La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Premessa Nellultimo quinquennio, le pubbliche amministrazioni europee hanno rinnovato e rapidamente sviluppato un forte interesse per le nuove tecnologie dellinformazione e della comunicazione. Sulla scia di questa onda di innovazione tecnologica, si è andata sviluppando una nuova industria dei contenuti, che allaumentare della velocità delle connessioni e al nascere di nuove tecnologie, sta progressivamente rivolgendosi ad altri canali oltre Internet, ad esempio quello della Tv digitale terrestre. Questo processo risulta caratterizzato da fattori contrastanti: a fronte di una spinta molto forte da parte degli operatori Ict, caratterizzata dallo sviluppo di strumenti e reti di accesso sempre più veloci e dalla sempre maggiore convergenza tra nuovi canali e nuove tecnologie, si rileva una disponibilità limitata di contenuti e servizi.

2 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Ambito di riferimento Questa attività si è concretizzata con lemanazione del decreto 17 aprile 2003 Criteri e procedure per laccreditamento dei corsi di studio a distanza delle università statali e non statali e delle istituzioni universitarie abilitate a rilasciare titoli accademici di cui allart. 3 del decreto 3 novembre 1999, n. 50 a firma del Ministro dellistruzione, delluniversità e della ricerca e del Ministro per linnovazione e le tecnologie. Il progetto si inserisce a pieno titolo nelle azioni di sistema che intendono attuare le Linee guida nazionali per lo sviluppo della Società dellInformazione. In tale ambito una prima azione, rivolta alle università, ha avuto per obiettivo la definizione di criteri e procedure di accreditamento dei corsi di studio universitari a distanza.

3 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Ambito di riferimento REGIONE ABRUZZO Oggi si è arrivati alla seconda edizione di tale progetto, che ha visto coinvolti circa 1700 tra studenti universitari, professionisti del settore medico e diplomati Isef, ottenendo uno standard di riconoscimento per i crediti formativi finalizzati al rilascio della Laurea. In particolare sono state attivate le riconversione creditizie per la Laurea in Scienze motorie e la laurea infermieristica, oltre ad un corso di perfezionamento per la valorizzazione del Patrimonio Ambientale e paesaggistico. Nel contempo la Regione Abruzzo, in collaborazione con lUniversità degli Studi G. dAnnunzio di Chieti, ha attuato un progetto innovativo per la riconversione creditizia mediante lutilizzo di strumenti di e-learning. In particolare sono state sviluppate modalità innovative di gestione ed erogazione dellofferta formativa universitaria, attraverso il potenziamento di sistemi informativi e telematici per le-learning.

4 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING La televisione digitale terrestre La nuova TV Digitale Terrestre presenta caratteristiche tecniche che la rendono in grado di soddisfare i requisiti di un canale di erogazione di servizi interattivi. In linea teorica, essa rappresenta un canale di erogazione complementare ad Internet perché si rivolge a un pubblico di massa e presenta logiche di fruizione diverse: passive, più semplici, standardizzate, con un uso prettamente domestico. Il t-learning è la modalità di erogazione di servizi, offerta dal digitale terrestre, per accedere anche dal televisore di casa alle informazioni ed alle prestazioni on- line dellUniversità Telematica e della formazione professionale.

5 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Obiettivi del progetto Il progetto intende avviare una serie di attività volte a raccogliere conoscenza, sperimentare e diffondere servizi di e-learning dellUniversità telematica attraverso la piattaforma della TV digitale terrestre (T-learning); L'obiettivo delliniziativa è anche quello di preparare le condizioni affinché, a partire dal 2006, le Pubbliche amministrazioni, l'industria di settore e, soprattutto, i destinatari finali dei servizi di e-learning siano pronti ad un utilizzo su larga scala e consapevole del nuovo canale del digitale terrestre. Lo sforzo di UNIDAV è nel far sì che la TV digitale terrestre diventi un reale contributo verso una Società dellInformazione senza esclusi, ove linformazione e la conoscenza sono un bisogno fondamentale e la tecnologia è il mezzo per scambiare, conservare e creare la conoscenza. Infine vorremmo che il progetto favorisca la costituzione di un Centro di competenza nazionale per la ricerca e lo sviluppo di metodologie, tecnologie, contenuti e servizi innovativi per il T-learning, a supporto delle Pubbliche Amministrazioni, delle imprese, delle associazioni di categoria e dei cittadini.

6 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Presentazione dellidea-progetto Il progetto DTT-LEARNING, proposto da UNIDAV, intende avviare unazione articolata, orientata alla sperimentazione di un unico ed innovativo modello di e-learning in Abruzzo ed in Italia, utilizzando il nuovo media della televisione digitale terrestre. Il risultato della sperimentazione consentirà di definire le caratteristiche di una piattaforma di content management e delivery, di riferimento per il t-learning. Altro risultato importante consisterà nell'individuare le soluzioni maggiormente efficaci per favorire l'accettazione e l'utilizzo del nuovo canale mediatico. Solo allora, infatti, ci saranno le condizioni per mettere in campo gli ulteriori investimenti necessari per attivare, a partire dal 2006, lo sviluppo capillare dei servizi di unUniversità Telematica aperta a tutti.

7 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Fasi del progetto Il progetto è organizzato in cinque fasi: La prima fase (metodologico-progettuale) concerne la costituzione del gruppo di lavoro di progetto e dei tavoli di concertazione coi broadcaster. La seconda fase (tecnologico-applicativa) prevede lattivazione di un canale telematico e di una specifica piattaforma per il content-management e lerogazione di corsi, sul quale verrà poi effettuata una consistente sperimentazione. Nella terza fase (contenutistica) si procederà al coinvolgimento del polo multimediale di UNIDAV, nel quale verrà attivata una tipica filiera di produzione di contenuti digitali per la formazione a distanza, specificatamente progettati e testati per la piattaforma del digitale terrestre. Nella quarta fase (infrastrutturale) si procederà con lutilizzare, su base locale, delle frequenze che si rendano disponibili nel modo più immediato e semplice. Nella quinta ed ultima fase (sperimentazione e diffusione) si procederà allerogazione sperimentale del nuovo servizio di e-learning ed alla sua promozione. La fase formativa sperimentale riguarderà soprattutto il personale della Pubblica Amministrazione locale.

8 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Organigramma di progetto Comitato di pilotaggio del progetto Gruppo di lavoro tecnico (progettazione e sviluppo cooperativo Open Source) Area OpenSource Gruppo di lavoro metodologico e scientifico (Progettazione del modello di e- learning e sviluppo dei contenuti scientifici per la sperimentazione) Area Editoriale Gruppo di lavoro per lapplicazione del modello (Attuazione della sperimentazione e calibrazione del modello formativo su DTT) Area Sperimentazione

9 PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE DTT-LEARNING Fattibilità tecnico-operativa Gli elementi tecnici alla base della fattibilità della sperimentazione saranno: la disponibilità della struttura trasmissiva e di frequenze libere; la disponibilità, presso i cittadini, di apparecchi riceventi (Set Top Box) adeguati tecnicamente e con diffusione tale da rendere significativa la sperimentazione. La disponibilità delle frequenze di trasmissione, nella presente fase di transizione tra analogico e digitale, non è capillare sul territorio regionale.


Scaricare ppt "PROGETTO REGIONALE PER LO SVILUPPO E LA SPERIMENTAZIONE DI NUOVE MODALITA DI GESTIONE ED EROGAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA ATTRAVERSO LA TELEVISIONE DIGITALE."

Presentazioni simili


Annunci Google