La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RIUNIONE ANNUALE SCREENING CITOLOGICO Padova, 12 novembre 2008 Centro Congressi Papa Luciani Lesperienza del Corso regionale sulla qualità della colposcopia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RIUNIONE ANNUALE SCREENING CITOLOGICO Padova, 12 novembre 2008 Centro Congressi Papa Luciani Lesperienza del Corso regionale sulla qualità della colposcopia."— Transcript della presentazione:

1 RIUNIONE ANNUALE SCREENING CITOLOGICO Padova, 12 novembre 2008 Centro Congressi Papa Luciani Lesperienza del Corso regionale sulla qualità della colposcopia P. Cattani N. Papadopoulos

2 2005: Lo screening citologico in Veneto

3 Adesione allinvito

4 2005 – Pap test positivi : – invii a colposcopia : 4208

5 Presidi Ospedalieri Cliniche Universitarie Personale sanitario dedicato Personale sanitario di appoggio Ambulatori distrettuali

6 Organizzazione del II° livello dello Screening Citologico Strutture sanitarie Percorsi clinici Uniformi Adeguati Secondo stato dellarte Requisiti standard minimi OBIETTIVI

7

8

9

10 Organizzazione del II° livello dello Screening Citologico Strutture sanitarie Percorsi clinici Uniformi Adeguati Secondo stato dellarte Requisiti standard minimi OBIETTIVI

11 PERCORSI CLINICI CONDIVISI UTIZZO DI UN LINGUAGGIO COMUNE STANDARDIZZAZIONE E RIPRODUCIBILITÀ DELLESAME COLPOSCOPICO STANDARDIZZAZIONE E RIPRODUCIBILITÀ DELLITER DIAGNOSTICO, TERAPEUTICO E DI FOLLOW-UP

12 PERCORSI CLINICI CONDIVISI UTIZZO DI UN LINGUAGGIO COMUNE

13 TERMINOLOGIA UTILIZZATA PER LA DISTROFIA VULVARE Ittiosi vulvareWeir R. F.1875 Degenerazione Vascolare Serpiginosa della vulvaTait L.S.1877 Craurosi vulvareBreisky D.1885 Lichen sclerosus et atrophicusHallopeau H.1887 Atrofia cutanea prog. Della vulvaReed F.1893 Tracoma urogenitaleJohnstone P.1895 Sceroma anovulvareVrchere A.1898 Sclerosi ecchimotica retraenteNonoque P.1905 LeucoplachiaBerkley C.1909 Vulvite leucoplasicaBerkley C.1909 Stadio atr.vulvite leucoplasicaBerkley C.1909 Leucoderma post-flogisticoVeit J.1910 Leucoplachia atroficaTaussing F.J.1928 Vulvite biancaGraves W.P.1928 Craurosi biancaGraves W.P.1929 Craurosi leucoplasicaGraves W.P.1929 LeucocheratosiGraves W.P.1929 LeucocraurosiGraves W.P.1929 LeucomaGraves W.P.1929 Atrofia primaria della vulvaWallace H.J.1951 Dermatosi scleroticaJeffcoate T.N.A.1962 LeucochetatiteJeffcoate T.N.A.1962 Vulvite atroficaJeffcoate T.N.A.1966 Vulvite ipertroficaJeffcoate T.N.A.1966

14

15 PERCORSI CLINICI CONDIVISI STANDARDIZZAZIONE E RIPRODUCIBILITÀ DELLESAME COLPOSCOPICO Tempi e modalità di esecuzione Uniformità interpretativa –Immagini elementari –Quadri colposcopici Strumentario utilizzato

16 PERCORSI CLINICI CONDIVISI STANDARDIZZAZIONE E RIPRODUCIBILITÀ DELLESAME COLPOSCOPICO Tempi e modalità di esecuzione Uniformità interpretativa –Immagini elementari –Quadri colposcopici Strumentario utilizzato

17

18

19 PERCORSI CLINICI CONDIVISI STANDARDIZZAZIONE E RIPRODUCIBILITÀ DELLITER DIAGNOSTICO, TERAPEUTICO E DI FOLLOW-UP –Indicazioni –Tecniche –Tempi

20 SICPCV ASCCP NHS SOGC CDCNSCP

21 Partecipazioni culturali GISCI Prof. P. Dalla Palma Prof. G. Montanari Dott. GP Fantin SICPCVDott. F. Boselli Dott. P. Cattani Prof. Mojana Dott. Sopracordevole SIOG Prof. M. Franchi Dott T. Maggino Istituto Oncologico Veneto Dott. M. Vettorazzi Dott.ssa C. Cogo Dott. M Zorzi Dott.ssa A. Del Mistro Az. Osp. Universitaria PD Prof.ssa D. Minucci Az. Osp. Universitaria VR Prof. M. Franchi Dott. P Cattani

