritti 112 casi di complicazioni derivanti dalla trasmissione del virus vaccinico durante il Ventesimo secolo (12 decessi) åLa maggior parte di questi casi di trasmissione si è verificata in ambiente ospedaliero åSe gli operatori sanitari devono essere vaccinati, appare essenziale, predisporre le adeguateprecauzioni per prevenire la trasmissione del virus vaccinico ai pazienti åSe gli operatori sanitari devono essere vaccinati, appare essenziale, predisporre le adeguate precauzioni per prevenire la trasmissione del virus vaccinico ai pazienti Posizione dellItalia. In occasione del I Simposio Italia-USA sul bioterrorismo il Ministro Sirchia ha annunciato l'acquisto da parte dell'Italia di 5 milioni di dosi del nuovo tipo di vaccino contro il vaiolo, che vanno ad aggiungersi alle 5 milioni di dosi già stoccate Posizione dellItalia. In occasione del I Simposio Italia-USA sul bioterrorismo il Ministro Sirchia ha annunciato l'acquisto da parte dell'Italia di 5 milioni di dosi del nuovo tipo di vaccino contro il vaiolo, che vanno ad aggiungersi alle 5 milioni di dosi già stoccate

25 IMPLICAZIONI PER L'EUROPA Ruolo del sistema sanitario nella sorveglianza e risposta a disseminazioni deliberate non rivendicate Ruolo del sistema sanitario nella sorveglianza e risposta a disseminazioni deliberate non rivendicate Sorveglianza delle sindromi cliniche Sorveglianza delle sindromi cliniche Alta qualità dei test di laboratorio Alta qualità dei test di laboratorio Sistema epidemiologico Sistema epidemiologico Supporto epidemiologico Supporto epidemiologico Risposta di sanità pubblica pianificata e multisettoriale Risposta di sanità pubblica pianificata e multisettoriale Risposta pluridisciplinare alle minacce sotto la responsabilità dei servizi di polizia e di sicurezza Risposta pluridisciplinare alle minacce sotto la responsabilità dei servizi di polizia e di sicurezza

26 CONCLUSIONI Luso di agenti biologici per fini terroristici è un evento poco probabile ma con conseguenze potenzialmente devastanti Luso di agenti biologici per fini terroristici è un evento poco probabile ma con conseguenze potenzialmente devastanti Dallautunno 2001 la disseminazione deliberata di agenti biologici è diventata una realtà Dallautunno 2001 la disseminazione deliberata di agenti biologici è diventata una realtà Lesperienza degli Stati Uniti offre unopportunità ai paesi europei, in collaborazione con la Commissione Europea, di lavorare attivamente al miglioramento dei piani di lotta contro il bioterrorismo e, in particolare contro le disseminazioni non rivendicate nei confronti delle quali i servizi sanitari hanno un ruolo cruciale Lesperienza degli Stati Uniti offre unopportunità ai paesi europei, in collaborazione con la Commissione Europea, di lavorare attivamente al miglioramento dei piani di lotta contro il bioterrorismo e, in particolare contro le disseminazioni non rivendicate nei confronti delle quali i servizi sanitari hanno un ruolo cruciale Le autorità sanitarie nazionali e locali devono essere preparate a gestire innanzitutto uninformazione corretta e rassicurante ai cittadini e certamente anche uneventuale emergenza che, nel nostro Paese, tutti ci auguriamo resti soltanto teorica Le autorità sanitarie nazionali e locali devono essere preparate a gestire innanzitutto uninformazione corretta e rassicurante ai cittadini e certamente anche uneventuale emergenza che, nel nostro Paese, tutti ci auguriamo resti soltanto teorica


Scaricare ppt "BIOTERRORISMO: MICRORGANISMI PATOGENI COME ARMI BIOLOGICHE Specializzando Dott. Augusto LIVERANI UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI-PESCARA SCUOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google