La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.C. Gino Zappa Campobello di Licata (AG) Via Arcadipane, 8 SITO INTERNET: 0922/877975 –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.C. Gino Zappa Campobello di Licata (AG) Via Arcadipane, 8 SITO INTERNET: 0922/877975 –"— Transcript della presentazione:

1

2 I.T.C. Gino Zappa Campobello di Licata (AG) Via Arcadipane, 8 SITO INTERNET: / – La Donna e il Lavoro Milazzo Maria Daniela Lavoro svolto da: Milazzo Maria Daniela Classe VB i.g.e.a. A.S. 2001/2002

3 Il Provveditorato agli studi, questanno ha promosso una iniziativa, molto interessante. Tale iniziativa consiste in un lavoro di ricerca, strutturato in maniera personale, volto ad analizzare la situazione socio-lavorativa della donna ai giorni doggi e di cinquantanni fa. Questo incarico è stato affidato alla sottoscritta, scelta che mi ha lusingato parecchio. Così è iniziato il mio lavoro di ricerche che ha preso atto con la consultazione degli elenchi dei maturandi degli ultimi 10 anni, sarebbe a dire dal 1991 al 2001, annotando così i nomi che mi interessavano, cioè a dire quelli delle ragazze che si sono diplomate in questo istituto.(I.T.C. Gino Zappa sorto nel non lontano 1981). La Donna e il lavoro

4 Dopo di che, ho provveduto a rintracciarle, e sono venuta a conoscenza del ruolo che oggi loro ricoprono nella società. Questo riguarda il presente, ma prima di relazionare tale situazione vorrei andare un po indietro negli anni. La popolazione femminile attiva, in condizione professionale dagli anni cinquanta fino agli anni settanta, è scesa progressivamente dal 26,26% al 18,38%, fonti ISTAT, riportati da Fortunata Piselli in La donna che lavora del Nel periodo in cui lItalia comincia il suo processo di evoluzione industriale, loccupazione femminile, nel nostro paese ha

5 assunto un andamento diverso da quello degli altri paesi industrializzati occidentali, se questi ultimi hanno avuto una crescita lenta e costante della popolazione attiva femminile, in Italia non fu così. Assistiamo infatti, alla continua esclusione delle donne dallindustria.(ciò spiega la crisi dellindustria tessile, portata avanti dalle donne). Allora il conseguimento di un certo tasso di attività della popolazione femminile non figura mai come un vincolo obiettivo negli schemi previsionali delloccupazione. La conseguenza più grave della estromissione progressiva della manodopera della donna dal mondo produttivo, è che questo causava disoccupazione strutturale. In quel periodo la questione del lavoro della donna era presente nellopinione pubblica soltanto nella misura in cui questo lavoro si presentava in forme e condizioni che si avvicinavano a quelle consuete per gli uomini.

6 La donna che lavorava nella produzione era in realtà dentro lorganizzazione maschile del lavoro: maschili erano i parametri, maschili i modelli, maschile il potere sul lavoro. Il lavoro delle donne, in quel periodo non è stato in grado di consacrare un certo prestigio sociale. Le donne erano escluse dalla riconoscenza della società per la loro attività, e dalla costruzione stessa di essa. Dopo gli anni settanta nasce un nuovo movimento portato avanti dalle stesse donne, che prenderà il nome di Femminismo.

7 Il femminismo vuole combattere tutte le discriminazioni subite negli anni dal sesso debole, lotta quindi per la parità dei sessi soprattutto nellambito lavorativo. Cominciano a perdere consistenza le concezioni maschiliste dominanti. Per cercare di cambiare e rimuovere le antiche discriminazioni, le donne hanno a volte puntato alla trasformazione radicale della società, però essendo impossibile un rinnovamento totale, le donne hanno preferito concentrarsi sulla riflessione e sulla comunicazione, per cercare di superare quella situazione di disagio con cui sono state costrette a convivere fino ad allora. Negli anni della contestazione giovanile e del movimento studentesco, nelle università vediamo nascere le collettivi femminili, in breve proliferati in molte città. Frutto di tanti fermenti era sicuramente la definitiva sconfitta di una tradizionale morale sessuofoba e laffermazione dei comportamenti più liberi e spregiudicati da parte delle donne.

