La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dalla dieta… Dr. Cristina Gottero S.C. Endocrinologia e Malattie Metaboliche Ospedale Maria Vittoria Torino al conteggio dei carboidrati…

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dalla dieta… Dr. Cristina Gottero S.C. Endocrinologia e Malattie Metaboliche Ospedale Maria Vittoria Torino al conteggio dei carboidrati…"— Transcript della presentazione:

1 Dalla dieta… Dr. Cristina Gottero S.C. Endocrinologia e Malattie Metaboliche Ospedale Maria Vittoria Torino al conteggio dei carboidrati…

2 Dalla dieta… (un po’ di storia) Ildegarda di Bingen

3 John Rollo (m. 1809) Notes of a Diabetic Case: described the improvement of an officer with diabetes who was placed on a meat diet An Account of Two Cases of the Diabetes Mellitus, other cases were added, and some of Cruikshank's research on urine and sugar in diabetics was included. The addition of the term "mellitus", distinguishing the condition from diabetes insipidus, has been attributed to Rollo. This kind of dietary management continued to the 1920s, being more successful for adults, who might survive some years, than for young patients who typically had only some months of life on it.

4 Apollinaire Bouchardat ( ) Fondatore della moderna diabetologia. Suggerisce la soppressione del pane e, in gran parte, degli altri carboidrati quale primo provvedimento per la cura del diabete. Una certa quantità di zuccheri è eventualmente concessa in un secondo tempo ai pazienti in base alla loro tolleranza: cioè fino al punto di comparsa della glicosuria, rilevata dal paziente stesso con la degustazione.

5 Apollinaire Bouchardat ( ) “L'examen des urines pour les diabétiques c'est la boussole pour les navigants"

6 Arnaldo Cantani ( ) Sostenne che un'anomalia chimica delle cellule pancreatiche causava la deficienza di un particolare "fermento" pancreatico, che nelle persone sane metabolizza il glucosio. Descrisse un "fermento" pancreatico, dato che il concetto di ormone, fu introdotto in fisiologia da E.H. Starling solo nel Di conseguenza, Cantani riferì che la terapia del diabete doveva esser basata su una dieta rigida, assolutamente priva di ogni cibo che portasse ad una qualsiasi produzione di zucchero. Egli studiò il diabete come un'alterazione del metabolismo glucidico.

7 Arnaldo Cantani ( ) "La cura del diabete non è in farmacia ma in cucina" (nono aforisma)

8 al conteggio dei carboidrati…

9 “In suggesting to diabetic patients the correct diet to follow, I underline the importance of CHO and only to a few would I remind the value of proteins and fats......if a patient learns the contents of CHO in seven different types of food and uses common sense he rarely makes serious mistakes” Eliot P. Joslin, 1935

10 Patterns dell’andamento della glicemia e dell’erogazione di insulina da parte del Biostator con pasti a diversa composizione F. Capani, E. Vitacolonna, et al 1982

11 Dieta “rigida” (1980) Conteggio dei carboidrati Dieta “flessibile” (1990) Schema insulinico fisso (con correzioni)

12 The role of diet behaviors in achieving improved glycemic control in intensively treated patients in the Diabetes Control and Complications Trial (DCCT). Diabetes Care Nov;16(11): Adjusting insulin dose for meal size and content and consistent consumption of an evening snack were associated, albeit to a lesser degree, with lower HbA1c

13 Oggi…

14 TERAPIA MEDICA NUTRIZIONALE RACCOMANDAZIONI Le persone affette da alterazioni glicemiche o diabete devono ricevere, preferibilmente da un dietologo o da un dietista, esperti in terapia medica nutrizionale (MNT, medical nutrition therapy) del diabete e quindi inseriti nel team diabetologico, una MNT individualizzata al fine di raggiungere gli obiettivi terapeutici. (Livello della prova III, Forza della raccomandazione B) Un approccio multispecialistico è necessario per integrare la MNT in un programma terapeutico che deve tenere in considerazione le esigenze personali, la disponibilità ai cambiamenti, i target metabolici, il tipo di diabete e trattamento ipoglicemizzante, il livello di attività fisica e lo stile di vita. (Livello della prova VI, Forza della raccomandazione B)

