La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Medicina Generale e il grande anziano diabetico: Osservare per conoscere (OpC) ROVIGO 28/1/2005 www.osservareperconoscere.it Dip.to Programmazione Socio-Sanitaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Medicina Generale e il grande anziano diabetico: Osservare per conoscere (OpC) ROVIGO 28/1/2005 www.osservareperconoscere.it Dip.to Programmazione Socio-Sanitaria."— Transcript della presentazione:

1 La Medicina Generale e il grande anziano diabetico: Osservare per conoscere (OpC) ROVIGO 28/1/2005 Dip.to Programmazione Socio-Sanitaria Medici di Medicina Generale del Veneto ULSS 6, 7, 8, 14, 20

2 Approccio multidimensionale al diabete Validazione epidemiologica Comorbidità/disabilità associata Mortalità Capacità di autogestione Studio di sopravvivenza

3 Approccio multidimensionale – Il questionario -

4 Approccio multidimensionale – Il questionario - } }

5 Area socio-demografica N° 30 variabili Stato funzionale N° 9 variabili Area sanitaria N° 66 variabili Area esplorataN° variabili Socio anagrafica 16 Familiare 6 Abitativa 3 Accesso Servizi 5 Stato funzionale 9 Pregr. Ospedalizz. 1 Cond Particolari 12 Malattie 18 Neoplasie 14 Farmaci 17 ADI-OD 3 Vaccino 1 Totale 105 Approccio multidimensionale – Il questionario -

6 Follow-up clinico Follow-up assistenziale Esami di laboratorio Follow-up attivo Occhio clinico Follow-up informatico Approccio multidimensionale - Il follow-up -

7 Area socio-assistenziale N° 20 variabili Stato funzionale N° 14 variabili Area sanitaria N° 43 variabili Studio Longitudinale Aggancio allanagrafe I flussi informativi correnti Mortalità Stato in vita Ospedalizzazioni Anagrafe Assistiti Costi Valutazione Prospettica Invalidità civile Approccio multidimensionale – Il record linkage - Resa del linkage 90%

8 n % su pop. Anziani ultra 75enni residenti a domicilio nel Veneto352,473 Indagine trasversale OpC (2,753/3,546 MMG) 72, % Indagine longitudinale OpC (ULSS ) 11, % Approccio multidimensionale - Popolazioni in studio -

9 Studio longitudinale 1,447 diabetici 4 anni di follow-up Studio trasversale 9,206 diabetici Approccio multidimensionale - Diabetici in studio -

10 * glicemia a digiuno >140 mg/dL o terapia antidiabetica Validazione epidemiologica - - studio trasversale OpC vs. ILSA-CNR* -

11 % di decessi per patologie correlate al diabete (IMA, ictus, morte improvvisa, arteriopatia periferica, insufficienza renale) Tight blood pressure control and risk of macrovascular and microvascular complications in type 2 diabetes: UKPDS 38 BMJ 1998;317: ( 12 September ) Comorbidità associata al diabete UKPDS Diabetici di tipo 2 ipertesi (età media 56 anni)

12 Comorbidità associata al diabete - studio trasversale OpC -

13 Card. ischemica associata al diabete - studio trasversale OpC - * <.05 ** <.01 test per trend

14 Accidenti CVS associati al diabete - studio trasversale OpC -

15 Scompenso cardiaco associato al diabete - studio trasversale OpC -

16 Disabilità associata al diabete - studio trasversale OpC -

17 Mortalità in diabetici e non diabetici - (studio longitudinale OpC) -

18 CL Morgan, CJ Currie and JR Peters. Relationship between diabetes and mortality: a population study using record linkage. Diabetes Care, 2000; 23 (8):

19 Mortalità in diabetici e non diabetici - (studio longitudinale OpC) - Per Michele: manca scompenso

20 Comorbidità e mortalità nel grande anziano diabetico - (studio trasversale e longitudinale OpC) - Il grande anziano – in particolare il maschio - è un sopravvissuto al diabete. I soggetti a rischio più alto sono già deceduti nelle classi di età precedenti, o non sopravvivono a eventi cardiovascolari insorti a questa età.

