La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dolce e chiara è la notte e senza vento. Dol | ce e | chia | ra è | la | nòt | te e | sen | za | vèn |to 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Posa la luna, e di lontan.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dolce e chiara è la notte e senza vento. Dol | ce e | chia | ra è | la | nòt | te e | sen | za | vèn |to 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Posa la luna, e di lontan."— Transcript della presentazione:

1 Dolce e chiara è la notte e senza vento

2 Dol | ce e | chia | ra è | la | nòt | te e | sen | za | vèn |to Posa la luna, e di lontan rivela Po | sa | la | lù | na, e | di | lon | tan | ri | vè | la

3 Dolce e chiara è la notte e senza vento Dol | ce e | chia | ra è | la | nòt | te e | sen | za | vèn |to settenario + quinario endecasillabo a maiore Posa la luna, e di lontan rivela Po | sa | la | lù | na, e | di | lon | tan | ri | vè | la quinario + settenario endecasillabo a minore

4 * MANZONI, Il Cinque Maggio Ei fu. Siccome immòbile, dato il mortal sospìro, stette la spoglia immèmore orba di tanto spìro, così percossa, attònita la terra al nunzio stà,

5 * MANZONI, Il Cinque Maggio Ei fu. Siccome immòbile, settenario sdrucciolo dato il mortal sospìro, piano stette la spoglia immèmore sdrucciolo orba di tanto spìro, piano così percossa, attònita sdrucciolo la terra al nunzio stà tronco

6 La notte è dolce, chiara e senza vento Chiara è la notte, dolce e senza vento Senza vento è la notte chiara e dolce Dolce e chiara è la notte e senza vento

7 Volge piana la notte e senza stento Il chiarore notturno dà dolcezza allanimo e non cè un alito di vento.

8 Dolce e chiara è la notte e senza vento Chiare, fresche et dolci acque,/ ove le belle membra/ pose colei che sola a me par donna; - Petrarca, RVF O più che 'l giorno a me lucida e chiara, / dolce, gioconda, aventurosa notte - Ariosto, Rime, 66.2 ALIGHIERI, D. Commedia Inferno Sovra tutto 'l sabbion, d'un cader lento, 29 piovean di foco dilatate falde, 30 come di neve in alpe sanza vento.

9 * LEOPARDI, G. Canti LA SERA DEL DÌ DI FESTA 1 Dolce e chiara è la notte e senza vento, 2 E queta sovra i tetti e in mezzo agli orti 3 Posa la luna, e di lontan rivela 4 Serena ogni montagna. O donna mia, 5 Già tace ogni sentiero, e pei balconi 6 Rara traluce la notturna lampa: 7 Tu dormi, che t'accolse agevol sonno 8 Nelle tue chete stanze; e non ti morde 9 Cura nessuna; e già non sai né pensi 10 Quanta piaga m'apristi in mezzo al petto. 11 ……………………………………

10 1 Dolce e chiara è la notte e senza vento, 2 E |que|ta | so|vra i |tet|ti e in |mez|zo a|gli or|ti Po|sa | la | lu|na, e |di |lon|tan | ri|ve|la Se|re|na o|gni | mon|ta|gna. O |don|na | mi|a, Già | ta|ce o|gni |sen|tie|ro, e |pei | bal|co|ni Ra|ra | tra|lu|ce | la | not|tur|na | lam|pa: 4 10

11 Nel | mez|zo | del | cam|min | di | no|stra | vi|ta mi | ri|tro|vai | pe|r u|na | sel|va os|cu|ra, ché | la | di|rit|ta | via | e|ra | smar|ri|ta. Ahi | quan|to a | dir | qua|l e|ra è | co|sa | du|ra es|ta | sel|va | sel|vag|gia e | as|pra e | for|te che | nel | pen|sier | ri|no|va | la pa|u|ra! Tan|tè | a|ma|ra | che | po|co è | più | mor|te; ma | per | trat|tar | del | ben | chi | vi | tro|va|i, di|rò | de | lal|tre | co|se |chi | vho | scor|te.


Scaricare ppt "Dolce e chiara è la notte e senza vento. Dol | ce e | chia | ra è | la | nòt | te e | sen | za | vèn |to 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Posa la luna, e di lontan."

Presentazioni simili


Annunci Google