La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto MIUR/AID: Formazione di un insegnante referente per la dislessia Alessandra Luci Logopedista/Psicologa Referente Regionale progetto MIUR-AID.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto MIUR/AID: Formazione di un insegnante referente per la dislessia Alessandra Luci Logopedista/Psicologa Referente Regionale progetto MIUR-AID."— Transcript della presentazione:

1 Progetto MIUR/AID: Formazione di un insegnante referente per la dislessia Alessandra Luci Logopedista/Psicologa Referente Regionale progetto MIUR-AID

2 Sensibilizzare il mondo professionale, scolastico e l'opinione pubblica sui DSA Promuovere ricerca e formazione nei servizi sanitari e nella scuola Offrire a dislessici e familiari un punto di riferimento per ottenere informazioni e aiuto (identificazione, approccio riabilitativo e scolastico) A.I.D. (onlus) dal 1997:

3 Articolazione in 3 Comitati: 1. Comitato Scientifico (raggruppa i soci che svolgono attività professionale nel campo) 2. Comitato per la scuola (riunisce gli insegnanti e gli educatori) 3. Comitato per le problematiche sociali (riunisce i genitori e gli stessi dislessici che abbiano raggiunto la maggiore età)

4 Strumenti dellAID Seminari di sensibilizzazione: identificazione, intervento precoce, intervento didattico e counseling per le famiglie Seminari scientifici: su identificazione e rieducazione e sulle ricerche sul campo Corsi di formazione per medici, psicologi e logopedisti; per operatori scolastici; per genitori

5 Corsi di orientamento-formazione professionale per dislessici Ricerca clinica Erogazione di borse di studio

6 Presenza sul territorio: 1900 soci LAZIO: Roma Frosinone Viterbo

7 La Sezione di Roma: Assemble generali trimestrali: tutti i soci Riunioni tecniche mensili: tecnici e insegnanti Servizi nella scuola: Proiezione del video Come può essere… Corsi di formazione: A (18h), B (9 h) Sportello di ascolto/consulenza di 4 h mensili per insegnanti di scuole di ogni ordine e grado Progetti di screening per la individuazione di bambini con DSA o a rischio*

8 E-learning integrato e formazione in presenza per ridurre i disagi provocati dalla dislessia Miur/AID: circolari del Direttore Generale della Dir Gen per lo studente (Ufficio IV), Dr.ssa Moioli: 5/10/2004 (Str. Compensativi/Dispensativi) 5/01/2005 (Diagnosi Specialistica) 1/03/2005 (Nota Esami di Stato)

9 Progetto Nazionale 2004: in Emilia Romagna 2005: in Puglia, Sicilia, Lombardia, Veneto, Basilicata 2006: in Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo 2007/2008: regioni restanti

10 Obiettivi* e Finalità: far conoscere il disturbo (incidenza: 4-5%) permettere il riconoscimento in classe dei DSA attivare consapevolezza e attenzione sul disagio far conoscere le modalità della segnalazione ai servizi sanitari promuovere giuste modalità di rapporto con la famiglia

11 promuovere conoscenza delle metodologie didattiche e valutative per i vari ordini di scuola da attivare in classe creare competenze sullutilizzo di tecnologie informatiche creare una diversa cultura degli insegnanti per svolgere unazione al massimo dellefficacia con i loro alunni dislessici

12 Metodologia I° Giornata di Formazione in Presenza indicazioni scientifiche generali metodologie didattiche adeguate per DSA II° Giornata di Formazione in Presenza approfondimenti didattici Prosecuzione degli aggiornamenti on-line e non tramite mailing-list tenuta dallAID Pacchetto di formazione on-line su DSA