22 6 incontri mensili Verona 1° CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PER I GINECOLOGI COLPOSCOPISTI DEL SECONDO LIVELLO DELLO SCREENING PER IL CERVICOCARCINOMA Ottobre 2005 – marzo 2006 Parte Teorica : Culturale 4 centri Regionali di riferimento –Policlinico GB Rossi, Verona –Ospedale Civile Maggiore, Verona –Azienda Ospedaliera Padova –Ospedale Conegliano Veneto Gruppi di 4 colposcopisti Parte Pratica : Clinico-tecnica

23 Elenco Aziende Ospedaliere ULSS 1BELLUNO Agordo Pieve di C. ULSS 2FELTRE ULSS 3BASSANO DEL GRAPPA Asiago ULSS 4ALTO VICENTINO THIENE Schio ULSS 5OVEST VICENTINO ARZIGNANO Lonigo Montecchio Valdagno ULSS 6VICENZA Noventa ULSS 7PIEVE DI SOLIGO CONEGLIANO Vittorio Veneto ULSS 8ASOLO Castelfranco V. Montebelluna ULSS 9TREVISO Motta Oderzo ULSS 10S. DONA DI PIAVE Portogruaro Jesolo ULSS 12VENEZIANA Venezia Mestre ULSS 13MIRANO Dolo Noale ULSS 14CHIOGGIA Piove di Sacco ULSS 15ALTA PADOVANA CITTADELLA CAMPOSAMPIERO ULSS 16PADOVA Busonera Abano Teolo ULSS 17ESTE Monselice Montagnana ULSS 18 ROVIGO Trecenta ULSS 19ADRIA Porto Viro ULSS 20VERONA San Bonifacio Cologna ULSS 21LEGNAGO Bovolone ULSS 22BUSSOLENGO Isola d. S. AZIENDA OSPEDALIERA PADOVA AZIENDA OSPEDALIERA VERONA

24 24 PARTECIPANTI

25 Valutazione dellapprendimento 10 valutazioni in itinere –Quiz a risposta multipla Valutazione finale –20 casi clinici tra quelli proposti dellASCCP

26 PARITA: PARITA: OUE orizzontale OUE orizzontale GSQ evidenziabile GSQ evidenziabile Ectropion Ectropion NTZ NTZ Sbocchi ghiandolari Sbocchi ghiandolari Vasi ectasici ma regolari alle ore 18 Vasi ectasici ma regolari alle ore 18 CASO 1: Z.N.

27 ETA: 30 aa. ETA: 30 aa. PARITA: 0000 PARITA: 0000 GSQ non evidenziabile GSQ non evidenziabile G1: Mosaico regolare, vasi regolari G1: Mosaico regolare, vasi regolari CASO 3: M.G.

28 ETA: 56 aa. ETA: 56 aa. PARITA: 0000 PARITA: 0000 GSQ non evidenziabile GSQ non evidenziabile Distrofia, colpite, vasi ectasici normali. Distrofia, colpite, vasi ectasici normali. CASO 7: V.V.

29 ETA: 48 aa. ETA: 48 aa. PARITA: 2002 PARITA: 2002 GSQ parzialmente evidenziabile GSQ parzialmente evidenziabile G1 (anche G2): Epitelio bianco sottile G1 (anche G2): Epitelio bianco sottile Miscellanea: infezione da HPV Miscellanea: infezione da HPV CASO 9: R.S.

30 ETA: 33 aa. ETA: 33 aa. PARITA: 1001 PARITA: 1001 GSQ evidenziabile GSQ evidenziabile NTZ: Ectropion NTZ: Ectropion G2: Mosaico irregolare G2: Mosaico irregolare Miscellanea: infezione da HPV Miscellanea: infezione da HPV CASO 18: E.L.

31 ETA: 35 aa. ETA: 35 aa. PARITA: 0000 PARITA: 0000 GSQ non evidenziabile GSQ non evidenziabile G2: Puntato irregolare G2: Puntato irregolare CASO 19: R.S.

