La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I NUOVI OBIETTIVI TERAPEUTICI ALLO STUDIO CON STATINE LINEE GUIDE E PRATICA CLINICA FIRENZE 15/03/2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I NUOVI OBIETTIVI TERAPEUTICI ALLO STUDIO CON STATINE LINEE GUIDE E PRATICA CLINICA FIRENZE 15/03/2008."— Transcript della presentazione:

1 I NUOVI OBIETTIVI TERAPEUTICI ALLO STUDIO CON STATINE LINEE GUIDE E PRATICA CLINICA FIRENZE 15/03/2008

2 PROGETTO DIABETE ASL FIRENZE – COOPERATIVE MMG ASL FIRENZE – COOPERATIVE MMG GEA scrl MMG 82 GEA scrl MMG 82 UTENTI UTENTI

3 Caratteristiche del Progetto Diabete tipo 2 Diabete tipo 2 Indicatori anagrafici: cognome e nome, età, sesso. Indicatori anagrafici: cognome e nome, età, sesso. Indicatori clinici: visita clinica, pa, bmi, es. neurologico, esame podologico, fumo, automisurazione glicemia,creatininemia, microalbuminuria, colesterolo tot- ldl – hdl, trigliceridi, elettroliti sierici, fibrinogeno. Indicatori clinici: visita clinica, pa, bmi, es. neurologico, esame podologico, fumo, automisurazione glicemia,creatininemia, microalbuminuria, colesterolo tot- ldl – hdl, trigliceridi, elettroliti sierici, fibrinogeno. Indicatori strumentali: IW, ECG, FONDO OCULARE. Indicatori strumentali: IW, ECG, FONDO OCULARE.

4 INTEGRAZIONI AL PROGETTO TIPO DI DIABETE TIPO DI DIABETE CLEARANCE CREATININEMIA CLEARANCE CREATININEMIA ABITUDINI DI VITA:dieta ipocalorica, attività fisica. ABITUDINI DI VITA:dieta ipocalorica, attività fisica. TERAPIE: antipertensiva, ipolipemizzante, antiaggregante, ado, insulina. TERAPIE: antipertensiva, ipolipemizzante, antiaggregante, ado, insulina. EVENTI CARDIOVASCOLARI EVENTI CARDIOVASCOLARI MORTALITA CARDIOVASCOLARE E NON MORTALITA CARDIOVASCOLARE E NON

5 PROGETTO DIABETE Gruppo Medici GEA scrl Gruppo Medici GEA scrl Utenza: assistiti Utenza: assistiti Soggetti diabetici: 723 6,12% Soggetti diabetici: 723 6,12% Diabete tipo 1: 79 11% Diabete tipo 1: 79 11% Diabete tipo 2: % Diabete tipo 2: %

6 L esperienza sul campo Diabetici tipo 2: 644 Diabetici tipo 2: 644 Maschi Età media: 67 aa Maschi Età media: 67 aa Femmine Età media: 71 aa Femmine Età media: 71 aa Età media complessiva: 69,54 Età media complessiva: 69,54

7 CARATTERISTICHE DEI PAZIENTI BMI medio: 27,23 FUMO: 14% PA media dei valori: 137,70/80,12 Colesterolo ldl <100 31%

8 TERAPIA ANTIIPERTENSIVA: 75% ANTIIPERTENSIVA: 75% IPOLIPEMIZZANTE (STATINE): 47% IPOLIPEMIZZANTE (STATINE): 47% TERAPIA ANTIAGGREGANTE: 50,30% TERAPIA ANTIAGGREGANTE: 50,30%

9 CONTROLLO GLICEMICO HbA1C: HbA1C:< 7 51 % HbA1C: 7,1 – 8 34 % HbA1C:> 8 15 %

10 PATOLOGIA D ORGANO EVENTI CARDIOVASCOLARI: EVENTI CARDIOVASCOLARI: (IMA,ANGINA,RIVASCOLARIZZAZIONE CORONARICA,TIA,ICTUS,STENOSI CAROTIDEA >70%,SCOMPENSO CARDIACO,AOC ARTI INFERIORI) (IMA,ANGINA,RIVASCOLARIZZAZIONE CORONARICA,TIA,ICTUS,STENOSI CAROTIDEA >70%,SCOMPENSO CARDIACO,AOC ARTI INFERIORI) IRC (creatininemia >1,3 in M;>1,2 in F) IRC (creatininemia >1,3 in M;>1,2 in F) 29% 29%

11 COLESTEROLO LDL <70 mg/dL NUOVO TARGET TERAPEUTICO PAZIENTI AD ALTISSIMO RISCHIO (>>20%/10 ANNI) SCA SCA IMA + una patologia RE * IMA + una patologia RE * IMA + Bypass o PTCA IMA + Bypass o PTCA * RE (rischio equivalente): Ictus,Tia, Aoc arti inferiori, Diabete, Aneurisma aorta addominale, Ir (?)

12 EXITUS (stima) MORTALITA C.V. 4,12%/anno MORTALITA C.V. 4,12%/anno MORTALITA non C.V. 4,05%/anno MORTALITA non C.V. 4,05%/anno

13 RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Conoscenza Conoscenza Competenza Competenza Efficacia Efficacia Responsabilità Responsabilità

14 CONCLUSIONI APPROCCIO AGGRESSIVO O CAUTO ? APPROCCIO AGGRESSIVO O CAUTO ? E verosimile che per i MMG e in parte per i pazienti una concordanza di efficacia dei grandi trials e metanalisi supporti un approccio più spinto nel raggiungere i targets terapeutici. Al contrario i risultati non significativi tendono a ridimensionare l intensità della terapia. Studio Corona docet ? E verosimile che per i MMG e in parte per i pazienti una concordanza di efficacia dei grandi trials e metanalisi supporti un approccio più spinto nel raggiungere i targets terapeutici. Al contrario i risultati non significativi tendono a ridimensionare l intensità della terapia. Studio Corona docet ?


Scaricare ppt "I NUOVI OBIETTIVI TERAPEUTICI ALLO STUDIO CON STATINE LINEE GUIDE E PRATICA CLINICA FIRENZE 15/03/2008."

Presentazioni simili


Annunci Google