La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

From Invention to Patent, patentas tool for Business Success: Case studies Marco Marzano de Marinis, Associate Legal Officer Small and Medium-sized Enterprises.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "From Invention to Patent, patentas tool for Business Success: Case studies Marco Marzano de Marinis, Associate Legal Officer Small and Medium-sized Enterprises."— Transcript della presentazione:

1 From Invention to Patent, patentas tool for Business Success: Case studies Marco Marzano de Marinis, Associate Legal Officer Small and Medium-sized Enterprises Division World Intellectual Property Organization

2 WIPO in pillole Che cosa è la OMPI Qualè il suo mandato –Protezione intenazionale –Promozione di una cultura della PI –Demistificazione della PI –Cooperazione intenazionale con glu uffici e le Istituzioni relazionate con la PI –etc….

3 ./.. WIPO in pillole…. –182 Stati Membri –Gestione di 23 trattati in materia di n Proprietà Intellettuale n Sistema di protezione mondiale n Accordi per la classificazione e registrazione internazionale degli attivi immateriali. –Supporto vis à vis della: n Protezione degli attivi immateriali n Sviluppo delle regolamentazioni in materia di PI su scala globale n Cooperazione con Stati Membri

4 Knowledge Driven « New » Economy Attivi Materiali: Fattori della produzione: Terra, Capitale e lavoro MARKET DEVELOPMENT Attivi immateriali: Idee, Brevetti, Disegni, TM, Capitale intellettuale al centro della nuova economia

5 Sviluppo economico Micro-economia Intellectual Property Intellectual Property Macro-economia Macro-economia./.. Knowledge Driven « New » Economy Il sistema dei didirti di privativa industriale è cruciale per ricompensare e motivare inventori e ricercatori, da un lato; e allo stesso tempo dare sicurezza agli investitori tato pubblici che privati, dallaltro. Un adeguato sistema di diritti di proprietà intellettuale é estremamente importante per acquisire finanziamenti provenienti dallestero (Foreign Direct Investments, FDI) o per incoraggiare le imprese straniere a trasferire i loro conoscimenti tecnologici.

6 La PI e Attori Economici n Posizione dominante degli attivi immateriali nella nuova economia n Università e Centri di ricerca: Perno dello sviluppo intellettuale del Paese n PMI: 90% delle Imprese italiane sono PMI, contribusicono: Presence in the market; Employment; GDP; il 70% dei prodotti e servizi che accedono al mercato sono prodotti da PMI n Utilizzazione del sistema di diritti di PI pari al 2% –Scarsa conoscenza del sistema di PI; –Percezione del sistema come: complesso e articolato, necessità di un supporto esterno (esperti in PI: avvocati e agenti in PI); –Il sistema è percepito come caro e pertanto accessibile unicamente alle grandi imprese o ai centri di ricerca di imprese private

7 Sfruttamento dinamico del sistema di PI: Il sistema di PI si converte in uno strumento cruciale per sostenere lo sviluppo commerciale del entità che lo utilizza, tanto unUniversità come una impresa. Sfruttamento Monopolio Nuova via per Potenziare le entrate IP come strumento finanziario Licensing Franchising Merchandising Investitori pubblici: CE, Governi, Istituzioni nazionali etc.. Investitori Privati : Banche, Business Angels, etc../.. IP and SMEs Brevetto Marchio Disegno Industriale Approccio statico Approccio patologico al sistema di PI Conoscenza limitata del sistema di PI, lutilizzo delle privative industriali è percepito unicamente da una prospettiva di lotta alla contraffazione R&D Partnerships, Accordi di ricerca Strategie di sfruttamento, creazione di TTOStrategie di sfruttamento, creazione di TTO

8 Proposte OMPI 1. Formazione delle risorse Umane, in materia di: –Gestione dei TTO –capacita negoziale per i contratti in aventi ad oggetto accordi di licenza con aspetti di PI marketing tecnologico –Patent Information 2. Assistenza nella elaborazione dei regolamenti di PI delle Università e centri di ricerca 3.Supporto nella creazione di reti o consorzi aventi finalità di R&D e PI –Corsi di formazione –Sostegno nella elaborazione dei regolamenti di gestione degli attivi immateriali –Assitenza alla creazione di reti di sviluppo e assistenza in material di PI 4. Etc… (proposte da enti esterni)

9 Materiale: -- Giuridico -- Business -- Case studies -- Helpline /SME../. La OMPI e il sostegno che offre n n Materiale di semplice utilizzazione n n Sito web in 6 lingue: Inglese, Spagnolo, Francese, Russo, Cinese e Arabo n n ,000 pagine visitate al mese ,000 pagine visitate 2003: 51,000 pagine visitate 2002: 28,000 pagine visitate

10 Vi ringrazio per la vostra attenzione! WIPO: SMEs website:

11 Stanford University: Cohen-Boyer « recombinant DNA » Patent n n 1 tecnologia, recombinant DNA (brevetto pioniere nelle biotecnologie); n con una persona, in seguito al successo ottenuto con la commercializzazione delle tech. Sviluppate, oggi il TTO è composto da 20 persone, piú di 1100 brevetti, interamente licenziati a imprese private; n Creazione di un TTO gestito con una persona, in seguito al successo ottenuto con la commercializzazione delle tech. Sviluppate, oggi il TTO è composto da 20 persone, piú di 1100 brevetti, interamente licenziati a imprese private; n La strategia di commercializzazione di questa tecnologia si è basata su licenze non esclusive;

