La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scuola, formazione e mercato del lavoro 1 Istruzione, formazione e mercato del lavoro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scuola, formazione e mercato del lavoro 1 Istruzione, formazione e mercato del lavoro."— Transcript della presentazione:

1 Scuola, formazione e mercato del lavoro 1 Istruzione, formazione e mercato del lavoro

2 Scuola, formazione e mercato del lavoro 2 Tasso di partecipazione scolastica Tutti gli individui, prima di entrare nel mercato del lavoro trascorrono un periodo di tempo sui banchi di scuola Definiamo il tasso di partecipazione scolastica come il rapporto tra gli iscritti ad un certo ordine di scuola e la popolazione nella stessa fascia di età per i diversi ordini scolastici: –Scuola dellobbligo –Scuola secondaria –Università

3 Scuola, formazione e mercato del lavoro 3 Tab 2.1

4 Scuola, formazione e mercato del lavoro 4 Commento alla tabella 2.1 (1) Si nota un innalzamento dei tassi di partecipazione scolastica in tutti i paesi del mondo. Per i paesi sottosviluppati laumento del tasso di scolarizzazione implica la riduzione del divario con i paesi sviluppati (2) Anche il divario di partecipazione tra i generi (M e F) si è ridotto I fenomeni (1) e (2) riguardano tutti i paesi

5 Scuola, formazione e mercato del lavoro 5 Fatti stilizzati: lItalia Il 43% della popolazione nata prima del 1915 era analfabeta L84% di quelli nati dopo il 1945 ha completato listruzione elementare Da questi dati nascono due domande: –Che cosa determina laumento di domanda di istruzione? –Perché qualcuno non completa liter scolastico?

6 Scuola, formazione e mercato del lavoro 6 Tab2.2

7 Scuola, formazione e mercato del lavoro 7 Commento alla tabella 2.2 Una maggiore istruzione di traduce in: – un aumento del tasso di partecipazione al mercato del lavoro (Tasso di partecipazione= (Occupati+ disoccupati)/popolazione attiva (>15 anni) –Minor disoccupazione –Maggior retribuzione (negli USA più che in Italia) Il titolo di studio non influenza solo il livello retributivo, ma anche il suo profilo nel corso della vita lavorativa

8 Scuola, formazione e mercato del lavoro 8 Profili di reddito per livello di istruzione

9 Scuola, formazione e mercato del lavoro 9 Fatti stilizzati relativi allacquisizione di istruzione: I dati mostrano: –Innalzamento generalizzato della domanda di istruzione a partire dalle coorti più giovani –Un miglioramento delle prospettive occupazionali connesso allacquisizione di istruzione –Miglioramento delle prospettive di reddito sia statiche che dinamiche –Nonostante listruzione crei prospettive di reddito migliori solo frazioni ridotte della popolazione conseguono i livelli più elevati di istruzione

10 Scuola, formazione e mercato del lavoro 10 La scelta di acquisire istruzione come investimento in capitale umano Perché gli individui intraprendono una carriera scolastica? –Per il piacere di acquisire nuove conoscenze (bene di consumo). Infatti i ricchi studiano di più dei poveri –Perché listruzione è un investimento (su se stessi) finalizzato ad accrescere in futuro la propria capacità di reddito. Infatti linvestimento in capitale umano accresce la capacità produttiva dellindividuo Accresce la sua remunerazione, se lindividuo viene retribuito in base al suo contributo marginale alla produzione

11 Scuola, formazione e mercato del lavoro 11 Modello Ipotesi: –il capitale umano H i si produce solo attraverso esperienza scolastica, S i. –La quantità di capitale umano acquisito è proporzionale al tempo trascorso tra i banchi di scuola (=le scuole hanno la stessa qualità)

12 Scuola, formazione e mercato del lavoro 12 Costi dellinvestimento in capitale umano Listruzione si acquisisce sostenendo dei costi –Costi monetari diretti: tasse di iscrizione, acquisto libri etc –Costi monetari indiretti: mancati guadagni che si sarebbero potuti ottenere se si fosse entrati subito nel mercato del lavoro (costi opportunità) –Costi non monetari: impegno richiesto allindividuo per progredire nella carriera scolastica

13 Scuola, formazione e mercato del lavoro 13 La scelta ottimale In presenza di benefici e costi la teoria economica ci insegna che le scelte ottimali sono tali da uguagliare al margine i primi con i secondi, quindi: Si domanda istruzione finchè il beneficio marginale (piacere conoscenza + miglioramento prospettive di reddito) è uguale al costo marginale (tempo e sforzo dedicato allo studio e costi per la frequenza scolastica)