32 REQUISITI DI IDONEITÀ 1.Laurea in Medicina e Chirurgia 2.Iscrizione allAlbo professionale 3.Iscrizione alla SICPCV 4.Almeno 2 anni di attività colposcopica, di cui 1 sotto il controllo di tutor esperto, certificata da Direttore di Clinica Universitaria o di S.O.C. o da un titolare di studio privato con documentato indirizzo colposcopico 5.Partecipazione ad almeno 4 eventi negli ultimi 2 anni (può essere incluso il corso propedeutico allaccreditamento): corsi e congressi nazionali patrocinati dalla SICPCV corsi o congressi internazionali corsi di perfezionamento attinenti allattività colposcopica Accreditamento in Colposcopia e Fisiopatologia del Tratto Genitale Inferiore

33 È stato realizzato un programma computerizzato con 500 test. Il candidato dovrà rispondere a 50 di questi test, che il computer sceglierà casualmente. Naturalmente i testi delle domande sono protetti da una serie di password che ne impediscono la lettura e la modifica. Per ogni domanda sono previste 3 risposte, di cui una sola sarà esatta. La domanda può essere formulata anche su unimmagine colposcopica. Per superare il test e quindi ottenere il diploma di accreditamento, bisogna rispondere ad almeno 40 quesiti sui 50 presentati. Se le risposte esatte sono inferiori a 30 il test non è stato superato. Se le risposte esatte sono fra le 30 e le 39, il candidato verrà sottoposto immediatamente ad unulteriore verifica condotta su 30 domande. In questa ultima evenienza il test sarà superato se le risposte esatte saranno almeno 25. Accreditamento in Colposcopia e Fisiopatologia del Tratto Genitale Inferiore

34 5 candidati 5 accreditati

35 Riflessioni Buoni risultati formativi Persistenza della richiesta Solide basi culturali dei partecipanti Impegni professionali dei partecipanti Necessità di concentrazione dellattività pratica

36 2° CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PER I GINECOLOGI COLPOSCOPISTI DEL SECONDO LIVELLO DELLO SCREENING PER IL CERVICOCARCINOMA Gennaio - Aprile 2008

37 Parte Teorica Riduzione del numero degli incontri Maggiore focalizzazione sui percorsi clinici che sulle basi teoriche Palestra clinica: i Quadri dAutore Parte Pratica Riduzione dei centri di riferimento Maggiore attenzione alle scelte terapeutiche ed alla tecnica chirurgica Maggiore accuratezza nella selezione dei casi clinici

38 2° corso regionale di formazione ed aggiornamento per i ginecologi colposcopisti del secondo livello dello screening per il cervicocarcinoma

39 18/01/200815/02/200814/03/200811/04/ Epidemiologia e screening del cervico-carcinoma M. Vettorazzi Storia naturale della carcinogenesi cervicale A. Del Mistro I quadri colposcopici anormali: G1 e G2 G. Montanari I vasi atipici F. Boselli LHPV in colposcopia G. Mojana I test biomolecolari e le loro indicazioni R. Colombari Vaccino e cervico-carcinoma: il patologo, lepidemiologo e il ginecologo A. Del Mistro, M. Zorzi, M. Franchi Percorso terapeutico della VaIN F. Sopracordevole Percorso terapeutico dellAIS P. Cattani Percorsi diagnostico-terapeutici particolari: la gravidanza, la meno- pausa, lHIV F. Boselli Coffee Break Refertazione citologica G. Montanari Classificazione colposcopica D. Minucci Coffee Break La miscellanea G. Montanari Le infezioni genitali in colposcopia G. Mojana Coffee Break Tecniche diagnostico-terapeutiche: La biopsia, lo studio dellendo-cervice, la conizzazione B. Stefanon Pap test anormale: il percorso diagnostico F. Boselli Coffee Break Il follow-up T. Maggino Percorso terapeutico del carcinoma microinvasivo della portio T. Maggino Immagini elementari e quadri colposcopici normali G. Fantin I QUADRI DAUTORE G. MONTANARI I quadri colposcopici normali Refertazione colposcopica, raccolta dati ed immagini F. Boselli I QUADRI DAUTORE F. BOSELLI I quadri colposcopici anormali Percorso terapeutico della CIN P. Cattani I QUADRI DAUTORE B. STEFANON LHPV in colposcopia I QUADRI DAUTORE F. SOPRACORDEVOLE La terapia cervicale ed i suoi esiti Test ECM e di verifica Test ECM e di verifica Test ECM e di verifica Test ECM verifica finale Accreditamento di eccellenza SICPCV

