La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Naturalismo e simbolismo Telemaco Signorini, Non potendo aspettare la lettera, 1867 Gabriele Rossetti, Pia dei Tolomei, 1868.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Naturalismo e simbolismo Telemaco Signorini, Non potendo aspettare la lettera, 1867 Gabriele Rossetti, Pia dei Tolomei, 1868."— Transcript della presentazione:

1 Naturalismo e simbolismo Telemaco Signorini, Non potendo aspettare la lettera, 1867 Gabriele Rossetti, Pia dei Tolomei, 1868

2 Economia, società, cultura (cap. I)

3 Seconda rivoluzione Industriale, società di massa Depressione Prima rivoluzione industriale. Espansione Positivismo Crisi del positivismo, irrazionalismo 1848 Idealismo Romanticismo (Romanticismo) Naturalismo ( Impressionismo) Simbolismo Decadentismo (Simbolismo Espressionismo) Cronologia Realismo (Realismo) Restaurazione Lotte patriottiche e liberali, Unificazione italiana e tedesca Imperialismo Materialismo Economia e società Filosofia Politica Letteratura (Arte) Sviluppo del capitalismo. Espansione

4 Concetti 1848, Flaubert e Baudelaire anticipano Naturalismo e Simbolismo Per qualche decennio Naturalismo e Simbolismo convivono Naturalismo – Concezione deterministica delluomo, determinato da ereditarietà, contesto sociale, ambiente – Influenza di Darwin e del positivismo Simbolismo – Concezione irrazionale della realtà e dellarte – Larte permette di conoscere quello a cui la scienza non arriva (verità superiore) Decadentismo e simbolismo – Il simbolismo e lestetismo sono poetiche decadenti

5 Contesto Lesperienza della modernità XIX: trasformazione capitalistica in Europa e Usa Secolo XIX: modernità come trasformazione industriale e tecnologica del mondo La realtà non coincide più con la natura ma è creata dalluomo. Realtà come natura artificiale Lesperienza della metropoli, della folla, della società di massa Lidea di progresso – Il nuovo è meglio del vecchio – Il miglioramento è un dato tecnologico ed economico – Loccidente capitalistico anticipa quello che accadrà ovunque nel mondo Novità sociali, politiche, ideologiche – Socialismo, lotta di classe – Femminismo Naturalismo: in genere favorevole a questi sviluppi Decadentismo-Simbolismo: contrario a questi sviluppi

6

7 Contesto Arte e modernità capitalistica Industrializzazione, mercificazione della società, primato del profitto Perdita dell aura dellarte e dell aureola dellartista – Aura: prestigio secolare riconosciuto allarte – Perdita di centralità sociale dellarte nella società di massa Crisi dellarte Artista-prostituta-saltimbanco Artista maledetto, trasgressivo, contestatore Verga, prefazione ad Eva (1873): larte ha perso centralità nel mondo La percezione del cambiamento: 50-70: Baudelaire (Francia), Scapigliatura (Italia) Reazioni alla crisi della concezione tradizionale dellarte: Classicistica (Parnassiani, Carducci) Estetistica Posizioni di fronte al progresso – Favorevoli: Naturalisti e Veristi – Accettazione della perdita del ruolo ideologico dellarte (>teoria dellimpersonalità, Zola, Verga) – Contrari: Simbolisti e Decadenti – Concezione aristocratica, estetistica ed orfica dellarte (da Baudelaire, Mallarmè. Pascoli, DAnnunzio)

8

9 Contesto Cultura e pubblico In Italia, 1861, 75% di analfabeti; 1911, 38% – Produzione editoriale in ritardo in Italia Due livelli di produzione editoriale: – Alto: storia, filosofia, letteratura (pubblico intellettuale di insegnanti, studenti, funzionari…) – Medio: romanzo, novelle, teatro, giornalismo (pubblico più ampio e borghese) In Europa – Pubblico popolare operai, artigiani, impiegati romanzo dappendice, romanzi gialli – Pubblico medio-borghese Insegnanti, funzionari, medici, avvocati Romanzo realista e naturalista – Pubblico elitario Insegnanti, ufficiali, funzionari Poeti simbolisti

