La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TECNOLOGIA RFID : POTENZIALITA ED APPLICAZIONI NEL SETTORE TESSILE ITMA 2007 Preview Conference Elena Legnani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TECNOLOGIA RFID : POTENZIALITA ED APPLICAZIONI NEL SETTORE TESSILE ITMA 2007 Preview Conference Elena Legnani."— Transcript della presentazione:

1 TECNOLOGIA RFID : POTENZIALITA ED APPLICAZIONI NEL SETTORE TESSILE ITMA 2007 Preview Conference Elena Legnani

2 2 AGENDA TECNOLOGIA RFID - COSA SONO I SISTEMI RFID? - COME FUNZIONANO? - SISTEMI RFID: PERCHE? - STANDARD DI RIFERIMENTO APPLICAZIONI - AMBITI DI APPLICAZIONE IN ITALIA - SETTORE TESSILE PROGETTO TAGGIE DEMO RFID – LABORATORIO TESSILE

3 3 COSA SONO I SISTEMI RFID? I sistemi RFID rientrano allinterno della tipologia di procedure impiegate per identificare oggetti, denominate Automatic Identification (Auto-ID), che permettono: - lacquisizione automatica di dati per lidentificazione di un oggetto - lintroduzione automatica di questi dati d'identificazione allinterno dei sistemi informativi aziendali Barcode (mono e bidimensionali) e Tag RFID costituiscono i principali strumenti AUTO-ID attualmente disponibili

4 4 COME FUNZIONANO? XYZ01926AC6 ID: XYZ01926AC6 etichettatura di provenienza: Made in Italy etichettatura di composizione: 100% cotone taglia: XXL nome confezionista: Mario Rossi Reader XYZ01926AC6

5 5 SISTEMI RFID: PERCHE? MemoriaCapacità limitataCapacità elevata FlessibilitàInformazioni statichePossibilità di riscrittura EfficienzaUna sola lettura alla voltaPiù letture quasi contemporanee Portata di lettura Qualche cm manualmente in contatto visivo Da qualche cm a qualche metro in modo automatico o manuale RobustezzaDifficoltà di lettura in ambienti sporchi Immunità allo sporco, maggiore resistenza strutturale CostoEconomico, costo dellinchiostroDa 0,2 a diversi Euro DiffusioneAmpiamente diffusoAncora in fase di sviluppo Disponibilità Tutti i produttori dispongono di stampanti e lettori Scarso numero di produttori di tag e lettori StandardConsolidati da decine di anni (EAN-UCC)In via di definizione InterferenzeSporco e danneggiamentoCompatibilità elettromagnetica, metalli, liquidi

6 6 STANDARD DI RIFERIMENTO ISO Si occupa di definire le modalità di protocollo e interfacciamento utilizzando le frequenze normate Standard Tecnologici ISO /3Identificazione prodotti13,56 MHz ISO 18000Air Interference 1Definizione architettura e parametri 2/7Parametri di comunicazioneda 135 KHz a 2,45 GHz Standard di conformità ISO Metodo di test per identificazione prodotti ISO 18047Rapporto tecnico per i test di conformità 2/7Test di conformitàda 135 KHz a 2,45 GHz Standard di dati ISO Realizzazione di numeri identificativi univoci ISO 15961Trattamento dati memorizzati ISO Standard applicativi ISO 14223/1/2/3 Identificazione animali< 135 KHz ISO 14443/4Controllo accessi/Carte di credito13,56 MHz ISO 17358Supply Chain Applications ISO 17363/4/5/6/7

7 7 STANDARD DI RIFERIMENTO EPCglobal è stato il promotore principale del data standard EPC che rappresenta uno schema di codifica internazionale che permette di identificare un singolo prodotto distinguendolo da qualsiasi altro esemplare presente sul mercato D2A.916E8B.0719BAE03C Header: 8 bits = 256 ePC Mgr: 28 bits = Object Class: 24 bits = Serial Number: 36 bits = EPC Global Società detentrice della proprietà intellettuale del progetto EPC (Electronic Product Code) nata nel 2003 da una joint venture tra EAN (European Article Numbering) e UCC (Uniform Code Council)