14 Scuola, formazione e mercato del lavoro 14 La scelta ottimale (grafico)

15 Scuola, formazione e mercato del lavoro 15 Commento alla figura 2.2 Le curve di indifferenza: al crescere dellistruzione i costi crescono più velocemente della soddisfazione per cui è necessario compensarlo con un reddito crescente per mantenersi sulla stessa curva La curva della capacità di guadagno: dipende dal funzionamento del mercato del lavoro (non dipende dalle scelte dellindividuo)

16 Scuola, formazione e mercato del lavoro 16 Lequilibrio In equilibrio: Soddisfazione marginale+ reddito futuro marginale=costo marginale Beneficio marginale =costo marginale Limiti del modello: nella realtà il problema dellindividuo si pone in un contesto dinamico, non statico come questo

17 Scuola, formazione e mercato del lavoro 17 Differenze individuali Costi identici Se labilità (intelligenza, soddisfazione tratta dallo studio, facilità di apprendimento) condiziona positivamente il beneficio dellistruzione, studiano di più gli individui più abili ed i loro maggiori guadagni dipendono anche dallabilità oltre che dallistruzione Se due individui con la stessa abilità fronteggiano prospettive diverse di reddito futuro, studia di più lindividuo con migliori prospettive ed i suoi guadagni dipendono dai fattori a cui bisogna ascrivere il suo profilo di reddito oltre che dallistruzione

18 Scuola, formazione e mercato del lavoro 18 Differenze individuali: vincoli economici familiari Se i mercati finanziari non sono perfetti, alcuni individui sono costretti ad indebitarsi pagando tassi di interessi elevati (moral hazard) oppure sopportando un vincolo accedono ad un livello di istruzione inferiore a quello che sceglierebbero

19 Scuola, formazione e mercato del lavoro 19 La scelta ottimale attraverso i costi e i benefici marginali

20 Scuola, formazione e mercato del lavoro 20 Equilibrio Acquisiscono maggiore istruzione gli individui più dotati di talento (più intelligenti e/o provenienti da ambienti culturali migliori) e coloro che provengono da famiglie più ricche, tutte le volte che i mercati finanziari sono imperfetti. S i *=S(A, X, BF, R) DoveA=abilità X=ricchezza BF=background famigliare R=costo dellindebitamento

21 Scuola, formazione e mercato del lavoro 21 Quanto rende acquisire istruzione Gli individui vanno a scuola per convenienza economica e, se si osservano comportamenti differenziati, questi possono dipendere dalla condizione economica della famiglia e dal talento dellindividuo. Questa convenienza è reale? Il rendimento di un investimento è pari al tasso di sconto che eguaglia il valore scontato dei profitti futuri al costo di acquisto corrente

22 Scuola, formazione e mercato del lavoro 22 Rendimento dellistruzione E necessario conoscere il flusso dei guadagni futuri Guardando alla distribuzione delle retribuzioni correnti in una popolazione, ciascun individuo è in grado di determinare il rendimento atteso associato al conseguimento di un determinato titolo di studio

23 Scuola, formazione e mercato del lavoro 23 Un caso semplice Ipotizziamo due periodi di tempo Un individuo che non acquista istruzione guadagna I 1 in entrambi i periodi Un individuo che studia nel primo periodo e lavora nel secondo, nel primo periodo sostiene un costo diretto (più il mancato guadagno I 1 ) e nel secondo periodo guadagna I 2> I 1

24 Scuola, formazione e mercato del lavoro 24 Profilo temporale di reddito

25 Scuola, formazione e mercato del lavoro 25 Calcolo del rendimento Quale è il rendimento interno associato a questa scelta? Calcoliamo il Valore Presente Scontato (VPS) Il tasso di rendimento è il tasso di sconto in corrispondenza del quale VPS=0

26 Scuola, formazione e mercato del lavoro 26 Il rendimento dellistruzione è tanto più elevato quanto: –Maggiore è il differenziale retributivo (I 2 -I 1 ); –Minori sono i costi di acquisizione dellistruzione Nella realtà gli anni di studio sono più di 1 e la vita lavorativa è formata da un numero elevato di periodi

27 Scuola, formazione e mercato del lavoro 27 Stima del rendimento Gli economisti inferiscono i rendimenti dellistruzione dalla stima di nellequazione seguente: Log (w i )= + (anni di studio)+ + (età)+ (genere)+….+ i è pertanto il rendimento associato ad un anno di istruzione La differenza % tra i redditi di due individui è proporzionale al numero di anni dedicati allistruzione