13 Pacchetto on-line Apertura ambiente Punto Edu Dislessia: 15 Settembre 2006 Accesso e iscrizione riservati agli insegnanti referenti per la dislessia (partecipazione ad almeno 1 giornata di formazione in presenza) Iscrizioni: inserire il codice meccanografico Inserire password Punto Edu*www.dislessia.indire.it/iscrizioni/ Piattaforma testuale: per ogni tema ci sono approfondimenti o esemplificazioni (MATERIALI: filmati e file audio)

14 Elementi specifici di riflessione per ogni livello scolastico Ricca bibliografia: percorso di studio personale Certificazione di accesso generica La piattaforma sarà resa più interattiva (classi virtuali con tutor; dibattiti con i nostri specialisti; analisi di casi simulati, etc) solo allora: conteggio delle ore e certificazione dell'impegno assunto

15 Contributi Enrico Ghidoni, presidente Nazionale AID Giacomo Stella, presidente Comitato Nazionale Tecnici AID Marilena Meloni, presidente Comitato Nazionale Scuola AID Enrico Profumo, Comitato Nazionale Tecnico AID Mario MarchiorI, Comitato Nazionale Tecnico AID Claudio Turello Comitato Nazionale Tecnico AID Nicoletta Galvan Comitato Nazionale Scuola AID Natalia Sponza, Comitato Nazionale Scuola AID Pamela Kvilekval, Comitato Nazionale Scuola AID M.Carmela Valente, Comitato Nazionale Scuola AID Concetta Pacifico Direttivo Nazionale AID Franco Fondriest Consulente legislativo AID Impostazione, revisione e coordinamento a cura di : Marilena Meloni e Nicoletta Galvan AID Consulenza tecnica a cura di: Franca Gamberini ASPHI

16 Contenuti Testuali Cos'è la dislessia? E.Ghidoni La diagnosi di dislessia E.Ghidoni Dislessia e disturbi di linguaggio C.Turello Dislessia: disturbi d'attenzione e memoria M.Marchiori La riabilitazione C.Turello Cos'è la discalculia evolutiva E.Profumo

17 Dislessia e problemi affettivi e/o comportamentali M.Marchiori I processi di lettura e scrittura G.Stella Dislessia nella scuola dell'infanzia: come riconoscerla e come intervenire P.Kvilekval,C.Valente, M.Meloni, N.Galvan Dislessia nella scuola primaria: come riconoscerla e come lavorare in classe M.Meloni, N.Sponza, N.Galvan Lo studio e la semplificazione testuale N.Galvan Dislessia nella scuola secondaria di I°: come riconoscerla e come intervenire C.Pacifico

18 Dislessia nella scuola secondaria di II°: come riconoscerla e come intervenire C.Pacifico L'apprendimento della lingua straniera P.Kvilekval, M. Meloni Gli strumenti compensativi e le misure dispensative G.Stella Il ruolo dell' insegnante di sostegno M.Meloni, N.Sponza Il ruolo della famiglia E.Ghidoni Normativa F.Fondriest

19 Insegnante referente per DSA Rispondere alle richieste di counseling nella propria scuola Gestire lavori di gruppo relativi ai DSA Essere leader e guida del processo formativo di bambini e ragazzi con DSA Programmare indagini di screening

20 Valutare leffettiva necessità di invio ai servizi sanitari dei casi che vengono sottoposti alla sua attenzione Favorire la comunicazione tra scuola, famiglia e servizi sanitari Promuovere azioni di formazione e aggiornamento sui DSA Mantenere i rapporti di comunicazione con AID, Uffici Scolastici Regionali, CSA, MIUR, Servizi Sanitari

21 In sintesi: linsegnante referente diventa un attore protagonista del processo di gestione della dislessia allinterno della scuola può mediare i conflitti e interagire con un livello di maggior competenza tra i colleghi, le famiglie e gli operatori dei servizi sanitari

22 … buon lavoro!


Scaricare ppt "Progetto MIUR/AID: Formazione di un insegnante referente per la dislessia Alessandra Luci Logopedista/Psicologa Referente Regionale progetto MIUR-AID."

Presentazioni simili


Annunci Google