La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Informatica e Medicina

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Informatica e Medicina"— Transcript della presentazione:

1 Informatica e Medicina
Corso SAN PAOLO Informatica e Medicina DMCO San Paolo Cattedra di Statistica Medica e Biometria

2 STATISTICA MEDICA (http://users.unimi.it/~morabito/)

3 Carlo ha 67 anni, è pensionato
Carlo ha 67 anni, è pensionato. Alcuni mesi fa, durante una visita di controllo, apprese che pressione arteriosa era di 176/85 mmHg. Misurazioni ripetute nei 6 mesi successivi della pressione ar- teriosa hanno evidenziato una ipertensione sistolica. Non sono rilevabili altre anomalie all'esame obiettivo. Dati di laboratorio mostrano un livello elevato di colesterolo totale, 5.7mmol/L, e della glicemia a digiuno 8.3 mmol/L. Siete stati in grado di convincere Carlo a ridurre il consumo di alcolici, a perdere 4 Kg di peso ed a praticare esercizio fisico. Nonostante tutto questo la pressione sistolica rimane superiore a 160 mmHg. La glicemia, sebbene diminuita, è ancora elevata, 7.3 mmol/L. Non sono presenti anomalie degli elettroliti, della creatiina o dell'esame delle urine. È necessario trattare farmacologicamente l'ipertensione? Con quale farmaco?

4 Evidence-based Medicine (EBM)
“ Le decisioni cliniche, nell’assistenza al singolo paziente, devono risultare dall’integrazione tra l’esperienza del medico e l’utilizzo coscienzioso, esplicito e giudizioso delle migliori evidenze scientifiche disponibili, moderate dalle preferenze del paziente” Sackett et al. BMJ 1996

5 Evidence-based Medicine (EBM)
Research Evidence Patient Preferences Clinical Expertise Evidence = prove di efficacia

6 Piano Sanitario Nazionale 1998-2000
“EVIDENZE SCIENTIFICHE” 11 citazioni …Le risorse devono essere indirizzate verso le prestazioni la cui efficacia è riconosciuta in base alle evidenze scientifiche …Raccolta e analisi delle evidenze scientifiche disponibili devono essere utilizzate per la costruzione di linee guida …Diffondere misure preventive basate sulle prove

7 La Medicina Basata sulle Prove di Efficacia (EBM)
La EBM è un movimento culturale che si è progressivamente diffuso a livello internazionale, favorito da alcuni eventi che hanno contribuito ad una crisi dei modelli tradizionali della medicina: la crescita esponenziale dell’informazione biomedica che ha reso sempre più difficile l’aggiornamento professionale per il singolo medico; l’evidenza che l’assistenza sanitaria non riflette integralmente i risultati della ricerca; la crisi economica dei sistemi sanitari, contemporanea alla crescita della domanda e dei costi dell’assistenza; lo sviluppo delle tecnologie informatiche culminato nella recente esplosione di Internet.

8 La Medicina Basata sulle Prove di Efficacia (EBM)
La EBM prevede che "le decisioni cliniche risultino dalla’integra-zione tra l'esperienza del medico e le migliori evidenze scientifiche disponibili, relativamente alla accuratezza dei tests diagnostici, alla potenza dei fattori prognostici, all’efficacia e sicurezza dei trattamenti preventivi, terapeutici e riabilitativi". In altre parole la EBM è un processo di auto-apprendimento in cui il medico converte il bisogno di informazione in quesiti ben definiti, ricerca le migliori evidenze disponibili in letteratura e, dopo averne valutato criticamente validità ed applicabilità clinica, le integra nelle proprie decisioni. La EBM nasce per applicare i risultati della ricerca al paziente individuale, ma in diversi paesi - Regno Unito, Canada, Olanda, Australia - costituisce da tempo la metodologia di riferimento per pianificare l'assistenza (Evidence-Based Health Care) e la politica sanitaria (Evidence-Based Policy).

