La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Malattie da immunodeficienza primaria Combinata (SCID) Immunodeficienza T (Di George, Atassia teleangectasia) Deficit di Immunoglobuline (Agammaglobulinemia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Malattie da immunodeficienza primaria Combinata (SCID) Immunodeficienza T (Di George, Atassia teleangectasia) Deficit di Immunoglobuline (Agammaglobulinemia."— Transcript della presentazione:

1 Malattie da immunodeficienza primaria Combinata (SCID) Immunodeficienza T (Di George, Atassia teleangectasia) Deficit di Immunoglobuline (Agammaglobulinemia X-linked, Deficit IgA, Deficit sottoclassi IgG, Immunodeficienza comune variabile)

2 Malattie da immunodeficienza primaria Miscellanea (candidiasi mucocutanea cronica, Wiskott-Aldrich) Deficit del Complemento Deficit dei neutrofili (malattia granulomatosa cronica, sindrome iper-IgE)

3 Approccio ad un paziente con infezioni ricorrenti

4 Caratteristiche cliniche del deficit congenito dellimmunità cellulare Inizia subito dopo la nascita Difficoltà nella crescita e sviluppo Infezioni con opportunisti, virus, funghi, protozoi, micobatteri Candidiasi intrattabile Diarrea e malassorbimento

5 Caratteristiche cliniche del deficit congenito dellimmunità umorale Inizio dopo i 6 mesi (perdita delle Ig materne) Infezioni respiratorie ricorrenti Gravi infezioni (meningiti, sepsi) batteriche (Haemophilus, Streptococco pneumoniae, Stafilococchi) Infezioni da Giardia lamblia (diarrea) Crescita e sviluppo normali

6 Severe combined immunodeficiency (SCID) Incidenza : 1: (Forme recessive o X- linked) Diversi difetti cromosomici, genici, enzimatici In comune vi è un basso n° di T linfociti maturi I B linfociti, pur in n° normale-alto, sono non funzionanti per mancata co-operazione con i T Morte entro 1-2 anni per infezioni da opportunisti, virus ( a meno di trapianto di midollo)

7 Caratteristiche del difetto dei T linfociti nella SCID Più frequente (50-60 %): Mutazioni nel gene che codifica IL-2 R catena (che è in comune con il recettore di numerose citochine, IL-4, IL-7, IL-9, IL-15, indispensabili per la maturazione dei T linfociti) Deficit di ADA (accumulo di adenosina tossica per i linfociti immaturi)

8 Diagnosi di SCID Infezioni precoci respiratorie e intestinali : polmonite interstiziale da PC, diarrea, candidiasi orale intrattabile Infezioni da Aspergillo Infezioni da germi intracellulari: Listeria, Legionella Conseguenze catastrofiche di vaccinazioni con vaccini vivi GVHD in seguito a trasfusioni (da evitare !)

9 Diagnosi di SCID Anamnesi familiare E.O. assenza di linfonodi palpabili, assenza di tonsille visibili Rx torace: assenza dellombra timica Emocromo: linfopenia (nei bambini linfociti > 5.000/ml) Tipizzazione linfocitaria

10 Assenza dellombra timica in un neonato affetto da SCID

11 Sindrome di DiGeorge Insufficiente sviluppo del III e IV arco branchiale con ipoplasia di timo e paratiroidi, anomalie cardiache (tronco comune), e facciali (micrognazia, ipertelorismo etc) Difetto genetico autosomico dominante: delezione interstiziale 22q11 Gravità clinica varia: da grave a parziale linfopenia con moderata immunodeficienza

12 S. di Di George: micrognazia, inserzione bassa delle orecchie, frenulo nasale corto

13 Deficit immunità umorale Infezioni ricorrenti con batteri capsulati: Sttreptococco pneumoniae, Haemophilus influenzae tipo b Se alterazione dellintegrità di cute e mucose: Stafilococco, gram neg Superano regolarmente le infezioni virali, ma non sviluppano immunità permanente (es varicella, morbillo)

14 Diagnosi di laboratorio di deficit dellimmunità umorale Dosaggio IgG, IgA, IgM, IgE, Complemento, emocromo Valutazione funzionale dei B linfociti: –isoemoagglutinine –risposta anticorpale booster a tetano-difterite (T-cell dependent) – risposta anticorpale booster a pneumococco (T-cell independent)

15 Diagnosi di laboratorio di deficit dellimmunità umorale Quantificazione dei linfociti T e B: –T cell (CD3, CD4, CD8, TCR,, TCR ) –B cell (CD19, CD20, CD21, Ig ) Analisi malattia specifica espressione CD40 ligando sui B (ridotto/assente nella X-linked agammaglobulinemia con iperIgM)

16 Agammaglobulinemia X-linked (Bruton) Difetto nella tirosina-kinasi (di Bruton) Blocco della maturazione dei B linfociti Quasi assenza di B linfociti circolanti Panipogammaglobulinemia Inizio delle infezioni dopo i primi 6 mesi (anticorpi materni circolanti !)

