La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SPORTELLO WELFARE, Reti e Opportunità di Conciliazione Vita e Lavoro Gloria Cornolti Provincia di Bergamo Settore Istruzione, Formazione, Lavoro, Sicurezza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SPORTELLO WELFARE, Reti e Opportunità di Conciliazione Vita e Lavoro Gloria Cornolti Provincia di Bergamo Settore Istruzione, Formazione, Lavoro, Sicurezza."— Transcript della presentazione:

1 SPORTELLO WELFARE, Reti e Opportunità di Conciliazione Vita e Lavoro Gloria Cornolti Provincia di Bergamo Settore Istruzione, Formazione, Lavoro, Sicurezza Lavoro e Pari Opportunità Convegno 29 maggio 2013 Rete di Conciliazione Vita e Lavoro: unopportunità di benessere, sviluppo economico e welfare territoriale

2 Conciliazione famiglia e lavoro Cosa si intende per politiche di conciliazione famiglia lavoro si ripropongono di fornire strumenti che rendono compatibili la sfera lavorativa e sfera familiare e consentono a ciascun individuo di vivere al meglio i molteplici ruoli che gioca all'interno di società complesse il problema non investe solo la sfera individuale, ma diventa oggetto di interesse pubblico e chiama in causa gli individui, le aziende e le istituzioni territoriali di riferimento. La finalità delle politiche per la conciliazione riguarda quindi linnovazione di modelli sociali, economici e culturali per rendere compatibili sfera familiare e sfera lavorativa, così da migliorare la qualità della vita dei singoli e delle loro famiglie (Vademecum Altis)

3 Conciliazione famiglia e lavoro Quale bisogno le difficoltà di conciliazione tra la sfera privata/familiare e quella professionale influenzano e hanno ripercussioni dirette su fenomeni sociali quali il calo del tasso di natalità e labbandono del posto di lavoro da parte delle madri dopo la nascita del primo figlio. Il bisogno di una più efficace e serena gestione della relazione famiglia-lavoro non è più una prerogativa unicamente femminile, ma interessi anche gli uomini, siano essi single o padri di famiglia. Perché attivare prassi di conciliazione in azienda Gli interventi volti a favorire la conciliazione vita e lavoro aumentano il benessere e la soddisfazione dei dipendenti La soddisfazione dei dipendenti, unitamente al loro benessere, è una delle leve critiche per aumentare la produttività delle imprese e delle pubbliche amministrazioni: maggiore benessere = maggiore fidelizzazione = maggiore produttività.

4 ACCORDO TERRITORIALE assunto in data 8 aprile 2011 per realizzazione del Piano di Azione Territoriale per la Conciliazione ( ASL di Bergamo, Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Camera di Commercio di Bergamo, Comune di Bergamo e Consigliera di Parità) PROGETTI SPERIMENTALI PER INCENTIVARE LO SVILUPPO DI RETI E SERVIZI PER LA CONCILIAZIONE DA PARTE DI IMPRESE Reti e opportunità I percorsi di welfare aziendale non possono essere disgiunti dal territorio in cui ha sede lazienda e necessitano del sostegno di RETI ISTITUZIONALI, TERRITORIALI, INTERAZIENDALI

5 I PROGETTI 1. PROGETTO SPORTELLO WELFARE conciliazione vita e lavoro della Provincia di Bergamo «Promozione progetti di welfare aziendale e interaziendale a sostegno della conciliazione famiglia e lavoro. 2. PROGETTI per lo Sviluppo connessioni tra welfare territoriale e welfare aziendale realizzati da 3 Ambiti territoriali (Treviglio, Isola Bergamasca, Grumello del Monte)

6 1. Sportello Welfare AMBITI DI INTERVENTO 1.Promozione, marketing e comunicazione - materiale informativo, incontri, tavoli con aziende e Parti Sociali - collaborazione con progetto WHP - ASL, Bando aziende family friendly CCIAA 2. Consulenza alle aziende Per la progettazione di iniziative a favore della conciliazione vita e lavoro e la costruzione di reti interaziendali

7 1. Sportello welfare Dedicato alle imprese che intendono realizzare progetti per favorire la conciliazione tra vita professionale e privata dei lavoratori Lo Sportello offre consulenza in merito a: Accesso a fonti di finanziamento Progettazione di azioni sperimentali Premi e/o riconoscimenti pubblici e privati Modelli di conciliazione vita-lavoro Legislazione comunitaria, nazionale e regionale RELIZZAZIONE DI UN VADEMECUM PER LE IMPRESE

8 1. Sportello Welfare Per le aziende che sperimentano buone prassi sulla conciliazione vita e lavoro è previsto il riconoscimento di azienda FAMILY FRIENDLY Lo sportello riceve su appuntamento Tel. 035 – /704/308

9 2. Sviluppo connessioni tra welfare territoriale e aziendale Le politiche di conciliazione agiscono su più fronti: Pari opportunità, Organizzazione dei tempi, Politiche del lavoro, Tutela della maternità Servizi allinfanzia, Lavoro di cura famigliare. Promozione di interventi che: Agiscono sullintera filiera (famiglia, servizi pubblici/del privato sociale del territorio, imprese) Integrano le diverse misure e risorse disponibili per le persone e per le imprese Valorizzano le reti istituzionali,sociali, aziendali esistenti

10 PROGETTI DI INTEGRAZIONE WELFARE TERRITORIALE AZIENDALE 1) Ambito di Treviglio Concorso di idee sulla conciliazione tra tempi di vita e lavoro premiazione di 3 studi di prefattibilità – co - progettazione con AT 2) Ambiti Isola Bergamasca/Grumello del Monte Interventi di marketing aziendale per lo sviluppo di convenzioni con servizi del territorio Es.. la sperimentazione ha dato lopportunità alle imprese di usufruire di un servizio gratuito per i propri dipendenti che hanno iscritto i figli nei servizi educativi e nei servizi per linfanzia, aperti nelle vacanze di Natale.