28 Scuola, formazione e mercato del lavoro 28 Tab 2.3

29 Scuola, formazione e mercato del lavoro 29 Tab 2.4

30 Scuola, formazione e mercato del lavoro 30 Stime del rendimento In Europa un anno di istruzione comporta un aumento retributivo tra il 5 e il 10% Un diplomato guadagna il 25-50% in più di un individuo con la scuola primaria; Un laureato guadagna il 20-40% in più rispetto ad un diplomato Il rendimento si abbassa al crescere della scolarità media della popolazione (tab 2.4) I rendimenti privati e quelli sociali (pubblici) sono diversi e i primi superano i secondi perché in generale i costi pubblici eccedono i benefici pubblici

31 Scuola, formazione e mercato del lavoro 31 Offerta di istruzione Il rendimento del capitale umano e la sua formazione dipendono dallofferta: qualità del processo formativo cui è sottoposto lindividuo Questo a sua volta è legato a : 1.Il livello di risorse economiche impegnate. Alcuni autori trovano che misure delluso delle risorse alunni per insegnante, spesa media per studente) spiegano la diversità fra i paesi in termini di performance scolastica degli alunni 2.La fonte di finanziamento. I sistemi pubblici destinano quote di risorse sostanzialmente identiche a tutti i componenti della popolazione. Non cè la possibilità di regolare linvestimento in base al talento. I sistemi pubblici ci annullano leffetto ricchezza familiare per laccesso allistruzione

32 Scuola, formazione e mercato del lavoro 32 Offerta di istruzione (2) 3.Lambiente culturale di provenienza. Le disuguaglianza nei livelli di reddito tendono a mantenersi nel tempo 4.La qualità dellambiente scolastico. La dotazione media di talento dei propri compagni di studio è un fattore che favorisce lapprendimento individuale (competizione, imitazione) Quale è la composizione ottimale di una classe? Perfetta integrazione Perfetta segregazione

33 Scuola, formazione e mercato del lavoro 33 Offerta di istruzione (3) 5.Le caratteristiche ambientali esterne (capitale sociale) Integrazione Stratificazione 6.Lintervallo temporale tra la decisione di investire ed il ritorno dellinvestimento Se non se ne tiene conto si possono assumere decisioni sbagliate che riducono il rendimento dellistruzione

34 Scuola, formazione e mercato del lavoro 34 Formazione e addestramento professionale Gli investimenti in capitale umano non terminano con gli anni scolastici. In quel caso, lo stock di capitale sarebbe dato al termine della carriera scolastica, e si deteriorerebbe nel corso della carriera lavorativa a causa di invecchiamento biologico e obsolescenza delle conoscenze. Nella misura in cui i salari riflettono la produttività, dovremmo osservare profili reddituali decrescenti nellarco della carriera. Invece nella realtà le cose sono come visto all inizio di questa lezione Come spiegare profili crescenti?

35 Scuola, formazione e mercato del lavoro 35 Learning by doing Incentivi Screening Formazione e addestramento professionale, che costituisce un investimento in capitale umano. E un investimento dai rendimenti decrescenti: si smette di investire nella parte finale della carriera, da cui il tratto decrescente dei profili salariali

36 Scuola, formazione e mercato del lavoro 36 Il tratto fondamentale che differenzia gli investimenti in training da quelli in istruzione è che costi e rendimenti dellinvestimento (possono) ricadere non solo sullindividuo, ma anche sulle imprese. Linvestimento si verifica con più probabilità tanto più il rapporto di lavoro è percepito come stabile dalle parti. La questione fondamentale è chi debba sostenere i costi dellinvestimento

37 Scuola, formazione e mercato del lavoro 37 Capitale umano generico Competenze generali utilizzabili in ogni posto di lavoro In un mercato del lavoro competitivo nessuna impresa è disposta a sostenere il costo di questa formazione, perché deve remunerare il lavoratore in base al suo aumento di produttività Agli apprendisti o ai giovani con contratti di formazione viene pagata una retribuzione inferiore

38 Scuola, formazione e mercato del lavoro 38 Capitale umano specifico Competenze specifiche ad una data impresa. Il costo della formazione di questo tipo di capitale grava in generale sullimpresa Per gli esiti della formazione professionale è importante il contesto istituzionale. In generale si osserva che assicurano buoni livelli di formazione: 1.La presenza di un sistema scolastico-formativo sufficientemente meritocratico 2.Con certificazione del risultato 3.Dove le aziende concorrono a definire i contenuti della formazione


Scaricare ppt "Scuola, formazione e mercato del lavoro 1 Istruzione, formazione e mercato del lavoro."

Presentazioni simili


Annunci Google