La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TRAPIANTO APLOIDENTICO RUOLO DEL LABORATORIO DI PROCESSAZIONE CELLULARE 1 Gaiato 16-07-11.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TRAPIANTO APLOIDENTICO RUOLO DEL LABORATORIO DI PROCESSAZIONE CELLULARE 1 Gaiato 16-07-11."— Transcript della presentazione:

1 TRAPIANTO APLOIDENTICO RUOLO DEL LABORATORIO DI PROCESSAZIONE CELLULARE 1 Gaiato

2 SELEZIONE CELLULARE SEMPLICE 2 Gaiato

3 METODO DI SELEZIONE SELEZIONE IMMUNOMAGNETICA 3 Gaiato

4 PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO Particelle microscopiche (50 nm )costituite da destrano più componente ferrosa intensamente paramagnetica ( inerti non alterano le funzioni cellulari ) Ogni particella è legata ad un anticorpo specifico Apparecchio a colonna con un potente magnete permanente 4 Gaiato

5 ESEMPI Particelle CliniMACS della ditta Mylteni sono specifiche per diversi antigeni 1. Cellule staminali e progenitrici 2. Monociti 3. Natural Killers 4. Cellule B 5. Sottopopolazioni T 5 Gaiato

6 DUE TIPI DI REAZIONE 1. Diretta ( sull ag cellulare ) 2. Indiretta ( contro la Biotina legata a un Ac specifico contro un Ag selezionato ) 6 Gaiato

7 MODALITA DI SELEZIONE 7 Gaiato

8 MODALITA DI SELEZIONE Per arricchimento Per deplezione 8 Gaiato

9 MATERIALI Flacone da 7,5 ml che contiene il reattivo CLINIMACS specifico per l ag desiderato ( nel ns caso selezione per arricchimento dei CD 34 ) Un flacone lega fino a 0.6X10 esp 9 CD 34 selezionandoli da una raccolta di max 60X10 esp 9 cellule nucleate totali. Se uso 2 flaconi raddoppio la capacità. 9 Gaiato

10 MATERIALI 10 Gaiato

11 PARTE SECONDA Perché trapiantare solo CD 34 ? 11 Gaiato

12 VANTAGGI E SVANTAGGI DELLA ELIMINAZIONE DEI LINFOCITI T Vantaggio : no GVHD Svantaggi : no GVL più lento recupero risposta più lento recupero risposta immune immune 12 Gaiato

13 INFUSIONE DI LINFOCITI T CONTROLLABILI Linfociti T controllabili mediante la transduzione di un gene suicida 13 Gaiato

14 Terapia con linfociti T transfettati 14 Gaiato

15 COME E FATTO UN VETTORE CON GENE SUICIDA 15 Gaiato

16 COME FUNZIONA Attivabile mediante la somministrazione di sostanze esogene ( ganciclovir ) Dopo somministrazione del farmaco, l'enzima tirosin-chinasi provoca una fosforilazione del ganciclovir, che si trasforma in ganciclovir- trifosfato e si incorpora nel DNA nel corso della replicazione. Il "falso" nucleotide causa successivamente la rottura del filamento del DNA, bloccando di fatto il processo di replicazione e provocando la morte della cellula. 16 Gaiato


Scaricare ppt "TRAPIANTO APLOIDENTICO RUOLO DEL LABORATORIO DI PROCESSAZIONE CELLULARE 1 Gaiato 16-07-11."

Presentazioni simili


Annunci Google