La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Via Ombrone 2/G - 00198 Roma - Tel. 06 8537281 - LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Via Ombrone 2/G - 00198 Roma - Tel. 06 8537281 - LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE,"— Transcript della presentazione:

1 Via Ombrone 2/G Roma - Tel LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE CRITICITA ED ESPERIENZE ALLA REALIZZAZIONE,COLLEGAMENTO ED ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE Nicola Ostellino - ASSOELETTRICA ROMA, 22 marzo 2004

2 Via Ombrone 2/G Roma - Tel LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE HA ASSUNTO DIMENSIONI DI ASSOLUTO RILIEVO IN BASE AI DATI STATISTICI DEL GRTN, NEL 2002 RISULTAVANO IN ESERCIZIO IMPIANTI DA FONTE RINNOVABILE PER UNA POTENZA EFFICIENTE LORDA DI : 19,2 GW PARI AL 25% DELLA POTENZA COMPLESSIVAMENTE INSTALLATA. LENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE PRODOTTA E PARI AL 18,5% DELLA PRODUZIONE NAZIONALE ED E DELLORDINE DI: 50 TWh LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

3 Via Ombrone 2/G Roma - Tel DISAGGREGANDO I DATI DEL GRTN RELATIVI ALLE FONTI RINNOVABILI EMERGE CHE LE PRODUZIONI DA FONTE EOLICA, BIOMASSE RIFIUTI HANNO AVUTO UN INCREMENTO NEL PERIODO COMPRESO TRA IL 1995 ED IL 2002 DEL : 1200% PASSANDO DA: 397 a 4826 GWh ATTUALMENTE QUESTE FONTI INCIDONO SUL TOTALE DELLELETTRICITA RINNOVABILE NELLA MISURA DEL: 19,2% LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

4 Via Ombrone 2/G Roma - Tel GLI IMPIANTI APPARTENENTI A QUESTE 2 CATEGORIE SONO PREVALENTEMENTE ALLACCIATI ALLE RETI DELLENEL DISTRIBUZIONE. RECENTEMENTE QUESTA SOCIETA HA CENSITO GLI IMPIANTI DI GENERAZIONE DISTRIBUITA ALLACCIATI ALLE PROPRIE RETI. LA POTENZA EFFICIENTE LORDA E RISULTATA DELLORDINE DI: 4000 MW SOMMANDO A QUESTA POTENZA QUELLA DEGLI IMPIANTI INSTALLATI SULLE RETI DI DISTRIBUZIONE DEGLI ALTRI GESTORI, SI STIMA CHE LA POTENZA COMPLESSIVA DELLA GENERAZIONE DISTRIBUITA ( PRATICAMENTE COINCIDENTE CON QUELLA DELLE FONTI EOLICHE E DELLE BIOMASSE/RIFIUTI) SIA ATTUALMENTE DELLORDINE DI: 5000 MW LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

5 Via Ombrone 2/G Roma - Tel LA RIPARTIZIONE DELLA POTENZA ALLACCIATA ALLE RETI DI DISTRIBUZIONE IN FUNZIONE DEL LIVELLO DI TENSIONE E LA SEGUENTE: IMPIANTI ALLACCIATI ALLE RETI DI MEDIA TENSIONE: 42% (2100 MW) IMPIANTI ALLACCIATI ALLE RETI DI ALTA TENSIONE: 58% (2900 MW) LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

6 Via Ombrone 2/G Roma - Tel CONSIDERANDO LA CRESCITA ESPONENZIALE CHE HANNO AVUTO LE INSTALLAZIONI DI IMPIANTI EOLICI E DA BIOMASSE, E GLI EFFETTI DISPIEGATI DAL DECRETO LEGISLATIVO N. 387 DEL 29/ 12/ 2003 CHE PROMUOVE LE FONTI RINNOVABILI E DISPONE, TRA LALTRO, LINCREMENTO DELLA QUOTA MINIMA DELLELETTRICITA DI QUESTE FONTI, NEL PERIODO 2004 – 2006, DAL: 2% al 3,05% E LECITO IPOTIZZARE IL RADDOPPIO DELLA POTENZA INSTALLATA NEL PROSSIMO QUINQUENNIO. PERTANTO, LE RETI DI DISTRIBUZIONE SARANNO CHIAMATE A RICEVERE LE PRODUZIONI DI IMPIANTI RINNOVABILI PER UNA POTENZA COMPLESSIVA DELLORDINE DI : MW LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

