La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Silvia Favilli, U.O. Cardiologia Pediatrica A.O.U Anna Meyer, Firenze II Congresso Tosco Umbro FIC, Montecatini 14-15 Novembre 2007 Necessità assistenziali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Silvia Favilli, U.O. Cardiologia Pediatrica A.O.U Anna Meyer, Firenze II Congresso Tosco Umbro FIC, Montecatini 14-15 Novembre 2007 Necessità assistenziali."— Transcript della presentazione:

1 Silvia Favilli, U.O. Cardiologia Pediatrica A.O.U Anna Meyer, Firenze II Congresso Tosco Umbro FIC, Montecatini Novembre 2007 Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita

2 Pazienti adulti portatori di cardiopatia congenita: dimensioni del problema circa negli USA, in Europa ? in Italia Heart 2002; 88:i1-i14

3 Unità GUCH: dimensione regionale o sovraregionale Afferenze: pazienti con cardiopatia congenita (>16 anni); disordini ereditari del tessuto connettivo (es s di Marfan), ev. malattie del muscolo cardiaco….. Disponibilità: Diagnostica non invasiva, emodinamica diagnostica ed interventistica, cardiochirurgia, elettrofisiologia Assistenza alla gravidanza e consulenza preconcezionale, ricovero per problemi medici o chirurgia extracardiaca, consulenza per attività fisica e lavorativa

4 Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Struttura e organizzazione funzionale della Cardiologia Ital Heart J Suppl 2003; 4(11) La sopravvivenza alletà adulta dei cardiopatici congeniti anche complessi e operati è dell80-90% per cui si rende necessaria una regolare sorveglianza specialistica di circa cosiddetti congeniti adulti…con conseguente indispensabile collaborazione tra il Cardiologo generale e il Cardiologo esperto in patologia congenita….. (I centri di Cardiologia Pediatrica di livello avanzato) …dovrebbero essere affiancati da un Centro di Alta Specializzazione di Cardiologia Pediatrica per le indagini e il follow-up di cardiopatie congenite native o chirurgicamente corrette che hanno superato letà pediatrica ed essere strutturate sul modello delle GUCH Unit anglosassoni.

5 Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Ricovero in ambito cardiologico (indagini emodinamiche, elettrofisiologia, aritmie, scompenso…….) Ricovero per chirurgia extracardiaca e/o problemi medici extracardiaci Cardiochirurgia Gravidanza Consulenza/Attività diagnostica ambulatoriale Counselling per gravidanza, attività fisica e sportiva, attività lavorativa…

6 Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita ARITMIE NEI PAZIENTI GUCH Emodinamica del difetto Cicatrici chirurgiche Concomitanti malattie del sistema di conduzione ARITMIE DETERIORAMENTO EMODINAMICO

7 Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Limitazioni della chirurgia (correzione guarigione) Attivazione neurormonale dopo correzione anche in cuori quasi normali Effetti sul miocardio di anomalie persistenti di pressione, volume e flusso Riduzione capacità funzionale (VO 2 picco) Scompenso cardiaco nei GUCH = causa importante di morbilità e mortalità

8 Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Ambulatorio GUCH A.O. Meyer: accessi ambulatorio Gennaio/Ottobre visite follow-up 61% M. Età media 27 anni (range 16-80) CC complesse: 67% 2 decessi 1 p MI (m Ebstein) 1 p SC (s/p DIA)

9 >1500 soggetti (etò media 10 anni, range 7-40) >1500 soggetti (etò media 10 anni, range 7-40) Cause di riferimento al Centro (2006) 40% aritmie (battiti prematuri, WPW) 30% cardiopatie congenite o acquisite 10% problemi non cardiaci 20% altre Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Centro medicina dello Sport nelletà evolutiva A.O. A.Meyer 320 s. >16 anni con MCV e/o disturbi del ritmo su base congenita

10 Obiettivi Valutazione del numero di pazienti portatori di CC osservati/seguiti presso le strutture Cardiologiche della nostra Regione. Caratteristiche di base della popolazione (età, tipo di cardiopatia, classe funzionale) Caratteristiche sociali (partecipazione ad attività sportive, figli) Popolazione oggetto di studio Qualsiasi paziente, affetto da malformazione congenita del cuore (in storia naturale e/o sottoposta a trattamento terapeutico), che sia residente nellarea della Regione ed abbia raggiunto e/o superato letà di 16 anni. Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Proposta di Registro ANMCO Regionale Toscana

11 Dati da raccogliere per ciascun paziente (in bianco i dati obbligatori) 1.nome+iniziale del cognome 2.sesso (M/F) 3.data di nascita 4.cardiopatia Congenita (CC) (1) 5.CC associate 6.Cardiopatie acquisite o altre malattie associate 7.classe funzionale 8. insufficienza renale Cr>1,8 (SI/NO) 9. ematocrito >55 (SI/NO) 10.ipertensione arteriosa (SI/NO) 11.aritmie ricorrenti (SI/NO); se sì specificare 12.interventi (SI/NO) 13.procedure interventistiche (SI/NO) 14.sport (SI/NO) 15.figli (SI/NO) 16.attività lavorativa (SI/NO) Necessità assistenziali nel paziente adulto con cardiopatia congenita Proposta di Registro ANMCO Regionale Toscana


Scaricare ppt "Silvia Favilli, U.O. Cardiologia Pediatrica A.O.U Anna Meyer, Firenze II Congresso Tosco Umbro FIC, Montecatini 14-15 Novembre 2007 Necessità assistenziali."

Presentazioni simili


Annunci Google