La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Marie (de France) LAIS Maria nel suo tempo anonimato delle opere medievali firma legata alla pratica del patronage littéraire Oez, signurs, ke dit Marie,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Marie (de France) LAIS Maria nel suo tempo anonimato delle opere medievali firma legata alla pratica del patronage littéraire Oez, signurs, ke dit Marie,"— Transcript della presentazione:

1

2 Marie (de France) LAIS

3 Maria nel suo tempo anonimato delle opere medievali firma legata alla pratica del patronage littéraire Oez, signurs, ke dit Marie, Ki en sun tens pas ne soblie (Guigemar, vv.3-4)

4 Al finement de cest escrit Que en romanz ai treté e dit, Me numerai pur remembrance: Marie ai nun, si sui de France. France = Ile-de-France Pur cel estre que clerc plusur Prendreient sur eus mun labur, Nel voil que nul sur li le die. Cil fet que fol ki sei ublie. (Fables, ep. 1-8) Jo, Marie, ai mis en memorie Le Livre de lEspurgatoire En romanz, quil seit entendables A laie gent e covenables. pubblico (Espurgatoire saint Patrice, vv )

5 Ki Deus ad duné escïence E de parler bone eloquence Ne sen deit taisir ne celer, Ainz se deit voluntiers mustrer. (Lais, Prologo, vv.1-4) Qui sages est nel deit celer, Ainz por ço deit son sen mostrer (Thèbes, vv.1-2)...nus ne deit son sen celer, ainz le doit om si demonstrer Que lom i ait pro e honor (Troie, vv.3-4) E. R. Curtius, Letteratura europea e Medioevo Romanzo

6 Custume fud as ancïens, Ceo testimonie Precïens, Es livres ke jadis feseient, Assez oscurement diseient Pur ceus ki a venir esteient E ki aprendre les deveient, Ki peüssent gloser la lettre E de lur sen le surplus mettre. Li philosophe le saveient, Par eus meïsmes entendeient Cum plus trespassereit li tens, Plus serreient sutil de sens E plus se savreient garder De ceo ki ert a trespasser. Lais, Prologo, vv.9-22 Prisciano: grammatica ars... cuius auctores, quanto sunt iuniores, tanto perspicaciores

7 Ki de vice se voelt defendre Estudïer deit e entendre A grevose ovre comencier: Par ceo sen puet plus esloignier E de grant dolur delivrer. Pur ceo començai a penser Daukune bone estoire faire E de latin en romaunz traire; Mais ne me fust guaires de pris: Itant sen sunt altre entremis! : Brut di Wace Thèbes Eneas Troie Ovidiana

8 En lhonur de vus, nobles reis, Lais, Prologo, vv Ki tant estes pruz e curteis, A ki tute joie sencline E en ki quoer tuz biens racine, Mentremis de lais assembler, Par rime faire e reconter. E mun quoer pensoe e diseie, Sire, kes vos presentereie. Si vos les plaist a receveir, Mult me ferez grant joie aveir, A tuz jurz mais en serrai liee. Ne me tenez a surquidiee Si vos os fair icest present. Ore oëz le commencement! - Enrico il Giovane: incoronato nel 1171, morto Enrico II :

9 Denis Piramus, Vie de seint Edmund le rei ( )... Partonopeus... E dame Marie autresi, Ki en rime fist e basti E compassa les vers de lais Ke ne sunt pas del tut verais; E si en est ele mult loee E la rime par tut amee, Kar mult laiment, si lunt mult cher Cunte barun e chivalier; E si en aiment mult lescrit E lire les funt si unt delit E si les funt sovent retreire. Les lais solent as dames pleire: De joie les oient e de gré, Quil sunt sulum lur volenté.

10 composizione del prologo successiva a quella dei lais cf. versi di prologo al Guigemar S omette P li fa precedere a Guigemar ma li abbrevia H li lega al Prologo (vv.1-26) 1.prologo Guigemar senza la dedica al re (Oez seignurs) 2.Maria decide di dedicare la raccolta al re e dunque scrive il prologo per nominare il re e per firmare il testo

11 tradizione manoscritta H = London, BL, Harley 978. (XIII 2/2) anglonormanno, Prologo + 12 lais S = Paris, BNF, naf 1104 (XIII ex.) 9 lais P = Paris, BNF, fr (XIII 2/2). Fine di Yonec, Guigemar, Lanval. Q = Paris, BNF, fr (XIV). Yonec. C = London, BL, Cott. Vesp. BXIV. (XIII ex) anglonormanno. Lanval.

