La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La delusione del mancato sviluppo La La grande depressione (1873- 1895) e la scelta protezionistica della Sinistra storica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La delusione del mancato sviluppo La La grande depressione (1873- 1895) e la scelta protezionistica della Sinistra storica."— Transcript della presentazione:

1 La delusione del mancato sviluppo La La grande depressione ( ) e la scelta protezionistica della Sinistra storica

2 Le aspettative di crescita deluse Una sensazione di inferiorità psicologica determinata dalla disillusione dopo il mito del risorgimento Le scelte economiche compiute marginalizzano il paese nel sistema economico internazionale La globalizzazione e la grande depressione ( ) generano la caduta dei prezzi agricoli Il Sud che si era specializzato in alcune colture per lesportazione ne risente di più La grande crisi agraria e lavvio dellemigrazione, in pratica ritenuta lunica soluzione alla povertà

3 Le prime indagini conoscitive delle condizioni economiche del paese Le tre inchieste parlamentari: -agricoltura -industria -marina mercantile La disillusione del polo commerciale: il canale di Suez e la navigazione a vapore Linutile politica coloniale commerciale

4 La globalizzazione e la crisi internazionale I limiti della politica liberista La svolta politica del 1876 La tariffa protezionistica del 1878 (dazi specifici e non più solo ad valorem) La svolta protezionistica del 1887: siderurgia e tessile (lana e cotone) Si avvantaggia lindustria tessile del Nord Ovest, che aveva resistito meglio alla scelta liberista

5 La teoria di Alexander Gerschenkron sui fattori sostitutivi dello sviluppo Il problema storico dellarretratezza I paesi latecomer e i loro vantaggi I limiti della teoria degli stadi di sviluppo e dellapproccio classico (Walt Rostow) I fattori sostitutivi Il ruolo dello stato (nei paesi più arretrati) Il ruolo degli intermediari finanziari: la banca universale o mista alla tedesca

6 Una interpretazione diversa e sorprendente: la strana coppia Antonio Gramsci e Vilfredo Pareto Il tradimento della borghesia La mancata riforma agraria Ma è proprio vero che la distribuzione della terra ai contadini avrebbe generato la rivoluzione agraria? Il problema delle dimensioni e degli investimenti Il pactum sceleris: Latifondo/complesso militare- industriale/più tardi anche i socialisti Protezionismo e imperialismo sono strettamente intrecciati

7 Forse hanno ragione Luciano Cafagna e Franco Bonelli Un mix di prima e seconda rivoluzione industriale Un processo regionale (il Nord Ovest verso cui si indirizzavano le politiche economiche perché era larea più avvantaggiata in termini di dotazione dei fattori) Unaccumulazione di lungo periodo (seta, per esempio) Il ruolo dello stato (politica economica, sostegno della domanda, diretto) ha supplito ai limiti del mercato Uno sviluppo di lungo periodo (onde cicliche) Lemigrazione, grazie al volume delle rimesse, ha favorito lequilibrio della bilancia dei pagamenti per limportazione di materie prime e tecnologia per lindustrializzazione, evitando i rischi di squilibrio tipici dei paesi in via di sviluppo LItalia è lunico paese dellarea mediterranea che si industrializza (almeno in parte) già allinizio del Novecento

8 Un nuovo approccio collusivo alleconomia: la nascita della Terni Un episodio strategico (10 marzo 1884) che si inquadra allinterno di una serie coerente di provvedimenti: -protezionismo sullacciaio e la ghisa -incentivi allindustria cantieristica e sovvenzioni alle compagnie marittime (che dovevano utilizzare i cantieri nazionali e promuovere linee strategiche per il commercio e lemigrazione) -forniture ferroviarie -politiche edilizie nelle grandi città

9 Un case study di industrializzazione territoriale: la nascita della Terni Obbiettivo: produrre acciaio con le tecniche più avanzate Benedetto Brin, la politica di potenza e lillusione della politica coloniale (1885 sbarco a Massaua) Ostacoli: scarsità di materie prime (costi del carbone), di capacità tecniche, il peso degli interessi sino ad allora prevalenti (siderurgici privati del Nord)

10 Un case study di industrializzazione territoriale: la nascita della Terni La localizzazione a Terni esula da scelte di natura economica tranne che per lenergia idraulica (Cascata delle Marmore): distanza dalla costa (un non senso per unacciaieria) e prossimità alla capitale (scelta militare) Limprenditore: V. S. Breda, patriota e uomo daffari Il sostegno dello stato: anticipo di 12 milioni senza oneri di interesse per la fornitura di tonnellate di piastre per la corazzatura delle navi da guerra Il sostegno delle banche (agevolato dalle garanzie del governo): generose autorizzazioni di operazioni di sconto dei maggiori istituti di credito (Banca Nazionale e Credito Mobiliare)

11 Il dualismo geografico Si disegna il triangolo industriale Il solco si amplia con lavvento dellindustria meccanica (anni Ottanta) ed elettrica (1884 Edison) La crisi dellexport meridionale si aggrava dopo la contro tariffa francese (Meline) del 1893 Unica valvola di sfogo resta lemigrazione Crispi: la politica coloniale come mito per la politica interna

12


Scaricare ppt "La delusione del mancato sviluppo La La grande depressione (1873- 1895) e la scelta protezionistica della Sinistra storica."

Presentazioni simili


Annunci Google