La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 INCENTIVI e FINANZIAMENTI Giuseppe Chiappero - Miguel Scordamaglia Gruppo di Lavoro Ambiente ed Energia Torino, 20 Aprile 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 INCENTIVI e FINANZIAMENTI Giuseppe Chiappero - Miguel Scordamaglia Gruppo di Lavoro Ambiente ed Energia Torino, 20 Aprile 2009."— Transcript della presentazione:

1 1 INCENTIVI e FINANZIAMENTI Giuseppe Chiappero - Miguel Scordamaglia Gruppo di Lavoro Ambiente ed Energia Torino, 20 Aprile 2009

2 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 2 INDICE DELLINTERVENTO INCENTIVI CONTO ENERGIA INCENTIVI MINISTERIALI (BANDI 2007 RIFINANZIATI) Impianti fotovoltaici di alto pregio architettonico/paesaggistico Il sole a scuola Il sole negli enti pubblici INCENTIVI REGIONALI Impianti fotovoltaici Teleriscaldamento e teleraffrescamento Riqualificazione energetica L.R. 23/2002 Bandi Energia POR FESR INCENTIVI COMUNALI Pannelli solari fotovolatici - Città di Torino

3 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 3 FONTI NORMATIVE PRASSI D. Lgs. 29/12/2003 n. 387 Attuazione direttiva 2001/77/CE Promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili D.M. 19/02/2007 Nuovo conto energia D.M. 18/12/2008 Estensione dello scambio sul posto a 200 kWp CONTO ENERGIA OBIETTIVO Incentivare la produzione di energia mediante limpiego di fonti alternative FV Deliberazione ARG/elt 74/08, (in vigore da 1/1/2009) Testo Intergrato dello Scambio sul Posto - TISP

4 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 4 CONTO ENERGIA TARIFFA INCENTIVANTE 2009 Potenza nominale dellimpianto P (kWp) Impianti art. 2 co I lett b1) Non integrato Impianti art. 2 co I lett b2) Semintegrato Impianti art. 2 co I lett b3) Integrato A)1 < P < 30,3920,4310,480 B)3 < P < 200,3720,4120,451 C)P > 200,3530,3920,431

5 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 5 CONTO ENERGIA ULTERIORI INCENTIVI Servizio di scambio sul posto (contributo in conto scambio) ovvero Cessione al gestore dellenergia prodotta

6 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 6 Bandi pubblicati su G.U. n. 126 del 1° giugno 2007, rifinanziati da C.M. ottobre 2008 Beneficiari: Pubbliche amministrazioni ed enti locali Cofinanziamento di interventi che prevedono linstallazione di impianti di energia elettrica o di calore da fonte solare INCENTIVI MINISTERIALI BANDODESCRIZIONESCADENZA IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI ALTO PREGIO Impianti completamente integrati in complessi edilizi secondo criteri di replicabilità funzionali alle tipologie edilizie titpiche del territorio Scorrimento graduatoria istanze già pervenute IL SOLE A SCUOLAImpianti installati su edifici scolastici (scuole medie sup. e inf.) con contestuale avvio di attività didattica in campo energetico Fino a esaurimento fondi IL SOLE NEGLI ENTI PUBBLICI Impianti solari termici per la produzione di calore a bassa temperatura realizzati su edifici pubblici Fino a esaurimento fondi

7 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 7 LA SFIDA DELLA REGIONE PIEMONTE OBIETTIVO diventare il MOTORE ECOLOGICO dITALIA 20/20/20

8 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 8 LA SFIDA DELLA REGIONE PIEMONTE estratto da

9 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 9 Fondo rotativo per impianti fotovoltaici Beneficiari Soggetti pubblici e privati Finanziamenti a tasso zero per impianti fotovoltaici di potenza nominale compresa fra 1 e 5 kWp Quota massima: euro per kWp, erogabile previa accettazione della domanda, da presentare corredata dal preventivo di spesa e dal progetto preliminare Rimborso: 84 mesi (di cui 24 di preammortamento), con rate trimestrali posticipate L.R. 23/02 - D.D. n. 257 del 9/5/2008 Domande presentabili a Finpiemonte al 31/10/2008 domande esaminate per 315 impianti INCENTIVI REGIONALI

