La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Programmazione, gestione e valutazione dei Centri Ambulatoriali di Riabilitazione Specializzanda Dott.ssa Daniela MATARRESE UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Programmazione, gestione e valutazione dei Centri Ambulatoriali di Riabilitazione Specializzanda Dott.ssa Daniela MATARRESE UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO."— Transcript della presentazione:

1 Programmazione, gestione e valutazione dei Centri Ambulatoriali di Riabilitazione Specializzanda Dott.ssa Daniela MATARRESE UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA Direttore: Prof. Ferdinando Romano Relatore Prof. Ferdinando ROMANO Correlatore Prof. Pierluigi COSENZA Anno Accademico 2002/2003

2 Premessa La riabilitazione insieme alla prevenzione, alla diagnosi ed alla cura rappresenta una delle quattro tipologie di intervento nelle quali si articola lattività di assistenza sanitaria. Le attività sanitarie di riabilitazione sono costituite da interventi valutativi, diagnostico-terapeutici e altre procedure finalizzate a portare il soggetto affetto da menomazioni al recupero della autonomia nelle principali attività della vita quotidiana.

3 Riabilitazione estensiva e.o Intervento riabilitativo assistenziale Intervento residenziale, Semir., ambulatoriale, domiciliare e.o Riabilitazione estensiva Ricovero ospedaliero riabilitativo Riabilitazione intensiva e.o. Intervento riabilitativo Reparto di riabilitazione Intervento residenziale, diurno, ambulatoriale, domiciliare e.o Riabilitazione intensiva Fonte: Toscana, DCR 14/4/1999 n.40 Fasi della riabilitazione TERRITORIO Ricovero ospedaliero acuto Intervento clinico Reparto per acuti Acuzie OSPEDALE

4 STRUTTURE SANITARIE Riabilitazione Estensiva Strutture ambulatoriali di Medicina Fisica e Riabilitazione Strutture ospedaliere di lungodegenza post-acuzie Presidi di riabilitazione extraospedaliera a ciclo diurno e/o continuativo CENTRI AMBULATORIALI DI RIABILITAZIONE Presidi di Alta Specialità Riabilitativa: Unità Spinali Unità gravi Cerebrolesioni Unità Disabilità Età Evolutiva Unità Riabilitazione turbe Nps Strutture ospedaliere di Medicina Fisica e Riabilitazione Presidi di riabilitazione extraospedaliera a ciclo diurno e/o continuativo Riabilitazione Intensiva

5 Introduzione Il gruppo SAN STEF.A.R s.r.l. si propone di garantire la completa soddisfazione dei bisogni dellutenza, nel rispetto delle risorse disponibili. La Sezione di Epidemiologia e Sanità Pubblica dellUniversità di Chieti ha provveduto a strutturare un sistema che porti al miglioramento continuo delle qualità nelle strutture esaminate.

6 Il Gruppo SAN STEF.A.R. s.r.l. Struttura 3 Presidi e 19 Centri Ambulatoriali di Riabilitazione CollocazioneAbruzzo e Molise Prestazioni Pazienti9.876 Dipendenti/Consulenti 425/123 AttivitàPrestazioni ambulatoriali di gruppo ed individuali, domiciliari ed extramurali

7 Prestazioni 2002 Centri SAN. STEF. A. R. s.r.l.

8 Il Gruppo SAN STEF.A.R. s.r.l. 2

9 Punti di criticità del sistema Esistenza di accordi contrattuali con le ASL Esistenza di un sistema di remunerazione fisso Volume di prestazioni Tipologia di prestazioni Modalità di pagamento VINCOLI DISINCENTIVO ALLA QUALITA

10 Sistema di tariffazione Tipologia prestazione AbruzzoMoliseFriuli-Venezia Giulia Ambulatoriale di gruppo 13,28 12,7713,01 Ambulatoriale individuale 37,7436,2536,93 Domiciliare 48,6746,66N.R. Extramurale individuale 37,7436,2536,93 Tariffe regionali

11 Stakeholders Utenti/Clienti; Politici della Comunità e della Regione; Direttori Generali e Top Management delle ASL; Organizzazioni Sindacali.

12 SODDISFAZIONE UTENZA Obiettivi MIGLIORAMENTO CONTINUO DELLA QUALITA RIDUZIONE COSTI CRESCITA PRODUTTIVITA

13 Obiettivi (2) Migliorare il livello di efficienza delle strutture Promuovere lefficacia del processo assistenziale Implementare luso di linee-guida/protocolli e laudit medico Valutare la customer satisfaction Creare un sistema informativo interaziendale e individuare il benchmarker

14 Metodi Setting 19 Centri Ambulatoriali di Riabilitazione Durata dello studio Triennale ( ) Strumenti utilizzati Total Quality Benchmarking Customer satisfaction

15 Total Quality Il TQ è una teoria economica incentrata su: ruolo decisivo e attivo del cliente esterno nuovi rapporti tra i membri interni dellorganizzazione miglioramento continuo della qualità del processo organizzativo

16 Total Quality (2) CICLO A FEED- BACK Plan Do Chec k Action Valutazione dei risultati sistema standard di riferimento

17 Sistema di Indicatori Indicatori di QUALITAIndicatori di PERFORMANCE MACRO-AREE Indicatori di primo livello 47 Indicatori di secondo livello 27 Indicatori

18 INDICATORI DI QUALITA STRUTTURALIORGANIZZATIVIASSISTENZIALI Caratteristiche strutturali: 0-14 Adeguatezza: 0-8 Fruibilità: 0-8 Adeguatezza: 0-19 Miglioramento: 0-11 Rispetto ospite: 0-15 Valutazione ospite: 0-25 Valore MACRO-AREE

19 INDICATORI DI QUALITA STRUTTURALI Caratteristiche strutturali: 0-14 Indicatore di 2°livello : Mq locale ambulatorio Macro-area Indicatore di 1°livello Standard: 200 mq per centro ambulatoriale di riabilitazione Peso: 2

20 INDICATORI DI PERFORMANCE DOMANDA ACCESSIBILITA RISORSE ATTIVITA RISULTATO 6 INDICATORI10 INDICATORI11 INDICATORI N. Medio annuo di assistiti per struttura Costo totale del personale/numero totale di prestazioni effettuate Tempo medio di attesa per linserimento nella struttura

21 Articolazione del progetto Sviluppo Integrazione coinvolgimento totale livello organizzativo-progettuale livello conoscitivo validazione sistema indicatori livello operativo livello formativo Progettazione pianificazione

22 Conclusioni Sarebbe auspicabile che le strutture sanitarie pubbliche e private adottassero analoghi sistemi per garantire ai cittadini/utenti la qualità totale nel rispetto dei principi di economicità e per favorire la crescita sostanziale del settore. La capacità di misurare e valutare le attività prodotte e i risultati ottenuti permetterà di governare e migliorare il sistema complesso dei Centri Ambulatoriali di Riabilitazione.


Scaricare ppt "Programmazione, gestione e valutazione dei Centri Ambulatoriali di Riabilitazione Specializzanda Dott.ssa Daniela MATARRESE UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO."

Presentazioni simili


Annunci Google