12 Lautrice, nata in Francia, viveva e scriveva in Inghilterra. Epilogo delle Fables: Mentremis de cest livre feire E de lengleis en romanz treire (vv.11-12) donna letterata, conosceva il latino (cita Ovidio, ma cf. C. de Troyes) monaca?? corte di Enrico II: vita intellettuale brillante: Wace Rou scritto dietro richiesta del re

13 fonti (difficile trovare riscontri sicuri) comunque i più sicuri sono quelli proposti con il Roman dEneas fonti celtiche perdute, Maria ci dice di averle conosciute Sulun la lettre e lescriture (Guig.) o di averle sentite, ascoltate (oïr) Plusur le me unt cunté e dit E jeo lai trové en escrit (Chevr.) mettre en escrit conter par rime

14 De lais pensai, koïz aveie. Ne dutai pas, bien le saveie, ke pur remembrance les firent Des aventures kil oïrent Cil ki primes les comencierent E ki avant les enveierent. Plusurs en ai oï conter, Nes voil laisser ne oblier. Rimé en ai e fait ditié, Soventes fiez en ai veillié! (Lais, Prologo, vv.33-42)

15 Il genere dei lais meno di 35 testi in totale distici di ottosillabi, circa 500 vv. (ultimo terzo del XII-metà del XIII) una ventina di altri lais non conservati ma citati da altri testi. 1. lai il termine lai di origine celtica era riferito in origine a un testo musicale; in antico irlandese laid = chanson lai anche nei trovatori può indicare canto (es. canto di uccelli.

16 2. lai bretun De cest cunte koï avez Fu Guigemars li lais trovez, Que hum fait en harpe e en rote. Bon en est a oïr la note. (Guig. vv ) è possibile che il lai bretun fosse una composizione musicale senza parole ma preceduta da un titolo che fa riferimento a una storia nota (??): Doon, cest lai sevent plusor: Ni a gueres bon harpeor Ne sache les notes harper; Mas je vos voil dire e conter Laventure dont li Breton apelerent cest lai Doon (lai anonimo)

17 Maria (di Francia) LAI CONTE AVENTURE lai = composizione musicale fatta dai bretoni per ricordare (remembrer) unaventure, verità: les contes ke jo sai verrais (Guig v.19) Issi avint cum dit vus ai (Deux Amants, v.253) sulla base della quale Maria compone un conte/lais doppio senso del termine lai

18 classificazione dei 12 lais a.punto di partenza 1.eroina mal mariée, sorvegliata da un marito geloso; arriva un amante che la salva Guigemar, Yonec, Laostic, Chèvrefeulle 2. situazione positiva, amori felici Fresne, Milon, Lanval Equitan 3. amore pieno di difficoltà e problemi Deux Amants, Chaitivel, Eliduc Bisclavret

19 b. crisi e snodo (separazione) 1.finale felice separazione Lanval, Guigemar, Milon + Fresne, Eliduc, Bisclavret 2. finale tragico Chèvrefeuille, Laostic, Chaitivel, Yonec + Deux Amants, Equitain (morte comune degli amanti)

20 la tecnica dei lais titolo 7 casi nome del protagonista uomo, 1 donna Chaitivel (nomignolo), Deux Amants, Laostic, Chèvrefeuille nomi concorrenti, es. Quatre dols/Chaitivel azione drammatica (necessità, progetti, ostacoli) struttura narrativa semplice e chiara, discorso lineare arricchito da alcuni cambi di prospettiva e dal mistero struttura binaria avventura

21 struttura del lai Gaston Paris 1888: contes daventure et damour où figurent souvent des fées, des merveilles Ernest Hoepffner 1931: des cas extraordinaires qui frappent par leur singularité Jean Frappier 1961: mondo banale, ordinario, volgare // Altro mondo, incantato, superiore, ideale ruolo dellavventura: passaggio tra i due livelli Laventure se place aux moments critiques du récit, note-t-il, produisant un choc, une surprise, jouant comme une bascule, un déclic

22 i personaggi e lamore Spitzer: ogni lai tratta un problema psicologico e morale, summa profana sullargomento amoroso personaggi secondari (intermediari) avversari rivali e mariti gelosi personaggi principali: il ny a presque pas de différence entre les héros de Marie (Schiott 1899) Ménard 1979: dun lai à lautre les traits physiques et morales des protagonistes se ressemblent étrangement

23 La rappresentazione dellamore 5 stationes amandi: visus, alloquium, tactus, oscula, factum nascita dellamore immediata (colpo di fulmine), accompagnata da sofferenza dichiarazione amorosa (timidezza) gioia (surplus) separazione morte

24 il problema dellispirazione cortese rapporti con amour courtois e finamor marito, amore adultero retorica cortese (morire damore, chiedere merci, desmesura e mesura, segreto) Frappier: amour courtoise = arte damore raffinata, riservata ad unélite courtoisie = modo elegante di vivere, diffuso in tutti gli ambienti aristocratici in Maria manca la sottomissione dellamante alla dame, la belle dame sans merci Equitan Amur nest pruz se nest egals (v.37)