17 Agammaglobulinemia X-linked (Bruton) manifestazioni cliniche Infezioni respiratorie ricorrenti Spesso gravi sinusiti, otiti, bronchiectasie Batteri: Streptococco pneumoniae, Haemophilus, Stafilococc, Pseudomonas Diarrea da Giardia lamblia Nei non trattati artriti da Mycoplasma

18 Bronchiectasie in un adulto con X-linked agammaglobulinemia

19 Agammaglobulinemia X-linked (Bruton) Principi di terapia Infusioni di gammaglobuline ( g/Kg ogni 3-4 settimane) allo scopo di mantenere il livello di IgG > 500 mg/dl Antibiotici in caso di infezioni (tener conto dei germi più frequentemente in causa) Evitare vaccini

20 Iper-IgM IgA IgG IgM (laumento è legato allespansione policlonale della sintesi IgM in risposta allinfezione) N° normale di B linfociti circolanti (blocco delle switch da IgM alle altre classi) Forma X-linked: difetto nel gene che codifica per CD40 ligando (CD154)

21 Immunodeficienza con iper-IgM Infezioni respiratorie ricorrenti Neutropenia ricorrente con ulcere orali e ascessi perirettali Infezioni da opportunisti (Pneumocystis carinii) Diarrea da Giardia lamblia, Cryptosporidium, Entamoeba hystolitica)

22 Grave gengivostomatite ed erosione dentale in un bambino di 2 anni affetto da deficit dei neutrofili (LAD)

23 Gengivite e periodontite

24 Deficit IgA Frequenza 1:600 Infezioni respiratorie ricorrenti di gravità lieve- moderata con batteri capsulati (Streptococco pneumoniae, Haemophilus) Raramente polmoniti ricorrenti e/o bronchiectasie (se non concomita deficit di sottoclassi IgG 2 o IgG 4 ) Diarrea da Giardia lamblia 20 % IgE e manifestazioni atopiche (rinite,asma)

25 Deficit IgA Possibili anticorpi anti-IgA: reazioni trasfusionali Aumentata incidenza di mal autoimmuni: LES, dermatomiosite, artrite reumatoide, anemia emolitica Aumentata incidenza di mal celiaca Aumentata incidenza di linfomi intestinali

26 Aspetto tipo sprue della biopsia intestinale di un uomo di 44 anni affetto da CVID (immunodeficienza comune variabile)

27 Immunodeficienza comune variabile Prevalenza 1: M = F Presentazione in infanzia o tra i 20 e i 30 anni Deficit IgA + IgG IgG 2 > IgG 1 > IgG 3 ) N° di B linfociti circolanti normale (quasi sempre) Farmaci che IgG: fenildantoina, antimalarici, sulfasalazina

28 Immunodeficienza comune variabile Otiti, sinusiti, bronchiti ricorrenti (più gravi che nella immunodeficienza di IgA ) sostenute da germi capsulati Bronchiectasie (Stafilococco, Pseudomonas) Diarrea da Giardia lamblia Raramente polmonite da Pneumocystis carinii Zoster recidivante Epatite B e C a decorso più grave

29 Immunodeficienza comune variabile Maggior incidenza di mal autoimmuni : anemia emolitica, PTI, anemia perniciosa, tiroidite Granulomatosi simil-sarcoidosi (epato- splenomegalia) Maggior rischio di linfomi intestinali

30 Polmonite da Pneumocystis carinii

31

32

33

34

35 Facies della iper-IgE syndrome: fronte e mandibola prominenti, ipertelorismo, piramide nasale larga

36 Sindrome di Job (iper-IgE) Autosomica dominante Infezioni cutanee e respiratorie (ascessi polmonari ricorrenti Eczema cronico Alterazioni facciali e scheletriche (scoliosi) Iper IgE con eosinofilia (deficit IFN-gamma e TNF- ?)

37 Anomalie toraciche nella s. di Job (iper-IgE): scoliosi in a e pneumatoceli in b (pregressa infezione Stafilococcica)

38 Infezione della cute in deficit neutrofili (LAD): incapacità a formare pus e a demarcare il processo infiammatorio

39 Malattia granulomatosa cronica (CGD) Comprende un gruppo di malattie ereditarie rare con fenotipo comune Deficit di NADPH ossidasi Infezioni ricorrenti e gravi con germi catalasi pos (Stafilococco, Burkholderia cepacia, Serratia,Aspergillo, Nocardia) Diagnosi con test NBT o test di ossidazione della diidrorodamina (DHR) Profilassi antibiotica (TMP-SMX) e anti-fungina (itraconazolo) + in casi ari IFN-gamma

40 Il nitroblue di tetrazolio (NBT) è ridotto dai neutrofili normali, che mostrano depositi blue- viola.

41 NBT test in un portatore di CGD: solo metà dei neutrofili riducono il NBT, mostrando granuli blue-viola

42 NBT test in un paziente affetto da CGD: i neutrofili non riducono il NBT : assenza dei granuli granuli blue-viola

43 Infezioni in corso di neutropenia (PMN < 500/ml) Gram positivi: Stafilococchi, Streptococco, Nocardia Gram negativi: E.coli, Klebsiella, Pseudomonas, Enterobacteriacee Miceti: Candida, Aspergillo

44 Infezioni in corso di deficit dellimmunità cellulare Batteri: Legionella, Salmonella, Listeria, Micobatteri Miceti: Criptococco, Candida, Histoplasma Virus: CMV, Varicella-Zoster, Herpes simplex, EBV, vaccini vivi (morbillo, parotite, rosolia, polio) Protozoi: Pneumocystis carinii, Toxoplasma, Strongiloides, Criptosporidia

45 Infezioni in corso di deficit dellimmunità umorale Batteri: Streptococco pneumoniae, Haemophylus influenzae Virus: Enterovirus Protozoi: Giardia

46 Infezioni in corso di deficit del complemento Batteri: Streptococco pneumoniae, Haemophylus influenzae, Neisseria

47 Infezioni in splenectomia Batteri: Streptococco pneumoniae, Haemophylus influenzae, Neisseria Protozoi: Babesia


Scaricare ppt "Malattie da immunodeficienza primaria Combinata (SCID) Immunodeficienza T (Di George, Atassia teleangectasia) Deficit di Immunoglobuline (Agammaglobulinemia."

Presentazioni simili


Annunci Google