La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L ESAME DI STATO MENTALE. LEsame di Stato Mentale Permette di accertare il livello di coscienza del paziente, laspetto generale, il comportamento, il.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L ESAME DI STATO MENTALE. LEsame di Stato Mentale Permette di accertare il livello di coscienza del paziente, laspetto generale, il comportamento, il."— Transcript della presentazione:

1 L ESAME DI STATO MENTALE

2 LEsame di Stato Mentale Permette di accertare il livello di coscienza del paziente, laspetto generale, il comportamento, il linguaggio, lumore e lo stato danimo, le capacità intellettuali, di giudizio, di introspezione, di percezione e il tipo di pensieri. La valutazione dello stato mentale sommata al colloquio di prima visita permettono di valutare deviazioni o mutamenti dei consueti modelli comportamentali. I segni e sintomi chiave comprendono alterazioni dellappetito, del livello energetico, della motivazione, delligiene, della propria immagine, dellautostima, del sonno, dellimpulso sessuale e delle capacità. Comportamenti auto ed etero distruttivi andranno tenuti in debita considerazione ed incideranno sulla formulazione di un piano di gestione del rischio. LESAME DI STATO MENTALE

3 …SI FONDA SULLA PERCEZIONE VISIVA La percezione visiva è il fondamento della clinica: Fonda e delimita gli oggetti da conoscere Instaura una pratica che evita il linguaggio Passa in secondo piano il contatto diretto con il corpo del malato..E SULLA COMUNICAZIONE: RACCONTO ED EMOZIONI Non si tratta di reperire segni caratteristici Non si tratta di reperire segni caratteristici Osservazione di processi mentali che si manifestano Osservazione di processi mentali che si manifestano Nel discorso e nel linguaggio di un soggetto e Nel discorso e nel linguaggio di un soggetto e Nella comunicazione con lui Nella comunicazione con lui Gli elementi pertinenti non sono le idee e i comportamenti, ma il dire: Gli elementi pertinenti non sono le idee e i comportamenti, ma il dire: i modi di comunicazione o non comunicazione i modi di comunicazione o non comunicazione le emozioni e le evocazioni mentali le emozioni e le evocazioni mentali le particolarità del racconto le particolarità del racconto

4 Lesame clinico non si basa su una riduzione preliminare Lesame clinico non si basa su una riduzione preliminare Si estende alla totalità del comportamento verbale e non verbale Si estende alla totalità del comportamento verbale e non verbale Questo campo non ha limiti precisi, né una scala normale di riferimento Questo campo non ha limiti precisi, né una scala normale di riferimento I tratti che riteniamo sono significativi in funzione della tradizione clinica a cui ci ispiriamo I tratti che riteniamo sono significativi in funzione della tradizione clinica a cui ci ispiriamo OSSERVAZIONE DIRETTA OSSERVAZIONE INDIRETTA

5 ESAME DI STATO MENTALE: COME SI UTILIZZA IN PRATICA? Serve per comprendere lesperienza soggettiva e privata del paziente, usando quelle caratteristiche umane che ho in comune con lui: la mia capacità di percepire e di usare il linguaggio, che condivido con lui. Posso cercare di creare nella mia mente qualcosa che sia simile alla sua esperienza, chiedendogli di confermare o rifiutare la mia descrizione Uso anche la mia osservazione del suo comportamento: l'espressione triste del suo viso o il battere il pugno sul tavolo, per ricostruire la sua esperienza. Per fare ciò, occorre porre domande appropriate, pertinenti e consapevoli; ripetendo le frasi e insistendo quando è necessario fino ad acquisire sicurezza di avere ben compreso ciò che il paziente sta descrivendo.

6 FORMACONTENUTO La forma di un'esperienza psichica è la descrizione della sua struttura in termini fenomenologici Il contenuto è ciò che dà colore all'esperienza psichica Esempio: un delirio Esempio: Il paziente è preoccupato perché crede che la gente gli porti via i soldi. DISTINGUERE FORMA E CONTENUTO

7 FORMACONTENUTO La forma dipende dal tipo di malattia mentale di cui il paziente soffre, e per questo è di significato diagnostico La natura del contenuto è irrilevante per fare la diagnosi DISTINGUERE FORMA E CONTENUTO

8 FORMACONTENUTO Una percezione delirante si verifica nella schizofrenia, e quando viene dimostrata come forma dell'esperienza indica questa condizione. Il contenuto può essere compreso nei termini della situazione di vita del paziente, rispetto alla sua cultura, appartenenza di gruppo, stato, grado di sofisticazione, età, sesso, eventi di vita e collocazione geografica Il riscontro di un'allucinazione visiva suggerisce la probabilità di una sindrome psico-organica Un altro paziente si descrive come spedito sulla luna e ritornato durante la notte, quindici giorni dopo il primo viaggio dell'uomo sulla luna

