La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MODELLI ATOMICI secondo Joseph John Thomson Ernest Rutherford Niels Bohr Arnold Sommerfeld Luis De Broglie Werner Heisemberg Ervin Schr dinger.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MODELLI ATOMICI secondo Joseph John Thomson Ernest Rutherford Niels Bohr Arnold Sommerfeld Luis De Broglie Werner Heisemberg Ervin Schr dinger."— Transcript della presentazione:

1 MODELLI ATOMICI secondo Joseph John Thomson Ernest Rutherford Niels Bohr Arnold Sommerfeld Luis De Broglie Werner Heisemberg Ervin Schr dinger

2 THOMSON (1898) NUCLEO Sfera omogenea di elettricità positiva Elettrone

3 + NUCLEO Spazio in cui si muovono gli elettroni RUHTERFORD (1911)

4 Esperimento di Rutherford Atomi dellla lamina doro Raggi R. RIFLESSO R. NON DEVIATO R. DEVIATO R. RIFLESSO

5 BOHR (1922) E 3 E 2 E1E1 E 0 Elettrone Stati stazionari E 0 Stato fondamentale E 1 E 2 E 3 Stati eccitati

6 POSTULATI DELLA TEORIA ATOMICA DI BOHR 1. Esistenza di stati stazionari 5. Per somministrazione di energia lelettrone eccitato passa ad un livello di energia maggiore ( assorbimento ) che viene restituita ( emissione ) sottoforma di radiazione elettromagnetiche ( fotoni, raggi X, raggi U.V. etc.) quando questa cessa. 2. Condizioni di frequenza 3. Ad ogni orbita compete un valore di energia quantizzata 4. Attrazione coulombiana tra nucleo (+) ed elettrone (-)

7 SOMMERFELD - BOHR ( 1915 ) NUCLEO CON NEUTRONI E PROTONI ED ELETTRONI CHE PERCORRONO ORBITE ELLITTICHE

8 DE BROGLIE (1924) Lelettrone può essere sia una particella che unonda. Ad ogni elettrone sono associate delle onde con lunghezze donda ricavate dalla relazione: = h/mv h = const. di Plank m = Massa dellatomo v = Velocità

9 HEISENBERG Non è possibile stabilire contemporaneamente quale sia la sua posizione e la sua quantità di moto. È impossibile determinare la sua traiettoria precisa. Non si può prevedere il suo cammino, né la sua posizione, né la sua velocità. Si può invece individuare lo spazio intorno al nucleo entro il quale cè il 90% di trovarlo.

10 SCHRöDINGER ( DE BROGLIE – HEISENBERG ) Sostituzione del concetto di orbita con quello di orbitale, definito da unequazione donda. La risoluzione dellequazione donda fornisce il modo di valutare la probabilità di trovare lelettrone in una certa regione dello spazio

11


Scaricare ppt "MODELLI ATOMICI secondo Joseph John Thomson Ernest Rutherford Niels Bohr Arnold Sommerfeld Luis De Broglie Werner Heisemberg Ervin Schr dinger."

Presentazioni simili


Annunci Google