La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prato 23 febbraio 2008 DIFENDIAMO IL CUORE Il fumo di tabacco aspetto e problematiche ospedaliere Dott. Lorenzo Mondelli Ambulatorio per la terapia del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prato 23 febbraio 2008 DIFENDIAMO IL CUORE Il fumo di tabacco aspetto e problematiche ospedaliere Dott. Lorenzo Mondelli Ambulatorio per la terapia del."— Transcript della presentazione:

1 Prato 23 febbraio 2008 DIFENDIAMO IL CUORE Il fumo di tabacco aspetto e problematiche ospedaliere Dott. Lorenzo Mondelli Ambulatorio per la terapia del tabagismo U.O. Medicina 1° Direttore Dott. M.Lomi Azienda Ospedaliera USL 4 Prato

2 LOrganizzazione Mondiale della Sanità nel 2003 definisce il fumo di tabacco : la principale causa prevenibile di morbilità e mortalità in tutto il Mondo Occidentale

3 In Italia su 700 mila decessi lanno, 84 mila sono attribuibili al fumo di tabacco ( PSN ) I costi dellassistenza ospedaliera per i pazienti con patologie fumo correlate ( neoplastiche, cardiovascolari, polmonari ) ammontano a 5 miliardi di euro lanno. Tale cifra corrisponde al 8,3 % del totale della spesa sanitaria pubblica del 1999 ed equivale allo 0,4% del PIL ( Russo, 2002 – Sgambato, 2001 )

4 IL FUMO DI TABACCO IN ITALIA Fumatori 11.8milioni (età 15 – 90anni ) 23,5% Maschi 6,8 milioni 27,9 % Femmine 5 milioni 19,3 % OSSFAD indagine DOXA-ISS 2007 OSSFAD indagine DOXA-ISS 2007

5 PREVALENZA DEL FUMO IN ITALIA OSSFAD indagine DOXA- ISS 2007

6 IL FUMO PER AREE GEOGRAFICHE Aree geografiche maschifemmine NORD 24,3 % 17% CENTRO34,928,2 SUD e ISOLE 28,8%17,3% OSSFAD indagine DOXA-ISS 2007

7 FUMATORI PER CLASSI DI ETA OSSFAD indagine DOXA – ISS 2007

8 MOTIVI DI CESSAZIONE Motivi di salute 41,3% Motivi di salute 41,3% Maggior consapevolezza dei danni provocati 30% Maggior consapevolezza dei danni provocati 30% Gravidanza o nascita di un figlio7,9% Gravidanza o nascita di un figlio7,9% Imposizione del partner o dei familiari 5,7% Imposizione del partner o dei familiari 5,7% Non è più un piacere 4,4% Non è più un piacere 4,4% Non volevo essere schiavo di un vizio 4,3% Non volevo essere schiavo di un vizio 4,3% Me lha raccomandato il medico 2,6% Me lha raccomandato il medico 2,6%

9 INTEGRARE I DIVERSI LIVELI DI INTERVENTO 1° livello MINIMAL ADVICE medici, MINIMAL ADVICE medici, infermieri infermieri farmacisti farmacisti INTERVENTO CLINICO BREVE medico di famiglia, INTERVENTO CLINICO BREVE medico di famiglia, specialista, specialista, medico ospedaliero medico ospedaliero 2°livello 2°livello COUNSELLING STRUTTURATO (individuale o di gruppo ) centri antifumo centri antifumo

10 RACCOMANDAZIONI ALLA DIMISSIONE Nella cartella clinica segnalare sempre se il paziente Nella cartella clinica segnalare sempre se il paziente è un fumatore. è un fumatore. Somministrare il test di Fagerstrom, al fine di valutare il grado di dipendenza da nicotina del fumatore. Somministrare il test di Fagerstrom, al fine di valutare il grado di dipendenza da nicotina del fumatore. Alla dimissione ospedaliera non dimenticare la di dia- gnosi di tabagismo ( dipendenza da tabacco ICD9 CM ). Alla dimissione ospedaliera non dimenticare la di dia- gnosi di tabagismo ( dipendenza da tabacco ICD9 CM ). Individuare al momento della dimissione i pazienti motivati a smettere di fumare e fornire loro i numeri telefonici dei centri antifumo. Individuare al momento della dimissione i pazienti motivati a smettere di fumare e fornire loro i numeri telefonici dei centri antifumo.

11 Ambulatorio per la terapia del tabagismo U.O. Medicina 1° Azienda Ospedaliera USL4 Prato Visita medica. Visita medica. Compilazione della cartella clinica specifica ( anamnesi patologica, test motivazionali, test di Fagerstrom ) Compilazione della cartella clinica specifica ( anamnesi patologica, test motivazionali, test di Fagerstrom ) Eventuale prescrizione di farmaci per combattere la crisi dastinenza. Eventuale prescrizione di farmaci per combattere la crisi dastinenza. Indicazioni dietetiche mirate alla disintossicazione da nicotina ed al controllo del peso corporeo. Indicazioni dietetiche mirate alla disintossicazione da nicotina ed al controllo del peso corporeo. Programmazione dei successivi 8 incontri. Programmazione dei successivi 8 incontri. Disponibilità del recapito telefonico personale. Disponibilità del recapito telefonico personale. Follow-up a 3, 6, 12 mesi. Follow-up a 3, 6, 12 mesi.

12 EVENTI ACCREDITATI ECM 2006 DISCIPLINA MALATTIE APP. RESPIRATORIO TOTALE EVENTI 1287 EVENTI FUMO 64 (5%) DISCIPLINACARDIOLOGIA TOTALE EVENTI 3187 EVENTI FUMO 2 (0,1%) PNEUMOLOGI CARDIOLOGI


Scaricare ppt "Prato 23 febbraio 2008 DIFENDIAMO IL CUORE Il fumo di tabacco aspetto e problematiche ospedaliere Dott. Lorenzo Mondelli Ambulatorio per la terapia del."

Presentazioni simili


Annunci Google