9 La Medicina Basata sulle Prove di Efficacia (EBM)
Anche in Italia la politica sanitaria nazionale inizia lentamente a muoversi in senso evidence-based. Infatti, efficacia e appropriatezza costituiscono i veri elementi ispiratori del Piano Sanitario Nazionale dove si legge che: “…le risorse devono essere indirizzate verso le prestazioni la cui efficacia è riconosciuta in base alle evidenze scientifiche…” . Inoltre, il Decreto 229/99, oltre a ribadire il ruolo delle evidenze scientifiche nella programmazione e nel finanziamento delle prestazioni sanitarie, introduce in Italia la formazione permanente obbligatoria che rende irrinunziabile per qualunque operatore sanitario la familiarità con gli strumenti della EBM: EBM: ricerca delle informazioni scientifiche, loro valutazione critica ed integrazione nelle decisioni cliniche ed organizzati-vo gestionali.

10 Ministero della Salute
E.C.M. on line ……… per il momento non è possibile conseguire crediti formativi di E.C.M. on line in attesa che la commissione E.C.M. del Ministero della Salute definisca le norme della fad (formazione a distanza) che avrebbero dovuto essere pubblicate nel 2° sem. del 2002. Per quanto ci riguarda, siamo in condizioni tecniche ed organizzative tali da potere offrire ai nostri utenti la possibilità di conseguire i loro crediti formativi on line sin dal primo giorno utile che verrà previsto dalle nuove norme. Ministero della Salute

11 Le fonti di informazione
Le informazioni prodotte dalla ricerca clinica vengono diffuse in molti modi. Quello indubbiamente più attendibile è rappre-sentato dalla pubblicazione su riviste scientifiche dotate di formale processo di revisione tra pari (“peer-review”) dei risultati dei singoli studi. [peer=persona dello stesso grado] Ad un livello di attendibilità intermedio troviamo la diffusio-ne delle opinioni più o meno autorevoli, degli esperti, presenta-te sotto varie forme: da quella più informale della relazione al congresso scientifico, a quella più formalizzata della review narrativa o del libro di testo. Infine meno attendibile anche se più diffuso è il canale rap-presentato dalle riviste divulgative.

12 Argomenti degli studi primari
Studio Obiettivo Disegno Eziologia Individuare la responsabilità di un agente farmacologico o ambien-tale nel determinismo di malattia Studi di coorte e studi caso controllo Diagnosi Definire la performance dei test diagnostici Studi cross-sectional Prognosi Definire la storia naturale delle malattie ed individuare la potenza dei fattori prognostici Studi longitudinali di coorte Terapia Valutare l'efficacia dei trattamenti preventivi, terapeutici e riabilitativi Studi clinici randomizzati

13 Informatica per la ricerca clinica
Il Web e la ricerca clinica capire il web ed i termini di base del calcolatore risorse dei clinical trial sul web introduzione all’informatica per la ricerca clinica

14 Esempio: Web per la Ricerca Clinica
State progettando sullo studio per ... Che cosa c’è in rete che sia in relazione con RC ?. siete stati completi in questa esplorazione? volete continuare ? Siete interessati a condurre il vostro studio su WEB. che tipo di attività di ricerca clinica può essere fatto sul WEB? quanto buona è la tecnologia per queste attività?

15 Che cos’è Internet ? Rete di reti

16 La nascita di Internet …lo scopo del progetto ARPANET* era semplice ma potenzialmente ambizioso: in un mondo dove i computer erano pochi, grandi, molto costosi e tutti incompatibili l’uno con l’altro, si trattava di farli parlare tra loro. Oggi il collegamento e la compatibilità tra computer sembrano ovvi, ma allora erano problemi per niente banali. Oltre a tutto venne deciso di farlo utilizzando una tecnica di trasmissione dei dati (a pacchetti) che sembrava molto promettente ma che fino ad allora nessuno aveva collaudato sul campo. Fu dunque festa quel 2 settembre del 1969 all’UCLA+ quando il computer IMP venne connesso al Sigma-7 ed i due cominciarono a scambiarsi dei messaggi di reciproco riconoscimento… *Advanced Research Projects Agency +(Università della California a Los Angeles) Franco Carlini

17 Che cos’è una rete ? I computer in una rete sono connessi attraverso hardware e software. L’hardware è tutto ciò che connette fisicamente i computer tra loro nella rete. Ad esempio: le linee telefoniche, i cavi in fibre ottiche, i routers e gli stessi computers. Il software ci consente di utilizzare l’hardware, di eseguire delle operazioni e regola il modo con cui i computer comunicano tra loro nella rete.

