La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La valutazione multidimensionale geriatrica come strumento guida nella rete integrata dei servizi di assistenza continuativa per lanziano fragile. Commissione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La valutazione multidimensionale geriatrica come strumento guida nella rete integrata dei servizi di assistenza continuativa per lanziano fragile. Commissione."— Transcript della presentazione:

1 La valutazione multidimensionale geriatrica come strumento guida nella rete integrata dei servizi di assistenza continuativa per lanziano fragile. Commissione Ministeriale - Progetto finalizzato

2 Luigi Ferrucci, Stefania Bandinelli, Alberto Baroni, Enrico Benvenuti, Angelo Di Iorio Laboratorio di Epidemiologia Clinica, Dipartimento di Geriatria INRCA Firenze Antonio Bavazzano Unità Operativa di Geriatria – ASL Prato Roberto Bernabei Università Cattolica del Sacro Cuore – Roma Antonio Cherubini Istituto di Gerontologia e Geriatria, Università degli Studi di Perugia Giulio Corgatelli Società Italiana di Medicina Generale Giovanni Frisoni Centro S. Giovanni di Dio Fatebenefratelli - Brescia Fulvio Lauretani, Niccolò Marchionni Istituto di Gerontologia e Geriatria, Università degli Studi di Firenze Gianfranco Salvioli Istituto di Gerontologia e Geriatria, Università degli Studi di Modena Marco Trabucchi Dipartimento di Neuroscienze, Università Tor Vergata - Roma Istituto Superiore di Sanità Componenti del Gruppo di Lavoro

3 Stato dellarte Progetto Obiettivo Salute Anziano (POSA) fallito nel rilevamento dello stato globale di vitalità e di identificazione in una fase precoce dei soggetti a rischio elevato di disabilità. Sottoprogetto 5-Invecchiamento della popolazione, qualità della vita e autosufficienza disomogenea interpretazione e applicazione direttive del POSA

4 Messa a punto di un set di regole, strumenti e procedure per la valutazione dellanziano fragile nella rete dei servizi. Obiettivo: Il soggetto fragile potrebbe essere definito come quel soggetto per cui, dato lelevato rischio di outcome avversi, è necessario rendere disponibili risorse addizionali che tendano a controbilanciare questa tendenza. La valutazione della fragilità non ha carattere certificativo ma preventivo e promozionale della qualità della vita.

5 I nodi della rete. UVG + Riabilitazione + Prevenzione = meccanismi regolatori presenti in tutti i nodi essenziali

6 Compiti del Gruppo di Lavoro 1. Costruire gli standard per: Valutare gli elementi utili per la scelta più corretta per il passaggio da un nodo allaltro Trasmettere al nodo darrivo gli elementi decisionali e gli obiettivi di salute Costruire un organismo centrale di riferimento che attiva, se necessario, la valutazione di 2° livello ed il Gestore del caso. (Gestore del caso MMG)

7 Compiti del Gruppo di Lavoro 2. Individuare strumenti per la transizione dei nodi Valutazione di partenza adeguatezza della transizione Valutazione del nodo darrivo raccoglie elementi per la stesura del piano terapeutico per ogni Nodo: 4 in partenza e 4 in arrivo

8 Compiti del Gruppo di Lavoro Per ogni valutazione: Chi esegue la valutazione e chi partecipa alla sua interpretazione Quali strumenti utilizzare per la valutazione Stabilire loutcome di valutazione

9 Strategia operativa del Gruppo di lavoro UVG come centro di coordinamento e monitoraggio (core stabile - informazioni on-line), collabora con il MMG e il Gestore del caso MMG è componente della UVG per il proprio assistito e partecipa alla decisione gestionale e al monitoraggio

10 Esempio di un nodo: il Territorio e la M.G. Più semplice (unico), ma più complesso (attività multiple) Il MMG deve avere a disposizione strumenti per: ¬ Monitorare il livello fisico, funzionale e cognitivo dei soggetti anziani residenti a domicilio ­ Valutare il rischio di eventi avversi tipici della fragilità in soggetti che necessitano di ricovero ® Effettuare il monitoraggio del paziente con il Gestore del caso ¯ Stabilire una strategia di gestione del paziente dimesso dalla struttura ospedaliera ° Valutare lopportunità di ammissione in struttura di lungodegenza o altro

11 Compiti del Gruppo di Lavoro Valutazione della qualità delle linee guida per anziano fragile Invio ad esperti correzioni, tagli, modifiche Questionario a 1000 operatori di diverse professionalità identificare aree critiche e valutare opinioni dagli operatori in base alla loro esperienza Costruzione nuove L. G. da usare in studio pilota

12 Conclusione Lavoro iniziato da poco Difficoltà per circoscrivere la letteratura (complessa e irta di ostacoli) Formazione degli operatori


Scaricare ppt "La valutazione multidimensionale geriatrica come strumento guida nella rete integrata dei servizi di assistenza continuativa per lanziano fragile. Commissione."

Presentazioni simili


Annunci Google