25 Il concetto damore in Maria di Francia amore = bene supremo, vera felicità, valore assoluto Ménard Cette représentation si marquée, qui néglige les ambitions et les rêves de puissances des hommes, a peut-être quelque chose de féminin destino Sufrir li estuet laventure Guigemar non cè opposizione tra amore e società

26 Carlo Donà 1997: -prima opera narrativa moderna scritta da una donna su argomenti profani e per un pubblico di cavalieri e di dame; -prima ampia raccolta di canovacci narrativi appartenenti al folklore; -ricreano per la prima volta dal tramonto della civiltà antica la forma della raccolta di racconti (confezionata a posteriori)

27 Salvatore Battaglia, La coscienza letteraria del Medioevo, Liguori, Napoli Leo Spitzer, Saggi di critica stilistica,

28 storia editoriale Karl Warnke, Die Lais der Marie de France, Halle 1885 (in Bibl. Normannica n.3), 2a ed. 1900, 3a ed (ms. H) Ernest Hoepffner, La tradition manuscrite des lais de Marie de France, in Neophilologus, XII (1927), 1-10, Jean Rychner, Le Lai de Lanval, TLF, Genève Cesare Segre, Per ledizione critica del lai di Maria di Francia, in Cultura Neolatina, XIX (1959),

29 tradizione manoscritta H = London, BL, Harley 978. (XIII 2/2) anglonormanno, Prologo + 12 lais S = Paris, BNF, naf 1104 (XIII ex.) 9 lais P = Paris, BNF, fr (XIII 2/2). Fine di Yonec, Guigemar, Lanval. Q = Paris, BNF, fr (XIV). Yonec. C = London, BL, Cott. Vesp. BXIV. (XIII ex) anglonormanno. Lanval.

30 Warnke: sopravalutazione di S Samie puet veeir sovent, Tut est a sun comandement (217-8) Rychner Tute HCP contro S HS contro CP HP contro CS (Rychner = tav. II) HC contro PS (Segre = tav. III)

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43 I manoscritti di Lanval presentano... un gran numero di varianti equipollenti, che potendo essere poligenetiche, ogni qualvolta si trovino in due manoscritti istituiscono accoppia- menti che non possono non essere fittizi, secondo i tre tipi possibili di raggruppamento binario dei quattro codici. Il Rychner è tuttavia convinto – come lo siamo noi – che la tradizione di Lanval sia, come la maggioranza delle tradizioni mss., binaria. Si dovrà dunque pensare che le reali, ma poco caratterizzate linee di derivazione dai due subarchetipi, siano attraversate da fittizie ma più vistose linee di congiunzione, costituite principalmente dalla normale media di oscillazioni possibili in un ben costituito linguaggio poetico. (Segre, pp )

44

45 lot P Onques celes nul plet ne tindrent: il fu assez qui garde em prise Et qui es estables les mist (S)

46

47

48 Cesare Segre Il Piramo e Tisbe nei lai di Maria di Francia in Studi in onore di Vittorio Lugli e Diego Valeri, Venezia, Neri Pozza, 1961, II, pp ristampato in C.S., Ecdotica e comparatistica romanze, Milano-Napoli, Riccardo Ricciardi Editore, 1998, pp

49 Piramo e Tisbe sono due giovani cresciuti insieme e uniti da un amore contrastato dalle famiglie. Costretti a vedersi di nascosto, i due comunicano attraverso una fessura del muro delle rispettive case, finché decidono di fuggire insieme e darsi appuntamento sotto un albero. Tisbe, giunta per prima, viene assalita da una leonessa che aveva appena consumato un pasto feroce ed era sporca di sangue. Tisbe fuggendo lascia cadere un indumento che viene macchiato del sangue della vittima della leonessa. Quando Piramo giunge sul luogo vede la fiera e scorge le macchie di sangue sullabito di Tisbe; ritiene, dunque, che la sua amata sia stata sbranata e senza esitazione si uccide. Tisbe, ritornata al luogo dellappuntamento, trova Piramo agonizzante e anche lei decide di morire.

50 Ovidio, Metamorfosi (episodio di Piramo e Tisbe) Maria di Francia, Deus amanz

51

52 Ovidio, Metamorfosi (episodio di Piramo e Tisbe) Maria di Francia, Laüstic

53

54 Gesta Romanorum, cap. 120 Maria di Francia, Laüstic

55

56 Roman de Renart le Contrefait

57


Scaricare ppt "Marie (de France) LAIS Maria nel suo tempo anonimato delle opere medievali firma legata alla pratica del patronage littéraire Oez, signurs, ke dit Marie,"

Presentazioni simili


Annunci Google