18 La trasmissione dei dati
Lo schema seguente illustra come viaggia nella rete un documento: 1. I dati che compongono il documento vengono suddivisi in pacchetti dalla parte IP del TCP/IP. IP inoltre abbina delle etichette con informazioni ad ogni pacchetto. 2. Utilizzando le informazioni presenti sulle etichette dei pacchetti i routers determinano il percorso migliore per far arrivare i pacchetti a destinazione. 3. La parte TCP del TCP/IP ricompone i pacchetti nell’ordine corretto e si accerta che tutti i pacchetti siano arrivati integri. TCP: Transmission Control Protocol Ip: Internet Protocol

19 MOTTO DEL CORSO DI BIBLIOMETRIA
A cosa serve Internet ? MOTTO DEL CORSO DI BIBLIOMETRIA Reperire informazioni [James Boswell, The Life of Samuel Johnson] Knowledge is of two kinds. We know a subject ourselves, or we know where we can find information upon it. Comunicare Nell'era della rivoluzione informatica anche la docenza universita-ria, cerca nuovi modi e nuovi strumenti per comunicare la cono-scenza. La ricerca di nuove metodologie coincide però con il mutare della mentalità stessa del docente.

20 Il Browser Il Browser è il programma per navigare in Internet

21 La pagina Web

22 U.S. National Library of Medicine
“ la sede ” “ il sito ” 8600 Rockville Pike, Bethesda, MD (US)

23 URL (Uniform Resource Locator)
Ogni pagina Web ha un URL che la identifica

24

25

26 Links ipertestuali Le pagine Web sono collegate tra di loro mediante links ipertestuali

27

28 Siti di aggiornamento professionale

29

30 Journals The Lancet Annals of Internal Medicine (AIM)
New England Journal of Medicine (NEJM) The Lancet Annals of Internal Medicine (AIM) Journal of the American Medical Association (JAMA) jama.ama-assn.org British Medical Journal (BMJ) Science 6

31 AIB. Commissione nazionale università e ricerca (Periodici Elettronici Biomedici )

32 Journals 1 2 3

33

34 Exporting Citations

35

36

37 Portable Document Format (PDF)

38

39

40 opac.divsi.unimi.it

41

42

43

44 SFX link server, whether hosted locally or by Ex Libris, offers libraries a proven solution for linking their diverse, ever increasing set of electronic resources.

45 Ex libris Con la locuzione Ex libris (che in latino sta per "dai libri") ci si riferisce ad una etichetta, solitamente ornata di figure e motti, che si applica su un libro per indicarne il proprietario. Può fungere anche come contrassegno apposto nella parte interna della prima pagina di copertina dei volumi catalogati in una biblioteca privata. L'etichettatura può essere cartacea, in materiali pregiati quali cuoio o pergamena, o sotto forma di timbro, in questo caso, a inchiostro, a lacca, a fuoco od altro.

46

47

48

49 SBBL La Regione Lombardia ha istituito con L.R. n. 41 del 12 dicembre 1994 il Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo (SBBL) formato ora da 16 biblioteche appartenenti ad Università, IRCCS, Enti di ricerca e coordinato dal Centro di Riferimento Regionale posto presso il dipartimento di Farmacologia Medica dell'Università degli Studi di Milano L'obiettivo finale di SBBL è quello di mettere a disposizione degli operatori più impegnati, ma residenti in strutture periferiche, l'esperienza acquisita nelle migliori biblioteche lombarde per favorire una rapida, mirata ed aggiornata ricerca bibliografica su particolari argomenti.