21 Capacità di autogestione - (studio trasversale OpC) -

22 Capacità di autogestione della terapia e attivazione della rete delle cure primarie Capacità di autogestione della terapia e attivazione della rete di supporto familiare Capacità di autogest. e rete di supporto - (studio trasversale OpC) -

23 Capacità di autogestione nei diabetici - (studio trasversale OpC) -

24 Rete familiare e assistenziale di supporto al paziente diabetico - (studio trasversale OpC) - La famiglia ha sempre più difficoltà nellassicurare unadeguata rete di supporto ad anziani gravosi come i diabetici Secondo il MMG il 22.4% dei grandi anziani non ha la presenza di un familiare in grado di assicurare le cure Si può fare lADI se cè una famiglia che supporta lADI

25 Donna diabetica di 85 anni, confusa. Mantiene un buon compenso metabolico con la somministrazione insulinica effettuata ogni giorno dal figlio al rientro dal lavoro. Uomo diabetico di 75 anni, con ulcere trofiche al piede destro. La badante non è in grado di assicurare la compliance dieteica e terapeutica e di effettuare le medicazioni; lADI ha completato il ciclo di educazione terapeutica. Viene ospitata in Casa di Riposo Rete familiare e assistenziale di supporto al paziente diabetico - (2 esempi da Patrizia Bernardi) -

26 Sesso Maschile Classe detàGradiente di rischio Compenso metabolicoTrattamento con insulina Comorbidità diabeticaCardiopatia ischemica Acc. Cerebrovascolare Ulcere trofiche Piaghe da decubito Insufficienza renale in dialisi Ipertensione arteriosa ComorbiditàIndice di Charlson Disabilità Disabilità motoria (grave e moderata) Disabilità cognitiva (grave e moderata) Disabilità visiva (grave e moderata) Status socio-culturaleTitolo di studio Assistenza familiareConiugato (Rientro nella famiglia dei) figli Assistenza domiciliare Accesso del MMG/IP/servizi sociali Studio di sopravvivenza - (studio longitudinale OpC su 1,447 diabetici) -

27 HR (CI 95%) Maschi 1.24 ( ) anni1.58 ( ) anni2.49 ( ) >=90 anni3.60 ( )

28 Studio di sopravvivenza - (studio longitudinale OpC su 1,447 diabetici) -

29 La presenza a domicilio del MMG denota una gravità/gravosità residua

30 Mortalità vantaggi + rilevante per i clinici Assistenza vantaggi + rilevante per il politico ospedaliera/ costi Disabilità vantaggi + rilevante per lanziano non necessariamente coincide con outcome di mortalità o costo Quale sguardo adottare?

31 Conclusioni Il grande anziano è un sopravvissuto al diabete; nei maschi al di sopra degli 85 anni non cè un rischio aggiuntivo di morte I cambiamenti demografici e sociali nella struttura della famiglia mettono in crisi il modello assistenziale dellADI Nellottica del MMG il sesso, letà, la comorbidità e la valutazione funzionale sono più predittive rispetto alla valutazione clinica diabetologica E necessario consolidare unalleanza territoriale per lassistenza domiciliare dei pazienti (con diabete), finalizzata al mantenimento di un livello di vita indipendente

32

33 Anziani ultra75enni Veneto 2000 (ISTAT) 352,473 (7.8% del totale della popolazione) MASCHI FEMMINE anni 65, , anni 26,494 53, anni 19,625 49,821 >=90 anni 5,824 22, anni 55.7% 46.5% anni 22.6% 22.7% anni 16.7% 21.2% >=90 anni 5.0% 9.6% VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE E FOLLOW-UP DEGLI ANZIANI ULTRA75ENNI

34 Osservare x Conoscere (n° 71,406 schede) 20.3% dei residenti a domicilio Classi di età MASCHI FEMMINE ,250 21, ,148 11, ,399 9,846 >=90 1,250 4, % 45.8% % 24.2% % 21.3% >=90 5.0%8.8% Chi2(7 d.f.) = Pr <.001 Osservare x Conoscere (n° 11,722 schede) 3.3% dei residenti a domicilio Classi di età MASCHI FEMMINE ,039 3, ,039 1, ,711 >= % 43.7% % 24.7% % 22.4% >=90 5.3%9.2% Chi2(7 d.f.) = 87.3 Pr <.001 Studio trasversale 2,753/3,546 MMG Studio longitudinale ULSS


Scaricare ppt "La Medicina Generale e il grande anziano diabetico: Osservare per conoscere (OpC) ROVIGO 28/1/2005 www.osservareperconoscere.it Dip.to Programmazione Socio-Sanitaria."

Presentazioni simili


Annunci Google