La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ESPANSIONE Proprietà annotativa. Premessa In qualsiasi disegno è necessario inserire annotazioni a corredo degli elementi grafici, sotto forma di testi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ESPANSIONE Proprietà annotativa. Premessa In qualsiasi disegno è necessario inserire annotazioni a corredo degli elementi grafici, sotto forma di testi."— Transcript della presentazione:

1 ESPANSIONE Proprietà annotativa

2 Premessa In qualsiasi disegno è necessario inserire annotazioni a corredo degli elementi grafici, sotto forma di testi (che comprendono anche le quote e gli attributi dei blocchi); va da sé che se si stampa il disegno in scala 1:100, anche l’altezza del testo verrà “rimpicciolita” di 100 volte. Finchè dobbiamo stampare la nostra tavola in una sola scala, possiamo fare riferimento a quanto esposto nel paragrafo Determinare l’altezza del testo a pag. 56 del volume. Dovendo invece stampare la stessa tavola in due o più scale diverse, abbiamo la necessità che il testo, una volta stampato, mantenga la stessa altezza; questo è proprio il caso in cui sfruttare la proprietà annotativa di testi (riga singola e multilinea), quote, tratteggi, blocchi e attributi. Per illustrare i concetti necessari ad un proficuo utilizzo di questa proprietà, introdotta con la versione di AutoCAD 2008, faremo un esempio utilizzando una riga singola di testo.

3 La scala annotazione Disegna un rettangolo di dimensioni 1200x500 (per semplicità supponiamo di disegnare in millimetri) Comando: _rectang Specificare primo angolo o [Cima/Elevazione/Raccordo/Altezza /Larghezza]: (clicca in un punto a piacere sullo schermo) Specificare un altro angolo opposto o [Area/Quote/Rotazione]: e premi INVIO) Prima di inserire un testo, bisogna impostare la Scala annotazione tramite l’omonimo pulsante che si trova in basso a destra nella barra di stato. Per default, la scala è 1:1; impostiamola su 1:50, scegliendola dall’elenco che compare cliccando sulla freccetta nera rivolta verso il basso. L’oggetto “testo” che andremo ad inserire verrà creato con la scala annotativa 1:50, ma in un secondo momento potremo attribuirgliene quante saranno necessarie.

4 Testo riga singola Quando si ragiona in termini di oggetti annotativi, bisogna considerare che AutoCAD li scala in base al valore corrente della Scala annotazione e li visualizza automaticamente nella dimensione corretta; di conseguenza, come altezza del testo, dovremo indicare quella che vogliamo ottenere nel disegno stampato su carta, ad esempio 2 millimetri. Avvia il comando Disegna  Testo  Riga singola di testo; puoi notare, leggendo la riga Comando: che, per default, questo comando non genera un oggetto annotativo; questo dipende dal fatto che lo stile di testo corrente “Standard” non è annotativo. Attribuiremo questa proprietà al nostro “oggetto testo” in un secondo momento. Comando: _dtext Stile di testo corrente: "Standard" Altezza del testo: 2.5 Annotativo: No Specificare punto iniziale del testo o [Giustificato/Stile]: Specificare l'altezza : (digita 100 e INVIO) Specificare angolo di rotazione del testo :( INVIO) Digita il testo Scrivania 1200x500 e premi 2 volte INVIO per concludere il comando

5 Rendere un oggetto “annotativo” Clicca sul testo con il tasto sinistro del mouse e avvia il comando Edita  Proprietà; individua il campo Annotativa e modifica il valore da No a Sì. D’ora in avanti, passando con il mouse sul testo, apparirà un piccolo simbolo che identifica un oggetto come annotativo.

6 Altezza testo nel foglio e nel modello Altezza del testo una volta stampato Altezza del testo inserito nel disegno (nella scheda Modello) AutoCAD moltiplica il valore inserito nei campi “Altezza testo del foglio” e “Scala annotativa” (illustrati nelle precedenti slide) per ricavare il valore del campo “Altezza testo del modello”

7 Aggiungere altre scale annotative Sempre nella tavolozza Proprietà, individua il campo Scala annotativa; clicca alla sua destra e quindi sul pulsante. L’elenco presenta soltanto la scala 1:50; clicca sul pulsante Aggiungi e scegli 1:20. Clicca quindi sui pulsanti OK per chiudere le ultime due finestre aperte. D’ora in avanti, passando con il mouse sul testo, apparirà un piccolo simbolo che identifica un oggetto con più scale annotative.

8 Visualizzare gli oggetti annotativi La visibilità degli oggetti annotativi viene gestita tramite il pulsante “Visibilità annotazione” che si trova in basso a destra nella barra di stato; si ricorda che nei passaggi precedenti abbiamo impostato le scale di annotazione 1:20 e 1:50 visualizza solo gli oggetti la cui scala annotativa corrisponde alla Scala annotazione corrente; nel nostro esempio, se impostassimo la Scala annotazione a 1:1, il testo non verrebbe visualizzato visualizza tutti gli oggetti annotativi, indipendentemente dalla corrispondenza tra Scala annotativa e Scala annotazione corrente

9 Posizionare gli oggetti annotativi Come avrai notato, il testo in scala 1:20 non risulta centrato rispetto al rettangolo che rappresenta la scrivania, come invece accadeva per il testo in scala 1:50. Per visualizzare lo stesso testo in due differenti posizioni bisogna spostarlo tramite il quadratino blu (grip) che appare facendo clic sul testo con il tasto sinistro del mouse (vedi I grip: un altro modo per modificare le entità a pag. 44).


Scaricare ppt "ESPANSIONE Proprietà annotativa. Premessa In qualsiasi disegno è necessario inserire annotazioni a corredo degli elementi grafici, sotto forma di testi."

Presentazioni simili


Annunci Google