La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Introduzione allo Humanistic management Marco Minghetti Lezione 10 Pavia 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Introduzione allo Humanistic management Marco Minghetti Lezione 10 Pavia 2008."— Transcript della presentazione:

1

2 Introduzione allo Humanistic management Marco Minghetti Lezione 10 Pavia 2008

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14 A livello cognitivo: massimizzazione dei risultati nel minor tempo possibile massimizzazione dei risultati nel minor tempo possibile trionfalismo funzionale trionfalismo funzionale riduzionismo di ogni varianza riduzionismo di ogni varianza deresponsabilizzazione personale sul risultato finale deresponsabilizzazione personale sul risultato finale Il modello dello scientific management (2)

15 La poiana non ha nulla da rimproverarsi. Gli scrupoli sono estranei alla pantera nera. I piranha non dubitano della bontà delle proprie azioni. Il serpente a sonagli si accetta senza riserve. Uno sciacallo autocritico non esiste. La locusta, l'alligatore, la trichina e il tafano vivono come vivono e ne sono contenti. … Non c'è nulla di più animale della coscienza pulita sul terzo pianeta del Sole. La spersonalizzazione dellindividuo Lode della cattiva considerazione di sé di Wislawa Szymborska

16 La modernità liquida Bauman pone allinizio di Modernità liquida questa citazione di Valery: Interruzione, incoerenza, sorpresa sono le normali condizioni della vita. Sono diventate finanche dei bisogni reali per tante persone le cui menti non sono più nutrite a nientaltro che mutamenti repentini e sempre nuovi stimoli…Non riusciamo più a sopportare nulla che duri. Non sappiamo più come mettere a frutto la noia…. Paul Valéry, nato a Sète il 30 ottobre 1871, morto a Parigi il 20 luglio 1945, è stato uno scrittore francese, autore di poemi e saggi. Sète30 ottobre1871Parigi 20 luglio1945scrittore francesepoemi saggiSète30 ottobre1871Parigi 20 luglio1945scrittore francesepoemi saggi

17 Dal solido al liquido Bauman propone di opporre alla modernità solida e al capitalismo pesante del fordismo lattuale modernità liquida, espressione del capitalismo leggero, dove contano soprattutto le risorse finanziarie e quelle intangibili della conoscenza, della creatività.

18 Identità, tempo e spazio nella modernità solida I corpi solidi hanno dimensioni spaziali ben definite ma neutralizzano limpatto – e dunque riducono il significato – del tempo (resistono con efficacia al suo scorrere o lo rendono irrilevante). Sono sottoposti ad un ordine rigido, laddove, scrive Bauman, ordine significa monotonia. Monotonia Il monotono giorno da un monotono identico giorno è seguito. Cose identiche si faranno e rifaranno nuovamente – momenti identici incombono e si dileguano. Il mese passa che porta un altro mese. Le cose che succedono le possiamo indovinare Senza sforzo; sono le cose di ieri, fastidiose. Finisce che il domani non sembra più un domani. Costantino Kavafis ( )

19 Identità, tempo e spazio nella modernità solida 2 Kavafis ritrae icasticamente quel modello fordista che Bauman assume (insieme alla burocrazia, al Panopticon di Bentham/Foucault, al Grande Fratello di Orwell, al lager nazista) come esempio massimo della tendenza al totalitarismo della m. solida, nemico giurato della contingenza, della varietà, dellambivalenza e che ridusse le attività umane a movimenti semplici, standardizzati e in grande misura preprogrammati, da seguire ubbidientemente e meccanicamente. Bauman, pp

20 Il Panapticon Michel Foucault adottò il modello del Panopticon di Bentham come metafora del potere moderno. Gli abitanti del Panopticon vivevano sotto stretta sorveglianza dei loro guardiani, i quali godevano invece di piena libertà di movimento. Erano visti senza sapere quando e come. Il dominio del tempo era larma segreta del potere dei leader e immobilizzare nello spazio i loro sudditi, negando loro il diritto di muoversi standardizzando il ritmo del tempo cui dovevano obbedire, fu la principale strategia di potere.

21 PANOPTICONOR THE INSPECTION-HOUSE: CONTAINING THE IDEA OF A NEW PRINCIPLE OF CONSTRUCTION APPLICABLE TO ANY SORT OF ESTABLISHMENT, IN WHICH PERSONS OF ANY DESCRIPTION ARE TO BE KEPT UNDER INSPECTION; AND IN PARTICULAR TO PENITENTIARY-HOUSES, PRISONS, HOUSES OF INDUSTRY, WORK-HOUSES, POOR-HOUSES, LAZARETTOS, MANUFACTORIES, HOSPITALS, MAD-HOUSES, AND SCHOOLS: WITH A PLAN OF MANAGEMENT ADAPTED TO THE PRINCIPLE: IN A SERIES OF LETTERS, WRITTEN IN THE YEAR 1787, FROM CRECHEFF IN WHITE RUSSIA. TO A FRIEND IN ENGLAND BY JEREMY BENTHAM, OF LINCOLN'S INN, ESQUIRE..

22 ALLA ORGANIZZAZIONE FEDERATA A RETE DALLA ORGANIZZAZIONE GERARCHICA ALLEANZE STRATEGICHE OUT SOURCING JOINT VENTURES FRANCHISING LICENSING

23 LA NUOVA ORGANIZZAZIONE POST-TAYLORISTICA PIATTA INTERFUNZIONALE RAPIDA RETICOLARE Basata NON sulla massima divisione possibile del lavoro bensì sulla MASSIMA COMPATTAZIONE POSSIBILE DEL LAVORO E SULLA RIDUZIONE DELLE ENTITA NON STRETTAMENTE NECESSARIE.

24 QUALE LEADERSHIP PER IL CAMBIAMENTO

25 IL SIMURG Il remoto re degli uccelli, il Simurg, lascia cadere in mezzo alla Cina una piuma splendida; gli uccelli risolvono di cercarlo, stanchi della loro antica anarchia.

26 Sanno che il nome del loro re significa trenta uccelli; sanno che la sua reggia è nel Kaf, la montagna o cordigliera circolare che cinge la terra.

27 Al principio, per paura, alcuni si scherniscono: il parrocchetto la sua bellezza, che gli è ragione di vita ingabbiata il parrocchetto la sua bellezza, che gli è ragione di vita ingabbiata l'usignolo allega il suo amore per la rosa; la pernice non può prescindere dalle colline, nè la gazza dalle paludi, nè il gufo dai ruderi. la pernice non può prescindere dalle colline, nè la gazza dalle paludi, nè il gufo dai ruderi.

28 Alla fine, si lanciano nella disperata avventura; superano sette valli, o mari; il ponte del penultimo è Vertigine; l'ultimo si chiama Annichilimento. Molti pellegrini disertano; altri periscono nella traversata.

29 Trenta, purificati dalle proprie fatiche, toccano la montagna del Simurg. Lo contemplano finalmente : s'accorgono che essi stessi sono il Simurg e che il Simurg è ciascuno di loro.


Scaricare ppt "Introduzione allo Humanistic management Marco Minghetti Lezione 10 Pavia 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google