La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comprensione del testo Linsegnante: –Informa Sul tipo di testo che viene proposto, in modo da attivare uno schema di riferimento per la comprensione (lo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comprensione del testo Linsegnante: –Informa Sul tipo di testo che viene proposto, in modo da attivare uno schema di riferimento per la comprensione (lo."— Transcript della presentazione:

1 Comprensione del testo Linsegnante: –Informa Sul tipo di testo che viene proposto, in modo da attivare uno schema di riferimento per la comprensione (lo schema di riferimento consente lattivazione di aspettative) –Chiede Di fare ipotesi sul contenuto del brano in base al titolo, alle illustrazioni e ad altri elementi contestuali –Ferma la lettura Per porre domande su ciò che è stato letto Per chiedere di fare ipotesi sullo svolgimento

2 Comprensione del testo Le domande di comprensione: –Le domande inserite nel testo migliorano la comprensione e lapprendimento –Le domande di carattere concettuale acquistano maggiore significatività se poste prima di leggere il testo, perché favoriscono la costruzione di una traccia di lettura –Le domande prima della lettura: creano aspettative, focalizzano lattenzione sullargomento, stimolano previsioni su ciò che si sta leggendo

3 Strumenti compensativi - Misure dispensative Strategie metacognitive Consultazione del testo Riferimenti visivi Presenza di un lettore Vocabolario CD Lettura a voce alta Virtualmente da escludere Dettatura Rallentarne la rapidità se eseguita in classe Eseguirla individualmente se finalizzata alla verifica ortografica

4 Strumenti compensativi - Misure dispensative Strategie metacognitive Tempi più lunghi Per lesecuzione del compito (Oppure: riduzione del carico di lavoro) Dvd, Videocassette, Audiocassette, mp3 Per attività di studio Costruzione di mappe e di schemi Per attività di studio Videoscrittura

5 Software C.A.R.LO. II Loquendo (G. Stella, ASPHI, Anastasis) Editor di testi in grado di interagire con una sintesi vocale che trasforma il computer in un lettore. Nella modalità di ascolto la persona che utilizza il software può regolare la velocità di lettura e i tempi delle pause, può decidere di ascoltare solo alcuni paragrafi o solo le parti di testo evidenziate. Nellambiente di scrittura è funzionante il controllo ortografico, che consente il confronto tra la parola errata e il dizionario incorporato.

6 Software C.A.R.LO. II Loquendo (G. Stella, ASPHI, Anastasis) Attraverso uno scanner e un software Optical Character Recognition (OCR) è possibile acquisire qualsiasi testo cartaceo e trasformarlo in testo digitale. Nellambiente di ascolto, C.A.R.LO. II si trasforma in un lettore e quindi in uno strumento per le attività di studio.

7 Nota ministeriale del – Iniziative relative alla dislessia Tra gli strumenti compensativi, essenziali vengono indicati: Tabella dei mesi, tabella dellalfabeto e dei vari caratteri, registratore, Computer con programmi di videoscrittura con correttore ortografico e sintesi vocale.

8 Nota ministeriale del – Iniziative relative alla dislessia –Per gli strumenti dispensativi, valutando lentità e il profilo della difficoltà, in ogni singolo caso, si ritiene essenziale tener conto dei seguenti punti: Dispensa da: –lettura ad alta voce, –scrittura veloce sotto dettatura, –studio mnemonico delle tabelline.

9 Nota ministeriale del – Iniziative relative alla dislessia –Per gli strumenti dispensativi, valutando lentità e il profilo della difficoltà, in ogni singolo caso, si ritiene essenziale tener conto dei seguenti punti: Dispensa, ove necessario, dallo studio della lingua straniera in forma scritta. Programmazione di tempi più lunghi per prove scritte e per lo studio a casa. Organizzazione di interrogazioni programmate. Valutazione delle prove scritte e orali con modalità che tengano conto del contenuto e non della forma

10 Nota ministeriale del – Iniziative relative alla dislessia –Ulteriori strumenti possono essere utilizzati durante il percorso scolastico, in base alle fasi di sviluppo dello studente ed ai risultati acquisiti. –Sulla base di quanto precede si ritiene auspicabile che le SS.LL. pongano in essere iniziative di formazione al fine di offrire risposte positive al diritto allo studio e allapprendimento dei dislessici, nel rispetto dellautonomia scolastica

11 Nota ministeriale del – Iniziative relative alla dislessia –Si ritiene di dover precisare che per l'utilizzazione dei provvedimenti dispensativi e compensativi possa essere sufficiente la diagnosi specialistica di disturbo specifico di apprendimento (o dislessia) e che tali strumenti debbano essere applicati in tutte le fasi del percorso scolastico, compresi i momenti di valutazione finale.

12 Siti utili

13 Lorenzo Caligaris Insegnante specializzato di scuola primaria. Pedagogista Struttura Semplice di Psicopatologia dellEtà Evolutiva (Ospedale Niguarda) – Milano

14 Riferimenti visivi Parole e frasi: –in grassetto, in corsivo, sottolineate, evidenziate Immagini: –cartine, mappe, grafici, tabelle, illustrazioni, disegni, ecc. Didascalie Titoli di paragrafi


Scaricare ppt "Comprensione del testo Linsegnante: –Informa Sul tipo di testo che viene proposto, in modo da attivare uno schema di riferimento per la comprensione (lo."

Presentazioni simili


Annunci Google