7 Via Ombrone 2/G Roma - Tel PER NON OSTACOLARE LE FAVOREVOLI PROSPETTIVE DI QUESTE INIZIATIVE GLI OPERATORI SOLLECITANO LA SOLUZIONE DEI NUMEROSI PROBLEMI IRRISOLTI CHE RICHIEDONO, IN PARTICOLARE: INTERVENTI DI SVILUPPO DELLA RETE E DI ADEGUAMENTO DEI CRITERI DI PROGRAMMAZIONE ED ESERCIZIO COERENTI CON LE ESIGENZE DEI PRODUTTORI; LA RIDEFINIZIONE DELLE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLA LUCE DELLESPERIENZA MATURATA; LATTUAZIONE, IL COMPLETAMENTO E LARMONIZZAZIONE DELLA DISCIPLINA DEGLI ALLACCIAMENTI DELA.E.E.G. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

8 Via Ombrone 2/G Roma - Tel IN ORDINE AL PUNTO 1) RICORDIAMO CHE NUMEROSE INIZIATIVE, ED IN PARTICOLARE QUELLE EOLICHE, HANNO SUBITO CONSIDEREVOLI RITARDI NELLA DEFINIZIONE E REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI ALLACCIAMENTO, IN PARTE ATTRIBUIBILI AL TORMENTOSO PERCORSO AUTORIZZATIVO ED IN PARTE AI CRITERI CHE IL GRTN SI E ASSEGNATO NELLINDIVIDUARE LA SOLUZIONE DALLACCIAMENTO. NON VI E DUBBIO, INFATTI, CHE LA SICUREZZA DEL SISTEMA ELETTRICO SIA IL PRIMO OBIETTIVO DA TUTELARE, ESSA VA PERO TEMPERATA DALLOBIETTIVO ESAME DELLA REALTA FATTUALE E NON INGESSATA DA REGOLE ASTRATTE CHE NON SEMPRE SI ADATTANO ALLE DISTINTE E COMPLESSE SITUAZIONI PRESENTI SUL TERRITORIO. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

9 Via Ombrone 2/G Roma - Tel ANCHE PER LE INIZIATIVE RELATIVE AGLI IMPIANTI A BIOMASSE E RIFIUTI, PREVALENTEMENTE ALLACCIATI IN MEDIA TENSIONE, SI SEGNALANO NON POCHE DIFFICOLTA REALIZZATIVE, PRINCIPALMENTE ATTRIBUIBILI ALLE CARENZE STRUTTURALI DI QUESTE RETI NELLE AREE SOTTOELETTRIFICATE IN CUI SONO NORMALMENTE SITUATI GLI IMPIANTI. POICHE LINCREMENTO DELLA PRODUZIONE ELETTRICA, ED IN PARTICOLARE DI QUELLA RINNOVABILE, E DI PREVALENTE INTERESSE PUBBLICO, ASSOELETTRICA RITIENE CHE LE OPERE OCCORRENTI PER I POTENZIAMENTI STRUTTURALI DELLE RETI NECESSARI AD ACCOGLIERE LE NUOVE CONNESSIONI, DEVONO ESSERE POSTE A CARICO DI TUTTI GLI UTENTI DEL SISTEMA E NON GRAVARE SUL SINGOLO OPERATORE. PER QUANTO ATTIENE LE REGOLE DI CONNESSIONE ( PUNTO 2 ), ADOTTATE DAL GRTN IN FORZA DELLA DELIBERA N. 50/00 DEL , ASSOELETTRICA HA PIU VOLTE SOTTOLINEATO DI RITENERE ECCESSIVAMENTE DIRIGISTICHE LE INDICAZIONI IN ORDINE AGLI SCHEMI DINSERIMENTO NELLA RETE, STABILITI DALLART. 8.3-GUIDA AGLI SCHEMI DI CONNESSIONE, E LA LORO PRATICA APPLICAZIONE. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

10 Via Ombrone 2/G Roma - Tel IN PARTICOLARE NON SEMBRA ADEGUATA ALLA REALTA DELLESISTENTE RETE, LA LIMITAZIONE DEL NUMERO DINSERIMENTI TOLLERABILI DEFINITA AL PUNTO DELLA GUIDA, CHE STABILISCE: IL NUMERO DINSERIMENTI PER LINEA NON SIA SUPERIORE A 2 SUL kV E A 5 SUL kV. RACCOMANDANDO INOLTRE, AL SUCCESSIVO PUNTO 4, IL COLLEGAMENTO DIRETTO ALLE SBARRE DI STAZIONE ( inserimento in antenna ) QUANDO: LE DISTANZE DALLA STAZIONE DI CONNESSIONE SONO INFERIORI A 20 km. QUESTE DISPOSIZIONI NON CONSIDERANO ADEGUATAMENTE I SEGUENTI ELEMENTI DI FATTO: LA QUASI TOTALITA DELLA RETE A kV ( A CUI SONO PREVALENTEMENTE CONNESSI GLI IMPIANTI EOLICI ) HA ATTUALMENTE UN NUMERO DINSERIMENTI SUPERIORE A 5. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