15 Calo ponderale: Un calo ponderale è raccomandato per tutti i soggetti adulti in sovrappeso (BMI 25,0-29,9 kg/m 2 ) od obesi (BMI ≥30 kg/m 2 ). (Livello della prova I, Forza della raccomandazione A) Migliorare il controllo metabolico: Le riduzioni dell’HbA1c segnalate sono simili o maggiori di quelle ottenute con gli attuali trattamenti farmacologici per il diabete. Approcci personalizzati: percorso di Educazione Terapeutica Strutturata, Dieta prescrittiva personalizzata, Liste di scambio, Metodi di Counting (calorie, grassi, carboidrati). DMT1 e DMT2

16

17

18 Effects of advanced carbohydrate counting in patients with type 1 diabetes: a systematic review. Schmidt S, Schelde B, Nørgaard K. Diabet Med Aug;31(8): Efficacy of carbohydrate counting in type 1 diabetes: a systematic review and meta-analysis. Bell KJ, Barclay AW, Petocz P, Colagiuri S, Brand-Miller JC. Lancet Diabetes Endocrinol Feb;2(2): “There is some evidence to support the recommendation of carbohydrate counting over alternate advice or usual care in adults with type 1 diabetes.” “..the method still appears preferable to other insulin dosing procedures, which justifies continued use and inclusion of advanced carbohydrate counting in clinical guidelines.”

19 Problemi?

20 “L’aderenza alla dieta è uno degli aspetti più critici della cura del diabete”

21 “Scarsa compliance...” Scarsa educazione alimentare? o “L’aderenza alla dieta è uno degli aspetti più critici della cura del diabete”

22 Soluzioni?

23 Quality of Life, Coping Ability, and Metabolic Control in Patients With Type 1 Diabetes Managed By Group Care and a Carbohydrate Counting Program Trento M, Borgo E, Grassi G, Kucich C, Passera P, Trinetta A, Cavallo F, Porta M Diabetes Care Nov;32(11):  This study confirms that Group Care improves quality of life in people with Type 1 Diabetes but suggests that, to modify adaptation to disease, patients need more specific educational and psyco-cognitive support  The CHO counting programme we developed appears effective in promoting change, especially in people with poor schooling  We suggest that offering a carbohydrate counting program within a group care management approach may help patients with type 1 diabetes acquire better self-efficacy and restructure their cognitive and lifestyle potential.

24  Corso strutturato di “soli” 5 giorni  Trattamento insulinico intensivo flessibile + nessun vincolo dietetico  Obiettivo: acquisire abilità per autogestire la terapia insulinica “to fit diabetes into their lives rather than their lives into diabetes”  Miglioramento: HbA1C, qualità di vita, ipoglicemie, benessere psicologico, soddisfazione sull’efficacia del trattamento, etc nonostante un maggior numero di somministrazioni di insulina e di controlli glicemici BMJ volume october 2002

25 Psychological themes that influence self-management of type 1 diabetes. Shaban C World J Diabetes May 15;6(4): “In the way that we cannot separate carbohydrate counting, blood glucose monitoring and insulin dose adjustment in the understanding of a presenting problem such as poor control, so we cannot separate the concurrent thoughts, feelings, and behaviours.”

26 Psychological themes that influence self-management of type 1 diabetes.

27 Strumenti: Glucometri con calcolatore di boli

28 Apps - 1

29 Apps - 2 Facilitare la stima dei carboidrati contenuti in un cibo o piatto

30 Im2Calories Apps - 3

31 Conteggio dei carboidrati Dieta Evidenze scientifiche Difficoltà per il paziente Difficoltà per il team Tecnologie: Hardware e software Educazione: Group Care RELAZIONE TERAPEUTICA

32 Grazie!


Scaricare ppt "Dalla dieta… Dr. Cristina Gottero S.C. Endocrinologia e Malattie Metaboliche Ospedale Maria Vittoria Torino al conteggio dei carboidrati…"

Presentazioni simili


Annunci Google