10 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 10 Fondo rotativo per reti di teleriscaldamento Beneficiari Imprese private, pubbliche o miste del settore Finanziamenti a tasso agevolato per realizzazione o potenziamento di reti di teleriscaldamento o teleraffrescamento Spesa massima euro per teleriscaldamento euro per teleraffrescamento e impianti a biomassa Rimborso:60 mesi (di cui 12 di preammortamento), con rate trimestrali posticipate L.R. 23/02 - D.D. n. 389 del 10/07/2008 Domande a Finpiemonte dal 11/3/2009 al 8/5/2009 INCENTIVI REGIONALI

11 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 11 Conto interessi per lefficienza energetica Beneficiari Soggetti pubblici e privati, imprese e società di gestione energetica Interventi per la riqualificazione energetica di edifici esistenti e collocati sul territorio piemontese Spesa massima: euro Contributo in conto interessi pari al 60% degli interessi in caso di soggetti pubblici, privati e microimprese (100% per i primi euro) e 50% in caso di imprese e società di gestione energetica erogati in unica soluzione anticipata Finanziamento bancario: 60 mesi a tasso fisso (5,90%- 6,40%), stipulato con istituto di credito convenzionato L.R. 23/02 - DGR n. 60 – 4951 del 18 dicembre 2006 Domande presentabili a Finpiemonte INCENTIVI REGIONALI

12 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 12 POR-FESR Piano Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale SETTORE ENERGIA INCENTIVI REGIONALI FONDI

13 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 13 POR - FESR Asse II - Sostenibilità ed efficienza energetica Priorità Strategica Promozione della produzione energetica da fonti rinnovabili e lo sviluppo dellefficienza energetica INCENTIVI REGIONALI

14 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 14 Obiettivo Promuovere leco-sostenibilità di lungo termine nella crescita economica, perseguendo una maggiore efficienza nellutilizzo delle risorse naturali INCENTIVI REGIONALI POR - FESR Asse II - Sostenibilità ed efficienza energetica

15 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 15 MISURA 1 Produzione di energie rinnovabili Linea A EFFICIENZA ENERGETICA (II.1.3) Linea B FONTI RINNOVABILI (II.1.1) Primo stanziamento: euro MISURA 2 (II.1.2) Beni strumentali per l'energia rinnovabile e l'efficienza energetica Primo stanziamento: euro MISURA 3 (II.1.1) Efficienza energetica e produzione/utilizzo di energie rinnovabili nel patrimonio pubblico Primo stanziamento: euro INCENTIVI REGIONALI POR - FESR Asse II - Sostenibilità ed efficienza energetica

16 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 16 MISURA 1 Produzione di energie rinnovabili Razionalizzazione dei consumi energetici e uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi Linea A EFFICIENZA ENERGETICA (Attività II.1.3) Interventi per incrementare lefficienza energetica dei processi produttivi e degli involucri edilizi Applicazione di processi intrinsecamente più efficienti Macchinari con maggiore efficienza energetica Miglioramento dei livelli prestazionali degli involucri edilizi Impianti di cogenerazione ad elevato rendimento Sistemi di sfruttamento della geotermia a bassa entalpia … INCENTIVI REGIONALI POR - FESR Asse II - Sostenibilità ed efficienza energetica

17 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 17 MISURA 1 Produzione di energie rinnovabili Razionalizzazione dei consumi energetici e uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi Linea B FONTI RINNOVABILI (Attività II.1.1) Interventi finalizzati ad avviare o aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili Sistemi solari termici, sistemi fotovoltaici, sistemi di produzione di idrogeno da fonte rinnovabile, sistemi di celle a combustibile per generazione stazionaria, impianti eolici, impianti alimentati a biomassa, impianti per lo sfruttamento del biogas… INCENTIVI REGIONALI POR - FESR Asse II - Sostenibilità ed efficienza energetica

