La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Epidemiologia del fumo Dr. Daniele Pieralli DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Az. Usl 8 Arezzo Fonte dati: Istituto Superiore di Sanità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Epidemiologia del fumo Dr. Daniele Pieralli DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Az. Usl 8 Arezzo Fonte dati: Istituto Superiore di Sanità"— Transcript della presentazione:

1 Epidemiologia del fumo Dr. Daniele Pieralli DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Az. Usl 8 Arezzo Fonte dati: Istituto Superiore di Sanità

2 Vendite di sigarette nel decennio

3 Contrabbando tabacchi lavorati esteri dal 1993 al 2003

4 Distribuzione percentuale del campione in base allabitudine al fumo – Analisi secondo il sesso (anno 2004) TotaleSesso MaschiFemmine Mai fumatori 55,945,266,3 Ex-fumatori 17,924,811,2 Fumatori correnti di sigarette 26,23022,5 Di cui: Meno di 10 sigarette/die 11,711, sigarette/die 12,114,99,3 25 sigarette o più/die 2,43,51,2

5 Prevalenza dei fumatori per sesso e classe detà: valori percentuali

6 Rispetto a quanto emerso dallindagine condotta nel 2003, sono state rilevate alcune lievi differenze: i fumatori correnti sono diminuiti dal 27,6 al 26,2, con una riduzione più significativa fra gli uomini, che sono passati dal 33,2 al 30%, mentre le donne sono stabili, con una prevalenza del fumo che nel 2004 si attesta al 22,5%, come nel 2003 In modo quasi speculare, coloro che si dichiarano ex fumatori sono aumentati, passando dal 16,6 al 17,9%, con un aumento più deciso fra gli uomini (da 22,5 a 24,8%)

7 Confrontando ora i dati per sesso ed età del 2004 con quelli dellanno precedente si osserva che la diminuzione dei fumatori è da attribuire principalmente al sesso maschile, infatti per esso si registra una diminuzione in tutte le fasce detà ad esclusione dei giovani, che invece fanno registrare un incremento dello 0,3% Per le donne invece la situazione è diversa. Infatti per il sesso femminile si osserva un forte aumento nella classe detà anni, pari al 6%, ed uno più basso, 1,4%, per le donne in età anni, mentre si registra una diminuzione per coloro che appartengono alla categoria delle 25-44enni e per le ultrasessantacinquenni, con valori rispettivamente del 3% e 1,4% : Analisi della ripartizione geografica: Italia meridionale: uomini (32,9%), donne (21,3%) Nord Italia: uomini (26,5%), donne (22,2%)

8 Prevalenza dei fumatori secondo le indagini DOXA condotte tra il 1957 ed il 2004

9 Fumatori correnti fra i giovani di anni – confronto (valori percentuali)

10

11

12 Dalle ricerche emerge che l82% dei fumatori inizia a fumare durante ladolescenza, cioè prima dei 18 anni e continua nelletà adulta (Di Pucchio, Pizzi, Pacifici e Zuccaro)

13 Se hai già fumato, ti ricordi che età avevi quando hai fumato la prima sigaretta (anni)? Totale EtàN% 530,3 660, ,6 9131, , , , , , ,2 1660,6 1730,3 1810,1

14

15 Giovani fumatori da 14 a 24 anni per abitudine al fumo dei genitori (anno 1999) (per 100 giovani i cui genitori hanno le stesse caratteristiche) Maschi anni Femmine anni Totale fumatori anni I genitori non fumano 20,99,815,5 Fuma solo il padre 30,413,822,7 Fuma solo la madre 33,223,528,5 Fumano entrambi 38,632,135,4 Totale27,515,421,6

16 Abitudine al fumo tra gli operatori sanitari (anno 2000 Asl 10 Firenze) Totale=9.843 Fumatori Maschi30,8 Femmine34,9 Totale33,3

17 (Fowler, 1997)

18 Smoking habits influenced the attitude of healt staff toward patient counseling about tobacco smoking in that smokers were less likely to intervene with their patients who smoked (Nardini, Bertoletti, Rastelli, Ravelli, e Donner, 1998)

19 In particolare sono circa coloro che, avendo fatto tentativi per smettere di fumare, hanno ottenuto successo Tentativi di smettere con successo 17,9%16,6%Del campione (ex fumatori) Almeno un tentativo di smettere 41,6%40,6%Fra gli attuali fumatori

20 Anche tra gli ex fumatori il ruolo dei supporti di tipo psicologico o farmacologico risulta marginale: il 90,4% ha smesso di fumare senza alcun tipo di supporto, solo con la forza di volontà, l1,9% frequentando centri appositi, partecipando ad incontri o utilizzando altri supporti di tipo psicologico, il 2,1% utilizzando medicinali, cerotti, gomme da masticare o altri supporti farmacologici e un altro 0,8% utilizzando entrambi i supporti

21 Programma di gruppo: Durata totale programma 3 mesi N. incontri da 7 a 12 (90-120durata) Max 20 partecipanti a gruppo Eseguito da personale sanitario appositamente formato Interventi : Counseling di gruppo Prescrizione eventuale di terapia farmacologica Anamnesi tabaccologica Misurazione CO espirato Uso di materiale cartaceo di auto- aiuto Programma individuale: Durata totale programma 3 mesi N. incontri da 5 a 8 (30-45 durata) Eseguito da personale sanitario appositamente formato Interventi : Counseling individuale Prescrizione eventuale di terapia farmacologica Anamnesi tabaccologica Misurazione CO espirato Uso di materiale cartaceo di auto- aiuto

22

23 Efficacia dei trattamenti di gruppo della Ausl 8 Arezzo Inizio attività settembre 2001 Effettuati 11 corsi di gruppo, totale corsisti 150 Efficacia: non fumatori a 6 mesi 59%, a 12 mesi 40%

24


Scaricare ppt "Epidemiologia del fumo Dr. Daniele Pieralli DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Az. Usl 8 Arezzo Fonte dati: Istituto Superiore di Sanità"

Presentazioni simili


Annunci Google