9 LESAME DI STATO MENTALE 1.ASPETTO : Valuta la cura di sé e il grado di consapevolezza del paziente. Alterazioni in questo campo possono essere sintomatiche di patologie emotive, ma anche somatiche. 2.ATTIVITA: Osservazione delle possibili alterazioni quantitative e qualitative del movimento presenti. 3.COMPORTAMENTO: Bisognerà osservare come il paziente si pone nella relazione con loperatore. Collabora rispondendo alle domande? In che modo lo fa: difensivo, troppo aperto, ostile,imbarazzato? Qual è il linguaggio del corpo? Teso, rigido, irrequieto, rilassato, comodo? 4.COMPROMISSIONE DELLATTIVITA LAVORATIVA E SOCIALE: Indaga la qualità di vita e il rendimento sociale/lavorativo del paziente.

10 5.CONTENUTO DEL PENSIERO: Losservazione va tarata rispetto alle condizioni culturali, pregiudizi, usuali posizioni ideologiche e sociali; la valutazione del grado di convincimento e della critica (consapevolezza di malattia) permetterà di identificare i deliri. 6.DISTURBI DELLUMORE E DELLAFETTIVITA: Valutazione della mimica, del tono dellumore del paziente e del grado di adeguatezza dei vissuti e delle espressioni affettive rispetto a contenuti o a situazioni in cui il paziente è calato. Gran parte degli elementi affettivi quali il tono dellumore (depressione, euforia, disforia), lansia, lallarme, la perplessità, lapatia, si otterranno più dal rilevamento di comportamento generale, mimica, tono della voce, motilità generale, sottili annotazioni a livello empatico che dal colloquio vero e proprio. 7.DISTURBI DEL SONNO: Indagine di manifestazioni psicopatologiche legate alla sfera del sonno. LESAME DI STATO MENTALE

11 8.DISTURBO DELLALIMENTAZIONE: Ricerca dei fattori e delle caratteristiche psicopatologiche indicanti la presenza di un disturbo del comportamento alimentare. 9.DISTURBO PERCETTIVO: Indagine dei fenomeni psicosensoriali quali allucinazioni o illusioni. 10.ENERGIA: Valutazione dellefficienza e della resistenza del paziente rispetto le attività quotidiane. 11.FORMA E QUANTITA DEL PENSIERO/LINGUAGGIO: Esame della forma e del contenuto del pensiero, al fine di evidenziarne eventuali anomalie affiancato alla valutazione della fluidità o meno del linguaggio, della correttezza delle associazioni e dei legami grammaticali, sintattici e logici, maggiore o minore capacità di elaborare espressioni astratte, similitudini, metafore. Tale valutazione va tarata rispetto alle possibilità espressive connesse al livello culturale o alle situazioni socio-ambientali.

12 12.FUNZIONI COGNITIVE: Valutazione di possibili turbe dellattenzione, disturbi della memoria ed indagine del grado di autopercezione psichica e di consapevolezza, non solo di malattia, ma anche il grado a cui il paziente può giungere nellesaminarsi, nel valutare i diversi livelli delle proprie motivazioni, nellaccettare possibili punti di vista nuovi. 13.SEGNI E SINTOMI FISICI: Valutazione delleventuale presenza di sintomi di natura organica. 14.SINTOMI DANSIA: Indagine accurata delle manifestazioni a carattere ansioso. 15.TRATTI DI PERSONALITA: Indagine delle caratteristiche, o tratti stabili, che rappresentano il modo con il quale ciascuno di noi risponde, interagisce, percepisce e pensa a ciò che gli accade. LESAME DI STATO MENTALE

13 1.ASPETTO Aspetto trasandato Aspetto triste e lacrimoso Sessualmente seduttivo 2. ATTIVITA Agitazione psicomotoria Aumento dellattività sociale, lavorativa o sessuale Catatonia Incoordinazione Ritardo psicomotorio

14 LESAME DI STATO MENTALE Aggressività o collera Apatia Assunzione di una nuova identità Attività spericolate Catatonia Comportamento antisociale Comportamento automutilante Comportamento di evitamento Comportamento disorganizzato Compulsioni Restrizione nella libertà di movimento Simulazione di sintomi Tentativo di suicidio Travestimento Uso incongruo di sostanze psicoattive Vomito autoindotto 3. COMPORTAMENTO

15 LESAME DI STATO MENTALE 4. COMPROMISSIONE DELLATTIVITA LAVORATIVA E SOCIALE Assente o anomalo ruolo sociale Compromissione del rendimento lavorativo (o scolastico) Compromissione del rendimento chiaramente eccessivo rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare da reperti fisici Socializzazione indiscriminata