11 Vademecum per le aziende Come promuovere la conciliazione vita e lavoro: le aree di intervento 1. Organizzazione del lavoro Agire sullorganizzazione dellattività lavorativa - Come? Part-time temporaneo e reversibile; Telelavoro in alcuni giorni della settimana; Permessi e congedi parentali oltre gli obblighi di Legge; Banca delle ore (possibilità per il dipendente di accantonare su un conto individuale il numero delle ore prestate in eccedenza, rispetto al normale orario di lavoro, per godere di riposi compensativi attingendo al proprio conto – in sinergia con i colleghi); Banca del tempo (scambio di servizi tra i dipendenti in modo gratuito); Ferie a ore; Flessibilità dellorario (flessibilità oraria giornaliera, flessibilità su base settimanale/mensile, elasticità in entrata e uscita).

12 Attività di formazione e sensibilizzazione rivolte alle prime linee di management per sviluppare una cultura aziendale attorno ai temi della conciliazione e della responsabilità sociale Eventi di socializzazione aziendali (giornate destinate ad attività di volontariato e solidarietà sociale, motivazione del personale, uscite esterne e donazioni rivolte a enti o realtà non-profit locali) con la partecipazione di almeno il 50% dei dipendenti; Comunicazione e cooperazione con le istituzioni pubbliche attive sul territorio in tema di conciliazione e politiche attive del lavoro (partecipazione ad eventi pubblici); Formazione e iniziative destinate alle lavoratrici al rientro dalla maternità, per il re-inserimento aziendale e aggiornamento professionale (tutoring, coaching, training on the job e counselling); 2. Cultura, informazione e supporto alla carriera Come fare conciliazione: le aree di intervento

13 Supporto economico alle famiglie: come? Integrazione allindennità per maternità e congedo parentale (incentivando i padri nellutilizzo dei congedi); Fornitura di Kit di beni utili per la cura dei figli; Contributo per acquisto di libri per i figli dei dipendenti; Rimborsi spese universitarie per i figli dei dipendenti; Borse di studio, stage per i figli dei dipendenti; Voucher e buoni sconto per la spesa (convenzioni aziendali con supermercati e negozi); Aiuti finanziari per cura di familiari anziani e disabili; Rimborsi spese sanitarie private (convenzioni aziendali con le cliniche private); Facilitazione nellaccesso al credito (convenzioni aziendali con gli Istituti di credito), agevolazioni per ottenimento di mutui e prestiti aziendali per neo genitori; Assicurazioni sanitarie integrative. 3. Benefit aziendali Come fare conciliazione: le aree di intervento

14 Servizi generali Maggiordomo aziendale (accordi/convenzioni con cooperative per la fornitura di personale per attività domestiche come pagamento bollette, pulizie o spesa); Stireria e lavanderia aziendale (accordi/convenzioni con cooperative e/o negozi per ritiro e consegna in azienda); Organizzazione di gruppi di acquisto; Bancomat e posta in azienda; Disbrigo pratiche burocratiche, anche attraverso linnovazione tecnologica (formazione per lutilizzo di servizi pubblici e privati online); Riparazione auto (convenzioni con meccanici). 4. Servizi di cura e time saving Come fare conciliazione: le aree di intervento

15 Servizi legati allinfanzia e assistenza di anziani e disabili Servizi di assistenza famigliare per gli anziani a carico dei dipendenti (convenzioni con società e cooperative esterne); Nidi aziendali e interaziendali; Servizi di baby sitting (convenzioni con agenzie che offrono servizi per le famiglie); Servizi extra scuola per i figli dei dipendenti nei periodi di chiusura degli istituti scolastici (ludoteche, centri ricreativi estivi, periodi soggiorno vacanze, campus tematici sportivi, campus dedicati allapprendimento di lingue straniere). Servizi legati al benessere Programmi di medicina preventiva (offerta di check up gratuiti in azienda per la prevenzione); Zone break areas per benessere e relax allinterno dellazienda (palestra aziendale, area massaggi, area lettura); Corsi di genitorialità in azienda per offrire un aiuto nella soluzione degli aspetti pratici e psicologici tenuti da professionisti psicologi, pediatri o pedagoghi. Come fare conciliazione: le aree di intervento

16 Contatti Provincia di Bergamo Sportello welfare - conciliazione vita e lavoro Tel


Scaricare ppt "SPORTELLO WELFARE, Reti e Opportunità di Conciliazione Vita e Lavoro Gloria Cornolti Provincia di Bergamo Settore Istruzione, Formazione, Lavoro, Sicurezza."

Presentazioni simili


Annunci Google