La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dalla prevenzione alla riabilitazione delle malattie cardiovascolari Caserta 19 Settembre 2005 I fattori di rischio: dal singolo fattore al concetto di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dalla prevenzione alla riabilitazione delle malattie cardiovascolari Caserta 19 Settembre 2005 I fattori di rischio: dal singolo fattore al concetto di."— Transcript della presentazione:

1 dalla prevenzione alla riabilitazione delle malattie cardiovascolari Caserta 19 Settembre 2005 I fattori di rischio: dal singolo fattore al concetto di rischio globale Attività Fisica & Fumo Piero Clavario – Arenzano (Genova)

2 I Fattori di rischio cardiovascolare maggiori Età Sesso Familiarità per CAD Ipercolesterolemia TOT o ipercolesterolemia LDL Bassi valori colesterolo HDL Ipertensione Fumo di tabacco Sedentarietà Diabete Obesità

3 Gli STILI DI VITA

4 il CAMBIAMENTO dello STILE di VITA

5 Diversa attitudine del terapeuta Diversa attitudine del paziente La MOTIVAZIONE al CAMBIAMENTO

6 Ia COMUNICAZIONE sanitario / paziente

7 Ia COMUNICAZIONE sanitario / paziente Il TEAM

8 Ia COMUNICAZIONE sanitario / paziente Il TEAM il COUNSELLING

9 Ia COMUNICAZIONE sanitario / paziente Il TEAM il COUNSELLING Il SUPPORTO FAMILIARE

10 Ia COMUNICAZIONE sanitario / paziente Il TEAM il COUNSELLING Il SUPPORTO FAMILIARE iI FOLLOW-UP

11 Ia COMUNICAZIONE sanitario / paziente Il TEAM il COUNSELLING Il SUPPORTO FAMILIARE iI FOLLOW-UP il PROGRAMMA STRUTTURATO

12 ESERCIZIO FISICO

13 Trattare la prescrizione dellesercizio fisico come la prescrizione di qualunque altra terapia Diversa attitudine del terapeuta

14 Quale esercizio per quale paziente ?

15 Quali Obiettivi?

16 Riduzione del rischio cardiovascolare in prevenzione primaria ? Riduzione del rischio cardiovascolare in prevenzione secondaria ? Recupero autonomie ? Controllo del peso corporeo

17 La valutazione della capacità funzionale

18 Come è andata la prova da sforzo ?

19 Bene, ha fatto 100 watt !

20 Si ma quanto gli sono costati quei 100 watt ? n° METs

21 WATT Kg METs

22 DLA 8,6 METs = 30,1 mlO2Kgmin 4,3 METs = 15 mlO2Kgmin

23

24

25

26 Marzo 1999 = 80 test cpx per anno

27 Marzo 2005 = 80 test al mese

28 Soglia Ventilatoria Il livello di esercizio fisico oltre il quale la produzione di energia avviene in modo significativo anche attraverso meccanismi ANAEROBI.

29 E adesso che abbiamo la soglia che ce ne facciamo?

30 O2O2 CO 2 AT1 AT2 AEROBICO MISTO ANAEROBICO Training: Meccanismo energetico prevalente Zona 1Zona 2Zona 3

31 Prescrizione del programma di Training % Zone 1, 2 e 3 differenziato 5 in H - 4 casa Variaz AT e VO2 Intensità Durata N° sedute Progressione carichi

32 Periodo di 4 – 8 settimane Visita di controllo per valutazione raggiungimento obiettivi Eventuale rivalutazione della Capacità Funzionale

33 Risultato = CONTINUANO

34 Il FUMO di TABACCO

35 Il 70-80% di quelli che diventeranno nostri pazienti sono fumatori

36 Il 50% dei fumatori che hanno un evento cardiovascolare ricominciano a fumare entro 6 mesi

37 Il 70-80% di quelli che diventeranno nostri pazienti sono fumatori Il 50% dei fumatori che hanno un evento cardiovascolare ricominciano a fumare entro 6 mesi chi smette di fumare dopo un evento cardiovascolare riduce il rischio di nuovi eventi del 50%

38 Uno stile di vita……??????

39 OMS : Il fumo di tabacco è una tossicodipendenza

40

41 4,5% 22% N2N2 O2O2 Fumo 7% H2OH2O CO CO 2 GAS com Nitrili Aldeidi Chetoni Idrocarburi Nicotina 6% Particolato Alcalodi 3.5% Altro C. organici TOSSICODIPENDENZA DA COSA ?