12 n Questa brevetto universitario, scaduto nel 1997, è considerato come la tecnologia avente il maggiore impatto commerciale e il più alto reddito mai generato da una invenzione di questo tipo. n LUniversità di Stanford ha adottato una tecnica di commercializzazione per questa tecnologia basata su LICENZE NON ESCLUSIVE: –406 SOCIETÀ hanno ottenuto una licenza (Società, Start-ups, laboratori biotech) –alla scadenza del brevetto dicembre 1997, 125 sono risultati essere i prodotti commercializzati con il brevetto Cohen-Boyer –I benefici generati dal brevetto durante la sua vita ammontano a: n 255 ML DI $ PER LICENZE CONCESSE n 35 MLDI $ PER PRODOTTI COMMERCIALIZZATI./..Stanford University: Cohen-Boyer « recombinant DNA » Patent

13 CETRI, Universidad Nacional del Litoral (Argentina) n CETRI : TTO creato dallUniversità del Litoral con la finalità di gestire correttamente lo sfruttametno commerciale dei risultati scientifici ottenuti nei laboratori di ricerca n Il CETRI ha gestito sino ad ora più di 1700 contratti di collaborazione con imprese private n Le attività di ricerca che il CETRI generalmente negozia hanno ad oggetto, contratti per ricerca specifiche, consulenze, servizi al settore privato n Più di 20 tipi diverse di tecnologie sono stati trasferiti al settore privato tramite accordi di licenza n Le entrate complessive generate dal CETRI sono equivalenti al 10% degli del budget dellUniversità del Litoral

14 BTG e UK Universities Risonanza Magnetica (Magnetic Resonance Imaging-MRI) n BTG da pubblico a privato: Istituto britannico per la commercializzazione dei risultati scientifici delle università UK n MRI, Tecnolgia sviluppata da tre Università UK: n MRI, Tecnolgia sviluppata da tre Università UK: Nottingham (Peter Mansield, Premio nobel per la Medicina nel 2003), Aberdeen, e Oxford n n Nel generare tale tecnologia la BTG ha combinato le tre tecnologie, introducendo alcune migliorie n n BTG si è incaricato di sviluppare commercialmente la tecnologia tramite accordi di licenza mirati in tutto il mondo n n Tra il 1986 e il 1989 il 99% degli MRI erano licenziati su tecnologia BTG, I principali licenziatari erano: Marconi, Siemens Toshiba, Hitaci, GE, Bruker, Fonar, Shimadzu, Esaote. Attraverso la strategia adottata da BTG per gli accordi di Licenza, la BTG ha distribuito sino ad ora $64 Ml.

15 INTA e RELMO n INTA, Instituto Nacional de Tecnologia Agricola, –Centro di ricerca pubblico per la ricerca Agraria n RELMO, piccola impresa argentina –specializzata nella creazione di qualità di soya geneticamente modificate n n RELMO e INTA raggiungono un accordo di cooperazione per la creazione di una varietà di soya resistente ai glifossati (Glyphosate) n n INTA contribuisce con la tecnologia di base n n RELMO, si fa carico (economicamente e praticamente) di sviluppare la tecnologia di base nei propri laboratori o in strutture adegute alla scopo n n I risultati di questa collaborazione scientifica sono commercializzati in esclusiva da RELMO, che riconosce a INTA una percentuale sulle vendite (royalty) n Punti di forza di questa iniziativa: –Possibilità per INTA di finanziare ulteriori ricerche attraverso le royalty corrisposte da INTA in seguito alla commercializzazione dei prodotti basati sulla sua tecnologia di base. –RELMO acquisice: 1) due tecnologie: la prima derivante da INTA, la seconda sviluppata sulla tecnologia di base; 2) una posizione di mercato esclusiva, derivante da un prodotto tecnologicamente avanzato.

16 FONDEF (CILE) n Dal 1992 finanzia parzialmente progetti di R&D aventi un alto impatto economico e sociale. n Il contributo del FONDEF concede raggiunge un massimo del 60% del costo totale del progetto, con una contribuzione massima di $ n Il bando di concorso impone ai partecipanti di presentare richieste oggetto di ricerche congiunte Università+Impresa. n Il restante 40 % del progetto deve essere coperto in misura equivalente dai partner del progetto 20% Univ. 20% Impresa

17 FONDEF: 71 richieste di brevetto nazionali

18 ANPCYT (Argentina) n Progetto creato nel 2004, avente come finalità lo stimolo della crescita della sensibilità alla tutela dellinnovazione da parte degli attori innovanti (università ed imprese) n Il Fondo sostiene (a fondo perduto, tramite fondi concessi dal BID) la registrazione dei brevetti da parte dei destinatari dei bandi che periodicamente lANPCYT Pubblica. n Il finanziamento copre il 100% della fase iniziale della richiesta di brevetto n Bandi publicati: –I:diretto a Università e centri di ricerca –II: diretto a PMI del settore metalmeccanico e quimico (escluso il farmaceutico). n Obbiettivo è di pubblicare 4 bandi lanni per incrementare il livello di tutela da parte degli attori innovanti.

19 n Progetto finanziato dalla CE nellambito dei 6° PQ –I treinnio Meuro –2 triennio Meuro n Finalità: fornire assistenza ai partecipanti n Finalità: fornire assistenza ai partecipanti ai progetti finanziati nellambito dei PQ CE, relativamente agli accordi che hanno ad oggetti la tutela della R&D o clausole relative ad accordi aventi ad oggetto aspetti relazionati con la PI. n Progetto nato dal TTO e dal Master in IP dellUniv. di Alicante n consorzio composto da: –Università di Alicante –Università di Cracovia Jagiellonian Univ. –EURICE


Scaricare ppt "From Invention to Patent, patentas tool for Business Success: Case studies Marco Marzano de Marinis, Associate Legal Officer Small and Medium-sized Enterprises."

Presentazioni simili


Annunci Google