La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Meeting rivolto ai Datori di Lavoro di Poste Italiane Igiene e Sicurezza sul lavoro D.Lgs. 626/94.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Meeting rivolto ai Datori di Lavoro di Poste Italiane Igiene e Sicurezza sul lavoro D.Lgs. 626/94."— Transcript della presentazione:

1 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Meeting rivolto ai Datori di Lavoro di Poste Italiane Igiene e Sicurezza sul lavoro D.Lgs. 626/94 Meeting rivolto ai Datori di Lavoro di Poste Italiane Igiene e Sicurezza sul lavoro D.Lgs. 626/94

2 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Il meeting è rivolto ai Datori di Lavoro con lobiettivo di assicurare una conoscenza approfondita ed esaustiva degli obblighi e delle responsabilità derivanti dal ruolo stesso. In questottica vengono forniti gli strumenti normativi e strutturali atti a svolgere la funzione di Datore di Lavoro in un contesto aziendale complesso. Il meeting si attua in quattro moduli di mezza giornata ciascuno, alle seguenti date ed orari: 1° modulo11 novembre14.30 – ° modulo25 novembre14.30 – ° modulo 1 dicembre14.30 – ° modulo16 dicembre 9.00 – I quattro incontri si svolgeranno a Roma – viale Europa 175 – stanza F0102

3 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Modulo 1 La figura del datore di lavoro Roma, 11 novembre 2005 ore – Stanza F0102 Modulo 1 La figura del datore di lavoro Roma, 11 novembre 2005 ore – Stanza F0102 Relatore del 1° modulo: dott. Walter Saresella magistrato esperto sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro.

4 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Il quadro normativo di riferimento: Il D.Lgs. 626/94 : i principi costituzionali e la normativa pregressa. Il recepimento delle direttive comunitarie. Il disegno di legge per un Testo Unico per lIgiene e la sicurezza sul lavoro. Le figure penalmente Responsabili: Il Datore di Lavoro, i Dirigenti ed i Preposti. Lindividuazione dei soggetti responsabili. Il sistema delle deleghe. I requisiti della delega. Gli obblighi indelegabili del Datore di lavoro. Lanalisi e la valutazione dei rischi: Il Documento di valutazione dei rischi ed il piano di miglioramento.

5 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Il Servizio di prevenzione e protezione (D.Lgs. 195/2003): Compiti, requisiti ed organizzazione del servizio. Le riunioni periodiche ex art.11. I rapporti con i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza: La natura della funzione. I compiti specifici. Gli organismi paritetici.

6 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Modulo 2 Gli appalti, il lavoro autonomo e la sicurezza Roma, 25 novembre 2005 ore – Stanza F0102 Modulo 2 Gli appalti, il lavoro autonomo e la sicurezza Roma, 25 novembre 2005 ore – Stanza F0102 Relatore del 2° modulo: dott. Walter Saresella magistrato esperto sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro.

7 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale La Direttiva cantieri: Il campo di applicazione. Il committente: lindividuazione e le responsabilità. Il responsabile dei lavori. Il coordinatore per la progettazione e lesecuzione dei lavori. Gli obblighi dei Datori di Lavoro, degli appaltatori e dei lavoratori autonomi. Le prescrizioni dellorgano di vigilanza. Il sistema sanzionatorio. ll mobbing Obblighi e responsabilità in tema di mobbing. Lintervento giudiziario in materia di prevenzione: Caratteri giuridici dei reati. Loblazione giudiziale per la contravvenzioni alle norme di prevenzione. Il giudizio ordinario: patteggiamento, inapplicabilità; le pene accessorie; la sospensione condizionale; le impugnazioni. La giurisprudenza in materia prevenzionistica: Commento delle più significative sentenze di cassazione.

8 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Modulo 3 I principali tipi di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza Roma, 1 dicembre 2005 ore – Stanza F0102 Modulo 3 I principali tipi di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza Roma, 1 dicembre 2005 ore – Stanza F0102 Relatori del 3° modulo: Ing. Sandro Marinelli, Direttore Centrale Vicario della Prevenzione Antincendio c/o il Ministero degli Interni. Dott. Giorgio Miscetti, Responsabile Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambientale del Lavoro ASL n.2.

9 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale La prevenzione incendi ed i piani di emergenza. La tutela assicurativa, statistiche e registro infortuni Assicurazione obbligatoria per gli infortuni sul lavoro. Il premio Inail in relazione allandamento infortunistico dellazienda. Il registro infortuni. Il medico competente e la prevenzione sanitaria: I compiti, gli obblighi e le responsabilità contravvenzionali. Lorganizzazione territoriale dei medici competenti. Lorganizzazione del pronto soccorso aziendale (DM 15/07/03 n. 388). Gli organi di vigilanza e di controllo nei rapporti con le aziende: Compiti dellASL nel sistema prevenzionale. Il nuovo regime sanzionatorio in materia..

10 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Modulo 4 Lorganizzazione della Safety in Poste Italiane Roma, 16 dicembre 2005 ore – Stanza F0102 Modulo 4 Lorganizzazione della Safety in Poste Italiane Roma, 16 dicembre 2005 ore – Stanza F0102 Relatori del 4° modulo: Dott.ssa Laura Zema, Responsabile di Sviluppo Progetti, DCTA. Arch. Andrea Meola, Responsabile SAFETY, DCTA. Dott. Edoardo Monopoli – Managing Partner Iocap docente senior sui temi di gestione, organizzazione e sviluppo di risorse umane, Docente esterno SDA Bocconi.

11 Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale LOrganizzazione della Safety in Poste Italiane: Ruoli e responsabilità nellorganizzazione della Safety. Il sistema delle deleghe. Il Servizio di Prevenzione e Protezione: compiti ed organizzazione. La Formazione e lInformazione 626: compiti ed organizzazione. Gli strumenti informatici a supporto (il GIW ed il Bansic). Lorganizzazione territoriale dei Medici Competenti. I rapporti con gli RR.LL.S aziendali Il ruolo degli Organismi Paritetici. Le competenze chiave per la copertura dei ruoli critici. Gli indicatori chiave per il successo delliniziativa. Motivare le proprie risorse in tema di Sicurezza: Il ruolo del leader per il successo del programma ed il marketing della sicurezza. Che cosa cambia nella gestione delle persone. Motivazione e resistenze al cambiamento. Il ruolo critico dei middle manager.


Scaricare ppt "Sviluppo Progetti Direzione Centrale Tutela Aziendale Meeting rivolto ai Datori di Lavoro di Poste Italiane Igiene e Sicurezza sul lavoro D.Lgs. 626/94."

Presentazioni simili


Annunci Google