11 Via Ombrone 2/G Roma - Tel IN ORDINE AL PUNTO 2) LA REALIZZAZIONE DI 20 km DI ELETTRODOTTI DI ALTA TENSIONE RICHIEDE UN ITER AUTORIZZATIVO TALE DA SCORAGGIARE LIMPEGNO DEL PIU DETERMINATO IMPRENDITORE. SIMPONE QUINDI UN DIVERSO APPROCCIO AL PROBLEMA DEGLI ALLACCIAMENTI CHE SI CONFORMI AI PRINCIPI GENERALI ESPRESSI NELLART. 4.1 DELLA DELIBERA 52/00 A.E.E.G., CHE TENGA CONTO, IN PARTICOLARE : DELLESIGENZA DI CONTENERE I COSTI DI PROGETTAZIONE, GESTIONE ED ESERCIZIO DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE E DEGLI IMPIANTI ELETTRICI CONNESSI LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

12 Via Ombrone 2/G Roma - Tel A TALE SCOPO ASSOELETTRICA HA SOLLECITATO LA COSTITUZIONE DI UN G.D.L. CON IL GRTN ED ENEL DISTRIBUZIONE PER LELABORAZIONE DI STANDARD TECNICI DI CONNESSIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE. GLI STANDARD TECNICI, SONO PREVISTI DALLA DELIBERA 50/02 DELLA.E.E.G, CHE FA CARICO AI GESTORI DI RETE DI INDICARE ( ART. 3.2 ): f) LE SOLUZIONI TECNICHE CONVENZIONALI ….PER LA REALIZZAZIONE DELLA CONNESSIONE ALLA RETE DEGLI IMPIANTI ELETTTRICI g) GLI STANDARD TECNICI E LE SPECIFICHE DI PROGETTO ESSENZIALI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RETE LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

13 Via Ombrone 2/G Roma - Tel IL GRUPPO DI LAVORO HA ELABORATO I SEGUENTI 2 DISTINTI DOCUMENTI, ATTUALMENTE IN FASE DI STESURA DEFINITIVA: DK 5400 – CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE AT DELLA DISTRIBUZIONE; DK 5740 – CRITERI DI ALLACCIAMENTO DIMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE MT DELLENEL DISTRIBUZIONE. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

14 Via Ombrone 2/G Roma - Tel IL G.D.L. HA INOLTRE AFFRONTATO LA DISCIPLINA DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA REATTIVA DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE CONNESSI ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE, PER DARE SOLUZIONE AI PROBLEMI POSTI DALLA CONVENZIONE TIPO, APPROVATA CON D.M. DEL 25/9/92, CHE STABILISCE IL VALORE DEL FATTORE DI POTENZA MEDIO MENSILE DELLENERGIA IMMESSA IN RETE, NEL SEGUENTE MODO: NON SUPERIORE A 0,90 IN RITARDO NELLE ORE PIENE NON SUPERIORE A 0,95 IN ANTICIPO NELLE ORE VUOTE POICHE I GENERATORI DI PICCOLA TAGLIA NON POSSONO FUNZIONARE CORRETTAMENTE IN CAPACITIVO, GLI STANDARD TECNICI ENEL, PROPONGONO UN DIVERSO CRITERIO INDICATO NELLA TABELLA SEGUENTE. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

15 Via Ombrone 2/G Roma - Tel FATTORE DI POTENZA PER IMPIANTI DI PRODUZIONE COLLEGATI ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE Generatori sincroni cos fi (medio mensile) fonte caso A avviamentoa regime idroelettrica P < 1 MW 1 In casi particolari può essere fissato un valore diverso da 1, in base a misure GME e condizioni di rete termoelettrica P < 3 MW cos fi (medio mensile) fonte caso B ore pieneore vuote idroelettrica P > 1 MW 3 MW LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

16 Via Ombrone 2/G Roma - Tel cos fi (medio mensile) fonte caso C ore pieneore vuote tutte P > 10 MW 0,9 LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