50

51 SBBL

52 SBBL: accesso ai servizi
Attualmente viene garantito l'accesso al servizio SBBL di fornitura documenti a tutti gli operatori sanitari attraverso l'Ente di appartenenza. Ogni Ente interessato deve identificare nel proprio ambito un referente (utente abilitato) da indicare al Centro di Riferimento Regionale di SBBL. Il referente è titolare delle seguenti funzioni: - agisce da tramite tra ricercatore/operatore sanitario ed il servizio SBBL; - viene istruito sulle procedure SBBL e riceve le comunicazioni inerenti eventuali modifiche o aggiornamenti; - inoltra le richieste di articoli, via fax, alle singole Biblioteche; - riceve gli articoli.

53

54 SBBL

55 sbbl.cilea.it

56

57

58 14 Novenbre - presentazione relazioni ORALI dalle 9 alle 13
ATTIVITA’ PROFESSIONALIZZANTI DI BIBLIOMETRIA II ANNO – A.A  CALENDARIO DEGLI INCONTRI IN SALA COMPUTER GRUPPO N. 1 GRUPPO N. 2 - 26 settembre dalle 9.00 alle 11.00 - 26 settembre dalle alle 13.00 ottobre dalle 9.00 alle 11.00 - 3 ottobre dalle alle 13.00 - 10 ottobre dalle alle 13.00 - 10 ottobre dalle alle 16.00    GRUPPO N. 3 GRUPPO N. 4 - 17 ottobre dalle alle - 17 ottobre dalle alle 13.00 - 24 ottobre dalle 9.00 alle 11.00 - 24 ottobre dalle alle 13.00 - 31 ottobre dalle 9.00 alle 11.00 - 31 ottobre dalle alle 13.00 14 Novenbre - presentazione relazioni ORALI dalle 9 alle 13

59 ELENCO STUDENTI ISCRITTI AL II ANNO – A.A. 2008 - 2009
Alfiero Tommaso Amodeo Ilaria Astaneh Arash Ballabio Michele Bellini Giovanni Bertelle Gianmarco Bettini Laura Bonanno Chiara Bonini Giulia Bregni Giacomo Calloni Alberto Cambieri Filippo Capitanio Chiara Caporale Marialaura Carollo Melissa Carosi Giulia Casati Alberto Castoldi Daniele Cellini Andrea Codolini Luca Conti Lorenzo Costa Guido Cottone Giuseppe Crippa Beatrice Crosa Marina De Braud Lucrezia Viola De Pirro Antonella Di Deo Priscilla Di Giacomo Alessio Di Gregorio Sara Di Marco Marco Dorelli Gianluigi Elimelech Oz Engoue Guilaine Fadini Alessandra Faravelli Irene Guarco Simona Gusmeroli Melanie Imeri Gianluca Lazzeri Nicoletta Leone Federico Levin Maija Lucarelli Carla Lucca Bernardo Joseph Artu Mainini Anna Manfredi Gloria Irene Mangano Erika Micale Mariangela Montanaro Martina Monzani Valerio Maria Morlacchi Andrea Orsenigo Giulia Paticchia Valeria Pellegatta Gaia Perondi Isabella Pesapane Filippo Pisani Edoardo Podesta' Manuel Alfredo Prada Elisabetta Rambelli Micaela Rimessi Arianna Rivolta Samuele Sbaraini Sara Scarabello Marco Schiavolin Paola Sferrazza Papa Simone Suter Matteo Basilio Tiso Giulia Carmela Trimboli Mariele Turba Francesco R Vallone Giuseppe Viale Giulia Villa Cristina Vivona Patrizia Volpe Stefania Zanetta Chiara

60 Il sito università CLICCA SU ATENEO

61 CLICCA SU Dipartimenti

62 CLICCA SU Medicina Chirurgia e Odontoiatria (San Paolo)

63 CLICCA SU LE STRUTTURE

64 CLICCA SU STATISTICA MEDICA

65 CLICCA SU BIBLIOMETRIA

66


Scaricare ppt "Informatica e Medicina"

Presentazioni simili


Annunci Google