8 8 AGENDA TECNOLOGIA RFID - COSA SONO I SISTEMI RFID? - COME FUNZIONANO? - SISTEMI RFID: PERCHE? - STANDARD DI RIFERIMENTO APPLICAZIONI - AMBITI DI APPLICAZIONE IN ITALIA - SETTORE TESSILE PROGETTO TAGGIE DEMO RFID – LABORATORIO TESSILE

9 9 AMBITI DI APPLICAZIONE IN ITALIA Nel 2007 sono state rilevate 835 applicazioni: esecutive (solo 136 nel 2006) sperimentali studi di fattibilità Fonte: Rapporto 2007 Osservatorio RFID, School of Management, Politecnico di Milano

10 10 AMBITI DI APPLICAZIONE IN ITALIA Fonte: Rapporto 2007 Osservatorio RFID, School of Management, Politecnico di Milano

11 11 SETTORE TESSILE anticontraffazione dei prodotti snellimento delle attività logistiche 40 progetti: 8 applicazioni esecutive 11 test pilota supporto alle operations 10 progetti sperimentali PRINCIPALI APPLICAZIONI AMBITI DI RICERCA E SPERIMENTAZIONE sperimentazione nuovi tag individuazione posizionamento ottimale dei tag sui capi tracciabilità dei prodotti lungo la filiera (es. Ceseca, Centro Servizi Calzaturiero) gestione dei punti vendita automazione delle attività distributive di ricezione e spedizione (es. distributore di abbigliamento) solo test pilota, no punti vendita

12 12 SETTORE TESSILE PRINCIPALI VINCOLI E PROBLEMI Esistono tag con varie frequenze che resistono fino a 250°C e ad ambienti chimicamente aggressivi costi elevati vs prestazioni meccaniche Lavorazioni meccaniche pesanti (es. follatura) Mancanza di un tag unico con cui seguire tutto il processo produttivo-distributivo

13 13 AGENDA TECNOLOGIA RFID - COSA SONO I SISTEMI RFID? - COME FUNZIONANO? - SISTEMI RFID: PERCHE? - STANDARD DI RIFERIMENTO APPLICAZIONI - AMBITI DI APPLICAZIONE IN ITALIA - SETTORE TESSILE PROGETTO TAGGIE DEMO RFID – LABORATORIO TESSILE

14 14 PROGETTO TAGGIE Identificazione e tracciabilità tramite RFID per la tutela del made in Italy studia linserimento della tecnologia RFID nei prodotti appartenenti alla filiera meta-distrettuale della moda della regione Lombardia Il progetto si basa sullintegrazione della tecnologia ad un accessorio moda di un capo finito TRACCIABILITA TEAM DI PROGETTO: Lanfranchi S.p.A. Lab-ID S.r.l. Sengalt S.r.l. Politecnico di Milano – Dipartimento di Industrial Design delle arti della comunicazione e della moda (Indaco) Università di Bergamo – Dipartimento di Ingegneria Industriale IDENTIFICAZIONE ANTI-CONTRAFFAZIONE

15 15 AGENDA TECNOLOGIA RFID - COSA SONO I SISTEMI RFID? - COME FUNZIONANO? - SISTEMI RFID: PERCHE? - STANDARD DI RIFERIMENTO APPLICAZIONI - AMBITI DI APPLICAZIONE IN ITALIA - SETTORE TESSILE PROGETTO TAGGIE DEMO RFID – LABORATORIO TESSILE

16 16 DEMO RFID – LABORATORIO TESSILE Il laboratorio offre studi di fattibilità per supportare lapplicazione della tecnologia RFID identificazione e autenticazione dei prodotti logistica di magazzino e dei punti vendita tracciabilità dei processi supporto alle operations Il laboratorio RFID attivato presso lUniversità degli Studi di Bergamo è un Centro di dimostrazione rivolto alle imprese del settore tessile

17 17 DEMO RFID – LABORATORIO TESSILE

18 18 CONTATTI Per ulteriori informazioni contattare: Prof. Stefano Dotti Prof. Sergio Terzi ing. Elena Legnani


Scaricare ppt "TECNOLOGIA RFID : POTENZIALITA ED APPLICAZIONI NEL SETTORE TESSILE ITMA 2007 Preview Conference Elena Legnani."

Presentazioni simili


Annunci Google