17 Via Ombrone 2/G Roma - Tel IN ORDINE AL PUNTO 3) UN ALTRO ASPETTO DI PARTICOLARE INTERESSE DEI PRODUTTORI DA FONTI RINNOVABILI E COSTITUITO DALLALIMENTAZIONE DEI SERVIZI AUSILIARI DI CENTRALE ORIGINARIAMENTE DERIVATA DALLA STESSA LINEA DEL PUNTO DI IMMISSIONE. LA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO ELETTRICO RENDE PERO OPPORTUNO LACQUISTO DI QUESTA ENERGIA, E LA CONSEGUENTE SEPARAZIONE DEI PUNTI DI PRESA E DI IMMISSIONE (SI VEDANO LE FIG. 1, 2) LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

18 Via Ombrone 2/G Roma - Tel SA G Rete Elettrica SA G Rete Elettrica Fig.1Fig.2 LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

19 Via Ombrone 2/G Roma - Tel ALLO SCOPO DI LIMITARE I COSTI DELLA SEPARAZIONE CIRCUITALE DEI DUE PUNTI DI CONNESSIONE, ASSOELETTRICA HA CONCORDATO CON LA DIREZIONE COMMERCIALE DELLENEL DISTRIBUZIONE DI NON CONSIDERARE IL CONTRIBUTO DI ALLACCIAMENTO AD ECCEZIONE DELLE SPESE DIRETTE SOSTENUTE PER LINSTALLAZIONE DELLE CELLE DI CONSEGNA E MISURA, NEL LIMITE DEI PRELIEVI DI POTENZA INDICATI NELLA TABELLA CHE SEGUE: TIPO DI IMPIANTOPOTENZA PRELEVATA S.A. EOLICO1% P. N. GENERAZIONE IDRAULICO2% P. N. GENERAZIONE TERMICO5% P. N. GENERAZIONE BIOMASSE/RIFIUTI10% P. N. GENERAZIONE LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

20 Via Ombrone 2/G Roma - Tel RELATIVAMENTE ALLA FORNITURA DELLENERGIA ELETTRICA DEI SERVIZI AUSILIARI SI E POSTO IL PROBLEMA DELLA SCELTA DELLOPZIONE TARIFFARIA RELATIVA AL TRASPORTO, PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI IN AT. INFATTI, ORIGINARIAMENTE, ENEL DISTRIBUZIONE PREVEDEVA UNICAMENTE LOPZIONE TARIFFARIA BASE A1V. SU RICHIESTA ASSOELETTRICA, ENEL DISTRIBUZIONE HA FORMULATO LOPZIONE TARIFFARIA SA3V, CHE RIDUCE NOTELVOLMENTE I COSTI FISSI DELLA FORNITURA CHE PASSANO DA /ANNO A 1,33 /MESE/kW. PURTROPPO LA STESSA OPZIONE NON E ANCORA STATA ADOTTATA DALLE ALTRE SOCIETA DISTRIBUTRICI, CREANDO CONFLITTI CON GLI OPERATORI CHE GIUSTAMENTE NON COMPRENDONO COMPORTAMENTI COSI DISOMOGENEI. LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE

21 Via Ombrone 2/G Roma - Tel LA PIU INTERESSANTE FACILITAZIONE INTRODOTTA DAL COMBINATO DISPOSTO DEGLI ARTT. 13-COMMA 3 E 20 -COMMA 1 DEL DLGS. 387/ 03, RELATIVAMENTE ALLA GESTIONE DELLE PARTITE ECONOMICHE DELLENERGIA IMMESSA IN RETE, E COSTITUITA DALLA POSSIBILITA CONCESSA AL PRODUTTORE DI RICHIEDERE ALLA SOCIETA DISTRIBUTRICE ALLA CUI RETE E COLLEGATO LIMPIANTO, IL RITIRO DELLENERGIA PRODOTTA A FAR DATA DAL 1 GENNAIO IL PREZZO UNITARIO CHE DEVE ESSERE RICONOSCIUTO E TEMPORANEAMENTE QUELLO FISSATO DALLA.E.E.G PER LENERGIA ALLINGROSSO FORNITA ALLE IMPRESE DISTRIBUTRICI (PG). LE ALIQUOTE UNITARIE ATTUALMENTE IN VIGORE SONO INDICATE NELLA TAB. CHE SEGUE: LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE, ATTUALITA ED ESPERIENZE


Scaricare ppt "Via Ombrone 2/G - 00198 Roma - Tel. 06 8537281 - LINCENTIVAZIONE DELLENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI: PROSPETTIVE,"

Presentazioni simili


Annunci Google