18 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 18 MISURA 2 (Attività II.1.2) Beni strumentali per l'energia rinnovabile e l'efficienza energetica Incentivazione per: Nuovi impianti e linee di produzione di sistemi e componenti dedicati a - Sfruttamento di energie rinnovabili, - Efficienza energetica - Innovazione di prodotto nell'ambito delle tecnologie in campo energetico INCENTIVI REGIONALI POR - FESR Asse II - Sostenibilità ed efficienza energetica

19 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 19 INCENTIVI REGIONALI POR-FESR Misure 1 e 2 BENEFICIARI Settore e dimensoni Piccole, Medie e (per la misura 1) Grandi imprese che esercitano attività diretta alla produzione di beni e/o servizi Localizzazione Tutto il territorio della Regione Piemonte

20 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 20 INCENTIVI REGIONALI POR-FESR Misure 1 e 2 AGEVOLAZIONE Finanziamento agevolato erogato con fondi regionali e bancari Tasso: circa 0,75% Durata: 60 mesi Importo massimo: fino a 5 milioni di euro E necessaria una istruttoria bancaria favorevole Eventuale integrazione con contributo in conto capitale in de minimis fino al limite massimo del 20% dellinvestimento (max euro) Sono previste forme alternative di agevolazione a scelta dellimpresa

21 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 21 INCENTIVI REGIONALI POR-FESR Misure 1 e 2 TEMPI Presentazione telematica a partire dal 25/06/2008 Presentazione cartacea a Finpiemonte entro 5 giorni lavorativi dallinoltro telematico Approvazione entro 90 giorni dalla data di presentazione

22 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 22 PARAMETRI DIMENSIONALI PMI FONTI NORMATIVE DEFINIZIONE PMI Raccomandazione (CE) n del 2003 D.M. 18/04/2005

23 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 23 PARAMETRI DIMENSIONALI PMI ParametriTutti i settori D.M. 18/04/2005 Microimprese Piccole Imprese Medie Imprese Numero Occupati (ULA) < 10< 50< 250 Fatturato 2 milioni di euro 10 milioni di euro 50 milioni di euro Totale bilancio 2 milioni di euro 10 milioni di euro 43 milioni di euro DATI DA CONSIDERARE ULTIMO ESERCIZIO CONTABILE APPROVATO Per passare alla classe superiore DEVONO ESSERE SUPERATI ENTRAMBI I VALORI FATTURATO ANNUO E TOTALE DI BILANCIO OPPURE NUMERO DEGLI OCCUPATI

24 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 24 PARAMETRI DIMENSIONALI PMI REQUISITO DI INDIPENDENZA Raccomandazione (CE) n del 2003 PMI AUTONOMA ASSENZA di PARTECIPAZIONI O CON PARTECIPAZIONI ENTRO IL 25 % ASSOCIATA CON PARTECIPAZIONI DAL 25% AL 50% DEL CAPITALE O DIRITTI DI VOTO COLLEGATA CON PARTECIPAZIONI OLTRE IL 50% DEL CAPITALE O DIRITTI DI VOTO VERIFICA SULLE MADRI E SULLE FIGLIE (A MONTE E A VALLE)

25 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 25 PARAMETRI DIMENSIONALI PMI IMPRESAOCCUPATIFATTURATO Milioni BILANCIO Milioni DIMENSIONE A ? B ? C ? D ? E 10 1,8 ? F 9 22,1? TEST DEFINIZIONI PMI 2005 NB. Tutte le imprese sono autonome

26 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 26 PARAMETRI DIMENSIONALI PMI IMPRESAOCCUPATIFATTURATO Milioni BILANCIO Milioni DIMENSIONE A GRANDE B MEDIA C MEDIA D PICCOLA E 10 1,8 PICCOLA F 9 22,1MICRO SOLUZIONE DEL TEST