40 AZIENDE ULSS VENETO: PARTECIPAZIONE AI CORSI DI COLPOSCOPIA AZIENDE ULSS VENETO: PARTECIPAZIONE AI CORSI DI COLPOSCOPIA Tot ULSS 1BELLUNO Agordo Pieve di C.--- ULSS 2FELTRE1-1 ULSS 3BASSANO DEL GRAPPA Asiago314 ULSS 4ALTO VICENTINO THIENE Schio134 ULSS 5OVEST VICENTINO ARZIGNANO Lonigo Montecchio Valdagno1 2 3 ULSS 6VICENZA Noventa- 4 4 ULSS 7PIEVE DI SOLIGO CONEGLIANO Vittorio Veneto516 ULSS 8ASOLO Castelfranco V. Montebelluna4 - 4 ULSS 9TREVISO Motta Oderzo1-1 ULSS 10S. DONA DI PIAVE Portogruaro Jesolo224 ULSS 12VENEZIANA Venezia Mestre- 5 5 ULSS 13MIRANO Dolo Noale213 ULSS 14CHIOGGIA Piove di Sacco--- ULSS 15ALTA PADOVANA CITTADELLA CAMPOSAMPIERO123 ULSS 16PADOVA busonera Abano Teolo--- ULSS 17ESTE MONSELICE Montagnana--- ULSS 18ROVIGO Trecenta--- ULSS 19ADRIA Porto Viro-11 ULSS 20VERONA SAN BONIFACIO Cologna--- ULSS 21LEGNAGO Bovolone2-2 ULSS 22BUSSOLENGO Isola della Scala112 AZIENDA OSPEDALIERA PADOVA-11 AZIENDA OSPEDALIERA VERONA--- Totale24 48 AZIENDE ULSS VENETO: PARTECIPAZIONE AI CORSI DI COLPOSCOPIA

41 Risultati finali NomeValutazione teoriaValutazione pratica A. C. 9,38,7 A. V. 9,38,3 B. M. 8,89,3 B. M. 9,5 B. M.G. 9,59,3 B. M. 9,09,3 B. I.C. 8,89,3 C. F. 9,39,5 C. 8,89,8 C, B. 9,39,8 C. G. 9,59,3 D. G. 9,3 E. C. 9,0 F. C. 8,07,5 F. A. 9,78,0 F. R. 9,38,3 M. D.S. 9,88,3 P. 10,08,3 R. A. 9,58,8 R. E.E. 9,09,3 R. G. 9,09,5 S. M.S. 9,09,3 S. C. 9,78,3 B. C. 8,88,0

42 Accreditamento in Colposcopia e Fisiopatologia del Tratto Genitale Inferiore 3 candidati 3 accreditati

43 Riflessioni - Quesiti Le variazioni apportate hanno rappresentato un miglioramento? Questo corso ha risposto alle esigenze dei partecipanti?

44 Valutazione gradimento del corso Questionario regionale con stratificazione sec. scala Likert

45 Punteggio PERTINENZA DEGLI OBIETTIVI DIDATTICI I°(%) II°(%) RILEVANZA DEGLI ARGOMENTI TRATTATI I°(%) II°(%) CORRISP. TRA PROGR. E REALIZZ. I°(%) II°(%) TOTALE I° (%) II° (%) 1-514,584,3518,66029,098,7020,823,35 637,5039,1339,5847,8331,2534,7834,1140,58 747,9256,5241,6652,1739,6656,5243,0755, ,4295,6581,34100,070,9191,3079,1896,65 Caratteristiche generali

46 Punteggio ORGANIZ ZAZIONE I°(%) II°(%) MATERIALI DIDATTICI I°(%) II°(%) INTERVENT I DEI DOCENTI I°(%) II°(%) GRADO DI AGGIORNAM ENTO CONOSCEN ZE I°(%) II°(%) METODI DIDATTICI I°(%) II°(%) TOTALE I°(%) II°%) 1-537,5117,3935,4213,0418,75-22,924,3527,094,3528,357,83 635,4130,4331,2530,4337,5030,4334,2526,0935,4130,4334,1629,57 727,0852,1733,3356,5243,7569,5745,8369,5737,5065,2237,4962, ,4982,6064,5886,9581,25100,077,0895,6672,9195,6571,6592,18 Qualità educativa e aggiornamento

47 EFFICACIA PER LA FORMAZIONE CONTINUA I°(%) II°(%) 1-525,0017,40 641,6730,43 733,3352, ,0082,60 VALUTAZIONE DELLA SCELTA PERSONALE DELLEVENTO I°(%) II°(%) 1-527,084,35 637,5034,78 735,4260, ,9295,65

48 Ed in futuro ?

49 Scheda Valutazione Gradimento

50 Il carattere del corso è molto efficace … unatmosfera estremamente familiare, di estrema disponibilità e professionalità …

51 Utile la ripetizione annuale concentrata in 1-2 giorni Concentrare le giornate in un week-end

52 …proporrei una organizzazione continuativa di queste iniziative per allargare la base dei ginecologi colposcopisti Organizzare incontri anche monotematici per aggiornamenti specialistici periodici

53 GRAZIE


Scaricare ppt "RIUNIONE ANNUALE SCREENING CITOLOGICO Padova, 12 novembre 2008 Centro Congressi Papa Luciani Lesperienza del Corso regionale sulla qualità della colposcopia."

Presentazioni simili


Annunci Google