8 Nel 69 fu promosso dal Partito Radicale il Movimento per la liberazione della donna (M.l.d.). Nel 1975, il parlamento italiano approva una legge che vieta discriminazioni tra i due sessi sul posto di lavoro; il parlamento vara quindi una nuova normativa a favore delle donne. Grazie a tutto questo fervore, esiste oggi in Italia una speciale commissione parlamentare la Commissione Pari Opportunità, che ha come compito quello di rimuovere tutti gli ostacoli alla realizzazione di una parità effettiva e concreta tra uomo e donna.

9 Ai giorni doggi la donna non è più quella che lavora soltanto a casa e per i figli, e quindi una figura molto diversa da quella di un tempo. Le donne che propendono a lasciare le quattro mura domestiche, non rinnegano il loro ruolo di madri di famiglia proprio per questo sono definite delle superdonne. Purtroppo nellambito dellU.E., litaliane nel mondo del lavoro sono le più disoccupate, soprattutto in attesa di una prima occupazione. Oggi la donna riesce a raggiungere posizioni di assoluto valore nel campo lavorativo, ma il pericolo per lei, è quello che essendo impegnata su più fronti, rischia di non ottenere dai suoi molteplici impegni il giusto equilibrio.

10 Ritornando al discorso delle diplomate del nostro istituto, attraverso dei grafici qui di seguito riportati ho illustrato la situazione attuale lavorativa di esse. Prima di tutto dovremmo fare una precisazione per quanto riguarda il contesto economico in cui viviamo, la Sicilia assieme al meridione dItalia non ha vissuto la stessa evoluzione industriale comè stato per le altre regioni del nostro paese. Questo è un punto a svantaggio per noi meridionali, comprese le donne naturalmente. Spesso e volentieri chi vuole lavorare è costretto ad andare via dal proprio paese dorigine.

11 Nonostante ciò gran parte delle ragazze dellI.t.c. in un modo e in un altro, sono riuscite a trovare un impiego (come è possibile riscontrare nei grafici) anche se non sempre come ragioniere. Coloro che hanno deciso di intraprendere gli studi dal 91 ad oggi sono aumentate parecchio, questo sicuramente è un dato molto positivo. Malgrado questo è da notare purtroppo che il numero delle disoccupate e di coloro che non studiano è abbastanza alto. Questa indagine è stata sicuramente molto interessante, ho avuto lopportunità di entrare in contatto con generazioni diverse, con donne che hanno fatto scelte diverse o per proprio volere o per forza maggiore dopo il diploma, ma tutte con la stessa certezza, la certezza di essere capaci la sicurezza di valere dal punto di vista lavorativo quanto un uomo, la consapevolezza di poter riuscire benissimo in ciò che vogliono.

12 La donna ha ormai un ruolo molto importante nel mondo del lavoro, non ha più niente da invidiare agli uomini, tutto quello che sono riuscite a conquistare è stato grazie a loro, ogni loro piccola conquista è stata ben meritata, passo dopo passo sono arrivate in cima con tutto il loro splendore. Maria Daniela Milazzo

13 Grafici Anno Scolastico: 1991/ / / / / / / / / /2001

14 ANNO SCOLASTICO 1991/1992 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1991/1992

15 ANNO SCOLASTICO 1992/1993 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1992/1993

16 ANNO SCOLASTICO 1993/1994 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1993/1994

17 ANNO SCOLASTICO 1994/1995 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1994/1995

18 ANNO SCOLASTICO 1995/1996 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1995/1996

19 ANNO SCOLASTICO1996/1997 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1996/1997

20 ANNO SCOLASTICO 1997/1998 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1997/1998

21 ANNO SCOLASTICO 1998/1999 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1998/1999

22 ANNO SCOLASTICO 1999/2000 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 1999/2000

23 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 Situazione attuale Della ragazze diplomatesi Nellistituto Nellanno 2000/2001


Scaricare ppt "I.T.C. Gino Zappa Campobello di Licata (AG) Via Arcadipane, 8 SITO INTERNET: 0922/877975 –"

Presentazioni simili


Annunci Google