10 Il dibattito sulla lingua in Italia 1861: l italiano è parlato da persone (toscani e romani) 1868, proposta manzoniana: – Fiorentino colto come modello (> Promessi Sposi) – La scuola come strumento centrale – Lotta ai dialetti – I narratori imitano il fiorentino manzoniano Oppositori – contestano lastrattezza della scelta Carducci (manzonianesimo troppo basso), Scapigliati Isaia Ascoli (stimolare il confronto tra dialetti e lingue)

11 Il positivismo Auguste Comte ( ) – Fonda il positivismo – Lunica conoscenza possibile è quelle fenomenica – Indifferenza rispetto alle cause ultime – Teoria dei tre stadi dello sviluppo umano: Teologico (>immaginazione, antichità e medioevo) Metafisico (> ragione astratta, illuminismo settecentesco) Scientifico (>scienza moderna: modernità ottocentesca) Diffusione di materialismo, determinismo, darwinismo Spencer: il darwinismo sociale Il marxismo

12 Antipositivismo Reazione antipositivista di fine secolo – Nietzsche Riprende aspetti del pensiero del romantico Shopenauer Critica allidea di verità Critica alla morale corrente cristiana Non ci sono fatti ma interpretazioni – Freud Scopre linconscio – Bergson Il tempo come flusso Importanza della memoria e dellintuizione

13 Movimenti letterari e poetiche cap. II

14 Flaubert ed il realismo Realismo romantico – Balzac, Manzoni Realismo – No a soggettivismo romantico – Descrivere dallesterno non narrare partecipando 1857 Madame Bovary, Flaubert – Impersonalità 1865, Germinie Lacertaux, fratelli GoncourtGerminie Lacertaux – Organica proposta realistica – Eva 1873, Tigre reale (1875), Eros di Verga (1875) – Scapigliatura milanese

15 Honoré Daumier, Il vagone di terza classe, 1862 Ford Madox Brown, Il fieno (1855) Gustave Courbet, Gli spaccapietre, 1849

16 Baudelaire 1857, Les fleurs du mal: inizia la poesia moderna Simbolo ed allegoria compresenti in Baudelaire – Ricerca di un legame con la natura, (Corrispondences): simbolo Ricerca di una verità ultima, di un accordo col mondo – Sensazione di scissione dalla realtà (Lalbatro): allegoria Denuncia di una realtà degradata ed alienante Lallegorismo sarà ripreso dagli espressionisti

17 La Scapigliatura Milano e Torino, anni Sessanta Aspetti avanguardistici – Ribellismo giovanile, trasgressività – Protesta antiborghese ed anticonformistica – Provocatorietà, rifiuto della tradizione – Cletto Arrighi, Emilio Praga, Camillo Boito, Iginio Ugo Tarchetti, Carlo Dossi Avvertono la caduta dellaura – Filo baudelariani – Temi: morte, caducità, mistero, macabro, misterioso – Invocano un Ideale astratto – Oscillano tra realismo e gusto per lignoto

18 Naturalismo 1858, Hyppolite Taine: Balzac definito naturalista – Determinismo: razza+erediotà+ambiente= individuo Movimento letterario naturalista: – Germinie Lacertux, 1865, fratelli Goncourt – Prefazione: nesso tra scienza medica e letteratura – Anche il quarto stato protagonista – Superiorità del romanzo – , Zola, ciclo dei Rougon-Macquart (20 romanzi)ciclo dei Rougon-Macquart Ereditarietà + ambiente = determinano la storia della famiglia nelle generazioni 1877, Zola, Le roman experimental – No alla fantasia e al sentimentalismo romantici – Impersonalità – Anche il brutto è artistico – Impostazione scientifica della narrazione: osservazione e sperimentazione – Primato del romanzo Realismo sociale e realismo linguistico