16 LESAME DI STATO MENTALE Alterazione della percezione del corpo (non delirante) Deliri Deliri che riguardano laspetto Deliri di colpa Deliri di grandezza Deliri di persecuzione Deliri eccentrici Deliri erotomanici Deliri somatici Disagio rispetto allidentità sessuale Disperazione Ideazione paranoide (non delirante) Idee di riferimento Idee suicidarie Grandiosità Idee ossessive Ricordi ricorrenti di eventi stressanti 5. CONTENUTO DEL PENSIERO

17 LESAME DI STATO MENTALE Apatia Appiattimento dellaffettività Collera Disperazione Mancanza di interesse nelle attività Marcate oscillazioni dumore Grandiosità Ottundimento dellaffettività Umore depresso Umore euforico Umore irritabile 6. DISTRUBI DELLUMORE E DELLAFFETTIVITA

18 LESAME DI STATO MENTALE 7. DISTURBI DEL SONNO Insonnia Ipersonnia 8. DISTURBO DELLALIMENTAZIONE Eccessi bulimici Aumento dellappetito Aumento del peso Diminuzione dellappetito Perdita di peso Rifiuto a mantenere un normale peso corporeo Vomito autoindotto

19 LESAME DI STATO MENTALE 10. ENERGIA Diminuzione di energia o affaticabilità 9. DISTURBO PERCETTVO Allucinazioni Depersonalizzazione Derealizzazione Disturbo nella percezione del corpo (non delirante) Illusioni o percezioni distorte

20 LESAME DI STATO MENTALE 11. FORMA E QUANTITA DEL PENSIERO/LINGUAGGIO Accelerazione del pensiero Anomalie nella produzione del linguaggio Eloquio impressionistico Eloquio particolareggiato Fuga delle idee Incoerenza o allentamento dei nessi associativi Logorrea Pronuncia indistinta Tangenzialità Furto, trasmissione, lettura del pensiero

21 LESAME DI STATO MENTALE 12. FUNZIONI COGNITIVE MEMORIA/ATTENZIONE Deficit del pensiero astratto Deficit della memoria Deficit del giudizio critico Distraibilità Incapacità a mantenere lattenzione o scarsa concentrazione Indecisione

22 LESAME DI STATO MENTALE 13. SEGNI E SINTOMI FISICI CARDIOVASCOLARI Dolore al torace Ipertensione Tachicardia GASTROINTESTINALI Diarrea Dolore addominale Nausea Vomito DOLORI Dolore al torace Cefalea Altri

23 LESAME DI STATO MENTALE 13. SEGNI E SINTOMI FISICI NEUROLOGICI Cefalea Disturbi dellandatura Nistagmo Paralisi Torpore Tremori Visione confusa Non specificati Alterazione della percezione del corpo (non deliranti) Lamentele fisiche senza patologia organica Menomazione chiaramente eccessiva

24 LESAME DI STATO MENTALE 13. SEGNI E SINTOMI FISICI DISTURBI VEGETATIVI Midriasi Miosi Secchezza delle fauci Sudorazione Tachicardia Vampate di calore e brividi vertigini

25 LESAME DI STATO MENTALE Attacchi di panico Condotte di evitamento Compulsioni Depersonalizzazzione o derealizzazione Restrizioni nella libertà di movimento Idee ossessive Fobia sociale Timore di essere imbarazzati a causa di sintomi fisici Timore di situazioni dalle quali è difficile allontanarsi Preoccupazione eccessiva 14. SINTOMI DANSIA

26 LESAME DI STATO MENTALE SE Bisogno eccessivo di consigli dagli altri Eccessivamente egocentrico Espressione esagerata delle emozioni Limitata espressione delle emozioni Grandiosità Persistenti disturbi dellidentità Ricerca continua di lode e ammirazione Ripetute menzogne Risposta depressiva e senso di colpa al successo Sensazione che tutto sia dovuto Sensazione cronica di vuoto o di noia Si presta a fare cose degradanti Sensazione di disagio nella solitudine 15. TRATTI DI PERSONALITA

27 LESAME DI STATO MENTALE INTERPERSONALI Estrema reticenza nelle situazioni sociali Evita contatti interpersonali signiifcativi Indifferente ai sentimenti degli altri Non ha amici stretti o confidenti Relazioni instabili e intense Sceglie relazioni che procurano delusioni Sfruttamento degli altri Si aspetta di essere sfruttato o danneggiato dagli altri Si sente sconvolto quando hanno termine relazioni strette 15. TRATTI DI PERSONALITA

28 LESAME DI STATO MENTALE PROFESSIONALI È incapace di sostenere attività lavorativa continua Eccessiva dedizione al lavoro Evita gli obblighi sostenendo di averli dimenticati Indecisione Perfezionismo Procrastinazione 15. TRATTI DI PERSONALITA


Scaricare ppt "L ESAME DI STATO MENTALE. LEsame di Stato Mentale Permette di accertare il livello di coscienza del paziente, laspetto generale, il comportamento, il."

Presentazioni simili


Annunci Google