27 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 27 Bando pubblico Città di Torino Beneficiari Persone fisiche e/o giuridiche private Finanziamenti in conto capitale per linstallazione di pannelli solari fotovoltaici (di potenza compresa fra 3 e 20 kWp) su edifici residenziali siti nel Comune di Torino Spesa massima euro 500,00 per ogni kWp installato, fino a un massimo di 20 kWp Regime de minimis Domande a Settore Sostenibilità Ambientale del Comune di Torino dal 21/1/2009 al 31/12/2009 INCENTIVI COMUNALI

28 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 28 AIUTI DI PICCOLA ENTITÀ (DEFINITI DALLA UE DE MINIMIS) si presume NON incidano sulla CONCORRENZA in modo significativo IMPORTO TOTALE MASSIMO aiuti de minimis nellarco di TRE ANNI (per il 2009 e 2010 elevato a ) REGOLA DE MINIMIS (non curat praetor)

29 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 29 CASI AZIENDALI ALFA S.r.l Codice Attività19.3 DescrizioneFabbricazione di calzature SettoreIndustria N. Occupati33 Fatturato Tot. Bilancio LocalizzazioneTorino ProgettoImpianto eolico Importo QUALE STRUMENTO CONSIGLIO?

30 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 30 CASI AZIENDALI ALFA S.r.l DimensionePiccola Impresa ZonaRegione Piemonte StrumentoPOR Asse 2 Misura 1 B Conto energia AgevolazioneFinanziamento a tasso agevolato Fondo perduto de minimis Tariffa incentivante ImportoFinanziamento Fondo perduto ca ContributoTariffa incentivante

31 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 31 CASI AZIENDALI BETA S.n.c Codice Attività28.63 DescrizioneFabbricazione di serrature SettoreArtigianato N. Occupati15 Fatturato Tot. Bilancio LocalizzazioneRivoli (TO) ProgettoLinea di produzione inverter Importo QUALE STRUMENTO CONSIGLIO?

32 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 32 CASI AZIENDALI BETA S.n.c DimensionePiccola Impresa StrumentoPOR Asse 2 Misura 2 AgevolazioneFinanziamento a tasso agevolato Fondo perduto de minimis ImportoFinanziamento Fondo perduto ca

33 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 33 CASI AZIENDALI GAMMA S.p.A Codice Attività 55.1 DescrizioneAlberghi SettoreTurismo N. Occupati94 Fatturato Tot. Bilancio LocalizzazioneIvrea (TO) ProgettoRiqualificazione energetica delledifico Importo QUALE STRUMENTO CONSIGLIO?

34 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 34 CASI AZIENDALI GAMMA S.p.A DimensioneMedia Impresa StrumentoPOR Asse 2 Misura 1 A oppure L.R. 23/02 Riqualificazione AgevolazioneFinanziamento a tasso agevolato oppure contributo in c/interessi + Fiscale 55% Importo Contributo credito dimposta in 5 anni

35 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 35 CASI AZIENDALI DELTA S.a.s Codice Attività DescrizioneCollaudi e analisi tecniche SettoreServizi N. Occupati9 Fatturato Tot. Bilancio LocalizzazioneMoncalieri (TO) ProgettoImpianto fotovoltaico 5 kWp Importo QUALE STRUMENTO CONSIGLIO?

36 Gruppo di lavoro Ambiente ed Energia 36 CASI AZIENDALI DELTA S.a.s DimensioneMicro Impresa ZonaRegione Piemonte StrumentoL.R. 23/02 Fondo rotativo FV AgevolazioneFinanziamento a tasso 0 + Conto energia con scambio sul posto Importo ContributoIn conto scambio

37 37 MICHELANGELO SCORDAMAGLIA GIUSEPPE CHIAPPERO


Scaricare ppt "1 INCENTIVI e FINANZIAMENTI Giuseppe Chiappero - Miguel Scordamaglia Gruppo di Lavoro Ambiente ed Energia Torino, 20 Aprile 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google