42 Modello sperimentale di autosomministrazione di sostanze che causano addiction

43 DOPAMINA Nucleo ACCUMBENS Area TEGMENTALE VENTRALE NICOTINA Corteccia FRONTALE AMIGDALA IPPOCAMPOIPPOCAMPO Talamo

44 DOPAMINA Nucleo ACCUMBENS Area TEGMENTALE VENTRALE NICOTINA Locus Coeruleus CORTECCIA NORADRENALINA Corteccia FRONTALE AMIGDALA IPPOCAMPOIPPOCAMPO Talamo

45 DOPAMINA Nucleo ACCUMBENS Area TEGMENTALE VENTRALE NICOTINA Locus Coeruleus CORTECCIA NORADRENALINA Nucleo Del RAFE SEROTONINA Corteccia FRONTALE AMIGDALA IPPOCAMPOIPPOCAMPO Talamo

46 DOPAMINA Nucleo ACCUMBENS Area TEGMENTALE VENTRALE NICOTINA Locus Coeruleus CORTECCIA NORADRENALINA Nucleo Del RAFE SEROTONINA Corteccia FRONTALE AMIGDALA IPPOCAMPOIPPOCAMPO Talamo Oppioidi

47 DOPAMINA Nucleo ACCUMBENS Area TEGMENTALE VENTRALE NICOTINA Locus Coeruleus CORTECCIA NORADRENALINA Nucleo Del RAFE SEROTONINA Corteccia FRONTALE AMIGDALA IPPOCAMPOIPPOCAMPO Talamo Cannabinoidi Oppioidi rimonabant

48 NICOTINA NORnicotina COTININA

49 NICOTINA NORnicotina COTININA ANABASINA ANATABINA MIOSMINA NICOTIRINA

50 NICOTINA NORnicotina COTININA ANABASINA ANATABINA MIOSMINA NICOTIRINA BETA CARBOLINE

51 NICOTINA NORnicotina COTININA ANABASINA ANATABINA MIOSMINA NICOTIRINA BETA CARBOLINE

52 Un programma di intervento UNA STRUTTURA DEDICATA PER CONDURLO

53 Il programma del CENTRO ANTITABACCO

54 VALUTAZIONE Iniziale INDIVIDUALE Il programma del CENTRO ANTITABACCO

55 VALUTAZIONE Iniziale INDIVIDUALE Il programma del CENTRO ANTITABACCO Inserimento in un GRUPPO (15-20 PZ)

56 VALUTAZIONE Iniziale INDIVIDUALE Il programma del CENTRO ANTITABACCO Inserimento in un GRUPPO (15-20 PZ) settimane di preparazione

57 VALUTAZIONE Iniziale INDIVIDUALE Il programma del CENTRO ANTITABACCO Inserimento in un GRUPPO (15-20 PZ) settimane di preparazione

58 VALUTAZIONE Iniziale INDIVIDUALE Il programma del CENTRO ANTITABACCO Inserimento in un GRUPPO (15-20 PZ) settimane di preparazione 8 settimane di trattamento

59 FOLLOW UP

60 Colloqui individuali con lo PSICOLOGO 3 mesi6 mesi12 mesi

61 Le COMPONENTI della TERAPIA

62 Lintervento COGNITIVO/COMPORTAMENTALE Le COMPONENTI della TERAPIA

63 Lintervento COGNITIVO/COMPORTAMENTALE La terapia SOSTITUTIVA NICOTINICA Le COMPONENTI della TERAPIA

64 Lintervento COGNITIVO/COMPORTAMENTALE La terapia SOSTITUTIVA NICOTINICA La terapia PSICOFARMACOLOGICA non NICOTINICA Le COMPONENTI della TERAPIA

65 Lintervento COGNITIVO/COMPORTAMENTALE La terapia SOSTITUTIVA NICOTINICA La terapia PSICOFARMACOLOGICA non NICOTINICA Le COMPONENTI della TERAPIA Le TERAPIE NON FARMACOLOGICHE Tec. Rilassamento / Es. fisico

66 Tutto questo può sembrare un po complicato ma è la strada per passare dal……………..

67 EFFICACIA (di ASTINENZA a 12 mesi) %

68 EFFICACIA (di ASTINENZA a 12 mesi) %3 - 5 %

69 Buon raccolto e…….

70 è facile ridursi così.


Scaricare ppt "Dalla prevenzione alla riabilitazione delle malattie cardiovascolari Caserta 19 Settembre 2005 I fattori di rischio: dal singolo fattore al concetto di."

Presentazioni simili


Annunci Google