19 Verismo Luigi Capuana recensisce entusiasta LAmmazzatoio (1877) Capuana, Verga, alcuni scapigliati formano a Milano il movimento verista – 1878, Rosso Malpelo, primo racconto verista di verga – 1879, Giacinta, primo romanzo verista di capuana Verismo italiano rispetto al naturalismo – Giovanni Verga, Luigi Capuana, Federico De Roberto, Matilde Serao, Grazia Deledda – Concezione deterministica del comportamento umano – Attenzione specialmente agli aspetti stilistici Impersonalità Omologia tra livelli sociologici e livelli formali – Meno attenzione a scientificità e ad impegno sociale (tutti proprietari)

20 Simbolismo europeo Eventi iniziatori del simbolismo europeo: – 1848, Inghilterra, Confraternita preaffaellita – 1866, Verlaine, Poemi saturnini – 1871, Rimbaud, Lettera del veggente – 1876, Mallarmé, Il pomeriggio di un fauno Caratteri – Rapporto sensuale col mondo – Rinuncia alla ragione, sregolamento dei sensi – Poeta come veggente, sacerdote – Linguaggio allusivo, oscuro, evocativo – Sogno, visione, inconscio – Metafore, sinestesie, analogie – Poesia (arte) come esperienza assoluta In Italia: Pascoli (simbolismo) e DAnnunzio (estetismo e panismo)

21 Decadentismo Anni Ottanta, Parigi. – Verlaine, 1883, Io sono lImpero alla fine della decadenza) – 1886, Le Décadent, rivista del movimento – Romanzi fondativi A ritroso, di Huysmann, Il ritratto di Dorian Gray, di Oscar Wild, Il piacere di DAnnunzio Caratteri essenziali – Rifiuto del primato della scienza – Irrazionalismo, sensualismo – Soggettivismo, individualismo – Scoperta dellinconscio – Simbolismo poetica dominante – Concezione sacerdotale esclusivista del poeta Caratteri essenziali del decadentismo italiano – Legame con la classicità

22 Metafora, allegoria, simbolo, simbolismo Metafora – Si utilizza un concetto diverso da quello che sarebbe appropriato o comune usare – È una figura retorica, un espediente linguistico che permette di conferire incisività a ciò che si dice – Fa parte di un repertorio espressivo proprio di una tradizione linguistica letteraria : Trovòmmi Amor del tutto disarmato = non avevo difese per oppormi allattrazione verso di leio comune: mi sento un leone= mi sento molto bene Allegoria – E unespressione al cui senso letterale va aggiunto un senso ulteriore, in genere di ordine morale o filosofico – E in genere più complessa della metafora e implica una riflessione intellettuale – Dante: …mi ritrovai in una selva oscura=mi ritrovai in una condizione di peccatore; Montale: …era il rivo strozzato che gorgoglia, era l'incartocciarsi della foglia riarsa, era il cavallo stramazzato =condizione esistenziale umana travagliata Simbolo – Qualunque oggetto che rappresenti un concetto non corrispondente all'immediato aspetto sensibile, grazie ad una relazione tradizionale o convenzionale: l'olivo è il simbolo della pace; il tricolore è il simbolo dell'unità nazionale – Certi artisti utilizzano codici simbolici soggettivi e quindi di ardua comprensione Simbolismo – Orientamento artistico e filosofico di fine Ottocento che attribuiva allarte la capacità di arrivare a forme di conoscenza più profonde e misteriose di quelle conseguibili con la scienza.


Scaricare ppt "Naturalismo e simbolismo Telemaco Signorini, Non potendo aspettare la lettera, 1867 Gabriele Rossetti, Pia dei Tolomei, 1868."

Presentazioni simili


Annunci Google