La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Economia del micromarketing Laurea Specialistica in Trade Marketing e Strategie Commerciali Il caso Nordiconad 27 settembre 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Economia del micromarketing Laurea Specialistica in Trade Marketing e Strategie Commerciali Il caso Nordiconad 27 settembre 2006."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Economia del micromarketing Laurea Specialistica in Trade Marketing e Strategie Commerciali Il caso Nordiconad 27 settembre 2006

2 Di cosa si tratta… unazione di marketing integrato tra industria e distribuzione INDIVIDUAZIONE DELLA STRATEGIA DI MARKETING IMPLEMENTAZIONE DELLAZIONE DI MARKETING

3 Chi sono i protagonisti NORDICONAD COOPERATIVA DEL GRUPPO CONAD, NATA NEL 1997 DALLA FUSIONE DI CONAD LIGURIA, CONAD PIEMONTE E VALLE DAOSTA, CONAD NORD-EST NEL 2002 CONAD E II DISTRIBUTORE IN ITALIA APPARTIENE AL GRUPPO STRATEGICO DELLA DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA E ARTICOLATO IN 3 LIVELLI: IMPRENDITORI ASSOCIATI (titolari di esercizi commerciali), COOPERATIVE (centri di acquisto e distribuzione), CONSORZIO NAZIONALE (centrale di servizi e di marketing per i Soci); LE COOPERATIVE HANNO PIENA AUTONOMIA DI MARKETING LA RETE DI VENDITA E COSTITUITA DA 3 CANALI: MARGHERITA (superette), CONAD (supermercati), PIANETA (ipermercati) VISION DEL GRUPPO: Essere i migliori nella relazione con il consumatore finale

4 PROCTER & GAMBLE MULTINAZIONALE, LEADER IN DIVERSI MERCATI, NELLA CURA DELLA CASA E PERSONA Chi sono i protagonisti

5 PROCTER & GAMBLE NORDICONAD Cosa succede… TRADE MARKETING MANAGER DELLA DIVISIONE HOME CARE CATEGORY MANAGEMENT SVILUPPARE UNAZIONE DI MARKETING PER AUMENTARE LA QUOTA DI MERCATO DEL PRODOTTO SWIFFER ALLINTERNO DELLA CATEGORIA PANNI PER PAVIMENTI ….COME??

6 I STEP SCEGLIERE LA STRATEGIA DI MARKETING DIRETTA AD AUMENTARE LA QUOTA DI MERCATO DEL PRODOTTO SWIFFER Qual è il vostro compito… II STEP DEFINIRE ED IMPLEMENTARE LAZIONE DI MARKETING PER AUMENTARE LA QUOTA DI MERCATO DEL PRODOTTO SWIFFER

7 I STEP: fase analitica e strategica CLASSIFICAZIONE DELLE INFORMAZIONI MACRO-AMBIENTALI Definiscono lo scenario in cui è ambientato il caso (variabili socio-demografiche, sociali, culturali, politiche, tecnologiche ed economiche) MICRO-AMBIENTALI Definiscono il settore in cui opera limpresa, le caratteristiche del mercato e della concorrenza AZIENDALI Illustrano la storia dellazienda, le sue risorse e competenze (tecnologiche, finanziare, umane, di marketing), le precedenti esperienze 1.

8 I STEP: fase analitica e strategica ANALISI S.W.O.T Dallanalisi ambientale… MINACCE OPPORTUNITA Dallanalisi aziendale… PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA 2.

9 I STEP: fase analitica e strategica 3. DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA SEGMENTAZIONE DELLA CLIENTELA - individuare la base clienti, ovvero scegliere come contesto dellazione di marketing il singolo punto vendita, il formato o tutti i punti vendita indistintamente; - definire i criteri di segmentazione, tenendo presente le caratteristiche di gradualità, specificità, scalabilità e collinearità. SCELTA DEL TARGET E DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI SPECIFICI - individuare il target, in funzione dei requisiti di misurabilità, rilevanza, accessibilità, stabilità e sensibilità; - esplicitare gli obiettivi (retention, extension, acquisition), in modo chiaro, coerente e realistico.

10 4. II STEP: fase operativa IMPLEMENTAZIONE DELLA STRATEGIA Si tratta di definire la MECCANICA PROMOZIONALE, in funzione del target e degli obiettivi, ovvero: LE LEVE (sconti, punti, benefici, etc.) MODALITA DI COMUNICAZIONE DURATA DELLAZIONE

11 ALCUNE PRECISAZIONI… LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL CASO SONO SOLO PARZIALI: SPETTA A VOI RICERCARE ULTERIORI DATI UTILI ALLA RISOLUZIONE DEL CASO (LETTERATURA, INTERNET, RIVISTE SPECIALIZZATE, INTERVISTE, QUESTIONARI, ETC.) E FORMULARE IPOTESI DI LAVORO RAGIONATE, ESPLICITANDOLE CHIARAMENTE NELLELABORATO LE SCELTE DELLA PARTE OPERATIVA DEVONO TROVARE GIUSTIFICAZIONE ESPLICITA NELLA PARTE TEORICA IL CASO NON HA UNA SOLUZIONE UNIVOCA: SPETTA A VOI INDIVIDUARE SOLUZIONI ORIGINALI, ALTERNATIVE E, PERCHE NO, PIU EFFICACI RISPETTO A QUELLE REALMENTE IMPLEMENTATE DALLAZIENDA LA SOLUZIONE POTRA ESSERE SOLO MICRO, SOLO MACRO O UN MIX DI ENTRAMBE

12 LA STRUTTURA DELLELABORATO LELABORATO DEVE ESSERE STRUTTURATO COME SEGUE: INDICE EXECUTIVE SUMMARY PARTE ANALITICA PARTE STRATEGICA PARTE OPERATIVA BUDGET LELEBORATO DEVE ESSERE REDATTO IN FORMATO WORD E DEVE ESSERE COMPRESO TRA LE 10 E LE 15 PAGINE

13 MODALITA E TEMPI I GRUPPI DI LAVORO DEVONO ESSERE COMPOSTI DA CINQUE-SEI PERSONE. NON VENGONO ACCETTATI GRUPPI DI DIMENSIONI INFERIORI O SUPERIORI LE ADESIONI (LISTA CON NOMINATIVI MEMBRI DEL GRUPPO, NOME DELCAPOGRUPPO, INDIRIZZO E TELEFONO CELL DEL CAPOGRUPPO) DEVONO PERVENIRE ENTRO lunedì 2 ottobre (invio per a LELABORATO SCRITTO (Word) DEVE ESSERE CONSEGNATO ENTRO E NON OLTRE IL 23 ottobre LE PRESENTAZIONI, IN FORMATO POWER POINT E DI CIRCA 15 MINUTI, AVRANNO LUOGO IL 24 e 25 ottobre. NON POTRANNO PRESENTARE I GRUPPI CHE NON HANNO CONSEGNATO LELABORATO SCRITTO (Word)

14 BUON LAVORO!!!


Scaricare ppt "Corso di Economia del micromarketing Laurea Specialistica in Trade Marketing e Strategie Commerciali Il caso Nordiconad 27 settembre 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google